Nello yoga è esattamente così. I punti dove trovi più resistenza saranno le zone di maggiore liberazione - Rodney Yee

Se esiste una disciplina sportiva che permette di lavorare allo stesso tempo la condizione fisica, la respirazione ed il mentale, è proprio lo yoga! In effetti, tra le articolazioni, gli addominali e l’allineamento, la pratica dello yoga è il terreno ideale per svilupparsi e stare meglio, mettendo tutto il corpo in lavoro

Ed è infatti proprio questa la ragione per la quale si contano sempre più numerose le persone che approfittano dei benefici dello yoga per prendersi cura del proprio corpo. Perché inoltre lo yoga ti permette di superare te stesso, di andare fino in fondo per arrivare a ciò di cui sei realmente capace

E prima di tutto: gli allungamenti e la flessibilità! In effetti le asana (posture) di yoga permettono di allungarsi delicatamente e, via via nel corso delle sedute, che tu sia un principiante o meno, ti renderanno più sciolto e flessibile in maniera corretta. Chi non ha sognato almeno una volta di poter moltiplicare le capacità del proprio corpo?

Grazie ad una pratica yoga regolare e sapendo ascoltare il tuo corpo, questo è possibile!

Ti interessa? Ecco quindi la nostra selezione delle dieci posture ideali per sviluppare la scioltezza!

1 - Il cobra, per praticare yoga e diventare più sciolto allo stesso tempo

Fra le posture più emblematiche dello yoga, il cobra è un must! In effetti, questa posizione è allo stesso tempo buona per migliorare la respirazione, e per sciogliere l’intero corpo. In questo modo, le tensioni verranno sciolte, ed il benessere sarà a portata di mano!

Come si realizza? E’ molto semplice! Posizionati sul tappetino, disteso(a) sul ventre. Appoggia i palmi delle mani lungo il corpo, poi appoggiati sugli avambracci, in modo da sollevare il petto, ma non il bacino. Porta le spalle indietro ed eccoti nella posizione del cobra! Tieni per una trentina di secondi, prima di ripetere la postura. Ovviamente puoi integrare con un “saluto al sole” o con un altro esercizio un po’ più complicato. Il fatto è che il cobra è una buona base per lavorare sulla scioltezza iniziando a sentire il tuo corpo. Avviso ai principianti: questa asana è per voi!

2 - La pinza da seduti nello yoga, flessibilità garantita!

La pinza da seduti sembra di per sé poco difficile da realizzarsi, ma bisogna ricordare che non tutti iniziano con la stessa flessibilità. E questo è un bene, perché vi permetterà di fissarvi degli obiettivi, di migliorarvi.

Vero nome “Paschimottanasana”, la pinza da seduti consiste, in posizione di partenza, a sedersi sul tappetino, gambe tese in avanti. Ovviamente, non è tutto; in seguito, la sfida è di arrivare a toccare i piedi con le mani e mantenere questa posizione da uno a tre minuti.

Evidentemente, non tutti riescono a toccare i piedi fin dal primo corso di yoga, ma l’importante è sentire i propri muscoli lavorare, per arrivarci un giorno alla fine, chissà! Soprattutto: non forzare: rischieresti di farti del male! La flessibilità è tua!

3- La candela, la postura de yoga ludica per essere sciolti

Quelles sont les postures les plus efficaces pour devenir souple en yoga ?
Se la candela consiste nel sollevare le gambe verso l’alto, potete applicarvi una variante!

Non dimenticare: non importa la profondità della tua postura – ciò che conta è chi sei nel momento in cui ci arrivi - MaxStrom

Chiamata correttamente “Halâsana”, la candela è una postura semi-invertita, che permette di rendere più tonica la colonna vertebrale, ma anche di sciogliere la schiena e le gambe.

Conosci senz'altro questo movimento, poiché è molto praticato, sin da bambini.

Oltre ad una maggiore flessibilità, si afferma che abbia proprietà rivitalizzanti e benefiche per alcuni organi, soprattutto grazie al suo movimento invertito. Concretamente, si tratta di allungarsi a terra, braccia e gambe tese. Piega le ginocchia, portandole vicino ai glutei.

Solleva quindi il bacino poggiandovi le mani per mantenerlo. Allunga le gambe verso l’alto e mantieni lo sguardo ai tuoi piedi, per non farti male. Mantieni la postura cercando di ascoltarti, il tempo di una decina di respirazioni.

Alla fine, per ritornare alla posizione iniziale, procedi delicatamente, piegando le ginocchia verso il viso, sempre mantenendo l’appoggio con le mani. E voilà! La candela ha il vantaggio principale di essere non eccessivamente difficile, ma efficace allo stesso tempo per lavorare la tua scioltezza. Per degli effetti a lungo termine!

4 - La farfalla, per sciogliersi grazie allo yoga

La farfalla (o “Baddha Konasana”, simile alla postura del “ciabattino”) è una postura che permette di stimolare allo stesso tempo le anche e le cosce. Qui è importante mantenere la schiena ben dritta. Il programma? Elasticità e scioltezza!

Si pratica seduti, gambe tese in avanti, portare i piedi verso di sé, come per mettersi nella posizione del loto. Ma prima di arrivarci, congiungi le piante dei piedi, abbassando le ginocchia verso terra il più possibile.

Ed è qui che la scioltezza entrerà in gioco! E’ molto importante mantenere la schiena dritta e non spostarsi all'indietro: c’è il rischio che di farsi del male.

Tieni questa posizione per una decina di respirazioni e, al di là del rinforzo muscolare, seduta dopo seduta, dovreste vederne gli effetti!

5 – Il cane testa in basso, una postura di base dello yoga per essere flessibili

Tra tutte le posture di yoga più celebri, il cane a testa in basso può essere considerato la base! L’interesse principale è di poter sviluppare allo stesso tempo la forza e la flessibilità. In breve, il corpo nella sua totalità!

Nella posizione “a quattro zampe” controlla di avere le spalle bene nella linea dei polsi, ed i glutei a livello delle ginocchia. Poi, spingi il bacino verso l’alto, formano una sorta di “V” inversa rispetto al corpo. E’ in questo modo che le tue membra potranno lavorare, ed allo stesso tempo sciogliersi per il tempo di qualche respirazione.

La tensione del collo si rilassa, la colonna vertebrale si allunga, ed il corpo diventa più flessibile, per proseguire con altre asana, semplicemente!

6 - Il cane testa in alto: una postura per lo scioglimento dei muscoli nello yoga

Quelle est la meilleure position de yoga pour être plus souple ?
Tra scioltezza ed equilibrio, lo yoga è una disciplina molto completa, a tutti i livelli!

Nella medesima prospettiva, il cane a testa in alto è una base dello yoga! Anche se si potrebbe confondere con la posizione del cobra, questo esercizio parte dallo stesso principio e permette di allungare la parte alta e la parte bassa della schiena, a condizione di tenersi ben dritti, soprattutto a livello della nuca.

A differenza del cobra, la posizione del cane a testa in alto consente di far lavorare le membra, e garantisce quindi di sciogliere polsi e caviglie.

Come per il cobra, mettiti a pancia in giù a terra, le mani a livello del petto. Tendi le gambe, solleva il busto con l’aiuto degli avambracci, nel momento dell’inspirazione. Ed è a questo punto che tutto cambia: solleva il bacino, unitamente alle gambe: solo le dita dei piedi toccano a terra

Un po’ più difficile da realizzare del cobra, il cane a testa in alto permette malgrado tutto una scioltezza senza eguali di tutto il corpo, dai muscoli posteriori delle cosce alle spalle, passando dalla colonna vertebrale. Da provare assolutamente!

7 – Il muso di mucca, diventare sciolti praticando yoga

Comment être plus souple grâce au yoga ?
Molte posture si prestano alla flessibilità, ma non tutte sono accessibili ai principianti!

Ogni volta che ti prendi cura di te, ti prendi cura di tutti noi - Elena Brower

Con questo nome piuttosto strano, ed i suoi movimenti che sembrano esserlo altrettanto, la postura del muso di mucca è tuttavia una asana perfetta per sciogliersi, soprattutto per le spalle. Il suo vero nome è “Gomukhâsana”, e permette anche di allungare le ginocchia e le anche, così come il busto.

In alcuni casi si utilizza questa postura per praticare parallelamente la meditazione. Da seduti, mettiti nella posizione del loto, se ti è possibile. Puoi aiutarti con qualche accessorio per riuscirci.

Alza quindi la mano opposta al ginocchio più alto e piegala per metterla dietro la schiena. Piega ora l’altra mano verso dietro, giusto sopra la spalla.Unisci le due mani dietro la schiena, il petto aperto, la schiena ben dritta. Sensazioni garantite, scioltezza anche!

8 – Il piccione nello yoga, per sciogliersi stando a terra

Se desideri sciogliere le anche con il tempo, la posizione del piccione è una postura yoga ideale! Inoltre, permette al corpo di allungarsi in maniera globale, e non soltanto la colonna vertebrale. Anche questa, può assomigliare al cobra, a parte pochi dettagli, che però fanno tutta la differenza!

Nella posizione a quattro zampe, le mani a terra in linea con le spalle, porta il ginocchio sinistro in avanti. La tibia si trova in diagonale. Quindi, allunga la gamba destra all'indietro, la coscia ben aderente al tappetino. Siediti sopra, e soprattutto: respira regolarmente!

E’ proprio in questo modo che la scioltezza sarà meno faticosa durante lo sforzo. Dopo qualche secondo, invertite le gambe e non dimenticate: è fondamentale ascoltarsi e non forzare!

9 – Il gatto, sciogliersi e respirare nello yoga

Avec quel mouvement de base travailler la souplesse yogique ?
Con lo yoga, perchè non stirarsi come un gatto? Alcune posture vi si prestano in modo particolare!

Con questo nome così grazioso, il gatto (“Mârjârâsana”) è tuttavia una postura formidabile per sciogliersi con lo yoga. La colonna vertebrale ed i muscoli traversi sono al lavoro, così come tutti i muscoli dorsali.

Concretamente, si tratta di mettersi in ginocchio, le gambe leggermente divaricate. Piegati leggermente in avanti, sostenendoti sulle braccia. Inspirando, rilassate il ventre sollevando un po’ la testa, a questo punto, la schiena si inarca. Al momento dell’espirazione, rilassate la testa e raddrizzate la schiena.

Spesso, si completa la posizione del gatto con quella del cane... logicamente!

10 – L’albero, la scioltezza per gli yogi

Particolarmente accessibile a utti coloro che si considerano piuttosto “rigidi”, la postura dell’albero (o “Vrikshasana”) è il movimento ideale per legare corpo e spirito. Perché in questo caso sì, è questione di equilibrio, poiché è necessario tenersi su una sola gamba.

Eh sì, questa postura si prepara innanzitutto in piedi, le gambe parallele. Fissa un punto da guardare davanti a te. Quindi, posa tutto il peso del corpo sul piede sinistro, ruotando leggermente il piede destro. Solleva quest’ultimo cercando di appoggiarlo sull’interno coscia sinistro, unendo le mani come un saluto.

Mantieni la posizione respirando correttamente e, nel corso delle settimane, la colonna vertebrale diventerà più sciolta, i fianchi più ricettivi. Ecco un buon inizio per cominciare con lo yoga flessibile!

Attraverso queste dieci posizioni, eccoti pronto(a) a prendere sempre più possesso del tuo corpo. Adesso tocca a te!

Bisogno di un insegnante di Yoga?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere