Pagina iniziale
Dare lezioni

Lezioni di violino a Firenze

🥇 I/le migliori insegnanti di Firenze
💻 10 insegnanti disponibili
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Eccellente
commenti su
Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti privati/e di violino a Firenze

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di violino a Firenze è di 5,0 con più di 2 commenti.

22 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di violino a Firenze costano 22€.

5 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 5h.

01

Trova il/la tuo/la insegnante di violino a Firenze

Dai un'occhiata ai profili di Firenze e contatta un/un' insegnante secondo i tuoi criteri (tariffe, diplomi, commenti, lezioni di violino a domicilio o via webcam)

02

Organizza le tue lezioni private di violino a Firenze

Parla con l'insegnante di violino per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di violino e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a suonare il violino a Firenze non è mai stato così facile.

03

Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Violino a Firenze, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Scopri tutti/e i/le nostri/e insegnanti di violino a Firenze

Lezioni violino per imparare a suonare il violino

Dal violino tetrarmonico di Tanfani ai futuri violinisti di Firenze

Studiare violino a Firenze, oggi, è una scelta che si riscontra di frequente anche fra i più giovani.

Da un lato, è caduto il tabù che faceva in modo di allontanare i più piccoli da ogni attività asimmetrica (tennis e violino, in primis, per l’appunto).

Dall’altro, sebbene il pianoforte resti di gran lunga il suo maggior rivale per quanto concerne la scelta del primo strumento, il violino ha oggi potuto riprendere piede grazie ad una prospettiva didattica e pedagogica in lenta trasformazione.

Il violino è così difficile e inavvicinabile? È questa sua presunta difficoltà a fargli preferire il pianoforte?

I maestri musica (dunque un po’ tutti gli insegnanti - non solo quelli di pianoforte o quelli di violino a Firenze centro), propongono oggi un periodo propedeutico dedicato al ritmo, alla percussione e, naturalmente, alla scoperta delle note.

Il fatto di operare in favore di una alfabetizzazione ritmica precocissima – anche in età prescolare – fa sì che il pianoforte non debba essere per forza di cose il primo strumento scoperto dai bambini.

Se un tempo, infatti, a Firenze come a Roma, i genitori si rivolgevano subito ad un maestro pianista, per mandare il proprio figlio a lezioni di musica, oggi viviamo nell’era della iperspecializzazione. E, spesso, il primo incontro dei piccini col mondo musicale avviene attraverso un insegnante di batteria, con un esperto di didattica per bambini non ancora scolarizzati, con una figura che punti tutto sul contatto tra il bambino e la vibrazione primaria (a cominciare da quella del proprio corpo).

Queste figure specializzate, naturalmente, sono in partenza musicisti ed esperti di uno o diversi strumenti. Ma non esiste più l’egemonia del maestro di piano, che fa da costruttore di fondamenta (col risultato di un differimento tardivo nel tempo dell’incontro con altri strumenti, tipo gli archi, appunto).

Anche un maestro di violino a Firenze, oggi, propone ai più piccoli di prendere lezioni, anche in gruppo, per iniziare a far muovere il proprio corpo, con e senza oggetti-strumenti. Il passaggio al tipo di vibrazione interessata (come ad esempio quella legata ai suoni acuti del violino), avviene poi in un secondo momento. E, al limite, anche senza passare per il piano ... (sebbene questo strumento completo resti poi sul cammino della maggior parte degli altri strumentisti, e soprattutto degli studenti di violino).

Indirizzi per suonare il violino a Firenze

Il capoluogo toscano è ricco di possibilità per chi voglia scoprire da zero il più acuto tra gli archi e per chi desideri, invece, perfezionarsi nella pratica di questo strumento finissimo.

Il Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze si trova in Piazza delle Belle Arti 2 e, naturalmente, propone lezioni per apprendere e perfezionare la pratica di tutti gli archi. A pochi isolati abbiamo la sede della Fondazione Conservatorio Santa Maria degli Angeli, in via della Colonna 34.

L’Accademia Musicale di Firenze, invece, ha sede a Scandicci e propone corsi di violino per bambini, adulti, allievi in fase di perfezionamento tramite masterclass e molto altro. Tra gli archi, sono qui insegnati violino, viola e violoncello, arpa.

La Scuola di Musica Francesco Landini, invece, si trova in via Attavante 5 e propone, per quanto concerne gli archi, corsi di violino, viola e violoncello.

Firenze ed il suo territorio non mancano di proposte didattiche variegate. A Scandicci, ad esempio, ha sede anche la Scuola Comunale di Musica.

Diverse le scuole private e numerosi gli insegnanti privati che danno lezioni di violino a Firenze centro e nella periferia fiorentina, recandosi a casa degli alunni o ricevendoli al proprio domicilio. Essi sono generalmente recensiti, con tanto di CV consultabile e giudizi dei precedenti studenti, su piattaforme come Superprof, che fanno della trasparenza la base su cui organizzare il contatto tra allievo e docente.

Salto nel Settecento fiorentino

Se studi violino a Firenze non puoi permetterti di non conoscere Giuseppe Maria Tanfani, vissuto tra il 1689 ed il 1771, che la storia ha rischiato di cancellare dalla memoria collettiva, a seguito di un grave errore di catalogazione in seno alla Biblioteca Nazionale Fiorentina, ove egli fu erroneamente registrato come “Fanfani”!

Egli fu musicista da camera e violinista apprezzatissimo nella penisola e all’estero, attivissimo nei teatri e nelle chiese di Firenze, come oltralpe.

Tanfani fu primo violino alla prima del celebre lavoro di Vivaldi dal titolo Ginevra Principessa di Scozia (ispirato ai canti V e VI dell’Orlando Furioso di Ariosto), eseguita nel 1737, in occasione del Carnevale e rivisitata poi da Simon Mayr (in due soli atti, con libretto di Gaetano Rossi).

Soprattutto, questo liutaio, compositore e primo violino di Firenze godé della stima dei grandi musicisti viaggiatori, come Pisandel e Quantz, che poterono ascoltarlo proprio nella sua città, durante la tappa fiorentina.

Tra le sue composizioni, in particolare, si segnalano le opere per violino e basso continuo.

E proprio insieme a brani di autori come Vivaldi, Pisandel, Albinoni, e Valentini, la musica scritta da Tanfani può essere ascoltata oggi in « Memories of a journey to Italy », dell’Ensemble Scaramuccia.

Il violino tetrarmonico a Firenze

Se oggi si ritiene che Tanfani debba essere scoperto e messo al centro del Settecento fiorentino, è certamente per il grande spirito innovatore e creativo che portò questo violinista-liutaio di Firenze a dare vita al violino tetrarmonico.

Tanfani fu uno sperimentatore brillante, sebbene i risultati dei suoi tentativi di migliorare il violino non siano stati mai davvero dottati. Egli lavorò tutta la vita alla perfettibilità del violino: lo dotò di una quinta corda grave, di corde di risonanza che rendessero giustizia all’intera gamma dei colori e, soprattutto, di un particolarissimo meccanismo da attivare direttamente con il mento, senza smettere di suonare. Quest’ultimo, che potremmo descrivere come una “sorta di sordina”, consentiva al violinista di “attivare” quattro diverse sonorità, in corso d’esecuzione.

Troppa sperimentazione? Troppa meccanica? Fatto sta che, sebbene dettagliatamente descritta in una pubblicazione postuma del violinista, questa proposta innovativa non venne ripresa in considerazione da altri liutai fiorentini, pur simboleggiando lo spirito fiduciosamente progressista degli artisti del tempo di Tanfani.

Per saperne di più, consulta online, tramite la Libreria Musicale Italiana, l’intero articolo in PDF di Bettina Hoffmann, pubblicato nel 2018 sulla rivista Recercare, Rivista per lo studio e la pratica della musica antica, XXX /1-2.

Le domande più frequenti:

💰 Quanto si paga in media un/un'insegnante di violino a Firenze?

La tariffa media di una lezione privata di violino a Firenze è di 22. Questo prezzo cambia da insegnante a insegnante e dipende da tre fattori.

 

La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti di violino offre il primo corso.

 

Scopri i prezzi dei/delle insegnanti di violino nella tua città facendo una semplice ricerca su Superprof.

✒️ A Firenze, qual è il voto medio che hanno ricevuto i/le nostri/e maestri/e di violino?

In totale, i/le nostri/e prof hanno ricevuto 2 commenti da parte degli/delle alunni/e. Il voto medio ricevuto dai/dalle insegnanti di violino a Firenzeè di 5,0 su cinque.

 

Per qualsiasi domanda riguardo Superprof, i corsi privati o i/le nostri/e insegnanti, puoi guardare le nostre domande frequenti, dove rispondiamo ai dubbi più frequenti. Se desideri conversare con noi, un'équipe di supporto clienti è disponibile tutta la settimana per email o per telefono.

💻 È possibile seguire un corso di violino via webcam con un/un'insegnante di Superprof?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi a distanza.

 

Le lezioni online sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

Le lezioni di violino online sono un'eccellente opportunità per continuare a imparare senza uscire di casa.

🎻Perché contattare un/un'insegnante di violino a Firenze può essere una buona idea?

La violino è uno degli strumenti più amati. Se sogni di poter suonare il tuo brano di musica classica preferito di fronte a un pubblico, o se sei ipnotizzato/a dalla grazia di questo strumento, un corso di violino è quel che ti serve!

 

Non c'è da stupirsi se questo strumento ha raggiunto una tale popolarità, poiché i suoi vantaggi sono tanti. Per prima cosa, è uno strumento relativamente poco caro se paragonato alla fisarmonica o alla tromba. Per meno di 200 euro è possibile trovare un violino di buona qualità.

 

In seconda istanza, per la facilità nel trasportarlo. Si tratta di uno strumento facilmente maneggevole, al contrario di altri (come la batteria), che si può quindi portare facilmente in viaggio, alle feste con gli amici, o in famiglia, durante le gite...! L'atmosfera cambia radicalmente con il suono di un violino !

 

Terzo, per l'unicità del suono. Il violino non è lo strumento più facile da suonare, e richiede una certa conoscenza della teoria musicale, ma ha un suono unico che da secoli affascina gli appassionati di musica. Con un po' di perseveranza, in poche settimane sarai capace di eseguire i brani più semplici. Inoltre, il violino non è solo adatto alla musica classica: puoi avanzare anche imparando poco a poco brani pop di gruppi che ti piacciono. Su internet potrai trovare moltissimo materiale: spartiti, video e consigli per migliorarti.

 

Quarto, un violino è un buon mezzo per aiutarti ad affermare la tua personalità. Suonare questo strumento ti permette di sviluppare la tua creatività, liberare le emozioni e accrescere la fiducia in te stesso/a. Essere creativo può essere anche un vantaggio nell'ambito professionale e permetterti di trovare soluzioni originali a problemi quotidiani.

 

Cosa aspetti a prenotare il tuo primo corso di violino?

⏰ Ci sono maestri/e disponibili per dare lezioni private di violino a Firenze?

L'offerta di insegnanti di violino a Firenze è importante. Si contano più di 10 docenti disponibili per dare corsi privati di violino.

 

Dai uno sguardo ai/alle maestri/e di violino presenti a Firenze e contatta l'insegnante con il/la quale ti senti in sintonia.

 

Prima di fare la tua scelta puoi leggere le informazioni del suo annuncio, le opinioni dei/delle ex allievi/e e trovare i dettagli sui prezzi.

 

Vedrai che trovare un/ua maestro/a privato/a di violino è facilissimo!