Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti di di yoga

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Insegnanti Star con un punteggio medio di 5,0 stelle e più di 432 commenti positivi.

25 €/ora

Le migliori tariffe: 95% degli/delle insegnanti offre la prima lezione e un'ora di lezione costa in media 25€

5 h

Rapidi/e come saette, gli/le insegnanti ti rispondono in media in 5h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza i tuoi corsi di Yoga livello Principiante

Dialoga con il/la tuo/a insegnante privato/a di yoga per spiegargli/le tuoi bisogni in base al tuo livello Principiante e le tue disponibilità. Programma le lezioni e procedi al pagamento in totale sicurezza utilizzando la chat di Superprof.

3. Vivi nuove esperienze

Il Pass Alunno/a ti dà un accesso illimitato ai profili di tutti/e i/le nostri insegnanti, prof, coach, maestri/e e alle Masterclass per un mese (rinnovabile). Un mese per scoprire nuove passioni con insegnanti in gamba di Yoga livello Principiante.

Le domande più frequenti:

💸 Qual è la tariffa media di un corso di Yoga livello Principiante?

Il prezzo medio di una lezione di Yoga livello Principiante è di 25 €.

Le tariffe variano in funzione di tre fattori:

  • L'esperienza dell'insegnante di yoga
  • Il luogo delle lezioni (a domicilio o online) e la situazione geografica 
  • La durata e la frequenza dei corsi

Il 97% degli/delle insegnanti offre la prima lezione.

Scopri le tariffe degli/delle insegnanti vicino a casa tua.

💡 Perché seguire un corso di Yoga livello Principiante?

Dei corsi di Yoga livello Principiante con un/un' insegnante specializzato/a sono l'occasione per imparare e progredire velocemente.

Scegli l'insegnante che preferisci e programma, in presenza o online, il corso in totale libertà!

Una chat ti consentirà di conversare direttamente con l'insegnante per scegliere e organizzare le lezioni in piena serenità.

Un motore di ricerca ti permette di trovare la perla rara tra centinaia di insegnanti privati/e.

Lanciati nella ricerca, basta un click!

💻 Gli/Le insegnanti di yoga livello Principiante propongono lezioni a distanza?

La maggior parte degli/delle insegnanti di yoga propongono corsi di Yoga online livello Principiante.

Non esitare a consultare i loro annunci o utilizzare il motore di ricerca (puoi scegliere il filtro via webcam) per scoprire i corsi di Yoga disponibili online.

🎓 Quanti sono gli/le insegnanti disponibili per dare dei corsi di Yoga livello Principiante?

1.165 insegnanti di yoga livello Principiante propongono un aiuto yoga.

Puoi cercare i lori profili e scegliere quello che corrisponderà di più alle tue necessità.

Scegli il tuo corso tra più di 1.165 profili.

✒️ Che voto medio è attribuito agli/alle insegnanti di TPL_MATIERE@ livello Principiante?

Su un campione di 432 voti, gli/le allievi/e attribuiscono un voto medio di 5,0 su 5.

Per qualsiasi dubbio o difficoltà, un servizio clienti è disponibile per trovare rapidamente una soluzione (per telefono o via mail, dal lunedì al venerdì).

Conoscere di più sulle domande più frequenti.

Voglia di imparare Yoga?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di Yoga di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Una lezione yoga principianti

Perché i principianti hanno bisogno di una guida per iniziare con lo Yoga?

Perché è importante iniziare a fare yoga con un maestro?

Viste da fuori, le posture base dello yoga non sembrano per nulla complesse: seduti a gambe incrociate, si respira; sdraiati supini, ci si prende una gamba per volta e la si porta al petto; in piedi, si alza una gamba, portando il ginocchio il più vicino possibile al petto, le mani raccolte a preghiera all’altezza del cuore e si mantiene l’equilibrio.

Ma, allora, perché molti testi e tutti i maestri e gli insegnanti di yoga insistono sull’importanza di farsi accompagnare, quando si inizi a praticare la disciplina?

Il fatto è che, anche se dall’esterno, tutto può sembrare semplice, in realtà, ogni singola postura nasconde una miriade di dettagli che necessitano di mesi o di anni di pratica per essere compresi e assimilati: la respirazione, prima di tutto, ma anche il dettaglio nella posizione di un braccio, di una gamba, la distanza tra il ginocchio e il petto, la direzione del piede che mantiene l’equilibrio, la direzione dello sguardo durante le torsioni, l’aderenza delle spalle al tappetino a terra, la misura in cui le ginocchia devono essere né troppo tese, né troppo rilassate, …

Evitare i rischi dello yoga, grazie ad un maestro

Come si può pensare che un neofita possa assorbire correttamente tutto ciò che sta dietro ad una postura ben riuscita dello yoga, senza uno sguardo attento, senza i consigli di un esperto praticante? Infatti, è praticamente impossibile!

