Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Imparare portoghese: i nostri consigli per padroneggiare la scrittura nella lingua di Camões!

Di Nicolò, pubblicato il 22/10/2019 Blog > Lingue straniere > Portoghese > Imparare l’Ortografia Con I Corsi Di Portoghese

“Gli errori ortografici di un uomo o di una donna sono impronta digitali letterarie” Stephen King (nato nel 1947). 

Per avere un buon livello di ortografia e padroneggiare le regole grammaticali della lingua portoghese, ci vuole davvero molto lavoro.

In genere, lo studio del portoghese è considerato come semplice per un italofono, poiché portoghese e italiano presentano molti elementi simili a causa della comune eredità latina.  

Questo non significa però che per imparare il portoghese non si debba lavorare, magari prendendo anche in considerazione le lezioni di portoghese private.

Nell’autunno 2019, la piattaforma Superprof esisteva in 29 paesi e riguardava fino a 9 milioni di professori privati. Tra i professori che insegnano in Italia, ce ne sono più di 200 pronti a tua disposizione per un corso di portoghese, europeo o brasiliano. 

Nel frattempo, ecco qualche informazione utile su come progredire o consolidare le proprie competenze linguistiche in portoghese, in particolare con l’ortografia e la grammatica. 

L’ortografia portoghese e le sue riforme

Il sistema di scrittura portoghese utilizza l’alfabeto latino, arricchito da segni diacritici, come ad esempio la tilde (~) sulle vocali “a” e “o”. 

Il portoghese è la lingua ufficiale di diversi paesi. Metti alla prova il tuo portoghese nelle vie di Lisbona!

La tilde è un antico segno medievale che indica inizialmente l’abbreviazione della “n”, diventata in seguito la nasalizzazione della vocale. per esempio “pan” (“pane”) è diventato “pão”. 

I segni di punteggiatura portoghese sono, per il resto, uguali a quelli italiani, fatta eccezione per  la cediglia e l’accento circonflesso.

Insomma, a parte qualche piccola singolarità, non rischiamo di sentirci persi sotto questo punto di vista per quanto riguarda la scrittura. 

Nei paesi lusofoni — in una dozzina di paesi al mondo il portoghese figura tra le lingue ufficiali — vengono utilizzati anche digrammi come “nh” (che equivale alla “ñ” dello spagnolo o al “gn” italiano), “lh” (che corrisponde alla “ll” spagnola o al “gl” italiano). 

Le consonanti “nh” e “lh” sono state prese in prestito dall’occitano, ma l’ortografia nella lingua di Magellano presenta anche una vicinanza geografica col galiziano, questa lingua romanza ancora parlata nel nord-ovest della penisola iberica: si parla infatti talvolta di portoghese-galiziano. 

Prima del 1990 l’ortografia del portoghese brasiliano era diversa da quella del Portogallo. 

In effetti, la variante europea non prevedeva nel suo alfabeto le lettere k, w, e y, mentre queste erano già state aggiunte al linguaggio corrente per facilitare l’ortografia di alcune parole di origine straniera, come whisky o kilometro, inizialmente scritto “quilometro” in portoghese. 

Nel 1990, un “accordo ortografico della lingua portoghese” è stato firmato dai paesi lusofoni al fine di uniformare la lingua. Si trattava ovviamente di una riforma difficile da fare entrare in vigore, poiché implicava la modifica delle abitudini ortografiche di centinaia di parole per diverse migliaia di persone.

La riforma è stata adottata prima dal Portogallo nel 1991, poi dalla maggior parte dei paesi lusofoni nel corso degli anni successivi: il Brasile (1995), Capo-verde (1998), Sao Tomé-e-Principe (2006), il Timor orientale (2009) e la Guinea-Bissau (2009). 

Secondo il diritto internazionale, accordo è però entrato ufficialmente in vigore dal 1o gennaio 2007. 

Questa riforma ha portato alla semplificazione di un vasto numero di vocaboli della lingua portoghese.

L’obiettivo ufficiale era di ridurre un po’ la distanza tra la pronuncia e l’ortografia delle parole, eliminando alcune consonanti mute, cioè che non vengono pronunciate dai madrelingua lusofoni.

È stato il Portogallo a dover applicare la maggior parte dei cambiamenti, poiché l’ortografia brasiliana aveva già fatto cadere queste lettere silenziose da molto tempo. 

Per esempio, la parola óptimo (ottimo) diventa ótimo, mentre acção (azione) diventa ação. Immagina di dover imparare a riscrivere un grande numero di parole nella tua propria lingua!

Questa riforma è stata anche l’incubo degli scolari, soprattutto quando il professore non prendeva in conto il fatto che le due ortografie sono valide e corrette… 

Cerchi un corso portoghese? 

Qualche consiglio per memorizzare l’ortografia portoghese

Come fare per diventare imbattibili in ortografia portoghese? Conoscere le regole di scrittura di questa lingua ti aiuterà molto a migliorare anche il tuo portoghese orale. 

Sei in grado di ordinare un pasto in portoghese? Hai sempre sognato di visitare il Brasile? Impara le basi della lingua portoghese e parti all’avventura!

Dopo aver imparato l’alfabeto portoghese e le basi della pronuncia, imparare a parlare portoghese e a scrivere implica anche di conoscere le regole di accentuazione delle parole in portoghese. 

In regola generale, nel portoghese europeo  — come avviene – in spagnolo — l’accento cade sulla penultima sillaba della parola, ma ricorda però che nelle parole che terminano con r, l, u, i l’accento cade sull’ultima sillaba. 

Come capire quale accento grafico mettere? 

Il portoghese utilizza l’accento acuto, l’accento grave e l’accento circonflesso. 

Se la vocale da accentuare è aperta e tonica (á, é, í, ó, ú) — dovrai scrivere la parola con un accento acuto:  água, café, eléctron, açúcar, quilómetro (kilomètre), ecc.

Se invece l’accento cade su una vocale chiusa ma tonica — â, ê, ô —, questa prende un accento circonflesso: Lituânia (Lituanie), irlandês (irlandais), português (portugais), ecc.

Infine, se la parola possiede una vocale aperta non tonica, o su alcune parole per questioni di distinzione ortografia, le parole prendono un accento grave: àquele (a questo), à maneira de (alla maniera di), à moda de (alla moda di).

Nota inoltre che la lettera ç ( c con la cediglia) si utilizza sempre prima della “a”, della “o” o della “u”, un po’ come avviene in lingua francese. 

Per quanto riguarda la tilde (~), viene utilizzata sulla lettera “a” (in parole come “mãe” o “pão”) e “o” (come “põe”), per indicare una nasalizzazione di queste vocali. 

Come si scrivono le parole portoghesi? 

In maniera generale, possiamo dire che il portoghese, come lo spagnolo e l’italiano, si scrive come si pronuncia, fatta eccezione per alcuni fonemi. Prendiamo l’esempio della lettera “s”:

  • Si pronuncia come “sc(i)” alla fine di una parola (“francês” o “pessoas”) o prima di una consonante (“estar” o “esperança”). 
  • Quando si trova all’inizio di una parola (come in “sapo”) o è doppia (come in “passado”), si pronuncia come la “s” italiana di sera, sano o secco. 
  • Se invece la lettera “s” si trova tra due vocali (come “casa”), si pronuncia come la “s” italiana di rosa. 

Fai quindi attenzione a non scrivere cose come “francesh”, “pessoash” o “pasado”. 

Vedrai che in poco tempo e con un po’ di impegno riuscirai a evitare gli errori di ortografia più comuni.

Corsi di portoghese: imparare l’ortografia online

All’epoca del web 2.0, perché non prendere in considerazione l’ipotesi di imparare una lingua grazie ai corsi online? 

Numerosi siti permettono di perfezionare il proprio livello di lingua, e la rete permette di prendere corsi a distanza beneficiando di un aiuto prezioso, in particolare per quel che riguarda il ripasso della grammatica o la verifica ortografica. 

Studia le coniugazioni portoghesi con un corso di portoghese! Imparare le coniugazioni verbali è un compito arduo in tutta le lingue romanze!

Imparare l’ortografia con un corso di portoghese online sarà utile, in particolare per passare il CELPE Bras – Certificação de Proficiência em Língua Portuguesa para Estrangeiros (“certificato di competenza in lingua portoghese per stranieri”) —, l’equivalente brasiliano del TOEFL/IELTS in inglese.

Per trovare un lavoro a Rio di Janeiro, a Saõ Paulo o a Lisboa, bisogna essere in grado di scrivere correttamente una lettera di motivazione. Essere in possesso di questo certificato sarà una prova della tua serietà per le aziende lusofone. 

Questo esame di conoscenza della lingua comporta, oltre alle prove di espressione orale, test di grammatica e ortografia in lingua portoghese, che vanno preparati con esercizi di lettura ed espressione scritta. 

Ti consigliamo anche un eccellente supporto ludico di verifica ortografica: Lusomedia. 

Questo sito gratuito propone piccole attività educative per imparare la nuova ortografia portoghese del 2009, come ad esempio il gioco degli impiccati, le parole crociate, i dettati o altri giochi in cui vanno ricercate le lettere. 

In un corso di portoghese, esercitarsi col dettato aiuta a far decollare il proprio livello di ortografia, in particolare perché si imparano a memoria le parole e la formulazione delle frasi, ma anche il buon uso per ogni locuzione o espressione idiomatica.  

Tuttavia, bisognerà prima acquisire un certo livello di vocabolario portoghese, al fine di poter scrivere parole che si sono già incontrate: inizia imparando parole semplici, e fai attenzione a non stilare una lista troppo lunga o complessa, che rischierebbe solo di scoraggiarti. 

In un primo momento, puoi utilizzare anche i minidizionari delle guide di viaggio (Lonely Planet, ad esempio). Il sito 17 Minute Languages ne offre uno di grande qualità. 

Si consiglia di trascrivere a penna tutte le parole su un foglio bianco, associandole alla loro traduzione italiana per facilitarne la memorizzazione.

Testare il proprio livello di ortografia in portoghese

Oltre al dettato, come possiamo testare il nostro livello di lingua portoghese? 

Per scrivere senza errori i vocaboli portoghesi, bisogna conoscere le regole di coniugazione e di grammatica portoghese: il participio passato, l’infinito, i verbi pronominali, le preposizioni, ecc.

Su superprof troverai decine di insegnanti di portoghese. Un professore privato può aiutarti a correggere i tuoi errori e a colmare le tue lacune!

Numerosi strumenti permettono di esercitarsi, in particolare consultando un verificatore di ortografia online: 

  • LanguageTool, 
  • Lingalog. 

Per ripassare la propria ortografia, puoi anche utilizzare uno dei numerosissimi manuali di grammatica portoghese in commercio.

Il programma di correzione portoghese Flip, semplice da utilizzare, potrà di certo darti un aiuto prezioso. Basta digitare il testo voluto, scegliendo la norma ortografica desiderata (portoghese brasiliano o portoghese europeo) e potrai così correggere l’ortografia del tuo testo.

Cosa aspetti? Imparare il portoghese non è mai stato così semplice!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *