Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati e private di aiuto compiti a Torino

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai e alle nostre prof di aiuto compiti a Torino è di 5,0 con più di 656 commenti.

12 €/ora

Le migliori tariffe: il 99% dei nostri e delle nostre insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di aiuto compiti a Torino costano 12€.

2 h

Veloci come saette, i nostri e le nostre prof ti rispondono in 2h.

Imparare Aiuto compiti a Torino non è mai
stato così facile.

2. Organizza le tue lezioni private di aiuto compiti a Torino

Parla con l'insegnante di aiuto compiti per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di aiuto compiti e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. L'aiuto compiti non è mai stato così semplice.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a qualsiasi insegnante, docente, tutor di Aiuto compiti a Torino, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande più frequenti:

💡 Per quale motivo scegliere una lezione privata di aiuto compiti a Torino?

Il sostegno scolastico permette a milioni di alunni e alunne di superare gli ostacoli incontrati durante il percorso scolastico.

 

È l'opportunità per ognuno (e ognuna) di migliorare quelle materie che risultano difficili, rinforzare la teoria, affrontare esami importanti o solamente completare gli esercizi assegnati in classe.

 

i nostri e le nostre prof di aiuto compiti sapranno garantire il sostegno necessario, supervisionando l'avanzamento, la continuità del lavoro e adattando l'aiuto alle abitudini di ciascuno/a.

 

Il traguardo è di assicurarsi che l'allievo o allieva abbia tutte le chiavi sia per superare gli esami, sia per apprendere.

 

Puoi utilizzare il nostro motore di ricerca e scoprire i milioni di insegnanti vicino a casa tua. Una volta incontrato (o incontrata) l'insegnante ideale rispetto alle tue esigenze, puoi contattarlo (o contattarla) tramite la messaggeria interna e iniziare a programmare le sessioni di sostegno scolastico in totale libertà.

✍🏻 A Torino, qual è il voto globale che hanno ricevuto i nostri e le nostre tutor di aiuto compiti?

Su un insieme di più di 656 opinioni, i e le discenti hanno dato un apprezzamento medio di 5,0 su cinque ai e alle loro docenti.

 

Per qualsiasi difficoltà riguardo la nostra piattaforma, la nostra équipe è a tua disposizione per trovare una rapida soluzione (per tel o via e-mail tutta la settimana).

 

Hai bisogno di un aiuto personalizzato?

💻 Non trovo nessun insegnante che possa aiutare mia figlia (o mio figlio) con i compiti nella mia città, è possibile organizzare le lezioni via webcam con un o una tutor del sito?

Assolutamente sì! 8 su 10 insegnanti danno lezioni online, oltre alle lezioni presenziali.

 

Di solito le lezioni online sono più economiche rispetto alle presenziali perché non implicano spostamenti. Oltre a risparmiare tempo gli orari sono più flessibili.

 

Il doposcuola online è una buona opportunità per non perdere il ritmo e continuare a esercitarsi da casa. Inoltre, la tecnologia necessaria per queste lezioni è alla portata di tutti e tutte.

 

💸 Qual è la tariffa media di un (o una) tutor di aiuto compiti a Torino?

Scopri i costi dei maestri privati e delle maestre private nei pressi di casa tua. In media, la tariffa di una lezione di ripetizioni a Torino è di 12 €/ora.

Sono i professori e le professoresse a scegliere le proprie tariffe in base a diversi elementi:

  • La propria formazione ed esperienza.
  • Il posto delle ripetizioni. Il prezzo potrebbe variare se le lezioni hanno luogo a casa dell’alunno o dell’alunna, al domicilio del o della tutor, oppure a distanza.
  • La frequenza delle lezioni e l'arco di tempo.

9 su 10 tutor di sostegno scolastico su Superprof offrono la prima lezione.

⏰Ci sono tutor disponibili per dare lezioni private di sostegno scolastico a Torino?

Più di 3.924 docenti sono iscritte (o iscritti) sul nostro sito e sono disponibili per dare corsi di aiuto compiti a Torino, sia a casa, che in remoto...

 

Puoi consultare gli annunci e scegliere il o la docente che ti conviene di più per delle lezioni di ripetizioni a Torino.

 

Se vuoi approfondire alcuni concetti imparati durante l'anno ed evitare lacune, un aiuto con i compiti può essere una buona soluzione. Sapendo che il livello progredisce nell'arco dell'anno, seguire ripetizioni è un modo di restare al passo col programma .

 

Cosa aspetti per incontrare l'insegnante perfetta (o perfetto) tra 3.924 profili?

Vuoi imparare Aiuto compiti a Torino?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di Aiuto compiti di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Aiuto compiti Torino: i nostri consigli per migliorare a scuola

Cerco aiuto compiti Torino?

Se di solito i ragazzini della scuola media ed i bambini delle elementari non esprimono direttamente e manifestamente il desiderio o la necessità di essere volontariamente seguiti da un professionista dell’aiuto compiti – generalmente un professore che dà ripetizioni a domicilio – i ragazzi dei licei e quelli degli istituti tecnici arrivano molto spesso a formulare la richiesta di ripetizioni. Soprattutto nelle discipline fondamentali.

Naturalmente, il fatto di essere riusciti ad approdare alla scuola superiore fa già di questi ultimi dei giovani relativamente adesi al loro ruolo di studenti. Ed ecco perché, pur tra mille difficoltà, costoro sono comunque giunti a frequentare una delle cinque classi della scuola superiore. Avendo la consapevolezza dell’importanza della scuola, della formazione, dell’istruzione e del titolo di studio, questi giovani riescono a capire da soli se sussista un problema di rilievo.

E quando ne hanno la certezza, corrono ai ripari: chiedono aiuto ad amici, compagni, parenti, vicini di casa. Se possibile – per questioni culturali ed economiche – chiedono espressamente ai genitori di investire un po’ di capitale in ripetizioni e lezioni private. Addirittura, alcuni giovani giungono fino a mettere da parte dei soldi ricevuti in regalo, o guadagnati con piccoli impieghi part-time, per pagare l’insegnante privato del dopo-scuola.

Quando un ragazzino, o uno studente della scuola superiore, richiede di poter usufruire dei servigi di un insegnante privato per ottenere aiuto nei compiti a casa, è sempre importante cercare di dar seguito a questa sua manifestazione di difficoltà. Se il ragazzo è così esplicito da far subito riferimento al dopo-scuola a pagamento, di certo, è perché sa di avere grosse difficoltà, qualche lacuna e, magari, ha sentito parlare bene un compagno di uno specifico professore dedito all’aiuto compiti.

Normalmente, questa richiesta arriva dopo alcune settimane, o diversi mesi, durante cui il giovanissimo studente ha tentato di barcamenarsi, senza riuscirvi. A volte, gli alunni delle medie e delle superiori tentano di ricevere aiuto da parte dei genitori, ma non riescono ad ottenere che interventi puntuali (quando necessiterebbero di un sostegno duraturo, costante: una presenza regolare).

Non sempre si celano poi grossi problemi, dietro la richiesta di essere aiutati a fare i compiti. In certi casi, gli allievi della scuola dell’obbligo provano semplicemente noia, a studiare da soli. Consapevoli della scarsa capacità di restare concentrati, esigono compagnia, sorveglianza, più che di un vero e proprio apporto specifico relativo ai contenuti di una materia.

Sta ai genitori cogliere al volo questo genere di situazioni, valutarle, intervenire come possibile o esternalizzare la faccenda (in caso di grosse lacune specifiche o per mancanza di tempo e abilità nel seguire da vicino i compiti a casa).

Tutti i genitori vorrebbero riuscire ad aiutare i figli. Ma non sempre possono. E non sempre sanno che i loro figli hanno bisogno di un aiuto specifico. Inoltre, è difficile assicurare una presenza totale ad orari uguali.

Infine, uno dei motivi per cui degli studenti della scuola media e delle superiori possono chiedere di essere seguiti da un insegnante privato per l’aiuto compiti è che non sempre si vuole pesare sull’organizzazione famigliare. A volte, si necessita di una parentesi di fuga dal chiasso domestico: fratellini, elettrodomestici, chiacchiere.

L’incontro con un maestro o un professore che si dedicano interamente al ragazzo bisognoso di aiuto nei compiti a casa, alcune volte, rappresenta una nicchia di attenzione supplementare che il giovane vuole riservarsi: durante le ripetizioni, egli è l’unico vero protagonista, l’oggetto di attenzione specifico dell’insegnante. Questo fa differire la lezione privata da ciò che accade in classe e dalla vita famigliare. E dato che a volte manca solo un po’di attenzione in più, perché un ragazzo scopra e liberi a pieno il proprio potenziale, ecco che ingaggiare un professionista dell’aiuto compiti può davvero rivelarsi foriero di tanti bei risultati.

Accrescere l’autostima tramite l’aiuto compiti

Sfatando subito un mito, diciamo che il dopo-scuola è spessissimo una vera e propria salvezza per i giovani: non solo dal punto di vista dei risultati scolastici, giorno per giorno, ma soprattutto in termini di fiducia in se stessi.

L’insegnante privato che ogni giorno aiuta un ragazzino a svolgere i compiti a casa, in effetti, non ottiene solo che questi si rechi a scuola sufficientemente preparato ed esegua tutte le consegne in tempo. L’insegnante che ogni giorno segue uno studente entra a far parte della sua vita: ne carpisce debolezze e tenta di ricucire strappi. Questi strappi possono essere dovuti:

  • all’organizzazione scolastica,
  • a specificità del gruppo-classe,
  • alla carenza dell’organico,
  • a una vita pregressa priva di riconoscimenti e soddisfazioni a livello scolastico e/o famigliare.

È evidente che le sfere in gioco sono assai diverse: si va da quella psicologica, alla gestione della didattica a livello nazionale e locale, passando per la sfera prettamente intellettuale specifica di ogni studente.

Essere sempre impreparati – anche per mancanza di volontà – e prendere brutti voti regolarmente – magari per incapacità di concentrarsi a lungo, nonostante la buona volontà – sono entrambe esperienze frustranti e demotivanti.

Un brutto voto in un compito scritto o ad una interrogazione orale possono fungere da sprone a fare meglio, quando si verificano come “eventi eccezionali”. Invece, la costanza dei brutti risultati, del senso di vergogna che vi si lega ed il pessimismo conseguente, possono giovare da fattori demotivanti, aggravando e cristallizzando la situazione di fallimento scolastico – e personale.

Ecco perché è importantissimo evitare, o comunque spezzare, un ciclo negativo eventualmente instauratosi. Assumere un insegnante privato perché aiuti un ragazzo nei compiti, insomma, non è affatto un modo per farlo sentire inferiore, torturarlo o punirlo. Si tratta di una maniera per evitare la definitività di un momento scolastico infelice.

L’aiuto compiti è tanto più fruttuoso quanto prima viene proposto al ragazzo, una volta individuati un problema, anche circoscritto, o una carenza legata alla scuola.

Il professionista dell’aiuto compiti

La figura professionale scelta per aiutare un ragazzo nei compiti deve far prova di grande psicologia, oltre che di ferrata pedagogia, empatia, formazione per diagnosi DSA e adattamento di tipo BES e PDP. Infatti, il ragazzo dovrà trovare in questo insegnante tutto ciò che ancora gli manca e che la scuola e la famiglia non hanno avuto modo di offrirgli o infondergli:

  • sicurezza di sé,
  • auto-valorizzazione,
  • estroversione,
  • organizzazione mentale,
  • abilità nel problem solving,
  • attitudine alla semplificazione tramite schemi,
  • disegni e sintesi per punti,
  • leggerezza!

Tutto questo può rivelarsi illuminante ed altamente educativo, per un ragazzino delle medie o dei primi anni della scuola superiore. Può anche cambiare la sua visione di sé nel mondo: da ragazzo incerto e pauroso di fronte ad insegnanti e compagni, a studente diligente e voglioso di comunicare in pubblico le proprie conoscenze. Occorre, a tal fine, che il giovane sperimenti gradualmente e con frequenza regolare una relazione positiva con il professore del dopo-scuola. Insieme lavoreranno:

  • dapprima, sull’autodiagnosi delle carenze,
  • poi, sul metodo di studio,
  • infine, sui modi per restituire contenuti e saperi in modo opportuno e nei tempi richiesti.

L’aiuto compiti a Torino

A Torino, oggi, l’aiuto compiti è assicurato da privati, scuole ed associazioni culturali. Inoltre, è possibile trovare un insegnante specializzato tramite la piattaforma Superprof, che recensisce i CV dei professionisti in varie discipline. È utile specificare le proprie esigenze, il livello scolastico, la scuola di Torino attualmente frequentata, con riferimento specifico alla classe e alle materie “problematiche” (es.: studente della classe seconda presso Scuola Media Statale Ettore Morelli necessita di aiuto compiti in italiano, inglese e matematica).

Che cosa vuoi imparare?