Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Il tuo allenamento a casa: con o senza attrezzatura?

Di Igor, pubblicato il 15/01/2018 Blog > Sport > Personal Trainer > Un Personal Trainer Dovrebbe Usare le Macchine?

Sai perfettamente cosa succede la maggior parte del tempo in palestra …

Tutto questo testosterone, queste macchine che sbattono e ti fanno saltare la testa. Ma dopo tutto:

È obbligatorio andare in palestra?

E dobbiamo mantenerci in forma con attrezzature sportive?

Superprof ha deciso di rispondere a quest’ultima domanda, per vedere se è possibile dopotutto allenarsi senza grandi attrezzature…

Un personal trainer impara a fare a meno delle macchine nella formazione professionale?

Sì e no …

In effetti sa come insegnare i movimenti, con e senza l’uso delle macchine. Sa bene come adattarsi al suo ambiente!

Ricorda che esistono diversi tipi di formazione da seguire per esercitare il training sportivo:

  • Il titolo di studio rilasciato dalle Università che propongono Corsi di laurea in Scienze Motorie,
  • Le licenze professionali di attività sportive, come lo Yoga, ecc.
  • I master legati alle Università di Scienze Motorie,
  • Svariati corsi professionalizzanti per diventare, fra l’altro, dei personal trainer

Quali corsi universitari consentono di esercitare la professione di personal trainer? Diverse corsi possono portare alla professione di personal trainer.

Facciamo un esempio: in Italia il titolo di laurea in Scienze Motorie, parlando in termini legali, costituisce di per sé il titolo abilitante per praticare la professione di personal trainer. Esistono però corsi supplementari a cui si può accedere con titoli di studio diversi e che rilasciano un diploma per praticare la professione di Personal Trainer.

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze Motorie, lo studente è abilitato praticare diversi tipi di professione:

  • Allenatore sportivo,
  • Preparatore fisico,
  • Insegnante di bodybuilding, sala fitness

Questa formazione offre un certo numero di competenze al futuro educatore, per esempio:

  • Inquadrare un gruppo,
  • Gestione di esercizi sportivi (lezioni di ginnastica, addominali, glutei, cosce, lezioni di fitness, tonificazione muscolare, pilates, soft gym, …),
  • Gestione delle attrezzature (macchine per pesi e cardio come pressa, ellittica, cyclette…).
  • Capacità di gestire aree di strutture.

Come dice il sito dell’Università di Torino “Il Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive può diventare figura di riferimento in centri sportivi privati o pubblici come consulente, gestire associazioni sportive o ricreative finalizzate al benessere psicofisico delle persone, condurre attività motorie e sportive. Strutturare programmi di attività motorie per tutte quegli individui che hanno bisogni speciali e necessitano di attività individualizzate, organizzare eventi sportivi.”

Infatti, il futuro laureato impara a progettare una sessione di allenamento, animare (condurre la sessione) e insegnare i movimenti giusti, per non danneggiare muscoli e legamenti.

Per questo, non è obbligatorio allenarsi con le macchine. Gli esercizi di training più frequenti, in palestra o con un allenatore a domicilio, sono i seguenti:

  • Lavoro su addominali e glutei,
  • Squat (rafforzamento muscolare delle cosce e dei glutei),
  • Cardio-training (all’aperto in bici o di corsa o al chiuso su cyclette o tapis roulant),
  • Preparazione fisica generale: costruzione muscolare, core training…

Se hai bisogno di usare i manubri per lavorare i bicipiti, tricipiti e deltoidi o una panca con sbarra e pesi per sviluppare i tuoi pettorali, il personal trainer ti indirizzerà verso l’attrezzatura giusta (inclusi i marchi e i prodotti di riferimento) e ti mostrerà il movimento giusto da eseguire, per progredire e scolpire il tuo corpo, senza farti male. È qui che entra in gioco tutta la competenza che il personal trainer ha acquisito durante il suo percorso di studi.

L’allenamento e le macchine sono quindi pienamente compatibili!

Home fitness vs allenamento in palestra

Il lavoro di personal trainer è sempre più diffuso!

La nostra epoca, in cui l’aspetto fisico sta diventando più importante, fa sì che sempre più persone cerchino di perdere peso e dimagrire, per aderire ai “canoni” della moda, come ben sappiamo.

Ma esiste un lato decisamente più positivo dell’allenamento sportivo.

L’esplosione del fitness e delle offerte nei fitness club aiuta a sviluppare l’attività fisica, che è perfetta per le persone sedentarie e per gli anziani, soprattutto perché l’allenamento sportivo, anche limitato al camminare, all’aerobica in acqua o alla ginnastica dolce, aiuta a ridurre le malattie cardiovascolari e anche a ridurre il rischio di depressione grazie al fatto riduce i tassi di ansia.

Perché non arrivare a 2 sessioni di ginnastica a settimana? Un’attività fisica regolare ti garantisce un sonno migliore.

 

Ma per tornare al nostro argomento, sappi che le differenze tra un trainer a domicilio e un personal trainer in palestra riguardano l’equipaggiamento che possono offrirti!

Un personal trainer avrà necessariamente un numero limitato di dispositivi da offrirti, perché non può portarsi dietro tutto per ogni allenamento, i suoi manubri da 40 kg, il suo vogatore o la sua cyclette, dispositivi che può avere a casa, ma difficilmente trasportabili nel tuo piccolo appartamento al 6° piano senza ascensore!

Nessun problema, però, un buon personal trainer ti farà investire in un minimo di materiale:

  • Un buon tappetino e un completo di qualità per praticare il fitness in tutta comodità,
  • Elastici per eseguire movimenti articolari precisi,
  • Alcuni pesi (manubri, kettlebell, una sbarra magari…)

Muscoli a corpo libero?

Ricorda che il metodo Lafay offre 110 esercizi per costruire i muscoli, ovunque e in qualsiasi momento, senza attrezzature per il bodybuilding (manubri, panca, macchine).

Sfruttando il peso corporeo e gli oggetti presenti a casa (tavolo, sedia, letto…) sarete in grado di mettere su muscoli e di ottenere flessibilità e resistenza attraverso programmi specifici.

Il tuo personal trainer conoscerà sicuramente questo metodo o esercizi simili e potrà trarre ispirazione da alcuni dei suoi esercizi.

Esercitarsi in palestra

In palestra qualunque della tua città avrai accesso a un gran numero di macchine:

  • Bodybuilding: panca per addominali, panca piana,
  • Allenamento cardio: vogatori, ellittiche, tapis roulant, cyclette,
  • Attrezzatura per lezioni di gruppo: zumba, body pump, boxe…

Tutte queste macchine richiedono un minimo di conoscenze (zona anatomica su cui lavorano, regolazioni, ecc…) che un allenatore sarà in grado di farti avere. Non raccomandiamo di iniziare l’allenamento fisico con queste attrezzature senza il consiglio di un personal trainer in palestra.

Questa sezione non riguarda tanto gli atleti di alto livello che praticano sport intensamente e che spesso hanno personal trainer.

Scopri anche come approfittare di un braccialetto sportivo elettronico!

Il buon trainer si adatta alle situazioni e ai clienti

Un buon personal trainer ha una forte capacità di adattamento!

Infatti, ciò che rende ricca la professione di allenatore o trainer di fitness è che non esistono due clienti identici:

  • Uno sportivo può cercare un trainer perché ha deciso di fare il suo primo triathlon entro i 30 anni,
  • Un giovane pensionato potrebbe chiedere aiuto per tornare a fare sport dopo 10 anni di inattività
  • Una donna cercherà consigli per rassodare i suoi addominali/glutei, perfezionare la sua figura e raggiungere una perdita di peso quantificata.

Perché non creare programmi standard? Dimagrimento, core training o guadagno muscolare da offrire ai tuoi clienti? Le donne hanno spesso esigenze diverse da quelle degli uomini.

Ogni cliente è diverso e quindi, ogni programma di formazione è unico. Questa è la ricchezza del lavoro e un buon personal trainer non si annoia mai!

Come personal trainer dovrai adattarti al tuo cliente:

  • Qual è il suo livello di conoscenza degli sport? La sua condizione fisica? È un principiante nello sport?
  • Ha attrezzature sportive a casa? Sta andando in palestra? È aperto all’idea di trovare un trainer online?
  • Quale frequenza di allenamento desidera? Qual è il suo obiettivo? (rilassamento, salute, muscoli, dimagrimento, preparazione per una competizione…)
  • Qual è il budget che può spendere per il suo programma sportivo?

È chiaro: a seconda delle risposte, dovrai stabilire un accompagnamento personalizzato per il tuo cliente.

Quali macchine sportive rimangono essenziali per qualsiasi coach?

Se si dovessero menzionare alcune attrezzature essenziali per la formazione, sarebbe opportuno distinguere prima l’obiettivo volto a:

  • tonificazione muscolare / bodybuilding
  • sviluppo cardiovascolare.

 Nel primo caso, i manubri saranno essenziali per tonificare e rafforzare efficacemente la parte superiore del corpo e gli addominali (alti, bassi e obliqua). Ricordarsi di investire in un dispositivo addominale per far lavorare su tutta questa catena muscolare evitando danni, soprattutto il mal di schiena, che si verificano frequentemente in seguito a questi esercizi. Puoi anche investire in un dispositivo di sostegno o in una panca per far lavorare grande retto e obliqui o in un bilanciere per fare crunch e tonificare i muscoli profondi.

Nel secondo caso, saranno da favorire dispositivi di allenamento cardio come cyclette, tapis roulant, ellittiche e vogatore. Quest’ultimo è davvero eccezionale perché permette di far lavorare i bicipiti, i tricipiti, i pettorali, gli addominali e i quadricipiti mentre si lavora sul cardio!

Perché non includere 15 minuti di vogatore in ciascuna delle tue sessioni di fitness? Il vogatore, il migliore amico dell’personal trainer!

Attenzione, l’intensità di lavoro (frequenza cardiaca, potenza (sulla cyclette), velocità (per la corsa)) sarà da definire con precisione con il tuo allenatore in base al tuo passato da atleta!

Non c’è bisogno di andare oltre il lavoro consigliato dal tuo coach, perché potresti lavorare fuori dal tuo obiettivo!

L’idea è che il coachee debba imparare i movimenti giusti fin dall’inizio, per garantire la giusta sicurezza a lui e agli altri utenti, se è in una palestra.

Un allenatore deve ovviamente essere in grado di spiegare l’esercizio con la giusta postura e gli aspetti principali da tenere sott’occhio per la sicurezza.

Che tu pratichi sport in palestra o a casa senza un allenatore, fai attenzione a non commettere errori nell’allenamento sportivo. Questo articolo ti spiega bene quali siano questi errori. Alcuni sembreranno ovvi, ma altri non sono per nulla scontati!

E non dimenticare che puoi contare anche sugli smartwatch per la tua ginnastica a casa!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar