Uno dei piatti che qualsiasi mamma italiana ha cucinato almeno una volta è la lasagna alla bolognese, che qualcuno chiama pasticcio. Domenica o non domenica, giorno festivo o lavorativo, pranzo o cena, poco importa: quando la lasagna arriva a tavola, nessuno si lamenta più del menu e tutti mangiano, abbondantemente. Che sia il nonno, che ha difficoltà a masticare, o il nipotino che si siede di malavoglia a tavola, perché preferisce sempre il gioco al cibo, chiunque, posto di fronte ad un piatto fumante di lasagna al forno, non si tirerà mai indietro.

Oggi, Superprof vuole spiegarti nel dettaglio come preparare la lasagna al forno e senza soluzioni intermedie, usando fette di lasagne preparate e solo da cucinare: ecco come preparare questa ricetta dalla a alla z, dalla preparazione della pasta, a quella del ragù e della besciamelle.

Indossa il tuo grembiule e mettiti al lavoro!

La preparazione della pasta per la lasagna al forno

Quello che spaventa di più nella ricetta della lasagna al forno è la preparazione della pasta fresca fatta in casa; motivo per cui, più di qualche cuoco della domenica bara, acquistando la pasta già disponibile in fogli e pronta da mettere nella teglia del forno.

Segui, invece, i nostri consigli e scoprirai che la procedura è, forse, un po’ lunga e richiede un po’ di spazio in cucina, ma non è poi tanto complessa. Almeno non al punto da dovervi rinunciare definitivamente. Impara e stupisciti dei risultati che otterrai, tali che nemmeno alla Prova del cuoco li raggiiungono!

Gli ingredienti per la pasta fresca all’uovo

Ecco quello che devi avere in casa per preparare la pasta fresca:

  • 500 grammi di farina
  • 5 uova fresche
  • 1 pizzico di sale.

La procedura da seguire

Preparati a lavorare gli ingredienti in un ambiente privo di correnti d’aria (che rischierebbero di seccare troppo rapidamente la pasta) e su di un piano di lavoro in legno (il che consente alla pasta di assumere un certo livello di ruvidezza, che le consentirà, una volta condita, di raccogliere molto più sugo.

Oltre alle uova, dovrai avere anche del latte molto fresco per la besciamelle e della carne ottima e fresca per il ragù.,
Per preparare la pasta delle lasagne le uova devono essere freschissime!

Sul ripiano in legno, versa tutta la farina, dandole la forma di una montagna, al centro della quale creerai un buco: questo consentirà alle uova, che sbatterai proprio qui, di mescolarsi gradatamente alla farina, senza andare a creare grumi.

Come detto, rompi le uova e versale al centro della fontana: qui, con una forchetta, sbattile ben bene, mescolandole di tanto in tanto ad un po’ di farina. Sempre al centro, aggiungi un pizzico di sale alle uova, in modo da mescolarlo uniformemente all’impasto.

Ora, puoi passare all’impasto: questo va fatto con le mani, mescolando la farina e le uova, partendo dall’esterno e andando verso l’interno. Per rendere più elastica la pasta (ed evitare, quindi, che si rompa, quando dovrai tirarla), è importante rispettare due indicazioni: impasta per almeno 10 minuti e, di tanto in tanto, sbatti l’impasto stesso sul ripiano di lavoro.

La pasta deve, poi, riposare, a forma di panetto, per almeno 30 minuti, avvolta nella pellicola trasparente e a temperatura costante.

Passata la mezzora, prepara il ripiano di lavoro, versandovi sopra un po’ di farina, che eviterà alla lasagna di attaccarsi. Aiutandoti con un mattarello, stendi la pasta, fino a renderla dello spessore che preferisci: spingi il mattarello dall’interno verso l’esterno, girando di tanto in tanto la pasta in senso orario e ripetendo il procedimento fino a completamento dell’opera.

Ora, non ti resta che tagliare le lasagne in rettangoli di 20 x 15 cm e coprire il tutto con un canovaccio.

Ti basterà un ripiano su cui stendere la pasta e un forno per cucinare, oltre che tutti gli ingredienti indispensabili.
Non avrai bisogno di una cucina da chef per preparare le tue lasagne al forno!

La cottura al dente delle lasagne dovrebbe richiedere dai 2 ai 5 minuti massimo, a seconda dello spessore che avrai dato alla pasta.

Leggi la nostra guida ai piatti italiani!

La preparazione del ragù per la lasagna al forno

Gli ingredienti per il ragù

Ecco quello che ti serve, per preparare un ottimo ragù alla bolognese:

  • 1 costola di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 100 grammi di pancetta
  • 300 grammi di pasta di salsiccia sbriciolata
  • 500 grammi di carne bovina tritata
  • 700 grammi di passata di pomodoro
  • 2 bicchieri di latte (facoltativi)
  • ½ bicchiere di vino rosso
  • Sale, pepe e olio extravergine d’oliva q.b.

La procedura da seguire

Inizia con il soffritto: sminuzza le verdure e soffriggile in padella con un po’ d’olio. Se preferisci renderlo meno pesante (e meno nocivo, dato che l’olio caldo diventa cancerogeno), sostituisci l’olio con dell’acqua: il tuo ragù sarà ugualmente buono!

A questo punto, puoi aggiungere la carne (tritato e salsiccia): mescola il tutto fino a rosolare bene; ora, aggiungi il vino, un po’ di sale e un po’ di pepe. Non resta che aggiungere la passata di pomodoro: per non abbassare troppo repentinamente la temperatura della carne, puoi scaldare in una casseruola a parte la passata, prima di aggiungerla al ragù. E a questo punto che alcune ricette prevedono di aggiungere il latte, scelta che non tutti condividono: sta a te decidere, dunque.

