Ho cominciato a scrivere da bambino, spinto dal desiderio di imitare le cose che mi piacevano. Mi piacevano i western e in seconda media ho scritto un "romanzo" western. Poi ero fanatico di 007, avevo letto tutti i libri di Fleming e ne volevo ancora, così me ne sono scritto uno da solo. Da che mi ricordo, a parte un inizio in cui volevo disegnare, ho sempre aspirato a diventare uno scrittore.

Tiziano Sclavi

Tra i molti generi narrativi, ve ne sono alcuni che incontrano più facilmente il gusto del pubblico. Il genere horror in particolare ha sempre affascinato un pubblico fedele di appassionati di ogni età ed estrazione sociale, sebbene spesso la critica abbia sottovalutato o frainteso le sue potenzialità. Non deve quindi stupire che uno dei fumetti più letti e apprezzati del nostro paese racconti le avventure di un detective dell'occulto che deve scontrarsi con zombie, vampiri e la morte stessa. Stiamo ovviamente parlando di Dylan Dog, eroe nato dalla mente dello scrittore e fumettista Tiziano Sclavi, che proprio in questi giorni celebra il suo trentacinquesimo compleanno!

Scopri con noi le tappe che hanno portato alla creazione del personaggio di Dylan Dog, la sua fortunata avventura nel mondo del fumetto e le sue escursioni in altri campi artistici (tra cui una sorpresa che potrebbe far davvero felici i fan della serie). Pronto/a? Andiamo!

I/Le migliori insegnanti di Disegno disponibili
Lidia
5
5 (14 Commenti)
Lidia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Katia
5
5 (16 Commenti)
Katia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Chiara
5
5 (12 Commenti)
Chiara
7€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuela
5
5 (18 Commenti)
Emanuela
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Katrina
5
5 (12 Commenti)
Katrina
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (122 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniela
5
5 (11 Commenti)
Daniela
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lidia
5
5 (14 Commenti)
Lidia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Katia
5
5 (16 Commenti)
Katia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Chiara
5
5 (12 Commenti)
Chiara
7€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuela
5
5 (18 Commenti)
Emanuela
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Katrina
5
5 (12 Commenti)
Katrina
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (122 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniela
5
5 (11 Commenti)
Daniela
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

La vita di Tiziano Sclavi

Il padre di Diabolik ha scritto anche diversi romanzi, durante la sua lunga carriera.
Tiziano Sclavi ha coltivato fin dalla più tenera età il sogno di diventare scrittore.

Tiziano Sclavi nasce a Broni, in provincia di Pavia, nel 1953. La sua è una famiglia piuttosto ordinaria: la madre è insegnante e il padre segretario comunale. Fin da bambino, Sclavi è un grande lettore, e, dotato di grande fantasia, aspira a diventare uno scrittore, al punto che già alle scuole medie vince un concorso di scrittura con una sua serie di racconti. Arrivato al liceo, il suo professore di italiano si accorge del suo talento e lo esorta a continuare.

Inizia così a studiare lettere all'università, ma abbandona gli studi quando viene assunto dal Corriere della Sera come redattore per il "Corriere dei ragazzi". Negli stessi anni collabora anche con il Messaggero dei Ragazzi, dove pubblica talvolta articoli e racconti firmandosi Francesco Argento, un doppio omaggio al cantautore Francesco Guccini e al regista Dario Argento, e con la Rai (in particolare con per la trasmissione "Gioco-città"). Non rinuncia però alla sua passione per la narrativa: pubblica un romanzo di genere horror-splatter, intitolato Film, e, con il suo pseudonimo, un romanzo giallo, Un sogno di sangue.

Terminata la collaborazione col Corriere, Sclavi viene assunto dalla casa editrice Bonelli come correttore di bozze e sceneggiatore di fumetti. Nel 1984 diventa art director insieme a Federico Maggioni della Bonelli-Dargaud, casa editrice italo-francese. È in questo contesto che Sclavi darà vita, nel 1986, al suo personaggio più celebre: Dylan Dog.

I migliori fumetti italiani: Dylan Dog, l'indagatore dell'incubo

Dylan Dog ha esordito nel 1986.
Le avventure di Dylan Dog hanno conquistato il pubblico grazie agli elementi horror e thriller che le distinguono da quelle di altri eroi dei fumetti.

La storia di Dylan Dog inizia in realtà nel 1985, quando Tiziano Sclavi presenta a Sergio Bonelli e Decio Canzio, rispettivamente direttore e direttore generale della Bonelli-Dargaud, il progetto di un fumetto horror il cui protagonista sarebbe stato un detective privato di nome Dylan Dog, che si sarebbe occupato di misteri paranormali, al punto di meritarsi il soprannome di "investigatore dell'incubo". Il nome del protagonista era un omaggio al poeta gallese Dylan Thomas, di cui Sclavi è un grande ammiratore.

Il personaggio fu creato graficamente da Claudio Villa che, su richiesta di Sclavi, si ispira all'attore britannico Rupert Everett per le fattezze del protagonista. La storia viene poi ambientata a Londra, un po' per evitare la sovrapposizione con un altro investigatore dei fumetti, Martin Mystère, e un po' per richiamare quell'atmosfera di fiabe e leggende tipicamente britannica (non è un caso che un gran numero di grandi classici della letteratura dell'orrore siano stati scritti da autori di oltremanica).

La prima avventura di Dylan Dog viene pubblicata nel 1986 e, sebbene le scarse vendite dei primi giorni facciano temere un fiasco, nel giro di poche settimane il fumetto va in ristampa poiché tutte le copie erano state vendute. A partire da quel momento, Dylan Dog iniziò l'ascesa che l'avrebbe portato, albo dopo albo, a diventare uno dei fumetti più letti e amati nel nostro paese, al punto di superare in quanto a vendite anche titani del settore quali Tex. Ma chi è esattamente Dylan Dog e quali sono gli elementi che hanno concorso a renderlo una celebrità nazionale?

Per avere successo, il protagonista di un fumetto deve avere dei tratti distintivi ben definiti.
Per creare il personaggio di Dylan Dog, Tiziano Sclavi e Claudio Villa si ispirano all'attore britannico Rupert Everett.

Dalle informazioni fornite nelle sue diverse avventure è possibile ricreare un vero identikit del personaggio: sappiamo che Dylan Dog è un uomo inglese che ha, al momento delle sue avventure (poiché, contrariamente a Valentina di Guido Crepax, non invecchia), poco più di 30 anni, che è alto 185cm e pesa 78Kg. Dylan è vegetariano, non fumatore e astemio (o, come lo definisce la sua spalla comica Groucho, "un astemio che si dimentica spesso di astemiarsi). Soffre di molte fobie e ha uno spirito romantico. È inoltre un grande appassionato di poesia e di musica, elementi che ricoprono un ruolo essenziale nelle sue avventure.

Dietro queste informazioni si nasconde però un personaggio dal passato misterioso, che ha più volte attraversato le barriere della realtà per entrare in un mondo fatto di demoni, zombie, e altre creature infernali. Il piccolo Dylan infatti nasce nella Londra del XVII secolo e viene trasportato ancora in fasce nel ventesimo da una misteriosa entità. Qui viene adottato dalla famiglia Dog e, una volta cresciuto, deciderà di diventare agente per Scotland Yard. Un lutto inaspettato spinge però Dylan ad abbandonare la sua carriera per diventare detective privato. Apre quindi uno studio al n.7 di Craven Road e inizia a collaborare con Groucho, il suo comico assistente ispirato a Groucho Marx, creato appositamente per dare un tocco di leggerezza alle ambientazioni cupe tipiche del fumetto.

Di recente la serie è stata oggetto di un reboot, concetto traducibile in italiano con "riedizione" o "nuova versione". Nel cosiddetto ciclo "Dylan Dog 666" viene fatta tabula rasa dei tre decenni precedenti, e Dylan riparte con una nuova identità, una nuova storia e una nuova veste grafica. L'investigatore dell'incubo si presenta in questo nuovo ciclo con una barba, e alcune delle sue caratteristiche, come l'essere astemio e non fumatore, vengono stravolte, al fine di svecchiare la serie e aprire la porta a nuove narrazioni per il futuro.

Scopri anche le avventure per i mari del mondo di Corto Maltese e le storie di Diabolik, il criminale mascherato più amato degli italiani!

Dylan Dog fuori dal mondo del fumetto

La base operativa di Dylan Dog è situata al n. 7 di Craven Road.
La scelta di ambientare Dylan Dog a Londra non è casuale: il Regno Unito possiede una lunga tradizioni di miti e leggende, alcuni dei quali sarebbero in grado di far venire la pelle d'oca anche al più impavido degli ascoltatori.

Rispetto ad altri eroi ed eroine del fumetto, le escursioni di Dylan Dog in altri campi artistici sono piuttosto rare. Nel 2011 è uscito al cinema un film diretto da Kevin Munroe, intitolato Dylan Dog: Dead of Night, ispirato alle avventure dell'investigatore dell'incubo. La sceneggiatura del film era originale, e non era quindi basata su alcun album del fumetto. In questa occasione, il famoso detective privato fu interpretato dall'attore americano Brandon Routh, mentre nel film non compaiono Groucho, sostituito da un altro assistente di nome Marcus, né altri personaggi ricorrenti della serie a fumetti.

Il film si rivelò purtroppo un flop sia dal punto di vista commerciale (un guadagno complessivo di soli 4,6 milioni di dollari di fronte a un budget iniziale di 20 milioni), sia dal punto di vista della critica. In particolare, molti critici italiani e internazionali hanno ritenuto il personaggio interpretato da Routh troppo lontano dall'eroe di Sclavi e, più in generale, i toni della storia troppo superficiali rispetto a un fumetto che utilizza l'orrore non come fine in sé, ma come mezzo per trattare temi ben più profondi e complessi.

I fan rimasti delusi da questa triste esperienza nel mondo del cinema potrebbero però avere presto di che consolarsi: nel 2018 la Bonelli Entertainment, nuova branca della Sergio Bonelli Editore, ha annunciato che sarebbe stata realizzata una serie live-action di Dylan Dog. Oltre ai produttori della Bonelli, è stato annunciato che sarà incluso nel progetto anche il regista malese/australiano James Wan, famoso per aver creato saghe horror molto apprezzate dalla critica e dal pubblico quali Saw - L'enigmistaInsidious The Conjuring.

Purtroppo, dal 2019 non si hanno più notizie di questo progetto, e non si sa se sia stato semplicemente rallentato per effetto del covid, o se, come altri progetti a cui il pubblico teneva molto, la serie di Dylan Dog sia stata addirittura annullata. Non ci resta a questo punto che incrociare le dita e sperare che presto vengano annunciate novità, e magari anche una data d'uscita, rispetto a un progetto molto promettente, che potrebbe rendere finalmente giustizia allo schermo all'eroe di Sclavi.

E tu, conoscevi già Dylan Dog? Ti è già capitato in passato di avere tra le mani una delle sue avventure? Qual è l'elemento che più ti piace nell'universo creato da Sclavi? Faccelo sapere nei commenti! E se sei alla ricerca di altri eroi ed eroine illustrati, dai un'occhiata al nostro articolo sul meglio del fumetto italiano!

 

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Nicolò Superprof

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.