Pagina iniziale
Dare lezioni

Lezioni di violino a Torino

🥇 I/Le migliori insegnanti a Torino
💻 37 prof
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti
di violino a Torino

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Insegnanti Star con un punteggio medio di 5,0 stelle e più di 7 commenti positivi.

22 €/ora

Le migliori tariffe: % degli/delle insegnanti offre la prima lezione

3 h

Rapidi/e come saette, gli/le insegnanti ti rispondono in media in 3h.

01

Trova il/la tuo/a
insegnante perfetto/a di Violino a Torino

Consulta liberamente i profili e contatta il/la tuo/a insegnante secondo i criteri che sono importanti per te (tariffe, diplomi, commenti, corsi a domicilio o via webcam) per un corso di Violino a Torino.

02

Organizza i tuoi corsi di Violino a Torino

Dialoga con il/la tuo/a insegnante privato/a di violino di Torino per spiegargli/le tuoi bisogni e le tue disponibilità. Programma le lezioni e procedi al pagamento in totale sicurezza utilizzando la chat di Superprof.

03

Vivi nuove esperienze

Il Pass Alunno/a ti dà un accesso illimitato ai profili di tutti/e i/le nostri insegnanti, prof, coach, maestri/e e alle Masterclass per un mese (rinnovabile). Un mese per scoprire nuove passioni con insegnanti in gamba di Violino a Torino.

I/le nostri/e allievi/e di Torino
esprimono un giudizio sui/sulle loro insegnanti di violino

Scopri tutte le nostre lezioni di violino

Essere seguiti dai/dalle migliori insegnanti di Torino per il tuo corso violino

Suonare il violino a Torino

A Torino, tutti conoscono la fama del Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi. I diversi concerti organizzati in questa sede, insieme alle “giornate porte aperte”, invogliano ogni anno tanti giovani a lanciarsi nella scoperta del violino.

Il violino, a differenza del pianoforte, attrae meno facilmente i piccoli e le loro famiglie, incutendo una certa paura reverenziale, forse per la fama di strumento difficile.

In realtà, è frequente il passaggio dalla pratica del pianoforte alla frequenza delle prime lezioni di violino. Un’infarinatura musicale acquisita a scuola o tramite lezioni private di musica, porta spesso i giovani a voler sperimentare diversi strumenti, passando dal più diffuso a quelli più selettivi e di nicchia.

I luoghi del violino a Torino

A Torino, passando da un quartiere all’altro della città antonelliana, ci si imbatte facilmente nelle sedi di scuole di musica private o consorziate con il Comune e con associazioni del terzo settore senza fini di lucro. Esiste poi la possibilità di prendere lezioni di violino ed altri strumenti ingaggiando professori di musica a domicilio oppure online.

Spostandoti da un quartiere all’altro della città di Torino, a seconda della tua zona di residenza, potrai avere la possibilità di assistere a qualche lezione di prova di violino e valutare quanto possa essere interessante, per te o per tuo figlio. Toccare con mano l’atmosfera di un corso di musica, ascoltare un maestro di violino che si rivolge ai neofiti, consente di farsi un’idea sulla didattica proposta, sull’ambiente conviviale, nonché di prendere diverse informazioni circo lo studio del violino. Si addice ai più piccoli? È opportuno solo dopo aver sperimentato la pratica di altri strumenti? Può fare al caso tuo o dei tuoi cari?

Fa’ un giro presso le sedi di scuole musicali sotto-indicate:

  • AreaSonora, in via Caboto,
  • PerformSchool, in via Boston,
  • Musicalmente, in via Cibrario,
  • Scuola di Musica Centro Studi Musicali, in via S. Chiara
  • Intenzioni Sonore, in Corso Brianza,
  • Notasuono, in via Da Vinci,
  • Scuola Popolare di Musica in via G. A. Bazzi,
  • Scuola Musicale Praeludium di Corso Grosseto,
  • Accademia Musicale Moderna Torino in via Pallanza.

La miglior decisione è quella presa sulla scia delle emozioni suscitate al primo incontro con un insegnante di musica o durante una lezione di prova individuale o di gruppo.

Suonare il violino rende migliori?

Essere costanti, non mollare mai, restare determinati in vista del proprio obiettivo: ecco cosa molti genitori sperano per i propri figli. Ed ecco cosa accentua, in molti soggetti, la pratica precoce del violino come strumento musicale principale.

Come rivelato da diversi articoli della rivista musicale Musica Perception, sono ben più d’uno gli studi dei ricercatori che, come quello realizzato presso l’Università Bicocca di Milano, mettono in evidenza la beneficità della pratica del violino nello sviluppo e nel mantenimento ottimale del cervello.

La corteccia prefrontale di una persona che non ha mai toccato uno strumento, quella di un musicista dedito al pianoforte e quella di un violinista, stando alle ricerche, lavorano davvero in modo diverso. Ciò è svelato dal ricorso ad immagini scanner, scattate in varie circostanze - ad esempio durante lo stesso ascolto di un brano eseguito al violino, da parte delle tre diverse categorie di soggetti.

Un violinista giovane-adulto faticherà meno di chiunque altro, nello svolgere attività comuni. Ciò si deve al particolare sviluppo e all’allenamento del cervello, durante gli anni di studio e pratica del violino.

In età avanzata ed anziana, il cervello di un violinista apparirà, a parità di anno di nascita, ben più attivo e performante in un violinista, che non in una qualsiasi altra persona.

Studi relativi all’età infantile, poi, mostrano che il bambino che segue un corso di violino per almeno due anni sviluppa capacità linguistiche e letterarie assai più notevoli di quelle dei coetanei totalmente “a digiuno” nella pratica del violino.

Quando e come avvicinare i bambini allo studio del violino

Tutti noi nasciamo con un imprinting ritmico, che ci proviene dal funzionamento embriocardico.

Alcuni di noi, crescendo, affinano particolarmente il senso del ritmo e della musica, mentre altri lasceranno che questa naturale propensione si affievolisca un po’.

Gli incontri con strumenti musicali anche rudimentali, insegnanti ed ambienti musicali a casa o fuori, giocano un ruolo-chiave nel seguito musicale della vita di ognuno.

Se si ha la possibilità, e soprattutto se si nota una particolare propensione musicale in un bambino di due o tre anni, è utile ed auspicabile assecondare le tendenze naturali, magari predisponendo una situazione musicalmente favorevole: manipolazione di strumenti musicali, ascolto di musica classica e sinfonica, esperienze di alfabetizzazione musicale precoce.

Il violino, certamente, non è il primissimo strumento che ci si sogni di proporre ad un bambino! Tuttavia, è pur vero che i maggiori violinisti sono coloro che fin da piccolissimi (al massimo attorno ai sei anni) hanno avuto la fortuna di scoprire e apprendere come suonare il più acuto degli strumenti ad arco. Insomma, come nello sport, anche nella musica esiste una sorta di “età critica”, superata la quale l’apprendimento può divenire meno spontaneo, più macchinoso e di dubbio successo.

Proprio come avviene nell’apprendimento di diverse altre discipline – le lingue straniere, ad esempio – e nella scoperta degli sport, all’inizio la cosa migliore è dedicarsi al violino pochi minuti ogni giorno.

Attestandosi attorno ad una media compresa tra i 15 ed i 30 minuti di studio e pratica, ad esempio, il bambino che studia violino potrà consolidare le scoperte sopraggiunte a lezione di violino (una o due volte a settimana). Suonare ed esercitarsi ogni giorno consente di mantenere e solidificare la conoscenza e la memoria dei gesti scoperti, senza dover ogni volta ricominciare da zero, con muscoli e cervello.

Con l’avanzare dell’età - ad esempio dopo i dieci anni - si tenderà a voler praticare molto di più il violino, se la passione si è trasformata in qualcosa di consustanziale alla vita quotidiana; oppure, al contrario, a voler abbandonare lo strumento, qualora si sia trattato di un’infatuazione passeggera e non si regga il ritmo di studio. È anche a questo punto che, di solito, si delinea meglio l’idea di una carriera musicale o di una pratica semplicemente amatoriale del violino o di altri strumenti musicali. La cosa più importante è che suonare sia sempre un piacere!

Le domande più frequenti:

💶 Quanto si paga per assistere a un corso di violino a Torino?

A Torino, il costo medio di un corso privato di violino è di 22 e può variare per tre motivi.

A Torino, il prezzo medio per una lezione di violino è di 22€ /ora. Il costo cambia a seconda dell'insegnante, poiché è l'insegnante stesso/a a deciderlo.

Gli/le insegnanti tengono in conto l'esperienza e i titoli, il luogo dove le lezioni avvengono (a casa dell'allievo/a, a casa del/della docente, oppure in rete); la regolarità, la durata delle lezioni, o ancora competenza dei/delle professori/esse di violino in zona.

 

La maggior parte dei/delle nostri/e docenti di violino offre la prima lezione

 

Dai un'occhiata i prezzi dei/delle insegnanti di violino vicino a casa tua facendo una semplice ricerca su Superprof.

✒️ Su Superprof, qual è il voto medio attribuito ai/alle nostri/e insegnanti di violino a Torino?

Con un totale di 7 commenti ricevuti, i/le maestri/e di violino a Torino hanno ottenuto un voto medio di 5,0 su 5.

 

Dietro Superprof c'è un'équipe disponibile tutta la settimana per risolvere qualsiasi dubbio. Puoi contattarci per telefono o via e-mail, oppure consultare questa sezione dove rispondiamo alle domande più frequenti.

💻 Si può imparare a suonare il violino a distanza con un/una prof trovato/a su Superprof?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni a distanza sono più economiche rispetto a quelle faccia a faccia perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

I corsi di violino via webcam sono un'eccellente opportunità per continuare a imparare da casa.

🎻Perché prendere un corso a domicilio di violino a Torino?

La violino è uno degli strumenti più amati. Se sogni di poter suonare il tuo brano di musica classica del cuore su un palco, o se sei ipnotizzato/a dall'eleganza di questo strumento, qualche lezione di violino è quel che ti serve!

 

Questo strumento offre diversi vantaggi rispetto ad altri. Per iniziare, è uno strumento non caro, se lo paragoniamo ad esempio a un pianoforte, e si può facilmente trovare un buon modello per meno di 200 euro.

 

Secondariamente, il violino è molto facile da trasportare, a differenza della batteria! Puoi portarlo ovunque, per strada, in vacanza, alle serate con gli amici, e in qualsiasi momento puoi improvvisare un piccolo concerto quando ti prende la voglia.

 

Terzo, per l'unicità del suono. Il violino non è lo strumento più facile da suonare, e richiede una certa conoscenza del solfeggio, ma ha un suono unico che da secoli affascina gli appassionati di musica. Con un po' di perseveranza, in poche settimane sarai capace di eseguire i brani più semplici. Inoltre, il violino non è solo adatto alla musica classica: puoi avanzare anche imparando poco a poco brani pop di cantanti che ti piacciono. Su internet potrai trovare moltissimo materiale: spartiti, tutorial e consigli per perfezionarti.

 

Quarto, un violino è un buon mezzo per aiutarti ad affermare la tua personalità. Suonare questo strumento ti permette di sviluppare la tua creatività, liberare le emozioni e accrescere la fiducia in te stesso/a. Essere creativo può essere anche un bonus nell'ambito professionale e permetterti di trovare soluzioni originali a problemi quotidiani.

 

Cosa aspetti a diventare il/la violinista più famoso/a della nostra epoca?

⏰ Quanti/e professori/resse sono disponibili a impartire ripetizioni di violino a Torino?

L'offerta di insegnanti di violino a Torino è importante. Si contano più di 37 docenti disponibili per dare corsi privati di violino.

 

Guarda i/le docenti di violino presenti a Torino e contatta l'insegnante che si adatta a quello che cerchi.

 

I criteri che ti possono orientare per scegliere un/ua maestro/a privato/a di violino sono:

  • Il prezzo. Ricordati di controllare con precisione le tariffe e verificare se vengono proposte formule speciali per un pacchetto di lezioni, o per i corsi in piccoli gruppi.
  • Il luogo. Dove si svolgeranno le lezioni? L'insegnante deve spostarsi o sei tu a doverti muovere?
  • L'esperienza dell'insegnante. Sia come professore/essa di violino, sia come violinista.
  • Le valutazioni degli/delle ex allievi/e.

Seguendo questi criteri, trovare il/la tua/a insegnante ideale sarà un gioco da ragazzi!