Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quanto si spende per diventare cuochi?

Di Francesca, pubblicato il 07/12/2018 Blog > Arte e Svago > Cucina > Quanto Costa un Corso di Cucina?

“Devi mettere il tuo cuore in cucina.” – Rosa Lewis

Imparare a cucinare in tenera età è un’ottima idea per acquisire delle buone abitudini alimentari, limitare l’acquisto di piatti pronti e migliorare così la salute in maniera sostenibile.

Per molti italiani, la cucina sembra essere ancora un affare di famiglia, un sapere trasmesso di generazione in generazione.

E se sei tra quelli che non hanno avuto questa possibilità, forse potresti voler prendere lezioni di cucina. Sì, ma come scegliere tra le tante opzioni disponibili?

Andiamo a scoprirle insieme!

Prendere lezioni in una scuola di cucina

Prendi ispirazione dai grandi chef! Imparare dai grandi chef ti aiuterà a diventare il migliore!

Per impressionare i tuoi cari con una degustazione o semplicemente per migliorare le tue tecniche culinarie e imparare a realizzare le ricette degli chef stellati, puoi seguire corsi di pasticceria, corsi di degustazione di vino o lezioni di cucina francese in una scuola di cucina specializzata.

“Il consumatore di oggi è infedele, è uno zapper, quindi deve essere sedotto da cose diverse.” – Alain Ducasse

La cucina di Alain Ducasse non ha bisogno di presentazioni. Questo grande chef stellato sostiene che la cucina sia una storia d’amore ed è con questo in mente che ha aperto la sua scuola di cucina per offrire a tutti, dilettanti e professionisti, lezioni di cucina in un ambiente amichevole.

Piccolo problema: la sua scuola si trova a Parigi! Ma se il tuo obiettivo è imparare da uno dei migliori chef al mondo, perché non regalarti una full immersion culinaria nella capitale francese? Le sue lezioni partono da 90 € e si concentrano su diversi temi, tra cui:

  • cucina per bambini,
  • cucinare come uno chef,
  • cucina tradizionale,
  • cucina del benessere,
  • cucina vegetariana.

Parigi non fa per te? Puoi trovare eccellenti scuole di cucina anche in Italia! A Milano, ad esempio, la Food Genius Academy offre uno spazio di 750 mq con laboratori dotati delle migliori attrezzature e forniture professionali e un’offerta formativa di corsi e workshop sia amatoriali e professionali.

Se Gualtiero Marchesi è il tuo idolo culinario, non c’è scuola migliore dell’Alma di Colorno, in provincia di Parma. Fondata dallo stesso chef italiano, si tratta a tutti gli effetti del più autorevole centro di formazione della cucina italiana a livello internazionale, con corsi di ogni tipo: cucina e pasticceria, bar e sommelier, management e sala.

Per una conoscenza approfondita del cibo e della cucina, l’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo, in provincia di Cuneo, offre percorsi di studio tradizionali ma anche numerosi corsi a livello amatoriale, con interessanti incontri con esperti del settore.

In Veneto, nella città di Vicenza, sono ben due gli indirizzi da segnare. Il primo è quello dell’Università del Gusto, che offre una formazione specializzata per il settore della ristorazione. Il secondo è quello del Master della Cucina Italiana, un’accademia di cucina professionale che vede al suo interno un corpo docente formato da oltre 20 chef stellati.

Dopo aver appreso le basi, sarai in grado di creare nuove ricette con prodotti stagionali e di qualità. Un buon modo per diventare un bravo chef, ma tutti questi corsi hanno un costo decisamente elevato…

Naturalmente, dovrai anche acquistare le giuste attrezzature da cucina.

Imparare a cucinare con i laboratori collettivi di cucina

Le lezioni di cucina di gruppo sono sempre utili! Confrontarsi con altre persone è sempre un bene!

Prendere lezioni in una scuola di cucina è un passo piuttosto personale e individuale. Ma cucinare è anche sinonimo di condivisione e convivialità. Se questo è quello che cerchi, ti consigliamo di partecipare a qualche laboratorio culinario collettivo.

È un ottimo modo per imparare condividendo saperi, segreti e piacevoli momenti con gli altri.

I laboratorio di cucina offrono una vasta gamma di corsi di tipologia diversa:

  • pasticceria,
  • cake design,
  • tapas,
  • cucina vegana,
  • cucina giapponese.

Dipende tutto dalla città in cui ti trovi e dalle tue necessità!

Seguendo dei laboratori, potrai apprendere le diverse tecniche culinarie, le ricette semplici per la tua vita quotidiana, imparare a realizzare i dolci della pasticceria napoletana o rivisitare piatti tradizionali, ad esempio.

Potrai anche trovare lezioni dedicate all’abbinamento tra cibo e vino.

Iniziare la tua riconversione professionale in cucina

Se imparare a cucinare è un’esigenza vitale per te e desideri aprire il tuo ristorante gourmet o qualcos’altro, è meglio che tu acquisisca una base solida.

Per aprire un semplice bar o un ristorante, devi obbligatoriamente seguire un corso di Somministrazione di alimenti e bevande, per acquisire il certificato HACCP che ti consentire di svolgere regolarmente la tua attività.

Cerca quello più vicino a te: numerosi enti di formazione offrono questo tipo di corso gratuitamente o finanziato parzialmente dalla regione.

La cucina è un lavoro che necessita di rigore e concentrazione! Cucinare richiede concentrazione e vigore!

Nell’ambito di questo corso, affronterai vari aspetti, tra cui:

  • la teoria (regole igieniche, organizzazione in cucina, conoscenza dei prodotti e rischi per la salute, basi in cucina);
  • la prevenzione della salute ambientale (contratti professionali, pronto soccorso, gestione del budget o persino loghi aziendali);
  • le produzioni pratiche e culinarie.

È possibile imparare a cucinare gratuitamente?

Corsi di cucina fin da giovani: l’Istituto Alberghiero

I veri appassionati di cucina, gastronomia, pasticceria, e, più in generale dell’arte della tavola, possono seguire la propria passione  fin dalla tenera età. L’Istituto Alberghiero può rivelarsi essere una scelta vincente per chi sa già che vorrà lavorare come cuoco o cameriere. I futuri chef, un volta usciti dall’istituto, avranno in mano un diploma professionalizzante che gli aprirà le porte a diverse possibilità: chef, cuochi, pasticceri, sommelier, camerieri, barman, responsabili di sala, gestori di locali, bar o ristoranti. Ma non solo: con un diploma di questo tipo in tasca, si può anche fornire consulenza ai ristoranti, agli alberghi e alle industrie alimentari o diventare food and beverage manager.

Chi ha scelto di puntare sui servizi turistici può, invece, fare il receptionist, il portiere, l’addetto all’accoglienza nei ristoranti, negli alberghi, nelle fiere o nei congressi, il tour operator, la guida turistica, l’animatore, l’interprete turistico, il gestore di agenzia di viaggi, il consulente e il formatore. O può scegliere di lavorare presso un ente di promozione turistica, pubblico o privato.

Le possibilità certo non mancano!

E se prendessi lezioni private di cucina?

Per progredire rapidamente, per perfezionarti in una tecnica precisa o per imparare una ricetta particolare, hai mai pensato alle lezioni private?

Superprof collega cuochi professionisti ad apprendisti cuochi. 165 insegnanti sono a tua disposizione in tutta Italia a partire da 8€ all’ora.

Sono diversi i criteri da prendere in considerazione nella scelta dell’insegnante privato di cucina:

  • l’area geografica,
  • l’esperienza e / o il diploma del professore,
  • i tuoi obiettivi,
  • il tuo budget.

I condimenti sono indispensabili per una buona cucina! I condimenti giusti rientrano tra le basi da acquisire in cucina!

Sulla piattaforma di Superprof, sono gli insegnanti a stabilire le loro tariffe. Non prendiamo alcuna commissione sulle lezioni.

In qualità di studente, potrai metterti in contatto con tutti gli insegnanti di qualsiasi materia, disponibili ovunque in Italia. L’abbonamento annuale costa €49 e si attiva quando l’insegnante accetta la richiesta, non prima. Paghi soltanto una volta e puoi inviare quante richieste vuoi, per qualsiasi materia.

La prima ora di lezione è spesso gratuita e ti consiglio di sfruttarla per “testare” l’insegnante.

In effetti, raramente questa prima ora può essere considerata una lezione in senso stretto. È meglio utilizzarla per approfondire alcuni aspetti:

  • la pedagogia utilizzata,
  • lo svolgimento di un corso,
  • temi possibili,
  • perseguimento degli obiettivi…

Semplicemente per capire se vai d’accordo con l’insegnante! Anche la sensazione è importante, trascorrerai molto tempo in sua compagnia, in modo che tu possa sviluppare una vera relazione con lui.

Quali sono le migliori ricette economiche?

Costo di una lezione di cucina

Iniziare a cucinare significa anche concentrarsi sull’apprendimento di un nuovo vocabolario di termini tecnici dedicati a questo campo.

Cosa significa cesellare?

Significa tagliare a cubetti piccoli, ma anche incidere un pesce o una carne ad angolo per facilitarne la cottura.

Cosa significa glassare la carne?

Glassare le carne significa colorarla utilizzando il suo stesso succo.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar