Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

In quanti giorni o mesi si può imparare la lingua anglosassone?

Scritto da Catia, pubblicato il 04/09/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > Corso di Inglese: quanto ci Vuole per Impararlo?

A ben pensarci, questa domanda è probabilmente la più importante per chi vuole imparare l’inglese.

Ma è possibile quantificare quante ore di corso d’inglese bisogna fare per raggiungere questo obiettivo?

Vediamo insieme se riusciamo a estrapolare una stima del tempo necessario per apprendere l’inglese

Imparare l’inglese: attenzione alle bufale

Spesso, soprattutto in ambito professionale, si è costretti a praticare l’inglese. Può succedere da un momento all’altro, in occasione di una promozione o di una missione all’estero.

Problema: alcune persone non sono per niente abituate a parlare questa lingua, o lo sono molto poco.

Come si può fare allora? E quando si può imparare l’inglese?

Per cominciare, Superprof.it vuole dire a chi si pone questa domanda e ha questa necessità: fai attenzione. Attenzione alle truffe.

Coscienti di questa problematica e della voglia di molte persone d’imparare l’inglese, molte società e altri istituti privati si sono lanciati nei business dei corsi di lingua.

In particolare, molti propongono delle formule che spesso sembrano piuttosto attraenti promettendo di farti imparare l’inglese in qualche settimana.

Non sempre chi promette miglioramenti miracolosi in inglese è davvero affidabile! Ti fidi di chi dice che puoi imparare l’inglese in 2 settimane?

A volte si legge persino: “imparare l’inglese in 2 o 3 mesi.” E questo solo grazie a qualche ora di corso di inglese. Per farla breve, queste formule sono spesso delle bufale e servono solo a fare da slogan per attirare nuovi iscritti, anche grazie alle tariffe ribassate che fanno gola ai nuovi apprendisti.

Bisogna essere onesti su questa questione: non tutti partono dallo stesso livello. Alcuni hanno delle basi migliori di altri.

D’altronde, non tutti gli studenti hanno lo stesso grado di predisposizione per le lingue straniere. Se ci fosse la possibilità di scegliere un insegnante seguendo le tue esigenze specifiche, magari a due passi da casa tua, cosa faresti? Scopri l’offerta dei corsi inglese milano.

Quindi è praticamente impossibile affermare che l’inglese può essere imparato da tutti in un determinato lasso di tempo.

Eppure, se alla fine di uno di questi corsi ti lamenti del fatto che il tuo livello non è ancora soddisfacente, è possibile che in tutta risposta ti venga detto: “imparare l’inglese non necessariamente significa diventare bilingui.” Questo tipo di formula non esita a giocare sulle parole.

Un ciclo scolastico completo ti permette di parlare inglese correntemente?

In media, i bambini cominciano a fare primi passi verso l’inglese a partire dai 6 anni. Dalla scuola primaria al diploma sono 12 anni di apprendimento.

L’insegnamento dell’inglese in questo periodo è di 1-2 ore a settimana ed è incentrato soprattutto sulle basi:

  • i tempi verbali
  • la grammatica
  • la traduzione dall’italiano all’inglese e viceversa
  • l’assimilazione di un certo vocabolario
  • la comprensione orale
  • l’espressione scritta e orale

L’insegnamento dell’inglese continua negli studi superiori ma non sempre viene approfondito, a meno che non si segua un percorso linguistico o un corso di laurea in Lingue straniere all’università.

Studi l'inglese a scuola per almeno 12 anni e non è detto che il tuo livello sia come quello di un bilingue, anzi. Serve tempo per acquisire un perfetto accento British!

Dunque, mettiamo che, come molti altri studenti, tu prosegua con studi superiori e ti iscriva all’università. In media, diciamo che segui 17 anni di corsi d’inglese.

E’ sufficiente per parlare questa lingua correntemente?

Dovrebbe essere così. O almeno è così in alcuni parsi europei. Pensiamo alla Germania o ai paesi nordici (Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca). Ma la situazione in Italia non è ancora molto positiva.

Una quindicina d’anni d’inglese nel sistema scolastico italiano non sono sufficienti. Questi anni possono comunque fornire un eccellente punto di partenza prima di andare all’estero…

La questione delle esperienze all’estero

Una volta che hai preso coscienza della situazione e per far “sbocciare” il bilingue inglese che c’è in te, sarebbe meglio andare all’estero e confrontarsi con gli anglofoni! Sarebbe un peccato non capitalizzare sulle basi che il sistema scolastico ti ha dato.

Andare all’estero è quindi la prossima tappa. L’estate è il momento migliore per imparare l’inglese.

E a questo proposito hai molte possibilità:

Trascorrere diversi mesi o anni nel Regno Unito

Non si sa ancora come si evolveranno i negoziati della Brexit, ma per il momento ai cittadini europei non sono stati posti limiti di tempo per rimanere nel Regno Unito. A seconda delle esperienze, una totale immersione in Inghilterra, Scozia, Irlanda o Galles, per 6-12 mesi, ti permetterà di avvicinarti al bilinguismo. Imparare l’inglese all’estero può essere la soluzione ideale.

Per farlo dovrai rispettare alcuni punti fermi:

  • trovare una sistemazione con degli anglofoni

Andare all'estero e vivere con degli anglofoni è uno dei capisaldi del miglioramento dell'inglese. Sei pronto per dei coinquilini anglofoni?

  • avere una vita attiva in loco (uscire regolarmente, partire alla scoperta di nuovi posti…)
  • trovare un lavoro (avere intorno dei colleghi anglofoni e un manager innalzerà il tuo livello).
  • infine, trovare un amico o un’amica sul posto, non può che aiutarti alla grande!

Approfittare dell’ERASMUS e di altri programmi di scambio

Le università offrono il famoso programma ERASMUS per continuare gli studi in qualche altro paese europeo. Fai domanda per andare nel Regno Unito e rispetta i principi che abbiamo detto (evita di stare solo con gli Italiani!).

Le scuole superiori, i centri professionali e le università, danno ai loro studenti e allo staff la possibilità di passare un semestre o un anno all’estero con convenzioni particolari come l’Erasmus plus.

Con i programmi di scambio come l'Erasmus è possibile fare grandi passi avanti in inglese. Sfrutta l’Erasmus per migliorare il tuo inglese!

Si tratta di un’ottima opportunità per imparare un inglese di livello superiore, più professionale.

Fare un tirocinio all’estero

Se esiste un modo che ti aiuterà a mettere il turbo al tuo inglese (conversazione in inglese) e ti avvicinerà al bilinguismo, è proprio un tirocinio all’estero.

Andando negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Canada o altri paesi anglofoni ti lancerai innanzitutto in una sfida complessa, ma comunque importante: quella di imparare l’inglese lavorativo.

Un inglese corposo, con i suoi diversi modi di dire, che non ti verrà mai insegnato nell’arco degli studi in Italia. Dovrai fare un’esperienza in prima persona per assimilarlo. E poi un tirocinio all’estero spesso implica l’assunzione di responsabilità decisamente più importanti della macchinetta del caffè o della fotocopiatrice. La tua produttività dovrà essere ai massimi livelli, a maggior ragione se dovrai parlare in inglese.

Ti dovrai adattare e immergere completamente. Al di là di questo, il tuo tirocinio ti porterà una schiera di colleghi e manager che ti gireranno intorno, anche al di fuori del lavoro. Avrai una vita sociale che in qualche modo ti aiuterà a diventare più fluente in inglese.

Un tirocinio all'estero circondati da colleghi e datori di lavoro anglofoni è l'ideale per innalzare il tuo livello d'inglese. Hai mai pensato di fare uno stage all’estero in un paese anglofono?

Che duri 2, 6 mesi oppure un anno, lo stage è la spinta ultima che forse manca al tuo inglese! E se 2 mesi sembrano pochi per diventare bilingui o quasi, queste 8-10 settimane di tirocinio basteranno a farti fare qualche passo avanti. Se fai 6 mesi o un anno hai fatto bingo.

Fare una domanda di Working Holiday Visa per l’Australia o il Canada

Se è molto facile accedere al visto australiano per vacanze-lavoro (basta qualche ora, o pochi giorni), quello canadese invece si ottiene dopo molte settimane. Resta comunque accessibile.

Ma quello che bisogna sapere prima di tutto, è che questo programma permette da ormai molti anni a migliaia (milioni?) di giovani, in particolare Italiani, di passare qualche mese in questi paesi. Da 6 mesi a 2 anni per l’esattezza.

Ottenere un visto per praticare l'inglese in Australia o Canada è semplice e veloce. E invece succede: il tuo inglese fa salti da canguro in Australia!

C’è abbastanza tempo per lavorare quindi, ma anche per conoscere molte persone, scoprire il paese e quindi imparare l’inglese in profondità.

Non è mai troppo tardi per imparare l’inglese! Ma non comincerai a sognare in inglese, almeno per i primi mesi.

Imparare l’inglese: che dicono gli studi?

E’ possibile fissare una scadenza o almeno una forbice temporale per determinare in modo preciso quanto tempo è necessario per imparare l’inglese?

Tutto questo sembra difficile per le ragioni che abbiamo visto. Eppure degli studi che vengono da istituti molto prestigiosi hanno cercato di dare una risposta a questa domanda. Il Foreign Service Institute, istituto linguistico del Dipartimento di Stato americano, ha lanciato questa inchiesta.

Il ruolo del FSI è quello di insegnare le lingue straniere ai numerosi funzionari che lavorano per la diplomazia americana. Dal 1946 raggruppa circa 2.000 studenti l’anno offrendo loro un pannello di più di 60 lingue. I programmi prevedono 4 ore al giorno di lezioni di lingua collettive per 3 ore al giorno di lavoro autonomo.

Lì si che fanno le cose sul serio! Ebbene, grazie alla sua esperienza nell’ambito dell’insegnamento delle lingue straniere, il FSI ha calcolato che 23-24 settimane (circa 6 mesi), ossia da 575 a 600 ore, bastano per assimilare una lingua vicina alla propria lingua madre.

Questa resta una stima, certo. Bisogna anche dire che è stata fatta su alti funzionari che hanno alle spalle lunghi anni di studio. Ma è comunque una risposta molto interessante.

La costanza è la tua migliore amica

Ora che abbiamo visto diversi modi e tempistiche per imparare l’inglese, la questione per te è completare la tua formazione o mantenere viva la lingua. Non c’è niente di peggio del perdere quello che si è acquisito dal punto di vista professionale e intellettuale.

Dopo un’esperienza all’estero spesso si decide di rientrare in Italia. Da quel momento in poi il tuo inglese corre dei rischi.

Usa tutti i mezzi che hai a disposizione per non perdere ciò che hai imparato:

  • Fare dei corsi di conversazione in inglese
  • Frequentare posti della tua città dove ci sono anglofoni (associazioni, club, pub)

Per non perdere l'inglese appreso all'estero cerca posti frequentati da espatriati e turisti anglofoni nella tua città. Non esitare ad andare al pub della tua città per mantenere vivo l’inglese!

  • Guardare film e serie TV in inglese
  • Viaggiare non appena ti è possibile. Come sai, l’inglese è parlato in tutto il mondo. Esplorando il pianeta e i suoi continenti sarai sempre portato a parlare inglese per comunicare. Ovviamente, andare in vacanza in un paese anglofono è ancora meglio.

Ti stai ancora chiedendo: Quanto ci vuole per imparare l’inglese?

Imparare l’inglese rapidamente

Mettiamo che sei una persona che non ha il tempo di viaggiare, o comunque di assentarti per troppo tempo. Devi lavorare, non puoi saltare la scuola e le lezioni all’università, non puoi spostarti con tutta la famiglia e, soprattutto, non puoi aspettare fino all’estate.

Hai bisogno di imparare l’inglese subito!

Anche quando non hai molto tempo a disposizione, devi trovare il modo per imparare l'inglese rapidamente. Non hai più scuse, devi imparare a parlare l’inglese e subito!

Cosa puoi fare per imparare l’inglese rapidamente?

Non devi proprio cominciare dall’alfabeto, a “the cat is on the table” ci arrivi. Ma se devi dire che il gatto sta per saltare giù dal tavolo, vai in confusione.

Vuol dire che ti serve un bel ripasso della grammatica inglese di base. Hai bisogno di avere gli elementi base per:

  • presentarti in inglese
  • dare informazioni personali
  • cavartela in diverse situazioni di viaggio, lavoro, svago
  • capire quando ti parlano i madrelingua inglese

E devi riuscire a farlo entro 1 mese!

Come dimostra lo studio del FSI americano avresti bisogno di uno studio intensivo per almeno 6 mesi prima di diventare fluente.

Se non hai troppe pretese e ti basta un’infarinatura per non fare scena muta alla conferenza internazionale di settore prevista per il prossimo mese puoi cercare di tamponare la situazione.

Per prima cosa, potresti farti un giro su Youtube.

Ci sono molti video e corsi di inglese per principianti che potrebbero darti l’infarinatura generale. Un corso molto seguito è il Beginners Level di English for You.

Se cerchi qualcosa di più specifico che si adatti al tuo lavoro puoi cercare English at Work della BBC. Sono dei video molto pratici su quello che potrebbe servirti in una situazione lavorativa tipo: da quando fai il colloquio di lavoro alla tua prima promozione.

Sul sito della BBC trovi tutte le lezioni.

Con i corsi adatti potrai imparare l'inglese lavorativo e non avere più difficoltà a farti capire. Imparare l’inglese è fondamentale per il tuo lavoro!

Se quello che ti preoccupa di più è la pronuncia, puoi trovare molti video su come imparare a pronunciare le parole inglesi correttamente.

Ovviamente, non impari l’inglese guardando i video su Youtube e questo per due motivi principali:

  • ci sono troppi video tra cui scegliere, rischi di passare troppo tempo a cercare e meno a imparare;
  • i video sono incompleti, perché sono fatti per promuovere una scuola, un corso inglese online o a pagamento, un canale, non saranno mai esaustivi;
  • le lezioni potrebbero non essere adatte al tuo livello, a volte quelle per principianti sono troppo avanzate in realtà, oppure sono troppo scontate e noiose.

Per massimizzare Youtube ti conviene usarlo per risolvere dei dubbi, mettere una toppa prima di un colloquio in inglese.

Puoi usare i video per rivedere alcune tematiche specifiche legate all’uso dei tempi verbali, per esempio, oppure agli articoli, le preposizioni ecc. Cercare direttamente l’argomento che ti serve!

Per imparare l’inglese sul serio, senza muoverti dall’Italia, non c’è altro modo se non con un corso di inglese!

Seguire dei corsi di inglese

Puoi decidere di seguire un corso di inglese presso una scuola di lingue, fare un corso online oppure contattare un insegnante privato di inglese.

Ognuna di queste modalità ha dei punti di forza e di debolezza, vediamo quali sono.

Seguire un corso di inglese presso una scuola di lingue

In ogni città italiana ci sono molte scuole di lingua, semplici agenzie o enti di formazione che offrono svariati corsi di inglese. Lasciando perdere le scuole che promettono dei miracoli in breve tempo, imparare l’inglese con una scuola di lingue è senz’altro molto producente perché:

  • hai un programma e degli orari da rispettare, quindi se non vuoi perdere il tuo investimento sei costretto a frequentare;
  • puoi incontrare altre persone che, come te, hanno deciso di imparare l’inglese o migliorare il loro livello;
  • puoi verificare per tutta la durata del corso io tuoi progressi e chiedere consiglio all’insegnante.

Imparare l'inglese in una scuola di lingue ha diversi vantaggi, ma anche molti aspetti negativi. Quali sono i pro e i contro delle scuole di lingua inglese?

Le scuole di lingua, però hanno anche qualche inconveniente:

  • alcune non sono proprio scuole di lingua, sono piuttosto agenzie che lasciano al singolo insegnante la responsabilità della lezione senza una vera metodologia studiata;
  • anche quando c’è una metodologia d’insegnamento ufficiale, potrebbe non essere adatta a te e al tuo modo di imparare e difficilmente ottieni un rimborso;
  • se hai molti impegni e orari particolari può essere difficile approfittare di tutte le ore che hai pagato perché non tutte le scuole ti permettono di recuperare le ore che salti;
  • i corsi di inglese sono piuttosto costosi perché le scuole hanno dei costi fissi oltre alla tariffa dell’insegnante e, inevitabilmente, il prezzo d’un’ora di lezione è più alto.

Per evitare di incorrere in alcuni di questi inconvenienti dovresti chiedere alla scuola che hai scelto di fare una lezione di prova per verificare se la metodologia è adatta a te e leggere molto attentamente prima di formare qualsiasi contratto dove sono stabilite le regole per la frequentazione dei corsi e il recupero delle ore.

I corsi hanno durata annuale, ma se devi imparare l’inglese rapidamente devi scegliere dei corsi intensivi e il costo, è scontato, è molto più alto.

Imparare l’inglese con un corso online

La realtà dell’e-learning negli Stati Uniti e nel resto del mondo è in costante crescita.

Dai MOOC, le forme di apprendimento online di massa organizzati dalle università, si è passati a un vero e proprio business dei corsi a distanza, tramite la rete. Udemy è una delle più grandi compagnie che offre corsi online.

Sono dei veri e propri corsi con un programma specifico, degli esercizi, dei livelli da passare e un diploma di fine corso. Un corso di inglese online ha diversi vantaggi:

  • il costo è infinitamente ridotto rispetto a un corso completo fatto in una scuola di lingue. Il motivo è molto semplice:lo stesso corso di inglese per livelli intermedi, per esempio, può essere venduto a milioni di utenti della rete, quindi il prezzo per ogni singolo studente è davvero piccolo;
  • hai la possibilità di realizzare questi corsi in totale libertà perché sei tu che decidi quando accendere il computer o il tablet e seguire le lezioni;
  • i tuoi progressi vengono tracciati in modo automatico con test periodici e premi che ti incentivano a proseguire.

I corsi online hanno una funzione sociale molto importante perché permettono alla conoscenza di diffondersi ovunque e di essere accessibile a tutti.

Purtroppo ci sono anche degli inconvenienti:

  • dovendo adattarsi a un pubblico molto variegato i corsi di inglese online rischiano di essere piuttosto standardizzati, tutti uguali;
  • manca il contatto umano e l’esperienza di un insegnante che i premi e la correzione automatica di un computer non potranno mai sostituire;
  • come per i video, ci sono davvero tanti corsi online e, se il tuo livello d’inglese non è molto alto, potresti non essere in grado di selezionare il corso giusto per te.

Per sfruttare al massimo i corsi di inglese online potresti usarli in combinazione con le lezioni di inglese private o un corso presso una scuola di lingue.

Se cerchi un qualcosa che più si adatti alle tue esigenze evita di andare verso le multinazionali dell’e-learning.

Cerca piuttosto dei corsi online fatti da insegnanti o piccole scuole perché possono organizzare anche degli incontri live o puoi contattarli per avere dei chiarimenti sulle lezioni.

Imparare l’inglese con un insegnante privato

Sempre più professionisti e non solo i ragazzi delle scuole o dell’università si rivolgono a degli insegnanti privati per imparare l’inglese.

Gli obiettivi possono essere diversi: preparare un esame per la certificazione della lingua, fare un viaggio all’estero, imparare il linguaggio tecnico del proprio settore…

Cerca il tuo insegnante di inglese su Superprof, troverai il professionista più adatto a te. Con un insegnante privato di inglese non smetti mai di imparare!

A scanso di equivoci, prendere lezioni di inglese non è sinonimo di ripetizioni.

A meno che tu non sia uno studente che ha bisogno di recuperare la materia scolastica, le lezioni di inglese sono dei veri e propri corsi che un insegnante professionista organizza in base alle tue esigenze.

Ecco alcuni dei vantaggi del prendere lezioni private di inglese:

  • il programma è assolutamente personalizzato e adatto alle tue esigenze di vita, studio, lavoro, svago ecc.
  • la metodologia è flessibile e si adatta al tuo modo di apprendere. Se i manuali di inglese non fanno per te, puoi provare con libri e materiali di tuo interesse come quelli di cinema, scienze, diritto, ingegneria, medicina, arte e farti un vocabolario adeguato;
  • anche gli orari e la cadenza delle lezioni sono flessibili, anche se un bravo insegnante saprà come darti continuità e invogliarti a seguire senza saltare le lezioni quando non è strettamente necessario;

Qualche inconveniente un insegnante privato ce l’ha:

  • se segui la lezione da solo, potresti sentire la necessità di confrontarti con altri studenti del tuo stesso livello;
  • se l’insegnante è assente, difficilmente potrà trovare un sostituto e dovrete rimandare la vostra lezione di inglese;
  • potresti assuefarti all’accento inglese o americano del tuo insegnante e avere difficoltà a capire altre pronunce.

Per avere il meglio da un corso di inglese con un insegnante privato potresti proporgli di seguire delle lezioni in gruppo, se preferisci.

Potresti anche fissare un giorno alternativo per recuperare le lezioni di inglese e abbinare le sue lezioni ad altri corsi (corso inglese online), app per il cellulare, film in lingua originale ecc.

Quanto ai tempi, con un insegnante privato puoi seguire senza difficoltà corsi intensivi o prenderti tutto il tempo necessario per imparare l’inglese nel modo migliore.

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 4,00 su 5 per 4 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar
Les plus récents Les plus anciens Les plus populaires
Fabrizio
Invité
Fabrizio

Articolo esaustivo. Complimenti