Una volta che avrai messo il pomodoro (ed, eventualmente, il latte), abbasserai il fuoco al minimo e lascerai cucinare per almeno un’oretta, mescolando di tanto in tanto, per evitare che il tuo ragù si attacchi al fondo della pentola.

Hai mai fatto la pizza in casa?

La preparazione della besciamelle per la lasagna al forno

E con la besciamelle ci risiamo: di nuovo italiani contro francesi per rivendicare, ciascuno, la paternità di questa salsa, che, per molti cuochi e cuoche, è un passe-partout in cucina, una sorta di salsa regina, che rende ancora più buoni alcuni piatti, ne insaporisce altri e rende unici ed inimitabili altri ancora.

Il tuo macellaio di fiducia saprà darti i pezzi migliori per il tuo ragù.
Solo con carne di qualità il tuo ragù potrà essere eccezionale!

E a proposito di regina, sembra proprio che sia stata Caterina de Medici ad importare in Francia la ricetta di quella che allora era nominata salsa colla. Sembra, inoltre, che fu invece un cortigiano di Parigi, tale Louis de Béchameil a dare il nome alla besciamelle (che i più oltranzisti potrebbero chiamare besciamella, italianizzandone il nome). Insomma, la storia si ripete: dopo il croissant, anche la besciamelle, sembrerebbe essere stata creata dagli italiani (i Medici, in particolare) e portata a Parigi; e sarebbero sempre i francesi ad appropriarsene, dando alla ricetta un nome inequivocabilmente d’oltralpe e rendendolo piatto nazionale …!

Come direbbero i francesi: A quoi, bon? L’importante è che cornetti e besciamelle ci siano e se ne possa approfittare ogni volta che ce n’è bisogno …! Tanto, si sa, cuciniamo sempre meglio noi di loro ;)

Abiti lontano dalle grandi città? Trova un corso cucina online!

Gli ingredienti per la besciamelle

Ecco quello che serve per preparare la besciamelle in casa:

  • 100 grammi di burro
  • 100 grammi di farina 00
  • 1 litro di latte intero
  • 1 pizzico di sale
  • Noce moscata da grattugiare q.b.

La procedura da seguire

Prendi il latte, che deve essere fresco e intero, e mettilo a scaldare in un pentolino. A parte e a fuoco basso, sciogli il burro. Dopo aver spento il fuoco, aggiungi tutta la farina e mescola immediatamente con una frusta. Attenzione: è fondamentale che non si formino grumi. Rimetti sul fuoco al minimo e mescola l’impasto fino a che non diventi dorato: ora, avrai ottenuto il roux, come lo chiamano i francesi.

Torna al latte, che dovrai ora aromatizzare con la noce moscata e il sale, prima di aggiungerlo al roux: dapprima solo una parte, per stemperare il fondo del roux stesso; poi, tutto, senza dimenticare di mescolare in modo veramente energico con la frusta. La besciamelle va cotta per almeno 5 – 6 minuti: capirai che è pronta quando avrà raggiunto il livello di densità che preferisci.

Se vuoi che la tua besciamelle sia più densa, non dovrai fare altro che aggiungere più burro e farina; al contrario, per ottenere un composto più liquido, potrai diminuire le dosi di burro e farina.

Gli arancini sono una tradizione siciliana: li conosci?

La preparazione della lasagna alla bolognese

Ora che hai preparato tutto l’occorrente, potrai finalmente dedicarti alla fase finale.

Gli ingredienti per la lasagna alla bolognese

Oltre alla pasta fresca all’uovo fatta in casa, al ragù alla bolognese e alla besciamelle, dovrai avere:

  • Parmigiano reggiano (o grana padano) grattugiato, per spolverare, q.b.
  • Qualche pezzetto di burro
  • Basilico fresco.

La procedura da seguire per ultimare la lasagna alla bolognese

Devi avere a disposizione una teglia da forno dalle dimensioni che più preferisci, sapendo che, poi, queste saranno le dimensioni finali della tua lasagna al forno.

Sul fondo della teglia, spalma qualche cucchiaiata di ragù, che eviterà alla pasta di attaccarsi. Ora, puoi iniziare a realizzare i tuoi strati: inizia con uno strato di lasagna, ricoprendo la base con tanti rettangolini di pasta, quanti ne servono per ricoprire tutto il fondo. Al di sopra della pasta, versa uno strato di besciamelle, aiutandoti con un cucchiaio, per ricoprire interamente i fogli di lasagna. La besciamelle va infine sovrapposta da uno strato di ragù e da un po’ di formaggio grattugiato.

La ricetta originale del ragù sembra sia nata nella città emiliana.
Perché si dice ragù alla bolognese?

Questo è il primo strato: ne dovrai fare tanti, quanti ne serviranno per arrivare al bordo superiore, o quasi della teglia, tenendo conto che l’ultimo strato dovrà essere dato da una spolverata abbondante di parmigiano o di grana padano, da dei riccioletti di burro e dalle foglie di basilico.

Preriscalda a 200°C e metti la teglia con le lasagne in forno per circa 20 – 25 minuti. Ovviamente, il tempo necessario per ultimare la cottura potrebbe cambiare, a seconda della tipologia di forno, dalla dimensione e dallo spessore della teglia, … La cosa migliore è verificare l’effettiva cottura delle lasagne prima di servirle a tavola!

E, ora, buon appetito a te e a tutti i tuoi ospiti!

E, per un bis di primi, prepara un buon risotto all'isolana!

Bisogno di un insegnante di Cucina?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura