Pagina iniziale
Dare lezioni

Corsi di batteria a Milano

🥇 I/Le migliori insegnanti a Milano
💻 26 prof
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti
di batteria a Milano

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Insegnanti Star con un punteggio medio di 5,0 stelle e più di 9 commenti positivi.

22 €/ora

Le migliori tariffe: 92% degli/delle insegnanti offre la prima lezione e un'ora di lezione costa in media 22€

0 h

Rapidi/e come saette, gli/le insegnanti ti rispondono in media in 0h.

01

Trova il/la tuo/a
insegnante perfetto/a di Batteria a Milano

Consulta liberamente i profili e contatta il/la tuo/a insegnante secondo i criteri che sono importanti per te (tariffe, diplomi, commenti, corsi a domicilio o via webcam) per un corso di Batteria a Milano.

02

Organizza i tuoi corsi di Batteria a Milano

Dialoga con il/la tuo/a insegnante privato/a di batteria di Milano per spiegargli/le tuoi bisogni e le tue disponibilità. Programma le lezioni e procedi al pagamento in totale sicurezza utilizzando la chat di Superprof.

03

Vivi nuove esperienze

Il Pass Alunno/a ti dà un accesso illimitato ai profili di tutti/e i/le nostri insegnanti, prof, coach, maestri/e e alle Masterclass per un mese (rinnovabile). Un mese per scoprire nuove passioni con insegnanti in gamba di Batteria a Milano.

I/le nostri/e allievi/e di Milano
esprimono un giudizio sui/sulle loro insegnanti di batteria

5,0
Maxx Insegnante di batteria

Maxx è un ottimo insegnante. Chiaro, paziente, orientato al risultato. I miglioramenti sono percepibili e costanti, le lezioni non sono mai noiose. Sono felice di essere un suo studente!

5,0
Manuel Insegnante di batteria

Manuel è un insegnante eccellente, sempre disponibile, alla mano e molto preparato. Molto disponibile e flessibile sugli orari (che per me sono una tragedia causa lavoro...) e la sala prove ha tutto quello che serve. Rapporto qualità-prezzo...

Andrea, 7 mesi fa

5,0
Maxx Insegnante di batteria

Ormai è quasi un anno che prendo lezioni da Max e ho solo tanti tanti complimenti da fargli. Un grande professionista e soprattutto una persona che tiene davvero a vedere una progressione nei suoi studenti. Sempre di supporto, una pazienza di...

Tatiana, 9 mesi fa

5,0
Matteo Insegnante di batteria

Matteo è un insegnante super competente e disponibile, ha saputo rendere divertente anche la parte più "teorica" della lezione e già la prima volta ho suonato per davvero :) Consigliatissimo!

Federica, Un anno fa

5,0
Matteo Insegnante di batteria

È bastata una lezione per capire che con Matteo avrei veramente imparato a suonare la batteria! Non solo per la passione che ti trasmette ma per come riesce a farti capire le cose più difficili nel più semplice dei modi! Dopo le prime 2 ore già...

Simone, Un anno fa

5,0
Matteo Insegnante di batteria

Mi è piaciuto molto fare lezione con Matteo. Abbiamo già fatto due mesi di lezione e riesco già a suonare abbastanza bene. Ho cominciato senza sapere niente e adesso posso anche leggere un po’ la musica e suonare le mie canzoni preferite. Il...

Ayleen, 2 anni fa

Scopri tutte le nostre lezioni di batteria

Essere seguiti dai/dalle migliori insegnanti per un corso di batteria a Milano

Imparare e suonare la batteria a Milano sulle orme dei grandi batteristi

Se ami la batteria, di certo conosci Mauro Spina, che dalla Puglia si trasferì in Lombardia, per coronare il suo sogno di musicista, diventando un grande batterista.

La sua formazione si lega ad influenze imponenti: Ian Paice, Mitch Mitchell, Stewart Copeland, David Garibaldi eBernard Purdie …

Naturalmente, il panorama artistico di riferimento di un grosso nome della batteria è infinito e non può essere ridotto a qualche riga.

Andare ad indagare, però, le produzioni di uno dei grandi nomi, può essere un’ottima maniera di esplorare il territorio legato alla batteria.

Prima di avventurarti in costose lezioni di batteria e nell’ingaggio di un professore di batteria tutto per te, ti consigliamo di sondare nel dettaglio le potenzialità dello strumento, in modo da scegliere bene il tuo percorso ed anche il tuo strumento, nonché le vie per apprenderne i trucchi.

La composizione della batteria

Se hai la fortuna di conoscere un batterista o un insegnante di batteria a Milano, potrai già scoprire come si articoli questo prezioso e ricchissimo strumento a percussione.

La batteria è fatta di tamburi, piatti e diversi altri strumenti a percussione. La caratteristica della batteria consiste nel fatto di poter essere suonata interamente d un unico musicista, grazie all’uso indipendente degli arti di quest’ultimo.

Fra i tamburi che compongono una batteria, abbiamo:

  • la grancassa, anche detta bass drum o kick;
  • il rullante, detto snare drum;
  • uno o più timpani, chiamati, in inglese, floor tom.

Abbiamo poi i piatti, detti cymbals, tra cui: l’hi-hat, il crash, il ride. Ne esistono davvero molti e dei più diversi tipi: variano nel diametro, nello spessore, nel profilo e nella forma. Tutti questi aspetti contribuiscono a personalizzare il suono e le potenzialità dell’intero strumento batteria.

Poiché la caratteristica della batteria è anche quella di poter essere ultra personalizzata, il musicista può aggiungere quanti piatti vuole, tutti i tom che desidera, creandosi un piccolo universo del tutto suo.

Se hai la fortuna di seguire già un corso di batteria a Milano, probabilmente, avrai avuto modo di scoprire alcuni di questi aspetti, grazie al tuo insegnante privato. In caso contrario, ti consigliamo di farti un’idea girovagando tra il materiale descrittivo disponibile online.

Nascita della batteria: una breve storia

Quando ci si addentri per la prima volta in un universo come quello legato alle percussioni, è d’uopo soffermarsi sulla storia della pratica ad esso connessa.

La batteria, chiaramente, non fa eccezione.

Ad un qualsiasi corso di batteria, in Conservatorio – al “Giuseppe Verdi”, in via Conservatorio, per l’appunto – o presso un’accademia musicale – come l’Accademia del Suono presso l’Università tecnica del suono, sita in via Arsiero – ti verrà detto che lo strumento ha origini nel XIX secolo, in USA.

Ovviamente, tutti noi sappiamo che i tamburi esistono ben da prima … diciamo quasi “dalla notte dei tempi”.

La vera e propria origine della batteria, insomma, si deve in realtà ad una sorte di funzione: si uniscono diversi elementi adatti alla percussione, fino alla creazione di una vera e propria batteria di tamburi simile a quella che conosciamo noi oggi.

Era più che altro in seno alle bande statunitensi che si verificava la sperimentazione e l’aggiunta di strumenti percussivi via via più vari e numerosi.

Negli anni Venti, con la nascita del Jazz, la batteria è uno strumento chiave della musica popolare. Essa viene, all’epoca, integrata e poi sostituita dalla cosiddetta drum machine, soprattutto con la nascita della musica elettronica.

La trasformazione si deve soprattutto ad esigenze legate alla disponibilità di spazio.

Se, inizialmente, le strade di New Orleans non ponevano limiti fisici al numero di tamburi e di musicisti ad essi dediti, quando la musica si spostò dall’esterno all’interno dei locali e dei club, divenne indispensabile pensare ad una sorta di contrazione degli elementi. Il palco non poteva certamente ospitare sei suonatori di tamburo.

Iniziò allora una trasformazione. Ad esempio, tamburo e rullante divennero una sola cosa. E si aggiunsero i piatti, per contrapporre un suono acuto quello cupo dei tamburi.

Naturalmente, la società multietnica statunitense non tardò ad arricchire gli elementi della batteria. I cinesi, ad esempio, fecero sì che si importassero i tom, ossia quei piccoli tamburi dal diametro ridotto (tra 20 e 36 cm). I turchi contribuirono all’evoluzione dei piatti, dedicandosi alla fusione ed al martellamento del rame e dell’ottone che li costituisce.

Quanto alla grancassa, essa è denominata ancora oggi kick drum, perché veniva originariamente percossa col piede. Nel tempo, si passò alla gran cassa suonata, invece, tramite un pedale.

Batteria a Milano e diversi tipi di percussioni

Se preferisci scoprire tutto della batteria tramite un insegnante privato che si dedichi interamente a te, tieni presente che potresti selezionarne uno tramite la piattaforma Superprof. Specifica cosa vuoi esattamente: scoprire lo strumento, apprendere le basi, ricevere lezioni di batteria avanzata?

Budget e metodi faranno parte dei tuoi criteri di scelta e dovranno essere specificati chiaramente dal tuo insegnante milanese, prima ancora di siglare un accordo di lunga durata.

Se hai delle curiosità specifiche, fanne parte al tuo professore privato di batteria fin dal vostro primo incontro.

Ad esempio, potrebbe già illustrarti, nelle prime ore di lezione, cosa si intenda per splash, crash e china!

Eccoti un piccolo assaggio.

Lo splash è il piatto più piccolo di una batteria, di solito. Si suona colpendone il bordo col collo della bacchetta. Ha un suono rullante e che decade assai rapidamente.

Il china è un piatto usato per produrre accenti ed effetti particolari. Ha forma particolare: è dotato di una campana conica ed ha il bordo rovesciato. È montato, solitamente, in maniera parabolica. In anni recenti, la sua funzione si è allontanata da quella originaria e il china è oggi usato anche per suonare in modo “pesante”.

Un tipo particolare di china è lo swish, caratterizzato da un bordo rovesciato ma da una campana di dimensioni minori. È montato con la campana rivolta verso l’alto e viene suonato come si trattasse di un ride.

Il crash è un piatto usato per fornire accenti. È suonato colpendo il bordo col collo della bacchetta ed assicura un suono ad alto volume. Il crash è in tutte le batteria di base, di solito accompagnato da almeno un altro crash . Può anche essere usato come piatto d’accompagnamento, qualora il brano eseguito richieda forte volume. Pensiamo, ad esempio, all’hard rock e all’heavy metal.

E se ti rivolgessi al Nam di Ponte Seveso per scoprire cos’è un ride? Una scuola di musica a Milano o un insegnante privato trovato tramite associazione musicale può illuminarti sulla natura dello strumento, la sua storia e farti capire se davvero valga la pena di buttarti a capofitto nelle lezioni private di batteria a Milano città! Fai la tua scelta.

Le domande più frequenti:

💸 Qual è la tariffa media di un corso di Batteria a Milano?

Il prezzo medio di un corso di Batteria a Milano è di 22 €.

Le tariffe variano in funzione di tre fattori:

  • L'esperienza dell'insegnante di batteria
  • Il luogo delle lezioni (a domicilio o online) e la situazione geografica 
  • La durata e la frequenza dei corsi

97% degli/delle insegnanti offrono la prima lezione.

Scopri le tariffe degli/delle insegnanti vicino a casa tua (0).

🎯 Perché seguire un corso di Batteria a Milano ?

Dei corsi di Batteria con un/un' insegnante specializzato/a sono l'occasione per imparare e progredire velocemente.

Scegli l'insegnante che preferisci e programma, in presenza o online, il corso in totale libertà!

Una chat ti consentirà di conversare direttamente con l'insegnante per scegliere e organizzare le lezioni in piena serenità.

Un motore di ricerca ti permette di trovare la perla rara tara centinaia di insegnanti privati/e a Milano .

Lanciati nella ricerca, basta un click!.

💻 Gli/Le insegnanti di batteria propongono lezioni a distanza?

La maggior parte degli/delle insegnanti di batteria propongono

cours di batteria online.

Non esitare a consultare i loro annunci o utilizzare il motore di ricerca (puoi scegliere il filtro via webcam) per scoprire i corsi di Batteria disponibili online

🎓 Quanti sono gli/le insegnanti disponibili per dare delle lezioni di Batteria a Milano ?

26 insegnanti di batteria propongono un aiuto batteria.

Puoi cercare i lori profili e scegliere quello che corrisponderà di più alle tue necessità a Milano.

Scegli il tuo corso tra più di26  profili.

✒️ Che voto medio è attribuito agli/alle insegnanti di Batteria a Milano?

Su un campione di 9 voti, gli/le allievi/e attribuiscono un voto medio di 5,0 su 5.

Per qualsiasi dubbio o difficoltà, un servizio clienti è disponibile per trovare rapidamente una soluzione (per telefono o via mail, dal lunedì al venerdì).

Conoscere di più sulle domande più frequenti.