Imparare una lingua straniera non è mai un esercizio facile: parlare inglese, ad esempio, può essere spesso un problema per un gran numero di studenti.

A scoraggiarli è spesso la grammatica con tutte le sue regole. Tuttavia, si tratta di una tappa indispensabile per poter fare progressi!

Per motivarvi a imparare questa lingua, sappiate che è imprescindibile per lo sviluppo della propria carriera. E, in più, una persona bilingue è molto più affascinante.

Ecco i nostri consigli su come studiare la grammatica inglese facilmente e efficacemente.

Perché imparare la grammatica inglese?

Perché migliorare il vostro inglese? Dopotutto, vivete in Italia...

La risposta è semplice: la cultura di impresa anglosassone permea tutte le società, che si tratti di paesi occidentali o in via di sviluppo. Dunque, se i paesi ispanofoni, francofoni, russofoni e tutti gli altri subiscono la cultura americana e britannica, cosa possiamo concluderne?

Perché studiare la grammatica inglese? Indaghiamo!

Che in questo contesto in cui le nazioni sono in concorrenza e interdipendenza crescente tra loro, diventa fondamentale imparare a parlare una lingua comune!

Non solo per saper comunicare in inglese in ambito professionale con gli stranieri, ma anche per capire la cultura dei paesi anglofoni.

Alcuni vedono in questo una limitazione al loro senso di identità italiano, arrivando addirittura a parlare di colonizzazione economica o di sottomissione a un impero, mentre altri cercano di farne un punto di forza.

Se siete tra questi ultimi vi starete chiedendo come trovare un insegnante di inglese per imparare la lingua.

Che sia per business, per prendere una certificazione come il TOEFL, per cavarvela in occasione di un viaggio all'estero, per migliorare la propria pronuncia o per ripassare regole grammatica inglese, prendere lezioni si rivelerà utilissimo.

Imparare a parlare inglese implica numerosi esercizi di coniugazione e grammatica. Ci dispiace dirvelo, ma sono necessari per estendere i propri orizzonti!

Siete pronti? Cominciamo!

Come imparare la grammatica inglese?

Come fare, allora?

Anche se l'apprendimento della grammatica inglese non è sempre molto interessante, esistono differenti modi per rendere attraente questa attività in funzione delle aspettative e del proprio profilo.

Numerose app per smartphone e siti internet rendono i corsi di inglese molto divertenti. Le applicazioni sono pensate per essere pedagogiche ma interattive e ludiche.

Si tratta di un ottimo modo per fare progressi e studiare senza avere la sensazione di lavorare e fare fatica per perfezionarsi.

Si può anche optare per l'approfondimento della cultura anglofona attraverso la lettura di libri inglesi o la visione di film e serie in lingua originale.

Quello è certamente un ottimo modo per abituare l'orecchio all'accento e permettere al cervello di familiarizzare con le sonorità inglese e la memorizzazione della costruzione grammaticale delle frasi.

Un soggiorno linguistico a New York? Confrontate i prezzi dei corsi intensivi!

Imparare l'inglese può anche essere fatto attraverso una full immersion linguistica.

Partendo per un paese anglofono si avrà l'occasione di praticare la lingua tutti i giorni e fare progressi molto più velocemente.

Non c'è niente di meglio che viaggiare e incontrare persone per migliorare il proprio inglese. Un viaggio è come un corso di lingua "gratuito" in cui si lavora tutti i giorni su fonetica, pronuncia, regole grammatica inglese...

A proposito, riconoscere gli elementi grammaticali di una frase vuol dire riuscire a distinguere:

  • I nomi,
  • i pronomi,
  • gli articoli,
  • gli aggettivi,
  • verbi,
  • avverbi,
  • preposizioni...

La buona notizia è che l'inglese non ha genere grammaticale e che la differenza tra maschile e femminile si ha con i pronomi personali heshe: tutti gli altri sono neutri.

La lingua inglese risponde a un ordine SVO come la nostra lingua madre: soggetto-verbo-oggetto.

Ad esempio, l'accordo del verbo si ha in funzione del soggetto (I am, you are, he/she is, we are, you are, they are) ma l'aggettivo è spesso invariabile:

  • The table is blue (il tavolo è blu),
  • The tables are blue (i tavoli sono blu).

La maggior parte dei nomi inglesi prendono una "s" al plurale: one ball diventa two balls al plurale.

A differenza delle lingue romanze, come la nostra, non ci sono articoli definiti che si accordano per genere e numero al soggetto (il, la, gli, le in italiano).

Non c'è che un solo articolo definito in inglese: the, e due indefiniti: a, utilizzato davanti a una consonante e an, davanti a una vocale: a dog, a cat, an apple, an orange, a table, a house, a computer, an idea, a glass.

Una cosa da tenere a mente: in inglese non siamo obbligati a includere l'articolo the se il sostantivo che lo segue ha valore generico. Ad esempio, per la frase "Il gatto è bianco":

  • The cat is white (singolare),
  • Cats are white (plurale).

Al contrario, se si intende uno specifico gruppo di gatti bianchi tra gli altri, bisognerà utilizzare l'articolo the: the cats are white.

La regola del plurale è questa:

  • Si aggiunge una "s" alla forma singolare (cat/cats, table/tables, shoe/shoes, spoon/spoons, dog/dogs, etc.),
  • Si aggiunge "es" per le parole che finiscono con s o ss, sh et ch : bus/busses, glass/glasses, kiss/kisses, beach/beaches,
  • Si aggiunge "ies" per le parole che finiscono con y : party/parties, supply/supplies,
  • Bisogna tenere a mente alcune forme irregolari: man/men, woman/women, foot/feet, mouse/mice, tooth/teeth, child/children, leaf/leaves, knife/knives, etc.

Certamente le regole non finiscono qui. Bisogna poi imparare le coniugazioni, come usare i tempi verbali in inglese e i modi, comparativi e superlativi e poi lavorare sull'intonazione.

Ma un passo alla volta!

Come studiare la grammatica inglese: scegliere il metodo giusto

Imparare la grammatica è una delle tappe dell'apprendimento delle lingue straniere.

La grammatica permette infatti di capire il funzionamento di una lingua.

La costruzione delle frasi, l'utilizzo della punteggiatura  e dei verbi... tutte lezioni da memorizzare e applicare nella quotidianità.

Per aiutare gli studenti che imparano la lingua da autodidatti, con un insegnante privato o in una scuola di lingue, è molto utile utilizzare manuali di regole grammatica inglese.

Questi permetteranno di seguire un percorso coerente e allenarsi per fare progressi.

Non fate quella faccia! Una volta che avrete ben solide le basi di grammatica, sarà tutto più comprensibile!

I libri sono uno strumento pedagogico utile anche per gli insegnanti di inglese, che li utilizzano come supporto per gli esercizi di grammatica.

Ma cosa vuol dire avere un "buon" libro di grammatica inglese? Quale libro di grammatica inglese scegliere per fare progressi?

Un buon libro di grammatica inglese è un manuale completo e adatto al vostro livello. Ciascuno deve quindi trovare il testo più adatto ai suoi bisogni e al suo livello, che può valutare grazie ai parametri definiti a livello europeo.

Sono gli stessi parametri a partire dai quali vengono elaborati i programmi scolastici.

Ogni livello corrisponde a precise competenze in comprensione e espressione scritta e orale. Voi siete A1, A2, B1, B2, C1 oppure C2?

In ogni caso, non serve a niente avere un buon manuale di grammatica se non lo si sa utilizzare.

Bisogna allora leggere le prime pagine che sono spesso una guida per l'utilizzatore. Alcuni testi devono essere utilizzati come un box di esercizi mentre altri devono essere seguiti lezione per lezione per un migliore apprendimento.

Fatevi consigliare dal vostro insegnante o da un venditore esperto: si tratta di una scelta nient'affatto banale!

Regole grammatica inglese: tempi, modi e verbi

Unica regola per utilizzare i verbi in inglese: smettete di pensare in italiano! La coniugazione inglese, infatti, non si comporta proprio allo stesso modo.

In inglese si utilizzano tempi diversi a seconda che l'azione sia terminata o meno e che le conseguenze si vedano ancora nel presente oppure no.

Anche la concordanza dei tempi è differente.

In compenso si utilizzano come per noi gli ausiliari Essere (To be) e Avere (To have).

Si coniugano così:

  • I am,
  • You are,
  • He/she/it is,
  • We are,
  • You are,
  • They are.
  • I have,
  • You have,
  • He/she/it has,
  • We have,
  • You have,
  • They have.

E invece, al passato:

  • I was,
  • You were,
  • He/she/it was,
  • We were,
  • You were,
  • They were,
  • I had,
  • You had
  • He/she/it had,
  • We had,
  • You had,
  • They had.

Per il momento sembra piuttosto facile... complichiamola un attimo!

Una volta che avrete bene a mente l'utilizzo di tempi e modi verbali il vostro inglese... decollerà!

Sapete che esistono present perfect, present continuous, past perfect e altri tempi dai nomi spaventosi?

Niente paura: scoprirete presto che la coniugazione inglese è più semplice della nostra.

Basta familiarizzare con utilizzi particolari.

Ad esempio, troverete costruzioni come I was sleeping when it happened (Stavo dormendo quando è successo), they were walking when it started to rain (Stavano camminando quando ha cominciato a piovere).

E come evocare un'azione che si è svolta nel passato e non ha più effetti sul presente? Si coniuga il Soggetto + ausiliare Have al passato (had) + participio passato: I had been two times in Spain (Sono stato in Spagna due volte).

Sappiamo che questi non sono gli aspetti più affascinanti della lingua e che pronomi, verbi e coniugazioni possono demotivare.

Restate focalizzati e soprattutto scegliete la vostra modalità di apprendimento.

Si può decidere di imparare le regole a memoria e metterle in pratica negli esercizi oppure impararne il funzionamento.

In ogni caso, siamo certi che finirete con lo sviluppare un vero e proprio istinto grammaticale!

Scoprite tutte le soluzioni per imparare la grammatica inglese!

 

Bisogno di un insegnante di Inglese?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Alice

Ho calzini volanti, 6 buchi alle orecchie, nessun filtro, troppe parole. Nella vita Giornalista + SocialMediaManager + qualsiasi cosa comprenda il parlare, lo scrivere e il comunicare.