I rischi che si corrono nel mal eseguire una postura o una serie di posture non sono solo estetici. Realizzare una postura o eseguire dei movimenti in modo inesatto ha tutta una serie di conseguenze, i cui effetti possono avere strascichi più o meno lunghi nel tempo:

  • La postura non produce nessun effetto positivo (o ne produce in maniera incompleta): ogni asana è stata sperimentata, modificata e perfezionata nel corso di millenni di storia dello yoga, proprio perché in grado di portare dei benefici al corpo, alla mente e allo spirito del praticante. Appare scontato, però, che, affinché l’asana sia efficace, deve essere eseguito correttamente. È lo stesso fenomeno che si può osservare in altre discipline: la pedalata efficace nel ciclismo, il colpo efficace al pallone durante un calcio di rigore, la respirazione efficace durante il jogging, il pugno nelle arti marziali, …
  • La postura mal eseguita ha, sul breve periodo, conseguenze nefaste sul fisico del praticante: se non si adatta la respirazione al movimento, ad esempio, si corre il rischio di andare in contro a contratture o stiramenti e di produrre inutilmente acido lattico;
  • La postura mal eseguita ha, sul lungo periodo, conseguenze nefaste sul fisico del praticante: una serie di asana, praticati per mesi o per anni in modo poco accorto e in assenza di una guida competente, rischia di compromettere la salute del corpo. Le conseguenze partono da sciatalgie o infiammazioni dei legamenti, per arrivare, nella peggiore delle ipotesi, ad interessare anche organi interni. Non è raro, infatti, durante le sedute di yoga, coinvolgere direttamente o indirettamente la tiroide o le ghiandole surrenali, così come fegato, milza e muscolo cardiaco. Ovviamente, se gli asana sono praticati in modo corretto tutti questi organi non ne possono che trarre un beneficio (la tiroide ottimizza il proprio funzionamento, il fegato viene svuotato delle impurità, …); al contrario, se lo yoga viene eseguito male per troppo tempo, il corpo ne risentirà.
  • Lo yoga agisce non solo sul corpo, ma anche sulla mente e sullo spirito. Se una meditazione viene guidata in modo corretto, il giovane yogi ne uscirà più consapevole di se stesso, del proprio corpo e delle proprie possibilità; al contrario, se la meditazione viene pratica senza un’adeguata preparazione i risultati non sono assicurati, anzi. Vanno, ad esempio, evitate nel modo più assoluto le meditazioni quando ci si trovi di umore nero, quando non si riesca a fare il vuoto dentro di sé, … Il rischio è di meditare solo sul negativo, diffondendolo dentro di sé, per risvegliarsi poi in una condizione non opportuna (mal umore, pensieri negativi, desiderio di rifuggire le persone attorno a sé, …).

Come iniziare lo yoga

Quanto appena visto potrebbe sembrare una banalità, ma non lo è. Chi non conosca ancora lo yoga o chi ne sia veramente refrattario potrebbe assimilare ad una sorta di stregoneria alcuni degli effetti che questa antica disciplina orientale assicura.

Ma non è così; chi in India per decenni, secoli, millenni ha studiato lo yoga, ha raggiunto l’optimum: delle posture del corpo apparentemente semplici dagli effetti certi e benefici su corpo, mente e spirito. Sarebbe sbagliato iniziare un corso di yoga pensando di raggiungere il Nirvana nel giro di pochi mesi o di riuscire a levitare, dopo un paio di anni di meditazione e pratica yogi.

Le immagini tramandate dall’oriente di santoni, con la barba e i capelli bianchi e incolti, che passano la vita seduti a meditare con pochi stracci addosso, all’indirizzo dei quali tutti gli abitanti della città si rivolgono come a dei semi dei per ottenere consigli, indicazioni, vaticini, non devono essere il punto di riferimento per chi si approcci per la prima volta alla pratica dello yoga.

Al contrario, gli inizi dovranno essere e saranno dei più umili, mostreranno difficoltà fisiologiche alla pratica anche di asana piuttosto banali, richiederanno consigli, indicazioni, correzioni, da parte di praticanti più esperti, e costanza, impegno e sacrificio, da parte del principiante.

Le soddisfazioni, seppur minime, arriveranno presto, prestissimo: il corpo si muoverà più agevolmente, sarà più flessibile e risponderà meglio ai comandi, anche nella vita di tutti i giorni; la mente sarà più aperta ad ascoltare i segnali del corpo stesso e un benessere misto a felicità si impadronirà del praticante, almeno a ridosso della lezione di yoga. Corpo, mente e spirito raggiungeranno un equilibrio non solo fisico, di cui tutti e tre gli elementi beneficeranno a lungo.

Serviranno, però, costanza nella pratica e una valida guida, almeno fino a quando le posizioni di base non saranno completamente assorbite.

Che cosa vuoi imparare?