Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Cibo: i buoni e i cattivi consigli del personal trainer!

Blog > Sport > Personal Trainer > Gym Training e Alimentazione: Attenti a Dare i Consigli Giusti

Se vuoi che il tuo cliente ottimizzi il suo allenamento sportivo, dovete parlargli della sua dieta!

Cosa puoi imparare su quali cibi consigliargli?

Quanto finisce il tuo ruolo di personal trainer e dove inizia il lavoro del dietista?

Quali sono gli errori da evitare nel dare consigli sull’alimentazione in qualità di gym trainer?

Superprof rivela tutti i segreti in questo articolo dedicato allo sport e alla forma…

Allenamento sportivo e alimentazione: la coppia inseparabile

Lo sforzo fisico porta a un aumento del dispendio energetico.

Mangiare bene aiuta a disporre dei carboidrati, dei lipidi e delle proteine ​​necessari per il buon esito di qualsiasi corso o attività fisica:

  • Allenamento,
  • Preparazione fisica,
  • Programma di allenamento cardio
  • Fitness, stretching, rinforzo muscolare
  • Aumento di massa muscolare…

Uno dei migliori strumenti per aumentare la massa muscolare. Il sollevamento pesi è un classico del bodybuilding.

Bisogna inoltre garantire un’idratazione regolare che fornisca la quantità necessaria di carboidrati e di minerali.

Nella sala fitness, saranno sicuramente disponibili dei punti in cui bere, così come distributori di bevande energetiche. Per qualunque dubbio, chiedi consiglio al tuo personal trainer.

I micronutrienti (vitamine e minerali) sono essenziali per attivare tutti i meccanismi fisiologici legati alla pratica di attività fisica (workout a casa, lezione di ginnastica in casa, allenamento in palestra). Come viene riferito anche dal Ministero della Salute:

“Un’alimentazione corretta ed equilibrata rappresenta il sistema più adatto per soddisfare i particolari bisogni energetici e nutrizionali degli sportivi, sia amatoriali che professionisti, e di tutta la popolazione. Una corretta alimentazione trova la sua espressione in una adeguata e variata combinazione degli alimenti, volta a soddisfare in modo equilibrato il fabbisogno di energia (calorie), di nutrienti (proteine, carboidrati, grassi, vitamine, minerali) nonché dell’altro principio nutritivo rappresentato dall’acqua, fornendo anche sostanze utili sul piano fisiologico, come ad esempio la fibra alimentare. “

Le attività sportive possono essere classificate in 4 categorie. A seconda dello sport praticato, le esigenze sono diverse e bisogna dare la priorità a determinati elementi:

  • Sport atletici (atletica, ginnastica, ciclismo, nuoto): gli sport ad alta intensità richiedono l’assunzione di glucidi.
  • Sport di squadra (calcio, pallamano, rugby): ancora una volta, bisogna privilegiare i glucidi.
  • Sport di resistenza (ad esempio la corsa): si tratta di attività che hanno costi energetici importanti (tra le 600 e le 1500 kcal all’ora per un maratoneta di alto livello). Tutti i gruppi di alimenti sono importanti. Occorre mangiare regolarmente amidacei e idratarsi bene prima, durante e dopo l’esercizio.
  • Sport da combattimento o di forza (bodybuilding). In questo caso, è necessario aumentare la forza muscolare e per questo è necessario consumare proteine. Per aumentare la forza muscolare, è utile coniugare l’attività sportiva con un apporto sufficiente di proteine, fino a 1,7 g ​​per kg di peso corporeo al giorno. In questo caso c’è bisogno anche di  carboidrati per sostenere lo sforzo nel tempo.

Coaching nutrizionale: non privare gli allievi di alcuni cibi essenziali

I carboidrati sono spesso accusati di far ingrassare.

Bisogna innanzitutto distinguere tra carboidrati complessi (alimenti a basso indice glicemico) e carboidrati semplici (alto indice glicemico).

Per sostenere lo sforzo fisico, è essenziale disporre di carboidrati semplici che possono rilasciare immediatamente l’energia e carboidrati complessi che vengono stoccati nel fegato e nei muscoli sotto forma di glicogeno e che saranno utilizzati per sforzi più prolungati (da 1 ora e fino a 5 ore e oltre).

Se vuoi fare sport ed evitare dei cali, scegli cibi ricchi di carboidrati complessi come:

  • pasta integrale,
  • riso integrale,
  • cereali integrali
  • o legumi (lenticchie, ceci, fagioli, ecc…)

Eliminare tutto questo sarebbe un errore che rovinerebbe il tuo allenamento per la perdita di peso sportivo!

Health Coaching: la parte migliore dei migliori alimenti per gli atleti

La banana , un vero booster per le tue prestazioni! La banana è IN-DIS-PEN-SA-BI-LE per ogni sportivo.

Alcuni alimenti sono particolarmente adatti allo sport o semplicemente per mettersi in forma. Il sito web Topsanté ha stilato una lista dei migliori alimenti da consumare, che un buon personal trainer deve conoscere:

  • La banana: l’alimento principe degli atleti! Ricco di carboidrati e potassio, è anche molto digeribile. Non si butta via niente, anche perché la buccia può anche essere usata per fare una maschera di bellezza!
  • I latticini e le loro proteine ​​(caseina e siero di latte) favoriscono il recupero muscolare. Meglio però scegliere prodotti con latte parzialmente scremato.
  • Noci: Proteine, fibre, vitamina E e acidi grassi (omega 3): cosa c’è di meglio per uno sportivo?!
  • Uova: contengono vitamine A e D, oltre a minerali come il fosforo, che è essenziale per la salute delle ossa, e lo zinco, che favorisce la cicatrizzazione. L’uovo contiene anche tutti gli amminoacidi essenziali (che il nostro corpo non riesce a produrre autonomamente).
  • Quinoa e grano saraceno: questi semi non contengono glutine (sono molto digeribili) e le loro proteine ​​contengono aminoacidi essenziali.
  • Salmone: contiene principalmente omega 3. Meglio però optare per il salmone selvatico piuttosto che per quello d’allevamento.
  • Lenticchie: questi legumi combinano basso indice glicemico, proteine, fibre (importanti per il transito intestinale) e minerali.
  • Il pollo, per il suo apporto di proteine ​​essenziali per la produzione delle fibre muscolari.
  • Frutti rossi (mirtilli, ribes nero, mirtilli rossi) per le loro qualità antiossidanti. La combinazione ideale: mescolati con la ricotta!
  • Avocado: abbassa l’LDL, rallenta l’invecchiamento cellulare grazie ai suoi antiossidanti, aiuta a regolare la pressione sanguigna, protegge la pelle e si digerisce facilmente, semplicemente perfetto!

Scegli come mangiare il tuo salmone, ricorda che quello migliore è quello selvaggio. Il salmone può essere consumato cotto o crudo.

L’importanza di distinguere tra lipidi buoni e cattivi

Favorire gli acidi grassi insaturi

I lipidi partecipano, insieme alle proteine, al buon funzionamento dei nostri organi. Sono fondamentali per il nostro corpo, soprattutto per gli amminoacidi essenziali che quest’ultimo non riesce a produrre autonomamente.

È meglio privilegiare gli acidi grassi monoinsaturi (olio di colza, oliva, arachidi, carne, pesce) e polinsaturi contenenti acidi grassi essenziali, in particolare il famoso omega-3 (pesce grasso) e omega 6 (olio di girasole, semi d’uva, noci, ecc).

“Il rapporto tra omega 6/omega 3 nella dieta occidentale è molto superiore a 10:1 mentre, per essere ideale, dovrebbe essere compreso tra 4:1 o 8:1. Per riequilibrare tale rapporto è fondamentale aumentare il consumo di pesce, soprattutto di quello azzurro e delle specie che popolano i mari del nord.”

afferma il sito mypersonaltrainer in un articolo dedicato proprio a questo tema.

Scopri i movimenti sconsigliati dal trainer per eseguire addominali perfetti!

Le Uova, non sono da vietare, al contrario!

Le uova sono spesso additate come sinonimo di colesterolo.

Se credi che siano le uniche colpevoli dell’aumento del livello di colesterolo nel sangue, sappi che il colesterolo alimentare costituisce solo il 25% del colesterolo nel sangue.

L'uovo è un ottimo alimento ricco di sostanze utili, purché non venga mangiato due volte al giorno. L’uovo è il perfetto alleato di ogni sportivo.

Gli studi hanno anche dimostrato che mangiare uova ha un impatto relativamente basso sull’LDL, il colesterolo “cattivo” coinvolto nella formazione della placca aterosclerotica.

Si noti che le uova di pollo biologico sono molto più ricche di acidi grassi omega-3 anti-infiammatori.

Scopri le posizioni del bodybuilding che ogni trainer sconsiglia!

Non bandire assolutamente le proteine

Per un buon allenamento sportivo, bisogna fare attenzione a garantire che le proteine siano presenti nel piatto di ogni atleta.

Queste ultime favoriscono la stabilità energetica, contribuendo al mantenimento delle fibre muscolari. Il problema è che molti alimenti proteici contengono spesso anche lipidi.

Il sito web massamagra.it raccomanda le seguenti fonti di proteine ​​”magre” da inserire nella propria dieta

  • Pollame (senza pelle)
  • Pesce e frutti di mare,
  • Carni magre,
  • Uova e formaggio
  • Legumi (fagioli rossi, lenticchie, …), tofu e soia.

E gli integratori alimentari?

Nella maggior parte dei casi, il tuo corpo riesce a reperire tutti i nutrienti di cui ha bisogno attraverso una dieta varia, che privilegi verdure e frutta, meglio se di stagione, accompagnata da un’assunzione regolare e moderata di proteine ​​e grassi.

Gli integratori alimentari in questo caso potrebbero quindi essere superflui!

Il sito mypersonaltrainer ha pubblicato un articolo su questo argomento in cui si afferma che:

Considerando gli enormi stress a cui è sottoposto il fisico di un atleta (allenamenti, competizioni ecc.), l’integrazione diventa in molti casi una necessità volta a coprire le carenze di una dieta che deve rispondere a troppi compromessi.  Stiamo parlando di atleti, di professionisti che svolgono allenamenti particolarmente intensi e che sono costantemente seguiti da esperti in grado di consigliare il tipo di supplementazione realmente necessaria, in funzione delle condizioni fisiche e della disciplina praticata.

Attenzione anche all’uso di integratori alimentari per atleti ad alto livello. Alcuni integratori contengono infatti sostanze dopanti, elencate dalla AMA (World Anti-Doping Agency).

Quali consigli non bisogna dare per perdere peso?

Personal trainer e Coaching nutrizionale: attenzione ai mix

Se sei un allenatore sportivo, che tu proponga programmi di allenamento a casa o in palestra non fa differenza, devi ricordarti che nonostante tu sia diplomato ISEF probabilmente non ti è consentito creare programmi nutrizionali ufficiali per i tuoi clienti.

Le attuali normative conferiscono questa prerogativa ai nutrizionisti e dietologi. Così se il tuo cliente ti chiede un consiglio di dietetica sportiva hai a disposizione 2 soluzioni:

  • entrare in partnership con un dietologo e mandargli i tuoi clienti (sicuramente ti ricambierà il favore)
  • iscriverti a un corso di laurea per diventare tu stesso uno specialista

Non dimenticare di ricordare ai tuoi clienti che il dietologo è un medico a tutti gli effetti e che potrà scaricare le fatture emesse.

La cosa potrebbe ritornare utile specialmente se ti occupi di allenamento a casa e vuoi dare dei consigli nutrizionali senza correre rischi…

Fitness Trainer: ecco i movimenti e i consigli da evitare!

In generale, ricorda che se si pratica attività fisica moderata (meno di 1 ora ogni sessione), una dieta equilibrata e una buona idratazione saranno sufficienti per coprire qualunque fabbisogno. Se sei un seguace di attività fisica intensa o sei un atleta di alto livello, potrai invece aumentare l’apporto di determinati alimenti ricchi, per esempio, di proteine.

Un personal trainer a casa (personal trainer Torino o personal trainer Bologna o qualunque altra città) e un nutrizionista saranno in grado di creare un programma di allenamento e una dieta su misura per essere al top! Alcune piattaforme di coaching sportivo online offrono anche il supporto di nutrizionisti esperti.

Quali sono i 5 errori da evitare per un allenamento cardio perfetto?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar