Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quali percussioni elettroniche per un corso di batteria?

Di Catia, pubblicato il 14/09/2019 Blog > Musica > Batteria > Lezione batteria: Come Scegliere una Batteria Elettronica

Voglio diventare una virtuosa. Voglio portare la batteria a un livello superiore. Voglio imparare a suonare le basi senza che gli altri si rendano conto che si tratta di tecnica, voglio che sia musicale, voglio trasformare la tecnica in poesia”, Cindy Blackman, batterista di Lenny Kravitz

Quasi il 73% dei giovani tra i 15 e i 24 anni dichiara che la propria attività culturale preferita è ascoltare la musica.

Se oltre all’ascolto vuoi suonare la batteria dovrai imparare a conoscere e praticare questo strumento.

La tecnica è importante per riuscire ad allenarsi anche al di fuori dei corsi di musica, nella tua home studio a base di pad elettronici.

Il primo passo, però, è scegliere lo strumento a percussione più adatto a te e comprare il tuo primo kit per batteria.

Ecco qualche consiglio utile per orientarsi nel mercato delle batterie elettroniche!

Perché scegliere una batteria elettronica?

Con una batteria elettronica eviti di disturbare i vicini. Non dovrai più disturbare i vicini!

La batteria elettronica possiede qualche vantaggio rispetto alla sua versione acustica:

  • E’ meno rumorosa, anche se il rumore delle bacchette sul pad si sente comunque
  • Puoi modulare il suono e suonare più o meno forte
  • Hai un metronomo incorporato nel modulo elettronico e puoi fare degli esercizi con una musica d’accompagnamento
  • E’ leggera e ti fa risparmiare molto spazio
  • E’ molto facile registrare le tue performance con la batteria elettronica
  • La manutenzione è molto semplice: niente pelle usurata, niente bacchette da cambiare…

Ovviamente, non puoi suonare la batteria elettronica a un concerto perché è impossibile rendere tutte le sfumature che avresti con l’acquisto di una batteria acustica.

Con il tempo, la tua batteria elettronica, soprattutto se è di bassa gamma, potrebbe rovinarsi e ci potrebbero essere problemi con i cavi.

Per un batterista principiante, però la batteria elettronico può essere il modo migliore per allenarsi da solo e ripassare quanto appreso con l’insegnante di batteria anche a casa.

Lezioni di batteria: con quali criteri scegliere un pad elettronico?

Prima di andare in un negozio di musica per comprare una batteria, è meglio schiarirsi le idee.

L’acquisto di qualunque strumento, che sia una chitarra elettrica, un basso, un clarinetto o delle percussioni, richiede del tempo e qualche riflessione preliminare.

Qual è il tuo budget?

A parità di qualità, è importante sapere che una batteria elettronica in genere è più costosa di una batteria acustica.

Allora, prima di scegliere il tuo strumento preferito è meglio fissare un range di prezzo che sei disposto a pagare.

Se ci pensi, quando acquisti una macchina, ti è chiaro che un’utilitaria ha un prezzo totalmente  diverso rispetto a una Ferrari… Con uno strumento musicale vale lo stesso ragionamento. 

Il prezzo per una batteria di fascia medio-bassa varia da €250 a €450. A questi prezzi non aspettarti dei miracoli: la batteria elettronica avrà delle capacità e solidità limitate rispetto a una batteria di fascia più alta. Alcuni modelli possono avere anche dei difetti nella sonorità, nella qualità del colpo e nella disposizione di elementi che possono portarti a prendere cattive abitudini.

Per andare sul sicuro, posizionati su una fascia di prezzo che parte da €500.

Se ne hai la possibilità, prendi uno strumento di alta gamma. Il tocco si avvicina molto a quello delle batterie acustiche. Preparati, però, a una spesa che si aggira intorno a €1.000.

Un altro consiglio: se hai un budget di €600-700 tieni d’occhio le promozioni. Potresti trovare un’ottima batteria a prezzi scontati. 

Puoi aggiungere molti pad alla tua batteria elettronica. Con alcuni modelli di batteria elettronica puoi aggiungere pad all’infinito!

Come intendi usare la batteria?

Un’altra domanda da farti prima di comprare uno strumento musicale e scegliere le bacchette è quale uso ne vuoi fare. A cosa ti serve una batteria elettronica?

  • Si tratta di un hobby per divertirti
  • Vuoi imparare le basi della batteria senza spendere troppo
  • Hai bisogno di una batteria di buona qualità che duri anni per poi rivenderla e comprarne una migliore
  • Cerchi uno strumento che assomigli il più possibile a una batteria acustica e che ti segua ovunque: alle prove, in concerto, a casa
  • Si tratta di una batteria secondaria che ti serve a casa, per fare meno rumore

Le batterie di fascia media sono più rifinite e sono un buon compromesso per fare pratica in un appartamento, mentre ai corsi di musica usi uno strumento acustico.

Le batterie di alta gamma ti danno la possibilità di regolare la tensione della pelle della cassa chiara e degli altri tamburi. Questo tipo di batteria può essere usato per registrare in studio.

Gli aspetti da verificare in una batteria elettronica

I componenti di una batteria elettronica sono gli stessi di una batteria acustica ma non sono disposti allo stesso modo. Per essere sicuro di fare la scelta giusta, bisogna concentrarsi su 4 aspetti fondamentali.

Il modulo sonoro

Permette di trasmettere i suoni all’amplificatore o alle cuffie. La sonorizzazione è quindi importante: devi essere in grado di generare suoni diversi.

Verifica che tu possa attaccare delle cuffie con una presa jack e possibilmente un mp3.

Alcuni moduli sonori ti permettono di configurare la profondità dei tamburi o il tipo di pelle per modificare il suono e poter suonare tutti i generi musicali.

Il charleston o hit-hat

Bisogna prestare molta attenzione anche ai piatti in particolare al charleston o allo hit-hat. Devono assomigliare a un cimbalo o piatto e non a un pad.

Il charleston non è altro che il piatto della batteria elettronica. Ci sono alcuni elementi come il charleston che sono molti importanti in una batteria!

La grancassa e il pedale

Bisogna fare molta attenzione anche al pedale per la grancassa, altrimenti avrai delle grandi difficoltà quando suonerai una batteria acustica.

Verifica che il meccanismo del pedale sia “vero” e che il colpo dato sul pad mimi quello della grancassa. Se necessario, puoi acquistare a parte un pedale per la grancassa classica della Pearl o altre famose marche per batteria.

I materiali utilizzati

Il materiale di cui è fatta una batteria ha un impatto sull’ascolto e quindi sul suono dei colpi sul pad. Il rimbombo e la sensazione del colpo saranno diversi a seconda dei materiali di cui è fatto il pad:

  • Pelle in maglia, è il pad più realistico di alta gamma
  • Silicone, è un buon compromesso di fascia media
  • Caucciù è il materiale più diffuso e meno costoso

Guarda soprattutto la cassa chiara. Se puoi, cerca sempre di prendere una cassa chiara in pelle in maglia o silicone perché il caucciù non offre le prestazioni migliori.

Tre tipi di batteria elettronica da testare

Per aiutarti nella scelta, puoi dare un’occhiata a questi tre tipi di batteria elettronica per chi ha un budget medio.

La batteria Alesis Nitro

Se le risorse da destinare al tuo strumento a percussioni non sono molto alte, puoi cominciare da uno dei modelli di batteria Alesis Nitro.

Con meno di €400 hai una batteria elettronica di fascia media, anche se la cassa chiara non è fatta in pelle a maglia. Il pad della grancassa, in compenso, lavora bene è ha un rack robusto.

Con la batteria elettronica puoi anche suonare dal vivo. Si possono fare dei concerti con la batteria elettronica?

La batteria Yamaha DTXplorer

Con circa €600 un principiante può contare su una batteria Yamaha piacevole e con prestazioni buone. E’ una batteria robusta e modulabile: si possono spostare gli elementi e aggiungere altri pad.

La batteria Yamaha DTXplorer ti permette di ottenere un suono potente in modalità live e un suono più attenuato in modalità studio, se esci fuori dai kit preset.

Fai attenzione a regolare la sensibilità del charly.

La batteria Roland TD-11KV

La batteria Roland TD-11KV costa poco più di €700 ed è di fascia medio-alta.

E’ datata di una cassa chiara e tom in pelle in maglia, mentre il pad della grancassa è in tessuto. Il rack è solido e il modulo sonoro è ottimale per un suono realistico che di solito caratterizza le batterie di gamma più alta.

Con le batterie Roland non ti puoi sbagliare, più il numero di serie è alto (TD-17KVX, TD-25KV, TD-50KV…) più la batteria sarà costosa.

Qual è il prezzo di una batteria per principianti?

Definizione di batteria elettronica

Per imparare a suonare la batteria non devi solo occuparti del drum kit, ma anche di un nuovo lessico.

Come è fatta una batteria elettronica?

Nella batteria elettronica i pad sostituiscono i tamburi e i piatti o cimbali della batteria acustica. Sono dotati di sensori elettronici, i trigger, che quando vengono colpiti mandano un segnale elettronico a un processore che si chiama modulo sonoro.

Il sintetizzatore fa in modo che il suono così prodotto possa essere sentito tramite un amplificatore o le cuffie.

Che cos’è il groove in batteria?

Il groove è quello che in ambito melodico è il riff. E’ il ritmo che si ripete e che fa venire voglia di ballare! In questo senso è anche il ritmo tipico del funk o del rhythm and blues.

Che cos’è la pelle mesh?

La pelle mesh è un tipo di pelle in maglia. Sono dei tipi di pelle “silenziosi” usati per il tom, un tamburo di forma cilindrica chiuso da due pelli.

Per qualunque altra domanda sulla tua batteria elettronica chiedi a un insegnante di batteria!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar