Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti e tutor di matematica a Parma

Visualizza piĂą insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai nostri e alle nostre prof di matematica a Parma è di 5,0 con più di 71 commenti.

15 €/ora

Le migliori tariffe: il 98% dei nostri e delle nostre insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di matematica a Parma costano 15€.

2 h

Veloci come saette, i nostri e le nostre prof ti rispondono in 2h.

Imparare Matematica a Parma non è mai
stato così facile.

2. Organizza le tue lezioni private di matematica a Parma

Parla con l'insegnante di matematica per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di matematica e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Trovare lezioni di matematica a Parma non è mai stato così facile.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, tutor, docenti, coach, maestri/e alle masterclass di Matematica a Parma, o in altre cittĂ , oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande piĂą frequenti:

đź’¸ Quanto viene in media una lezione di matematica a Parma?

A Parma, il costo medio di un o un'insegnante di matematica è di 15€ all'ora. I costi variano a seconda di ogni insegnante, poiché è l'insegnante stesso a fissare la propria tariffa.

I fattori che i (e le) docenti prendono in considerazione per fissare il prezzo delle lezioni sono:

  • la propria esperienza e formazione;
  • il luogo dove di svolgono le ripetizioni: (a domicilio, a casa del maestro privato o della maestra privata, oppure via webcam);
  • la frequenza delle lezioni e la il ritmo;
  • l'offerta degli (e delle) insegnanti di matematica a Parma.

 

La maggior parte dei (e delle) tutor di matematica offre la prima lezione.

 

Scopri le tariffe dei e delle docenti vicino a casa tua con una semplice ricerca su Superprof.

👩🏻‍🚀 Ci sono tutor disponibili per impartire lezioni private di matematica a Parma?

Puoi scegliere tra i (o le) 350 insegnanti di matematica che operano a Parma e dintorni.

 

I criteri che dovresti tenere in conto per scegliere l'insegnante piĂą adatto a te sono:

  • La tariffa. Oltre al costo orario, puoi verificare se l'insegnante propone un pacchetto di piĂą ore, o altre tariffe speciali.
  • La distanza dal tuo domicilio.
  • La sua esperienza e la sua formazione in relazione al livello ricercato; per ogni necessitĂ  esiste l'insegnante che fa per te!
  • Le opinioni degli e delle ex discenti.

Vedrai che seguendo questi criteri, trovare il o la tutor ideale sarĂ  un gioco da ragazzi

💻 Si può studiare la matematica via webcam con un (o una) insegnante che ho trovato su Superprof?

Assolutamente sì! La maggior parte dei nostri (e delle nostre) insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni online sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di spostamento e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

Le lezioni di matematica online sono un'ottima opportunitĂ  per colmare le proprie lacune ed alzare la propria media. Ti basterĂ  avere un computer, una connessione a internet e il tuo quaderno di matematica a portata!

🧮 Per quale motivo prendere un corso a domicilio di matematica a Parma?

La matematica è una materia molto importante e spesso critica nel percorso scolastico di molti alunni e molte alunne delle scuole elementari, medie, superiori e talvolta anche per molti studenti e molte studentesse dell'università.

Le statistiche mostrano che il 45% degli alunni e delle alunne ha difficoltà in matematica. I numeri crescono con l'intensificarsi dei programmi scolastici. Alle superiori, la matematica è l'incubo di molti e molte discenti. Di conseguenza, è spesso importante programmare corsi supplementari di matematica in casa oppure a distanza non appena si manifestano le prime difficoltà, per permettere di riprendere per tempo alcuni argomenti ed evitare di ritrovarsi con troppe lacune accumulate.

 

Le ripetizioni di matematica sono indicate non solo per gli studenti e le studentesse con difficoltĂ , ma si rivolgono anche a quegli allievi e quelle allieve che, pur non avendo grandi lacune desiderano alzare la propria media, approfondire un argomento, o prepararsi per l'anno prossimo o per un esame.

 

Che cosa aspetti a entrare in contatto con i nostri e le nostre insegnanti di matematica a Parma?

✍🏻 Che voto medio hanno attribuito gli alunni e le alunne ai e alle docenti di matematica di Parma?

I nostri e le nostre tutor di matematica di Parma hanno ricevuto un totale di 71 valutazioni e il voto sulla media globale è di 5,0 su cinque. Non male, no?

 

Dietro Superprof c'è un'equipe disponible dal lunedì al venerdì per aiutarti. Puoi contattarci per telefono o via mail.

 

Per ulteriori dubbi, puoi consultare le nostre FAQ, dove rispondiamo ai dubbi piĂą frequenti.

Puoi contattarci via telefono o per mail.

Vuoi imparare Matematica a Parma?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di Matematica di talento!

Visualizza piĂą insegnanti Inizia subito

I nostri consigli per trovare le migliori ripetizioni matematica

Laurea triennale in matematica a Parma

Il Dipartimento di Scienze matematiche, fisiche e informatiche si trova all’interno del Parco Area delle Scienze.

Il corso di studi in Scienze matematiche, classe L35, è ad accesso libero e dura tre anni (180 CFU).

Il percorso consente al giovane che esce dal liceo di acquisire nozioni e competenze relative alle formulazioni moderne ed ai vari aspetti della materia: generali, applicativi e metodologici.

Oltre alle fondamentali materie prettamente “matematiche”, il corso prepara i giovani dal punto di vista modellistico ed applicativo, fornendo loro la possibilità di appropriarsi del quadro algoritmico e computazionale proprio dell’universo matematico.

Conoscenze e competenze sono incoraggiate tramite le lezioni frontali in aula e le esercitazioni in laboratorio.

Dopo la laurea triennale, gli studenti possono proseguire con la specializzazione in aree affini, oltre che nella stessa area matematica. Oppure, possono orientarsi da subito verso il mondo del lavoro, disponendo di grande flessibilitĂ  mentale ed abilitĂ  matematiche di base.

Dare lezioni di matematica a Parma, ad esempio, è una delle esperienze che i giovani laureandi e laureati in matematica fanno simultaneamente ad una ricerca professionale più ampia ed anche in parallelo alla specializzazione.

La buona organizzazione della Facoltà di matematica a Parma fa sì che inizialmente venga vagliato il livello di ingresso di tutti gli iscritti. Ciò avviene tramite prova obbligatoria il cui esito, però, non influisce minimamente sulla possibilità di immatricolarsi. Essa consente una migliore programmazione adattiva da parte dei docenti.

Il Liceo Matematico di Parma

L’Università di Parma, tenendo conto della grande richiesta di laureati in Matematica, ha attivato un programma di studi in partenariato con i licei della città e della regione, per dare vita al Liceo Matematico Fisico e Informatico.

Le scuole parmensi coinvolte nel progetto sono:

  • il Liceo Scientifico “Ulivi” di Parma,
  • il Liceo Scientifico “Attilio Bertolucci” di Parma,
  • il Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Parma,
  • il Convitto “Maria Luigia” di Parma.

Anche licei scientifici di altre città dell’Emilia Romagna sono coinvolti nel progetto. Gli iscritti del primo anno sono un centinaio. I giovani sono coinvolti in attività sperimentali.

L’idea si ispira ad un progetto portato avanti pionieristicamente a partire dal 2013 a Salerno e poi ottimamente ripreso e migliorato in altre città.

L’idea è quella di accompagnare già su un terreno assai specialistico coloro che sentono una propensione numerica e fisico-informatica. Tutto ciò ben si confà con le esigenze del mercato della ricerca scientifica pubblica e privata in Italia ed in Europa, dove gli esperti matematici non sono numerosissimi.

Perché si respira "aria di matematica" a Parma: Blasius de Pelacanis

A volte, i luoghi riecheggiano di voci e ragionamenti che furono elaborati, secoli addietro, da personalità illustri, illuminate, dall’intelletto oltre la norma.

Per quanto riguarda la città di Parma e la matematica, allora, non si può non pensare a Biagio Pelicani, noto anche come Biagio da Parma, vissuto tra il 1355 ed il 1416. Fu un matematico, filosofo e, naturalmente, un accademico di rilievo.

Sebbene non si conosca molto relativamente alla sua nascita ed ai primi anni della sua vita, si suppone che egli appartenesse alla stessa casata di Antonio Pelacani e Francesco Pelacani, rispettivamente medico e filosofo.

Le prime notizie certe su questo illustre matematico risalgono agli anni della sua carriera universitaria: dapprima come studente di filosofia, in seguito come docente e relatore che accompagnò diversi allievi fino al diploma.

Nel 1374, Biagio da Parma studiava certamente artium philosophiae et medicinae presso l’Università di Pavia; nel 1377 egli era già titolare di una cattedra di filosofia, per delega del Vescovo.

Diverse cattedre gli furono assegnate: Padova, Bologna, Pavia. Da quest’ultima città, tuttavia, fu costretto ad allontanarsi avendo subito un processo per eresia.

Biagio da Parma, infatti, contestò la meccanica di elaborazione aristotelica. Insistette perché si rivoluzionassero le regole obsolete nell’applicazione di strumenti matematici.

I suoi studi di ottica furono esposti nell’opera Quaestiones de perspectiva. Invece, nel Tractatus de ponderibus, si occupò di statica.

Una teoria affascinante circa la matematica del vuoto venne esposta in Quaestiones de proportionibus. Questo tema rilevante e “pericoloso” per l’epoca, si contrapponeva, nei suoi sviluppi, alla tesi del continuum, propria della fisica aristotelica.

Il matematico parmense non mancò poi di occuparsi anche del moto dei pianeti in Theorica planetarum, rimettendo in questione l’intera cosmologia di Aristotele. Contravvenne alla cosiddetta “incorruttibilità dei cieli” e all'interpretazione teologica del motore immobile.  E ciò aveva la necessaria conseguenza di impedire la dimostrabilità, a posteriori, dell’esistenza di Dio e della presunta immortalità dell’anima: temi decisamente scottanti, per l’epoca!

Natura, universo e matematica secondo Blasius

Una sorta di immenso animale eterno e in moto perpetuo: ecco come il matematico d Parma concepiva l’universo. In questa suggestiva realtà, ogni forma vivente aveva origine per generazione spontanea, grazie ad influssi favorevoli delle stelle. In particolare, poi, quanto agli intelletti umani, erano generati solo in circostante specificamente favorevoli, sempre di tipo astrale.

Una simile rappresentazione dell’origine dell’esistenza e dell’animo/intelletto umano, non poteva che avere una conseguenza diretta anche relativamente alla rappresentazione della cosiddetta “morale”: il matematico Biagio la considerava qualcosa cui conformarsi per libera scelta e non per fini altri dalla morale stessa, come, ad esempio, per approssimare obiettivi trascendenti di elaborazione religiosa.

Questo è il ritratto del matematico che fu, appunto, soprannominato “il dottore diabolico”, proprio perché percepito come un materialista dei più crudi.

La condanna per eresia non tardò ad incombere: nel 1936.

Tuttavia, non mancarono gli spiriti illuminati che seppero apprezzarne l’elaborazione concettuale, la grande conoscenza relativa alle stelle, le osservazioni del concetto di prospettiva. Non a caso, per volere dei Principi Carraresi di Padova, egli fu sepolto all’interno del Duomo di Parma.

La portata delle elaborazioni e delle posizioni assunte da Biagio da Parma è tale che dagli anni Settanta del 1900 a tutto il primo decennio del 2000, in diversi Paesi, ed in diverse lingue, sono state tradotte e pubblicate diverse opere e parti di opere.  

La figura del matematico è assai studiata oggi giorno e può essere fonte di grande ispirazione per coloro che ancora esitano tra matematica e filosofia, convinti di una totale estraneità dei numeri rispetto a quanto di più umanistico ed astratto possa essere contenuto nelle elaborazioni filosofiche.

Un percorso di studi liceale, ad esempio, potrebbe mettere in risalto la poliedricitĂ  dei matematici, degli astronomi, dei filosofi e perfino dei teologi e di certi religiosi, in modo da far crollare le persistenti false idee sui compartimenti disciplinari stagni.

Scritti internazionali su Biagio da Parma

Fra le opere assai godibili che riguardano la figura di questo brillante teorico e matematico di Parma, segnaliamo qui di seguito alcune letture d’eccellenza, in diverse lingue:

  • The Medieval Science of Weights (del matematico);
  • La philosophie de Blaise de Parme : physique, psychologie, Ă©thique (sul matematico, di JoĂ«l Biard e AurĂ©lien Robert) ;
  • Quaestiones de anima: alle origini del libertinismo, a cura di Valeria Sorge;
  • Memorie degli scrittori e letterati Parmigiani raccolte dal Padre Ireneo Affò. 

 Naturalmente, fra gli scritti in lingua originale, le traduzioni, i commenti e le riflessioni di altri pensatori, dell’epoca e dei giorni ostri, il materiale è assai ricco, per chiunque voglia approfondire la figura dell’illustre parmense e, chissà, magari anche scrivere una monografia su di lui.

Che cosa vuoi imparare?