Pagina iniziale
Dare lezioni

Corsi di cucina a Milano

12 insegnanti straordinari vicini a casa tua

Qual è il tuo livello?

Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti
di cucina a Milano

Visualizza più insegnanti

4.8 /5

Insegnanti Star con un punteggio medio di 4.8 stelle e più di 3 commenti positivi.

34 €/ora

Le migliori tariffe: 58% degli insegnanti offre la prima lezione e un'ora di lezione costa in media 34€

9 h

Rapidi come saette, gli insegnanti ti rispondono in media in 9h.

01

Trova
l'insegnante ideale

Consulta tutti i profili in piena libertà e contatta l'insegnante che avrai scelto in base ai tuoi criteri (tariffa, commenti, certificati, modalità di svolgimento delle lezioni).

02

Organizza
i corsi e le lezioni

Scrivi all'insegnante selezionato per comunicargli le tue necessità e le tue disponibilità. Organizza le lezioni e pagale in tutta sicurezza direttamente dalla tua chat.

03

Vivi
nuove esperienze

Il Pass Alunno ti permette un accesso illimitato alla banca dati di tutti gli insegnanti, maestri e coach per 12 mesi. Un anno intero per poter scoprire nuove passioni con degli insegnanti straordinari!

Scopri tutte le nostre lezioni di cucina

Corsi di cucina Milano con i migliori insegnanti

Perché prendere lezioni di cucina a Milano

Che sia un hobby o una vera e propria passione, l’arte culinaria da sempre affascina molti italiani. Conosciuta in tutto il mondo per la qualità e la varietà della sua cucina, l’Italia è in effetti uno dei paesi preferiti da chi ama mangiar bene.

Una recente ricerca Doxa mostra che il 60% degli italiani amano cucinare.

La regione di Milano non fa eccezione. Dalla cucina molecolare degli chef come Ferran Adrià alle “ricette della nonna” da preparare con amore per tutta la famiglia, ognuno di noi ha un tipo di cucina prediletto. E a Milano, le specialità non mancano. Riso, polenta e carne sono alla base dei migliori piatti del nord Italia.

Ecco qualche esempio delle specialità tipiche di Milano:

  • Il risotto alla milanese, insaporito con midollo, zafferano, cipolla, grana padano e vino bianco.
  • I mondeghili, simili a polpette, vengono ottenuti dalla lavorazione degli avanzi del lesso, un’altra ricetta tipicamente milanese.
  • Il rustin negà, in italiano “arrostino annegato”. La carne di vitello è annegata nel vino e nel brodo.
  • La trippa alla milanese, anche conosciuta come  “busecca”. Questo piatto è talmente emblematico che gli abitanti di Milano vengono anche scherzosamente chiamati busecconi o mangia-trippa.
  • La Cassoeula, a base di carne di maiale e di verze, fa parte della tradizione lombarda più di qualsiasi altra pietanza.

Imparare a selezionare i prodotti di stagione per cucinare piatti prelibati e sani è un buon modo di far piacere ai propri cari. E prendere lezioni di cucina alimenta il piacere di cucinare. La cucina è  infatti da sempre una pratica basata sulla condivisione e sulla convivialità.

Per la maggior parte delle famiglie italiani i pasti sono momenti davvero importanti in cui tutti i membri si ritrovano intorno alla tavola. Imparare a cucinare alla milanese permette di immergersi nella cultura locale e di conoscere al meglio la propria città. Non esitate a passeggiare nei viversi quartieri della città e a gettare un occhio ai menù dei ristoranti per capire quali sono le ricette più in voga.

Cucina molecolare, cucina gastronomica, piatti e vini, antipasti, primi, secondi, dessert, ecc… studiate tutti i piatti proposti e trovate l’ispirazione!

E se le ricette dei ristoranti non vi soddisfano non preoccupatevi: nei corsi di cucina imparerete a preparare una grande varietà di ricette per tutti i gusti. Un ottimo modo per fare nuovi incontri e conoscere altri appassionati di cucina come voi!

Dove trovare corsi di cucina a Milano

A Milano, seconda città più grande d’Italia, Le attività culturali e divertenti non mancano di certo. Danza, musica, teatro, sport e ovviamente anche corsi di cucina, il capoluogo lombardo offre tutto quello che potete desiderare!

Con più di 1,3 milioni di abitanti, il capoluogo lombardo propone numerosi corsi cucina. Nelle scuole di cucina o tramite i corsi privati, con cuochi, chef stellati o appassionati, troverete ogni sorta di corso.

Allora al posto di restare a casa con l’ultimo libro di Benedetta Rossi o di Marco Bianchi sul comodino, perché non scegliere un professore privato o delle lezioni cucina in gruppo? 

Imparare a fare la pasta in casa durante un corso di cucina o preparare l’arrosto seguendo la ricetta originale per stupire famigliari e amici, tutto è possibile.

Ma quali sono i migliori luoghi di Milano per imparare a cucinare?

I corsi di cucina si trovano un po’ ovunque nella città. Che scegliate di imparare a cucinare con i grandi chef come all’accademia Gualtiero Marchesi o al Congusto Gourmet Institute, uscirete dai corsi con tante conoscenze in più e tante nuove ricette in testa.

Molti corsi mescolano i piatti milanesi più tradizionali alla cucina mediterranea e internazionale.

I professori privati vi permetteranno invece di fare un corso cucina direttamente a casa vostra. Un grande vantaggio se non avete il tempo di attraversare la città.

E anche se i metodi di un grande chef e quelli di un cuoco amatore non sono ovviamente gli stessi, i corsi sapranno darvi le stesse basi. I grandi cuochi insegnano generalmente qualche trucco facendo preparare le migliori ricette.

Certi corsi propongono anche di imparare ad abbinare i vini alle ricette.

Un ottimo modo per diventare esperti divino e cominciare a padroneggiare l’enologia.

Per trovare i corsi più vicini a casa vostra, basta cliccare “corso di cucina” su internet. La geolocalizzazione si occuperà del resto.

Come imparare a cucinare a Milano?

Cucina milanese, risotti, pizzoccheri, cucina lombarda, cucina tradizionale, polenta, casoncelli, tortelli mantovani, cassoeula… ricordatevi di consultare il programma dei corsi per essere sicuri che questi ultimi vi corrispondano alle vostre esigenze!

Lezioni di cucina, scuola di cucina, corsi di pasticceria, lezioni con uno chef… tanti sono i modi per mettersi ai fornelli. A seconda che scegliate un professore rispetto a un altro, i tipi di corsi possono variare.

Tuttavia, le conoscenze restano le stesse e si trasmettono spesso come i segreti di famiglia.

Come fare quindi per diventare il prossimo Gualtiero Marchesi? Prima di tutto sappiate che le basi in cucina vengono insegnate un po’ ovunque. Che pratichiate con un professore privato, con un corso di cucina domicilio o un corso di cucina di gruppo sotto la guida di un grande chef, i cuochi cominciano la maggior parte del tempo con l’insegnare come preparare la pasta e le salse.

L’altro punto importante quando si cucina è ovviamente la cucina stessa, nel senso fisico del termine.

Dovete disporre di tutti gli strumenti necessari per tagliare, mescolare, friggere, ecc…, tutte tappe importanti durante la preparazione di una ricetta. Ma i corsi di cucina non hanno il piatto finale come solo obiettivo. I professori e cuochi possono anche dedicare un po’ di tempo a spiegare agli allievi come riconoscere e scegliere un buon prodotto fresco.

Conoscenze che difficilmente si imparano da soli, insomma. Ecco perché è importante rivolgersi a un professionista dei fornelli. I cuochi esperti possono anche insegnare come combinare i sapori per creare gusti sorprendenti, una competenza non scontata per chi inizia a cucinare.

I corsi di cucina sono abbastanza simili da una città all’altra, da un professore all’altro. Ma i professori privati offrono comunque qualche vantaggio.

Per padroneggiare la cucina del mondo, la cucina vegetariana, o semplicemente la cucina mediterranea, un professore privato riuscirà più facilmente a mettersi nei panni dell’allievo, per spiegare le astuzie e i trucchi con un linguaggio chiaro e comprensibile. Uno chef dispone spesso di un materiale di cucina relativamente diverso da quello di un principiante.

Inoltre i professori privati sono spesso persone originarie della regioni, che possono insegnarvi i piccoli segreti della cucina locale e le ricette della nonna. Comunque vada, solo la pratica è davvero efficace per progredire.

Bisogna quindi allenarsi più volte prima di riuscire a preparare un risotto alla milanese o la famosa cassoeula.

Come scegliere un insegnante di cucina a Milano?

Per progredire rapidamente e con facilità in qualsiasi ambito, è essenziale sentirsi a proprio agio con il professore e scegliere la persona giusta.

La cucina non fa eccezione. Gli aspiranti cuochi imparano molto più in fretta quando il professore è adatto al loro livello. Inutile quindi andare a cercare il migliore chef stellato di Milano se siete solo principianti. Il livello sarà talmente alto che rischiate solo di scoraggiarvi.

Comunque vada, quando sarete di fronte a un annuncio di corsi di cucina è importante fare attenzione a qualche elemento. Prima di tutto, informatevi sul livello del professore di cucina, ma anche per le sue specialità.

È più specializzato in cucina mediterranea o in cucina indiana? È un cuoco amatore o un uno chef professionista?

Anche la tariffa dipenderà da questo. Non ha senso spendere una fortuna per i corsi di cucina nei ristoranti pregiati quando un semplice appassionato di gastronomia esperto in piatti tipici milanesi saprà soddisfare ampiamente le vostre ambizioni. Valutate anche gli spostamenti da effettuare per presentarvi ai corsi.

O il supplemento da pagare al vostro professore se questo si sposta per venire a casa vostra. Cucina francese, apericena, atelier culinari, enologia, cucina giapponese, cucina gastronomica, abbinamenti vino-piatti, corsi per bambini, cucina mediterranea, cucina bio, creazione di un libro di ricette, menù completi, le basi della cucina, piatti a base di riso, polenta, o carne, ecc… esistono tantissimi modi di cucinare!

Ogni professore elabora un programma o chiede il parere ai propri alunni quando si tratta di piccoli gruppi. Ecco perché è importante privilegiare i corsi di cucina in piccoli gruppi o addirittura individuali. Un buon professore è anche un buon pedagogo.

Con Superprof, gli alunni hanno la possibilità di beneficiare di un’ora di corso gratuita prima di prendere impegni. Un buon modo per verificare se c’è feeling con l’insegnante. Nulla vi impedisce di guardare il contenuto dei corsi da Food Genius Accademy o Farm65.

Molti corsi di cucina sono organizzai secondo uno schema che include una lezione e un assaggio di vini e dei piatti preparati. Un ottimo modo per imparare a cucinare altrettanto bene che Davide Oldani o Enrico Bartolini, due dei migliori chef italiani.

Solo qualche corso, e la cucina milanese non avrà più nessun segreto per voi! 

I nostri migliori articoli
di cucina