Il passaggio dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado è molto delicato, visto che è proprio qui che cominciano a delinearsi le differenze nell'apprendimento.

Se in quarta e quinta elementare non ci sono molte differenze tra gli studenti, tra la prima e la terza media, il rendimento scolastico degli studenti italiani comincia a cambiare in base alla residenza geografica. Lo dice ogni anno il rapporto Invalsi che divulga i risultati delle prove di italiano, matematica e inglese per gli studenti di elementari (classi seconde e quinte) medie (classi terze) e superiori (classi seconde e quinte).

Nel passaggio dalla quinta elementare alla scuola secondaria di primo grado si comincia a intravedere il quadro che poi viene confermato anche alle superiori:

  • gli studenti del Nord Italia hanno un punteggio superiore alla media nazionale;
  • gli studenti del Centro dimostrano di avere delle conoscenze in linea con la media nazionale;
  • gli studenti del Sud ottengono risultati inferiori alla media nazionale.

Anche all'interno della stessa regione, città o istituto ci sono grandi divari nelle capacità degli studenti.

La differenza nel rendimento scolastico, infatti non dipende solo dalla zona in cui si vive, ma anche dalle condizioni psico-socio-economiche di ogni alunno. La pubblica istruzione cerca di colmare questo divario offrendo supporto agli alunni con bisogni educativi speciali, BES, ma non sempre con successo.

Un altro dato indicativo viene dalle rilevazioni PISA dell'OECD. Si tratta del programma internazionale per la valutazione degli studenti di 15 anni e serve per mettere a confronto il sistema scolastico dei paesi membri. Secondo i dati rilasciati nel 2019, gli studenti italiani hanno un punteggio inferiore agli altri paesi in lettura e scienze, mentre in matematica sono in linea con gli standard internazionali.

Se ci sono difficoltà nella lettura e anche nella comprensione di testi scritti, vuol dire che il livello di italiano dei ragazzi non è abbastanza alto.

Come è possibile che in quinta elementare vada tutto bene, ma che nei tre anni delle medie, e ancora di più in quarta e quinta superiore, i risultati in italiano diventino sempre più problematici?

Forse tutto questo ha a che fare con le programmazioni annuali che decidono la didattica e sono alla base dell'istruzione ed educazione di ogni alunno?

In questo articolo cercheremo di capire come fare per affrontare al meglio l'insegnamento della lingua italiana al primo anno delle medie in modo da evitare lacune che si trascinano fino alle superiori.

Ecco alcuni consigli per prepararsi alla programmazione di italiano per la prima media!

I migliori insegnanti di Italiano scolastico disponibili
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (12 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (17 Commenti)
Emanuele
25€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (13 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Paola
5
5 (17 Commenti)
Paola
30€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (11 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (9 Commenti)
Stefano
12€
/h
Prima lezione offerta!
Federica
5
5 (16 Commenti)
Federica
15€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (12 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (17 Commenti)
Emanuele
25€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (13 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Paola
5
5 (17 Commenti)
Paola
30€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (11 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (9 Commenti)
Stefano
12€
/h
Prima lezione offerta!
Federica
5
5 (16 Commenti)
Federica
15€
/h
1a lezione offerta>

Programma scolastico prima media: cosa si studia in italiano?

Stando ai risultati delle prove Invalsi di quinta elementare e di terza media è ovvio che qualche nozione si perde per strada. Probabilmente questo succede perché esiste una grande differenza tra le capacità richieste agli studenti di quinta elementare rispetto a quelle che devono acquisire i ragazzi di prima media.

Alcuni alunni si sentono persi nel passaggio alle elementari alle medie perché le capacità richieste sono sempre più ampie, soprattutto in italiano.
La programmazione di italiano per la prima media è più complessa!

In base alla programmazione del Ministero per l'istruzione, l'università e la ricerca, Miur, gli alunni di prima media devono approfondire la conoscenza della lingua italiana sviluppando  le competenze linguistiche propedeutiche ai corsi di italiano in seconda media.

Le quattro abilità linguistiche di lettura, scrittura, produzione e comprensione orale e scritta sono alla base della programmazione annuale.

Gli obiettivi generali delle classi prime sono:

  • acquisire padronanza della lettura e della comprensione scritta
  • perfezionare l'espressione scritta e orale
  • conoscere la struttura grammaticale della lingua
  • avere una padronanza dell'ortografia

Rispetto alla quinta elementare, in prima media l'alunno scopre altri elementi della lingua italiana: la punteggiatura e le parti del discorso in grammatica, lo studio della storia e del contesto sociale in cui sono scritte delle opere, la produzione di diversi tipi di testo.

Al rientro a scuola, in prima media, l'obiettivo è quello di consolidare le conoscenze apprese alla scuola primaria, mettendo l'accento sullo studio della lingua e acquisendo totale autonomia nella lettura e nella scrittura.

Ecco alcuni obiettivi specifici da raggiungere:

  • Leggere e comprendere testi scritti e orali di varia natura
  • Produrre testi scritti adatti al destinatario e allo scopo
  • Interagire in un dibattito in vari contesti
  • Interpretare testi letterari
  • Conoscere e applicare le strutture lessicali, morfologiche e lessico-sintattiche

Imparare una lingua non significa limitarsi agli aspetti linguistici come leggere e scrivere, la fonetica e la pronuncia, la grammatica o il lessico, ma anche approfondire la comprensione della cultura di cui è espressione.

L'insegnamento della lingua italiana si arricchisce, quindi, con lo studio delle maggiori correnti della cultura letteraria e artistica del paese e con brani di attualità, il che è fondamentale per espandere la propria cultura generale e capire il mondo che ci circonda.

Tra le attività da svolgere in classe e a casa, c'è la lettura e l'analisi di testi di diversa natura:

  • favole e fiabe
  • miti e leggende
  • poesie
  • testi narrativi
  • testi descrittivi
  • testi espositivi

Per maggiori dettagli sui contenuti della didattica, puoi scaricare il programma dell'istituto scolastico che ti interessa in PDF. Basta andare sul sito web del tuo plesso scolastico e fare clic su download.

In genere, delle 6 ore settimanali di italiano, tre sono dedicate alla grammatica, due all'antologia, una alla narrativa e una all'epica.

Anche se la lingua italiana ha un ruolo centrale nella didattica, ci sono anche altre materie da studiare con un'orario scolastico suddiviso in questo modo:

  • 4 ore per matematica
  • 3 ore per inglese
  • 2 ore ciascuna per scienze, storia, geografia, arte e immagine, tecnologia, musica, francese o spagnolo come seconda lingua, scienze motorie
  • 1 ora per religione

Tutte queste materie rendono il programma di prima media abbastanza ambizioso per un bambino di 10-11 anni. I docenti cercano di mettere in campo le migliori risorse pedagogiche per portare i propri allievi alla riuscita scolastica.

Non tutti, però, riescono ad acquisire le capacità decise dalla programmazione annuale per la scuola secondaria.

A questi studenti servirebbero lezioni extra, o un aiuto con i compiti.

Programma di italiano prima media: la risposta della scuola

Nonostante le intenzioni del Miur siano quelle di prevenire l'insuccesso scolastico degli studenti, molti alunni manifestano le maggiori difficoltà proprio negli anni di passaggio da un ciclo scolastico all'altro, quando cambia la programmazione ministeriale.

Spesso le classi sono sovraffollate e anche i migliori docenti non riescono a fermare la delusione di uno studente "medio" che ha bisogno di aiuto scolastico. 

Gli insegnanti a scuola non riescono a seguire individualmente tutti gli studenti in difficoltà.
La prima media è un anno cruciale per sviluppare le quattro abilità linguistiche in italiano!

Per rispondere a questo fenomeno, alcuni istituti statali mettono in piedi un servizio di sostegno scolastico, sotto forma di corsi di recupero da svolgersi nei locali della scuola, di pomeriggio.

Potrebbero essere un ottimo modo per prepararsi alle lezioni di italiano in terza media!

Questi corsi vengono decisi dal consiglio di classe e si basano sulla disponibilità degli insegnanti e delle risorse della scuola. Gli studenti che hanno il consenso dei genitori sono obbligati a seguire i corsi di recupero, ma in caso i genitori neghino il consenso, possono anche provvedere privatamente.

Anche se è difficile che siano attivati per le scuole medie, i corsi di recupero fatti dagli istituti scolastici si svolgono sempre in gruppo e hanno una durata minima di 15 ore.

Devono essere attivati alla fine del primo quadrimestre, per far recuperare le insufficienze in tempo, prima degli scrutini finali.

In realtà il Miur non esclude che ci siano dei corsi mirati per gli alunni con particolari difficoltà, anzi, si va nella direzione di cercare di prevenire l'insuccesso scolastico anche dando al possibilità agli studenti di frequentare uno o più corsi di recupero.

Il vero problema è la mancanza di risorse. Per questo molti istituti, soprattutto le scuole medie, tendono ad affidare ad associazioni o iniziative di volontariato la gestione del recupero scolastico per gli alunni.

Insomma, la scuola ce la mette tutta, ma senza finanziamenti è difficile sostenere tutti gli studenti in difficoltà.

Programma prima media: corsi ed esercizi di italiano online

Se non ci sono attività di recupero nelle scuole, si possono usare altri strumenti come un corso italiano online intensivo e di ripasso per recuperare le insufficienze.

 Se hai delle difficoltà con l'italiano devi recuperare le insufficienze in tempo.
Un insufficienza in italiano? Va recuperata prima degli scrutini!

Per adattarsi ai ritmi più serrati della scuola media e riuscire a fare i compiti a casa serenamente, gli alunni possono rivolgersi al sostegno gratuito offerto in casa dai propri genitori.

Come? Grazie a internet!

Ci sono molte risorse didattiche per l'italiano che aiutano gli alunni delle medie a migliorare e sostengono i genitori nel difficile ruolo che svolgono nell'educazione dei propri figli.

Fare degli esercizi online permette di allenarsi senza la pressione di un'interrogazione a scuola. A volte è proprio l'ansia per la verifica la peggior nemica degli studenti di prima media.

Alcune dritte per ricordare senza tensioni tutto quello che si è imparato in classe e prepararsi per affrontare gli esami di terza media con serenità possono arrivare direttamente dalla rete.

Grazie ai siti per imparare l'italiano online o migliorare le proprie competenze si possono rivedere: 

  • La grammatica: l'analisi grammaticale di un nome, i verbi, gli articoli, i pronomi, gli aggettivi qualificativi, il predicato nominale, la frase, le congiunzioni spazio-temporali, i complementi diretti e indiretti.
  • Le coniugazioni: i modi indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo, infinito, gerundio e participio.
  • Il lessico: il campo lessicale delle parole, il senso figurato, i sinonimi e gli omonimi.
  • L'analisi del testo: figure di stile, generi letterari, registri.

Ci sono molti siti che offrono mini lezioni di italiano gratuite da usare come schede di ripasso in versione PDF. Non potendoli citare tutti, eccone una piccola selezione:

  • risorsedidattiche.net
  • youreducation.it
  • ciaomaestra.com
  • atuttascuola.it
  • italiano.rai.it
  • focusjunior.it

Ci sono poi siti specializzati con appunti di italiano messi online dagli studenti più grandi, o siti creati da maestri e professori che suddividono il materiale a seconda della classe in cui insegnano.

Si possono scaricare le risorse sotto forma di PDF o svolgere gli esercizi direttamente online.

Stare dietro a queste risorse richiede un po' di sforzo da parte dell'alunno, ma con un po' di studio aumenterà anche la fiducia in se stessi, se si ottengono risultati positivi.

Non dimentichiamo che l'italiano è una materia fondamentale in tutte le programmazioni scolastiche e non solo. Con delle buone competenze linguistiche puoi comprendere testi di ogni argomento, dalla fisica all'arte, dalla storia alla geografia.

Delle buone proprietà di linguaggio sono anche indispensabili nella vita di tutti giorni per descrivere oggetti, situazioni, stati d'animo e pensieri.

Lezioni private di italiano prima media

C'è un'altra soluzione all'insuccesso scolastico, l'ultima, non in ordine di importanza: prendere ripetizioni con un insegnante di italiano.

Se si parla di sostegno scolastico a domicilio, a cosa di pensa? Alla piattaforma per corsi privati Superprof!

Ci sono oltre 6.600 insegnanti di italiano su Superprof e sono disponibili a dare lezioni online e a domicilio in tutta Italia.

Con Superprof trovi insegnanti a domicilio nella tua città. 
Un buon corso privato di italiano, per sviluppare l'amore per la lettura fin dalla prima media!

Gli insegnanti di italiano hanno profili ed esperienze diversi: docenti di scuola, studenti, professionisti della comunicazione e della scrittura, insegnanti in pensione.

Con le lezioni private di italiano l'alunno può lavorare in modo personalizzato sui propri punti deboli. I corsi individuali, poi, sono più flessibili. Possono essere svolti durante le vacanze scolastiche, di sera o nel weekend.

Una buona metodologia di sostegno applicata regolarmente permette allo studente di correggere i propri errori di ortografia, imparare la consecutio temporum, risolvere i problemi di comprensione scritta e analisi del testo.

Alcuni studenti hanno bisogno di lavorare di più per assimilare gli elementi linguistici. A volte, è un po' come per un corso di musica, si va per ripetizione, suono, esercizio.

I corsi privati permettono di supplire alle carenze del sistema scolastico e danno a ognuno la possibilità di migliorare con i propri tempi.

E' un modo per approcciare serenamente la prima media e inserirsi con maggiore sicurezza in una scuola per grandi senza dare i numeri!

Bisogno di un insegnante di Italiano scolastico?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue