Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quali accessori portare a lezione di yoga?

Di Igor, pubblicato il 26/08/2019 Blog > Sport > Yoga > Cosa Mettere nella Borsa del Corso di Yoga?

Lo yoga si inserisce laddove finisce il fiato.

Abhinavagupta

Lo yoga è una disciplina che negli ultimi cinquant’anni ha fatto parlare di sé innumerevoli persone. Sempre di più. Sottende una filosofia di vita fatta di temperanza, moderazione, valori di base. Come non sentirsene ispirati ed attratti. quanto meno una volta, per prova…?

Secondo le federazioni di yoga esistenti in Europa, diversi milioni di persone oggi in questo continente vi si dedicano assiduamente. Solo in Italia, ad esempio, se ne contano più di due milioni!

Se digiti yoga Milano o yoga Roma, del resto, troverai moltissimo materiale, sia come allievo, sia come semplice curioso, che intenda saperne di più e vedere quanta gente vi si dedica nel tempo libero o come professione.

Una delle chiavi del successo di questa fantastica e pacifica disciplina risiede indubbiamente nel fatto che essa si fonda su valori oggi piuttosto condivisibili, i quali portano, poi, ad avere un pensiero globalmente incentrato su una vita più sana, più semplice, con meno stress, meno aggressiva nei confronti degli uomini, degli animali e dell’ambiente.

La giornata mondiale dello yoga cade il 21 giugno, per chi ancora non lo sapesse.

Come conviene equipaggiarsi, allora, per recarsi ad uno dei numerosissimi eventi che nel giugno 2020 avranno luogo gratuitamente in tutte le maggiori piazze d’Europa?

Diversi accessori possono essere acquisiti e adoperati per anelare alla condizione di futuro piccolo perfetto yogi!

Sapere cosa ci si aspetta da un corso di yoga

E se puoi farlo con le sole tue forze, certamente con alcuni accessori andrà ancora meglio. Allineare corpo e mente, questo si prefigge lo yoga!

Si definisce spesso lo yoga una disciplina atta a far rilassare. Di certo è una pratica che distende, tuttavia le cose sono ben più complete e complesse.

Lo yoga nasce in India, più di 5.000 anni fa. Si è poi sviluppato, diffuso, trasformato, arricchito, completato. Fino a potere addirittura corrispondere agli odierni stili di vita, alle necessità che noi sentiamo, le quali, certamente, differiscono da quelle dei nostri lontanissimi avi indiani.

Esistono, oggi, diversi tipi di corsi di yoga, diverse categorie e sottocategorie sono state inventate: yoga pilates, yoga nidra, yoga dinamico, yoga kundalini, yoga per bambini ed ancora yoga bikram.

Ogni singolo termine richiama, alla fin fine, dei principi, dei valori e, soprattutto, dei benefici che le pratiche suddette intendono assicurare ai praticanti. Si tratta anche di aspettative che i praticanti hanno in mente quando si rivolgono ad una palestra. Si parte, di solito, con l’intento di guarire qualche piccolo male: schiena, nervo sciatico, sovrappeso, stanchezza, fiacchezza muscolare, nervosismo … e si finisce con l’ottenere tutti gli altri vantaggi, con una pratica seria e regolare. Addominali, modellamento del corpo, abbandono di vizi vari … ripresa di energia e regolazione corretta degli ormoni.

Lo yoga è uno sport davvero completo, a 360 gradi. Esso fa lavorare molte parti del corpo. Ma molta gente non si aspetta tutto questo, quando inizia a praticarlo. Lo scopre cammin facendo. Conta molto, ovviamente, il tipo di yoga verso cui indirizzarsi. Per scegliere bene, conviene fare il punto sulle proprie aspettative e a tal fine, riflettere sul senso da dare alla propria esistenza.

Lontano dallo spirito battagliero di diversi altri sport, lo yoga può consentirci di avanzare:

  • Rinforzando i muscoli, l’addome, i glutei,
  • Stirare i nostri muscoli,
  • Lavorare sulla nostra colonna vertebrale,
  • Prepararci alla meditazione,
  • Assumere, quotidianamente, una postura più dritta,
  • Mettere in evidenza una ripresa della forma apprezzabile, che concerne l’intero fisico, in ogni sua parte,
  • Lavorare sulla flessibilità e l’elasticità,
  • E…molto altro ancora!

Così facendo, diventa facile fare il punto sui proprio obiettivi. Reperire il tipo di yoga che si adatta meglio ad ognuno di noi. Riuscire a praticarlo con successo.

Servono dunque degli accessori per la pratica dello yoga?

Esistono vestiti specifici per lo yoga femminile?

Lo yoga può essere praticato ovunque ci si trovi ed in qualsiasi momento, o servono accessori che non possono essere trasportati?

Il tappetino per i corsi yoga

Nella pratica in palestra, è sempre consigliato posizionarsi su di un tappeto, per evitare il freddo e per non scivolare. Il tappetino è forse l’unico accessorio imprescindibile nello yoga!

Il tappeto è probabilmente il solo accessorio quasi obbligatorio, se si intenda darsi allo yoga. Ne esistono davvero di vario tipo, prezzo, materiale, livello….

Ti consigliamo di prendere in considerazione i seguenti criteri, se vuoi orientarti verso l’acquisto di un tappeto per lo yoga:

  • Lo spessore: più si è comodi e stabili, meglio si fa yoga,
  • La leggerezza, giusto per non trascinarsi dietro un peso, andando a lezione di yoga. Ciò vale soprattutto se la palestra è lontana da casa e si va a piedi o con i mezzi pubblici,
  • Il materiale specifico con cui il tappetino è stato fabbricato. Ciò dipende dalla resa e dai gusti, nonché da valori di riferimento relativi all’eco-compatibilità,
  • Il prezzo, che spesso è il criterio davvero determinante, al momento dell’acquisto. Non dovrà essere esorbitante, diciamo, ma tutto dipende dalle disponibilità.

Lo yoga è anche alla base di una vera e propria industria, oggi. Esistono innumerevoli dettagli, relativi al materiale per questa disciplina: materassino antiscivolo, anti sudore, in schiuma, a memoria di forma. Lavabilità, facilità del trasporto e della messa in ordine.

Insomma, oggi il progresso finisce col metterci in difficoltà…al momento di scegliere qualcosa, se si dispone di mille possibilità.

Le cinghie da usare durante le lezioni yoga

La cinghia non è certamente uno dei primi accessori che venga in mente quando si pensi allo yoga. Ed in effetti, alla base, lo yoga non richiede nessun accessorio. Le cinghie vengono oggi usate per riuscire ad andare un po’ più lontano durante le posture. Sono considerate un alleato, dai praticanti di certe discipline, mentre sono deprecate dai classici dell’hata yoga.

Ne esistono di vario tipo.

Mola gente si trova bene con questo accessorio, perché ritiene che assicuri una facilitazione della pratica, del mantenimento dell’equilibrio e dell’allungamento. Da provare… Molti ritengono che gli effetti della pratica siano in tal modo decuplicati …

Allora che fare? Restare sul classico o sfruttare i ritrovati odierni?

Se la cosa può risultare incoraggiante, perché non provare questa “diavoleria”…

Esistono vestiti maschili per lo yoga?

I mattoncini da utilizzare durante i corsi di yoga

Alcune posture che riuscirai a fare, oltre a darti benessere, saranno anche belle da vedere. Anche tu, se pratichi con assiduità, potrai raggiungere determinati risultati!

Non lasciamoci intimorire dal termine … non siamo ancora nel campo delle arti marziali!

Diciamo che il mattoncino può anche rimpiazzare o essere rimpiazzato da un cuscino. E servono, entrambi, per aiutare a mettersi più correttamente in una determinata postura, qualora la lezione abbia in sé delle resistenze, degli irrigidimenti, dei limiti oggettivi, che renderebbero troppo difficoltosa lo svolgimento di una postura.

In legno, paglia, fieno, esistono diversi modellini, in commercio. E lo yoga, grazie a questo semplice oggettino, può diventare più dinamizzante.

Si può andare più lontano in ogni postura che lo richieda e sentirsi motivati, in effetti. Ecco perché la cosa dovrebbe funzionare, tanto più che i prezzi non sono affatto proibitivi, in commercio.

La stuoia per il tuo corso yoga

Sudare su un tappetino è il massimo, se sei un batterio. Ma non è così bello per noi… L’asciugamano sottile, la pashmina, la stuoietta. Tutti questi accessori possono andare bene; Questione di gusti.

Il sudore non è un ottimo alleato per l’igiene. La materia di cui è composta la stoffa che adagerai sul tuo tappetino, insomma, è evidentemente importantissima e andrà scelta con estrema cura. Ciò non significa, di certo, rovinarsi economicamente, ma scegliere con consapevolezza cosa si compra;

In molti utilizzano ben due stoffe, andando a yoga: una da mettere sul tappeto, l’altra per asciugare il proprio sudore mano a mano che praticano la disciplina.

Del resto, un telo in microfibra non occupa poi tutto questo spazio ed è facile portarsene dietro ben due, senza essere schiacciato dall’eccessivo peso del bagaglio. Igiene e comodità andranno a braccetto.

I vestititi da indossare durante la lezione yoga

Probabilmente, non avevi mai pensato al fatto dell’abbigliamento, ma esso è rilevante anche nello yoga. Gli abiti ti consentiranno o ti impediranno di muoverti correttamente, di sentirti a tuo agio e di dare il meglio, durante la lezione di yoga.

La scelta dell’abbigliamento per lo yoga si basa su diversi criteri: la possibilità di lasciar respirare la pelle, il prezzo, l’estetica, il gusto personale, l’amore per i colori, la predilezione per i materiali di un certo tipo …

Un abito deve ovviamente piacere, oltre a rappresentare una scelta ottimale dal punto di vista sportivo ed economico.

Comodità, igiene sono ugualmente indispensabili, durante una lezione di yoga.

Ovviamente, anche la resistenza del tessuto gioca un ruolo rilevante: l’indumento usato per lo yoga non dovrà risultare troppo sottile, durante le posture, strapparsi, corrodersi se ci si strofina a terra…

Detta così, la cosa pare proprio semplice. Ma trova tu un tessuto elastico, che non faccia sudare, che non sia troppo attillato, che non scappi via lasciando intravedere il tuo sedere, mentre fai le posture….

Il cotone è da sempre il materiale preferito, da coloro che temono il sudore. Tuttavia, oggi, i ritrovati tecnologici fanno sì che si disponga di innumerevoli materie adattissime allo sport: e si va dal materiale riciclato, al sintetico, passando per la micro-fibra, l’elastame, la seta anti-umidità … Esiste davvero una vasta panoplia di possibilità per stare comodi freschi e puliti, mentre si pratica sport.

È utile anche saper scegliere bene tra i tipi di pantaloni: leggings o pantaloni comodi e larghi? L’importante è che il vestito non ostacoli l’elasticità e i movimenti, durante le posture.

La chiave di una buona pratica è sentirsi bene, come si è vestiti. A tal fine ti consigliamo anche di non indossare bracciali ed altri oggetti metallici. Eviterai i graffi, ma anche di rovinare i tappeti e, soprattutto, di subire conduzioni elettriche inappropriate durante la pratica dello yoga.

Quanto costa il materiale per lo yoga?

Altri accessori per le lezioni di yoga

Segui i nostri consigli per individuare quali accessori siano veramente irrinunciabili a lezione di yoga. Gli sforzi richiesti da alcune posture potranno essere alleviati da alcuni accessori!

Oltre agli strumenti per già citati, molti si trovano bene ad utilizzare il famoso pallone …

Il pallone e il maestro yoga

Il pallone consente di variare un po’ gli esercizi. Consente di lavorare sull’equilibrio. Essendo instabile per natura, il pallone ci costringe a possedere noi stessi un equilibrio.

Teniamo presente che il pallone è utilizzato per praticare lo stretching e in alcune posture di un’altra disciplina, strettamente derivante dallo yoga: il pilates. Anche la meditazione può richiederne l’uso, al volte.

La borsa per andare a lezione di yoga

La borsa è il compagno ideale dello yogi. Se è dotato di diverse tasche ti consente di reperire al volo tutto ciò di cui hai bisogno: fazzoletti, acqua, barrette energetiche, ricambi, asciugamani …

Visto cosi, il borsone non è un accessorio, ma un elemento indispensabile.

Lo yoga è una disciplina completa, normale che richieda tutto un insieme di oggetti, che interessano vari momenti e varie parti del corpo. No?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar