Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corso di portoghese per principianti: la struttura grammaticale della lingua di Camões! 

Di Nicolò, pubblicato il 14/10/2019 Blog > Lingue straniere > Portoghese > Scopri La Grammatica Portoghese Con Le Lezioni Di Portoghese di Superprof

“Ecco cos’hanno di simpatico le parole semplici, non sanno ingannare.” José Saramago

Al giorno d’oggi, parlare portoghese presenta numerosi vantaggi sia nella sfera privata che in quella professionale. 

Conoscere anche solo qualche parola in portoghese — non importa se si tratta della variante europea o brasiliana — permetterà infetti al tuo curriculum di distinguersi in un mondo dominato da anglofoni e ispanofoni.

Sapevi ad esempio che il Brasile è il quinto paese al mondo per numero di immigrati italiani? Secondo i dati Aire, riportati dal sito emigrati.it, sarebbero ben 307.000 gli italiani residenti nel più grande paese del Sudamerica.

Ma per integrarsi a pieno in una comunità lusofona, è essenziale conoscere  bene la grammatica portoghese: i verbi portoghesi, i verbi irregolari, i pronomi personali, ecc… insomma, tutte le regole grammaticali di base. 

Superprof ha creato per te una panoramica generale della grammaticale della lingua portoghese! 

Imparare la grammatica portoghese è difficile? 

Il portoghese è, così come il 42% delle lingue parlare nel mondo, una lingua detta SVO, ovvero una lingua in cui le frasi vengono costruite seguendo un ordine “soggetto-verbo-oggetto”. 

Scopri la cultura portoghese e brasiliana grazie alle lezioni di portoghese. Un paio di lezioni di portoghese saranno sufficienti per imparare a ordinare da mangiare in un paese lusofono!

Una struttura grammaticale che prevede prima il soggetto, poi il verbo, poi il complemento ti suona familiare? 

Ovviamente sì, dal momento che si tratta della stessa struttura utilizzata in italiano, ma anche in spagnolo e in francese, : la grammatica portoghese, ereditata dalla lingua latina, possiede in buona parte le stesse regole della nostra lingua madre.

Per esempio, la frase in portoghese “Eu tenho 33 anos” si traduce in italiano con “io ho 33 anni”: possiamo quindi riconoscere il pronome personale soggetto, il verbo all’indicativo presente e il complemento oggetto. 

Per potertela cavare da solo in un paese lusofono, dovrai prima imparare le basi della lingua portoghese e della sua grammatica, senza la quale sarà ben difficile comunicare con altre persone durante un viaggio in Brasile o in Portogallo. 

La grammatica è in effetti la struttura che permette di assemblare le parole dando vita alle prime frasi semplici, che si faranno sempre più complesse mano a mano che si avanza con lo studio della lingua.

La grammatica prevede, tra le altre cose, lo studio dei pronomi personali, dei pronomi possessivi, delle preposizioni, degli aggettivi e dei verbi. 

La buona notizia è che la grammatica portoghese — ovvero l’insieme di regole che determinano la costruzione della frase e gli accordi nel genere e nel numero tra sostantivo e aggettivi — è, in maniera generale, molto simile a quella italiana. 

Ma non farti illusioni: le differenze tra le due lingue esistono eccome e possono trarti in inganno!

Ad esempio, la lingua portoghese comporta una piccola sottigliezza che può risultare difficile da capire per un principiante: pur facendo parte della famiglia delle lingue neolatine, il portoghese si distingue delle altre lingue romanze per un tempo verbale unico: il congiuntivo futuro, utilizzato per esprimere una possibilità nel futuro. 

Se si sono già fatti corsi di spagnolo o corsi di francese e se si conosce bene la grammatica italiana, i corsi di portoghese non dovrebbero comunque risultare troppo difficili!  

Conclusione: per quanto studiare una lingua straniera a sia sempre un’impresa ardua, che richiede impegno e costanza, imparare il portoghese sarà indubbiamente più facile per un italofono che imparare a parlare l’arabo, il cinese o il giapponese.

Esistono inoltre numerosi siti per l’apprendimento del portoghese, e internet offre eccellenti risorse pedagogiche per imparare la lingua di Saramago rapidamente ed efficacemente.

Serviti, ad esempio, del sito Wikiversity portoghese, sul quale potrai ripassare gratuitamente la fonetica, la grammatica, la coniugazione e il vocabolario portoghese!

Qualche elemento di grammatica portoghese

Poiché nelle lingue romanze le frasi iniziano spesso dal soggetto — anche se in portoghese, in spagnolo in italiano si omette spesso il pronome, già indicato dal verbo —, sembra opportuna cominciare a studiare il portoghese dai pronomi personali soggetto.

Quale città brasiliana vorresti visitare? Sogni da sempre di visitare il Brasile? Impara le basi del portoghese brasiliano e parti all’avventura!

In portoghese, i pronomi sono gli stessi che in italiano:

  • Io : Eu,
  • Tu : Tu,
  • Lui/lei: Ele, Ela,
  • Noi: Nós,
  • Voi: Vós,
  • Loro: Eles, elas.

Ricorda che anche in portoghese la desinenza dei verbi determina già la persona a cui il verbo si riferisce: di conseguenza, si utilizzano raramente i pronomi personali soggetto, principalmente per accentuare chi svolge l’azione. 

Inoltre, la lingua portoghese possiede un pronome distinto dagli altri perla formula di cortesia, sia al singolare che al plurale: você/vocês.

Così come la lingua spagnola, nella quale si utilizzano i pronomi “usted” e “ustedes” per dare del “Lei” (al singolare e al plurale) — anche il portoghese prevede dei pronomi specifici per quando ci si rivolge a persone che non si conosco o per i contesti più formali.  

Passiamo ora a un altro elemento grammaticale: i pronomi possessivi. Come in italiano, questi si accordano in genere e numero col nome a cui si riferiscono:

  • Mio, mia, miei, mie: Meu, minha, meus, minhas,
  • Tuo, tua, tuoi, tue: teu, tua, teus, tuas,
  • Suo, sua, suoi, sue: seu, sua, seus, suas,
  • Nostro, nostra, nostri, nostre: nosso, nossa, nossos, nossas,
  • Vostro, vostra, vostri, vostre: vosso, vossa, vossos, vossas,
  • Loro: seu, sua, seus, suas.

Queste regole di base sono condivise tra tutte le lingue romanze, incluso lo spagnolo e il francese.

E per quanto riguarda gli articoli indefiniti (un, una, dei, delle)? 

In portoghese, ne esistono 4: um (un), uma (una), uns (dei) e umas (delle). 

Ovviamente in portoghese esistono anche gli articoli definiti, e il loro utilizzo e indubbiamente più semplice rispetto a quelli italiani. Ce ne sono quattro:

  • Il/ Lo: o,
  • La: a,
  • I/Gli (maschile) : os,
  • Le (femminile) : as.

Per esempio, per dire il libro, i libri, la casa o le case, si dirà: o livro, os livros, a casa, as casas. 

Corsi di grammatica portoghese: la coniugazione 

Come in italiano, in spagnolo e in francese, in portoghese il verbo è l’elemento centrale della frase. 

I verbi portoghesi sono suddivisi in tre gruppi. Ogni verbo possiede una radice invariabile che si ottiene dall’infinito — salvo nel caso di alcuni verbi irregolari — e una desinenza che varia a seconda del soggetto e del tempo della coniugazione. 

Impara i verbi irregolari grazie ai corsi di portoghese! Riuscirai a resistere al fascino di Lisbona?

Ecco come vengono suddivisi i verbi portoghesi: 

  • Primo gruppo: verbi in AR (come falar o andar)
  • Secondo gruppo: verbi in ER (come beber)
  • Terzo gruppo: verbi in IR (come ir). 

Così come lo spagnolo, la lingua portoghese si serve di tre verbi ausiliari: estar, ser e ter. 

Esistono in sostanza due verbi essere, uno per parlare di uno stato definitivo, l’altro per una condizione temporanea: “estar” indica una condizione provvisoria, mentre ser determina lo stato immutabile e definitivo di qualcosa. 

Per esempio: “Ele está na casa” (“Lui è in casa”) e “Ele é o Senhor Gomez” (“Lui è il signor Gomez”).

Ecco la coniugazione dell’indicativo presente dei tre ausiliari di base: 

  • Estar : estou, estás, está, estamos, estais, estão.
  • Ser : sou, és, é, somos, sois, são.
  • Ter : tenho, tens, tem, temos, tendes, têm.

I tempi e modi della coniugazione portoghese corrispondono, in larga misura, alla coniugazione italiana: indicativo (presente, passato prossimo, imperfetto, più-che-perfetto, futuro semplice…), congiuntivo (presente, passato…), ecc… 

Tuttavia, come abbiamo visto precedentemente, il portoghese possiede un tempo particolare, sconosciuto alla lingua italiana: il congiuntivo futuro. 

Per familiarizzare con la coniugazione portoghese, ecco qualche esempio di verbi coniugati all’indicativo presente:

  • Verbo falar (parlare, dire): falo, falas, fala, falamos, falais, falam,
  • Verbo beber (bere): bebo, bebes, bebemos, bebeis, bebem,
  • Verbo querer (volere): quero, queres, quer, queremos, quereis, querem,
  • Verbo ir (andare): vou, vais, vai, vamos/vimos, ides/vades, vão.

Cerca di memorizzarli rapidamente, e ricorda che facendo fin da subito liste di parole semplici del vocabolario portoghese, potrai iniziare in men che non si dica a costruire frasi semplici, e in breve tempo sarai in grado di avere scambi quotidiani con madrelingua portoghesi.

Potrai ad esempio ordinare al ristorante, chiedere l’ora, domandare la direzione da seguire, ecc… Un esempio? Per dire “vorrei mangiare, per favore” si tradurrà con “Eu quereria comer, por favor“.

Vuoi imparare ancora più rapidamente? Trova un corso portoghese sulla nostra piattaforma!

Corsi di grammatica portoghese: costruire delle frasi semplici

Per imparare la lingua di Camões in un batter d’occhio, ti consigliamo di ascoltare e leggere il più possibile il portoghese. In questo modo assimilerai conoscenze senza trascorrere ore ed ore sui manuali grammaticali.

La grammatica portoghese è molto simile a quella italiana. Crea schede lessicali tematiche (animali, oggetti, ecc…) e impara a costruire frasi semplici in men che non si dica!

Abbiamo stilato per i nostri lettori una piccola lista di frasi semplici che ti aiuteranno a imparare i pronomi personali, l’ordine degli elementi nella frase, il verbo e la coniugazione, la negazione, ecc…

  • Sono tuo amico: eu sou teu amigo,
  • Parli molto velocemente: falas muito rapido,
  • Non arriveremo in ritardo: nós não vamos chegar tarde,
  • (Lei — soggetto femminile) Può aiutarci?: ela pode nos ajudar ?,
  • Il mio nome è Pedro: o meu nome é Pedro,
  • Lei vive vicino alla chiesa: ela mora perto da igreja,
  • Lui è più alto di lei: ele é mais alto do que ela,
  • Non ti capisco: eu não te compreendo,
  • Non parlo portoghese: eu não falo português,
  • Quanto costa? Quanto é isso ?

Si vede che il soggetto è sempre seguito dal verbo o dalla preposizione, che il verbo si accorda per genere e numero al soggetto e che l’ordine soggetto+verbo+complemento è sempre rispettato. 

Una volta che avrai imparato i verbi regolari e i verbi irregolari più diffusi, potrai iniziare a sentirti a tuo agio con la lingua portoghese.

Vuoi imparare in modo intensivo? Prendi lezioni portoghese con i nostri superprofessori, e in seguito parti per un’esperienza di studio o di lavoro in un paese lusofono!

Interrogazione a sorpresa (per quelli più attenti)! Prova a tradurre le frasi seguenti: 

  • Você fala português?,
  • Eu tenho amigos brasileiros,
  • Eu tenho um livro.

Allora, ci sei riuscito?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *