Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Consigli per preparare una lezione di batteria

Di Catia, pubblicato il 29/09/2019 Blog > Musica > Batteria > Corso Batteria: Come Preparare le Lezioni?

“La musica è una rivelazione più profonda di ogni saggezza e filosofia”, Ludwig van Beethoven

Secondo i dati di Cremona Musica, il 12% degli Italiani di età compresa tra 18 e 65 anni suona uno strumento musicale. La musica è una delle attività più amate, soprattutto dai più giovani. La maggior parte di quelli che suonano ha preso lezioni private o ha imparato da autodidatta. Solo il 6% ha imparato a suonare uno strumento a scuola.

Vista la grande richiesta di lezioni di batteria, come preparare un corso per diversi tipi di musicisti, dai principianti agli esperti?

Ecco qualche consiglio per diventare insegnante di batteria preparando le lezioni adatte ai tuoi allievi.

Trovare l’ispirazione per le lezioni di batteria

Per ogni strumento musicale (chitarra, piano, violino, flauto traverso, basso, armonica, sassofono) occorre lavorare sulla pratica dello strumento e sulle conoscenze teoriche.

L’aspetto più importante di un corso di batteria è costruirlo sulla base di stimoli e interessi. Ovviamente, gli interessi dello studente hanno un ruolo di primo piano, ma anche l’insegnante ha bisogno di trovare la propria fonte di ispirazione.

E’ molto più facile insegnare e trasmettere qualcosa che ami fare, perché il tuo entusiasmo si ripercuote sull’allievo.

Parti da ciò che tu e lo studente avete in comune per un corso di batteria. Per preparare le tue lezioni di batteria comincia dai tuoi gruppi preferiti!

Bisogna essere chiari fin dall’inizio con lo studente e stabilire i confini di quello che vuoi insegnare con la batteria per essere sicuro che corrisponda a ciò che l’allievo si aspetta da te.

Improvvisazione, lezioni di solfeggio, musicalità, tecniche di mixaggio sono tutti aspetti che si possono includere nel programma di un corso di batteria.

Sta a te stilare un programma in base alle tue competenze e alle necessità dei tuoi studenti.

Metti in chiaro find a subito, qual è il livello a cui puoi portare i tuoi studenti.

E’ inutile accettare di dare lezioni di batteria a un allievo con più esperienza in gruppi musicali o teoria musicale, per esempio. Lavorare con l’ansia da prestazione non porta mai a buoni risultati. Scegli quindi degli allievi che richiedono un livello di batteria che puoi facilmente raggiungere.

Non esitare a mettere in discussione il tuo programma e il livello delle tue lezioni. Farsi delle domande è sempre un modo per migliorare.

Ricordati anche di chiarire fin da subito quali sono i generi musicali che insegni. E’ inutile prendere un incarico per un corso di batteria jazz se insegni solo batteria rock. Anche se è sempre necessario un minimo di adattamento alle esigenze degli studenti, è anche vero che una cultura musicale specifica ti facilita con la preparazione delle lezioni. Inoltre, il legame che si crea con l’allievo passa anche per la condivisione dei gusti musicali.

Nel programma del tuo corso di batteria cerca di non far mai mancare qualcosa di nuovo e interessante da condividere per la prima volta con il tuo studente.

E’ necessario avere un diploma per insegnare batteria?

Come valutare i bisogni dei propri allievi

Anche se lo scheletro delle tue lezioni di batteria è costituito dalle tue conoscenze, i tuoi gusti e la passione per la batteria, è anche molto importante ascoltare il proprio allievo, se tieni delle lezioni individuali, o i tuoi allievi, per le lezioni in gruppo.

Il primo compito dell’insegnante è quello di valutare il livello di conoscenza dello studente. Si tratta di un passaggio obbligato che dovrai eseguire durante la prima ora di lezione perché è da lì che si determina il futuro del corso.

A volte gli studenti hanno la tendenza a sottostimare le proprie capacità. Altre volte è esattamente il contrario: pensano di avere un livello più alto di quello che effettivamente possiedono.

Il primo passo di un corso di batteria è capire a che livello è lo studente. Durante la prima lezione di batteria devi valutare il livello dello studente!

La prima lezione di batteria è l’occasione ideale per mettere alla prova il tuo studente. Puoi proporre degli esercizi, suonare uno o più brani, fare improvvisazione.

Nel caso di uno studente principiante, puoi sempre svolgere degli esercizi per testare il suo senso del ritmo facendogli battere le mani al ritmo di una canzone di sua scelta o proposta da te.

Una volta deciso il livello (principiante, intermedio, avanzato) è bene farsi dire dallo studente quali sono i propri obiettivi.

Non tutti vogliono prendere lezioni di batteria per diventare una star o fare carriera nel mondo della musica. Alcuni allievi amatoriali vogliono semplicemente svolgere un’attività artistico-culturale e hanno individuato nei corsi di batteria il modo per svagarsi ed esprimere la propria creatività.

In seguito, devi imparare a conoscere lo studente per capire qual è il suo modo di imparare.

Alcuni studenti danno il meglio di sé riproducendo dei brani a orecchio, mentre altri hanno bisogno di tempo, ritmo e solfeggio per riuscire a capire un brano.

Prenditi tutto il tempo necessario per ascoltare e osservare il tuo studente. Proporre esercizi che abbracciano diversi stili è il modo migliore per capire qual è la metodologia più adatta a seguire un certo allievo.

Un altro aspetto molto importante che influisce sul programma del tuo corso di batteria è la frequenza delle lezioni. Lasciar passare troppo tempo tra una lezione e l’altra potrebbe essere controproducente. Lo studente potrebbe dimenticare quanto appreso e avere la sensazione di ricominciare sempre da capo.

Stabilisci un programma preciso con una frequenza regolare, prevedendo momenti di ripasso con i tuoi studenti.

Qual è il prezzo di una lezione di batteria?

Creare il programma dei tuoi corsi di batteria

Il motivo per cui si seguono lezioni di batteria è perfezionarsi e migliorare con questo strumento negli stili di musica che più si amano.

Per raggiungere questo obiettivo, i corsi dell’insegnante devono essere organizzati con livelli crescenti di difficoltà a seconda dei miglioramenti dell’allievo.

Il corso di batteria devi quindi partire con un programma ben definito.

Un corso di batteria ben strutturato è ciò che serve per migliorare. Le lezioni di batteria vanno preparate in anticipo e secondo degli obiettivi ben specifici!

Il programma non serve solo agli insegnanti come guida da seguire per lo svolgimento delle lezioni, serve anche a rassicurare lo studente sui passi avanti che sarà in grado di compiere durante il corso.

Seguendo le attività previste è più facile raggiungere i propri obiettivi: fare un concerto, comporre la propria musica, partecipare a un concorso ecc. L’allievo può anche prepararsi alla lezione successiva perché conosce il programma da seguire.

Avere un programma dettagliato permette agli insegnanti di spare esattamente cosa preparare per la lezione del giorno ed essere sicuri di aiutare gli allievi a migliorare.

Ovviamente, è possibile adattare il programma perché non sempre tutto va come previsto.

Come trovare delle buone idee per un buon corso di batteria?

Puoi prendere spunto da altri corsi di batteria che hai seguito presso le scuole di musica o in conservatorio.

Puoi anche ispirarti al tuo apprendimento da autodidatta. Di sicuro conosci le maggiori difficoltà che si incontrano con la pratica di uno strumento musicale. Usa questa esperienza per aiutare i tuoi studenti!

Se lezione dopo lezione gli studenti vedono dei miglioramenti saranno molto felici di continuare con te.

Come trovare studenti per un corso di batteria?

Suddividere il corso di batteria in tappe

Le batterie elettroniche o acustiche richiedono lo stesso trattamento: molto allenamento.

L’esercizio, però, deve essere efficace. E’ inutile sperare di suonare come Ringo Starr, il celebre batterista dei Beatles, o Keith Moon, il batterista degli Who, se non ci si allena mai o se si suona nel modo sbagliato.

Suonare come Keith Moon è difficile senza il giusto allenamento. Per suonare come il tuo batterista preferito devi allenarti!

L’allievo deve avere il tempo di mettere in pratica quanto appreso fino a che non impara a suonare una tecnica con naturalezza.

Gli insegnanti privati devono insegnare ai propri allievi a progredire passo dopo passo. Per questo è importante che creino lezioni di difficoltà crescente, soffermandosi, però, su alcuni punti che non sono chiari. L’obiettivo è sempre quello di far progredire l’allievo secondo i suoi ritmi di apprendimento.

Le spiegazioni risultano più chiare se usi una metodologia ludica. In questo modo tieni alta la motivazione, sopratutto nei bambini, aiutandoli a ripetere esercizi che trovano difficili.

Per suddividere il programma equamente potresti preparare una o due canzoni a semestre. Ogni parte di una canzone richiede nuove competenze su cui lavorare a ogni lezione.

L’apprendimento della batteria avviene passo dopo passo. Anche se lo studente non vede l’ora di suonare Moby Dick dei Led Zeppelin, è meglio non bruciare le tappe. Se invece si lavora a piccoli passi e con costanza si gettano le basi per poter affrontare qualunque pezzo alla batteria.

Il programma di un corso di batteria deve anche essere adattato al numero degli studenti. Se il corso si svolge in gruppo puoi lavorare sul ritmo con altri piccoli strumenti a percussione e con il movimento del corpo, puntando sul lavoro di squadra.

Il miglior corso di batteria è quello che tiene conto del livello e degli obiettivi dello studente o degli studenti, proponendo attività strutturate e ludiche con cui aiutarli a progredire con i propri tempi.

Qualunque sia il tipo di corso che offri, l’ingrediente più importante per le lezioni di batteria è il divertimento!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar