Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Dagli accordi alla motivazione: un corso di chitarra completo!

Di Igor, pubblicato il 20/05/2019 Blog > Musica > Chitarra > Tutto Quello che Devi Sapere Per Suonare la Chitarra!

Hai voglia di imparare a suonare la chitarra? vorresti imitare i tuoi chitarristi preferiti, come Jimmy Page, Jimi Hendrix o Eric Clapton?

Certo che sì; il fatto è che non sai proprio da dove iniziare!

Fortunatamente, il web e tutti gli strumenti ad esso collegati vengono in tuo aiuto, proponendoti, ad esempio, diversi tutorial che potrai utilizzare per imparare le basi, prima, e progredire, poi.

Ma come sceglierli? Mai pensato di seguire una lezione di chitarra?

Devi rispondere a due questioni essenziali, prima di iniziare a studiare la chitarra:

  • Desideri seguire delle lezioni di formazione musicale o di solfeggio o delle lezioni di chitarra specifiche? Il primo tipo è un eccellente complemento, per scoprire il mondo della musica, per decriptare il linguaggio musicale, in genere;
  • Preferisci imparare facendoti seguire da un professore privato a pagamento o da solo, completamente in autonomia? Anche qui, le due opzioni sono possibili in egual misura, ma tutto dipendere dalle tue aspettative e dal livello che desideri raggiungere nel suonare con la tua chitarra.

Se vuoi imparare da solo, esistono diversi tutorial che ti spiegano come iniziare a suonare la chitarra, ma esistono anche dei metodi, dei libri, degli e-book, per fare i primi passi.

Se, invece, vuoi avvalerti del sostegno di un professionista o di un esperto, potrai scegliere tra diverse opzioni: puoi accedere ad una scuola di musica; puoi entrare al conservatorio della tua città; puoi iscriverti ad un’associazione musicale, che proponga dei corsi di chitarra o, ancora, dei laboratori; puoi, infine, prendere lezioni private con un professore a pagamento.

Prima lezione di chitarra: gli accordi

Una delle principali basi di cui non puoi fare a meno per suonare la chitarra è la capacità di effettuare degli accordi.

Il consiglio è quello di iniziare dagli accordi maggiori, da quelli minori e da quelli di settima.

Imparare da soli e restare sempre soli a suonare richiede invece molta più convinzione. Suonare tra amici aiuta a mantenere la motivazione

Poi, verranno altri tipi di accordi, come quelli armonici o il lavoro degli arpeggi. Ma questo potrai farlo solo una volta che avrai ben metabolizzato i primi. Già questi soli, comunque, potranno bastare per suonare qualche pezzo interessante.

Sfogliando i libri e le riviste specializzate, guardando dei video online o chiedendo al tuo insegnante di musica, capirai come e dove posizionare le dita lungo il manico della chitarra per effettuare correttamente gli arpeggi.

Come imparare a suonare la chitarra? Inizia dalle tablature!

Questo punto fa eco al precedente.

Imparare a leggere una intavolatura, detta anche tablatura, è importante per sapere dove collocare le dita, per far produrre alle corde della tua chitarra i suoni corretti e quelli richiesti. Le tablature sono degli spartiti semplificati: ne esistono per diversi strumenti musicali e, quindi, anche per la chitarra, elettrica, funk, jazz o classica che sia.

Sulle tablature, in corrispondenza delle note, troverai dei numeri, che stanno ad indicare il dito da utilizzare per ogni tasto della chitarra: l’indice corrisponde al numero “1”, il medio corrisponde al numero “2”, l’anulare corrisponde al numero “3”, mentre il dito mignolo corrisponde al numero “4”.

Quanto al pollice, spesso viene indicato con la lettera “T” (dall’inglese thumb, pollice, per l’appunto). A differenza di uno spartito tradizionale, una tablatura è una rappresentazione fisica dei gesti da effettuare, perché tu possa suonare il tuo brano.

Questa semplificazione facilita l’apprendimento della chitarra, ma comporta anche l’inconveniente di perdere delle informazioni su quello che suoni.

La tablatura indica dove suonare la tale nota, dove collocare le dita sul manico della chitarra.

Consigliamo, qui, una regola per leggere e suonare le tablature: suona unicamente quello che è indicato nella tablatura stessa. Se su una corda non è indicato nulla, non è riportato alcun numero, non si deve suonarla.

Come suonare la chitarra senza conoscere la ritmica? Impossibile!

Come si può fare a riconoscere la ritmica di un brano, quando questa non è indicata sulle tablature?

Prima di lanciarti in un’avventura simile, assicurati di saper suonare almeno discretamente. Hai già fatto parte di un gruppo?

Non esistono formule magiche per identificare il ritmo di un brano da interpretare con la chitarra. Quindi, hai la scelta tra due opzioni differenti: o acquisti il songbook ufficiale sul quale troverai indicato come suonare il brano, oppure, in alternativa, alleni il tuo orecchio musicale e la tua capacità a riconoscere i ritmi; ti dovrai, dunque, allenare senza sosta, per riprodurre quello che ascolti.

La chiave per riprodurre un brano a livello della sua ritmica è di non voler riprodurre le note esatte che ascolterai. Dovrai, invece, preferire l’interpretazione di quello che senti.

Saranno la tua esperienza e la tua capacità a concentrarti, che ti aiuteranno a migliorare su questo piano.

Scegli dapprima degli stili di musica, in cui il ritmo è importante, certo, ma anche relativamente semplice, come nel caso del rock, del pop, del metal, del folk,etc.

Lezioni di chitarra e arpeggi

Suonando sugli accordi aperti e sui principali accordi da conoscere per suonare la chitarra (Do maggiore, Mi minore, La minore, Re maggiore, Sol maggiore, per non citare che alcuni, …), potrai allenarti, rinforzando le dita, sviluppando una fluidità nell’esecuzione e un’agilità al livello del posizionamento delle dita sul manico.

Si tratta anche di un’eccellente occasione per imparare a suonare senza guardare il manico della tua chitarra.

Esistono due tipi di arpeggi con la chitarra: gli arpeggi di accompagnamento, che sono suonati su di un ritmo (anziché pizzicare tutte le corde assieme, tu le devi pizzicare una alla volta, una dopo l’altra) e gli arpeggi utilizzati per gli assoli, che sono per lo più utilizzati nel jazz.

È importante che tu inizi a suonare molto lentamente, riuscendo a rilassare la tua mano destra, muovendo unicamente le dita e non la mano e tenendo un ritmo regolare, sempre.

Poi, solo quando ti sentirai più abile, più esperto e più pratico, allora, e solo allora, potrai aumentare gradualmente il ritmo.

Imparare a suonare la chitarra e ad eseguire gli accordi

Hai voglia di suonare con la tua chitarra i tuoi brani favoriti? vorresti strimpellare con la tua chitarra davanti ai tuoi amici e ad un bel falò sulla spiaggia?

Per imparare a mettere in successione, gli un dopo gli altri, tutti gli accordi dei tuoi brani preferiti, c’è un solo modo: lo studio continuo, appassionato ed entusiasta.

Dovrai ripetere ancora e ancora lo stesso movimento, fino a quando non sarà diventato un meccanismo del tutto naturale.

L’obiettivo è quello di sviluppare degli automatismi, dei riflessi, allo stesso modo di quando, da piccolo, avevi imparato a scrivere o a legare i lacci delle tue scarpe da ginnastica.

Anche sulla strada, potrebbe essere un buon metodo per mettersi alla prova, davanti ad un pubblico. Hai mai pensato di suonare nel metro?

Per semplificarti il lavoro, potresti prendere spunto dai tutorial che trovi online, su portali come Youtube o simili; oppure, potresti chiedere aiuto al tuo insegnante di musica o direttamente a quello di chitarra. L’importante è capire come eseguire gli accordi nel modo migliore e senza prendere cattive abitudini.

Inizia con degli accordi semplici, come quello di Mi minore e quello di Do maggiore.

Una cosa evidente, ma che devi assolutamente ricordare sempre: esegui solo gli accordi che già conosci; diversamente, prima di eseguirli, impararli bene.

Lavora con calma, scomponendo l’accordo in questione e i singoli movimenti. Solo in un secondo momento, quando ti sentirai pronto, potrai aumentare la cadenza.

Corso chitarra fondamentale: sai cambiare le corde del tuo strumento?

Un’altra delle cose che dovrai imparare a fare per diventare un chitarrista a tutti gli effetti è la sostituzione delle corde.

Le corde metalliche soprattutto, tendono ad ossidarsi: ai primi segnali, è importante procedere alla sostituzione. Guarda i tutorial su internet per capire come fare oppure chiedi al tuo professore di chitarra: ti spiegherà quali siano i gesti fondamentali da compiere per cambiare correttamente le corde della tua chitarra.

A seconda della regolarità con cui suoni la chitarra, a seconda del tempo che la tua chitarra è rimasta inoperosa, a seconda dei segni dell’usura che vi trovi sopra, a seconda del grado di difficoltà o dell’impossibilità di accordare lo strumento, capirai che è giunto il momento di sostituire le corde stesse.

Suona chitarra e sviluppa la tua tecnica

Certo, hai iniziato a suonare la chitarra, ma la tua tecnica rimane ancora rudimentale, i gesti, a volte, sembrano timidi e inadatti.

Non preoccuparti, perché questa tappa è obbligatoria, per tutti! Proprio come, prima di iniziare a correre, è necessario imparare a camminare, allo stesso modo funziona per la chitarra.

L’elettrica dà senz’altro più motivazione tra i giovani amanti del rock, ma l’acustica non va comunque disdegnata. Ti senti più portato per la chitarra acustica o per quella elettrica?

Suona piano, ad un ritmo a volte più lento di quello indicato, impara a decomporre i tuoi brani, ad osservare o ad effettuare gli spostamenti delle tue dita. Ripeti l’esercizio più volte possibile, fino a quando non ti sembra di progredire.

La ripetizione e l’insistenza saranno le tue più gradi alleate in questo apprendimento della tecnica con la chitarra.

Fai attenzione anche ai più piccoli dettagli, che possono aiutarti, come il fatto di assumere una corretta posizione seduta, di tenere bene la chitarra, di ben collocare le mani, le dita e di saper utilizzare correttamente i muscoli necessari.

Come suonare la chitarra senza motivazione? Impossibile!

All’inizio, forse, avevi voglia di suonare la chitarra, avevi dei brani in testa e volevi riprodurli. Volevi, quindi, semplicemente, il miglior metodo possibile per imparare a suonare la chitarra.

Con il tempo, però, ti rendi conto che lo studio della chitarra richiede, tra l’altro, il superamento di diversi ostacoli, di difficoltà.

Devi imparare a tenere alta la motivazione a suonare la chitarra, non esitare a rivedere le basi per ritrovare un secondo slancio, incontra altri musicisti, chiedi consigli prendendo corsi chitarra, ispirati ad altri chitarristi su Youtube o durante concerti live, visualizzati mentre riesci a suonare i brani più complessi con la chitarra.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar