Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corsi di giapponese: cosa bisogna visitare quando si viaggia in Giappone? 

Di Nicolò, pubblicato il 31/12/2018 Blog > Lingue straniere > Giapponese > I Più Importanti Monumenti Nipponici Nelle Lezioni Di Giapponese

Con più di 3000 siti storici su scala nazionale, il Giappone è un paese che associa a meraviglia forza della tradizione e progresso tecnologico. Dai più antichi templi dall’aria rasserenante fino ai grattacieli più moderni, esiste un comune denominatore: il savoir-faire giapponese. 

Il paese del Sol levante possiede anche numerosi “monumenti naturali” tra i quali si possono trovare animali e piante. 

Il Giappone è un paese che affascina: cultura tradizionale forte, storia ricca, società molto codificata e per alcuni una filosofia di vita che è l’incarnazione della saggezza e della serenità. Si tratta di una destinazione molto popolare tra i turisti occidentali che si recano in Asia e che prendono corsi giapponese. 

Ma oltre alle attrazioni imperdibili come i ristoranti di sushi e il Monte Fuji si possono anche visitare e apprezzare una moltitudine di celebri monumenti giapponesi! 

Il palazzo imperiale di Tokyo

Visitate i principali monumenti nipponici facendo un viaggio in Giappone. A tutti interessa vedere dove vive l’imperatore…

Il palazzo di Tokyo è imperdibile quando si viaggia in Giappone (lo si studia stesso nelle lezioni giapponese online). Fu la residenza ufficiale dello shogun Tokugawa a partire dal 1868 quando Tokyo divenne capitale del Giappone. 

In parte distrutto durante la seconda guerra mondiale, l’edificio fu ricostruito negli anni ’60. Il palazzo imperiale è oggi la residenza ufficiale dell’imperatore del Giappone (Akihito). 

Al palazzo imperiale, non si va per forza per visitare l’edificio. In effetti, questo è aperto al pubblico solo due giorni all’anno: il 23 dicembre e il 2 gennaio (giorno del compleanno dell’imperatore). 

È possibile però passeggiare nei dintorni, in particolare nei giardini o in barca nei fossati del palazzo. In primavera, con i ciliegi in fiore, lo spettacolo è magico! Il ponte del palazzo (Nijubashi) è un posto in cui i giapponesi amano scattarsi fotografie. 

Monumenti giapponesi: lo Skytree a Tokyo 

Seconda torre più alta del mondo nel momento della sua inaugurazione nel 2012 (634 metri), lo Skytree è un luogo di cultura. Al suo interno, tra le altre cose, ci sono infatti un acquario e un planetario. 

Ma si può anche farei shopping con più di 300 negozi e ristoranti distribuiti in tutta la struttura. L’edificio è molto frequentato e molto vivo durante tutto l’anno. 

Il Giappone è un paese moderno e all'avanguardia. La seconda torre più alta del mondo si trova a Tokyo!

Si tratta di una delle incarnazione della modernità della megalopoli giapponese e della sua fama internazionale. 

Per gli amanti di strutture alte, anche la Tokyo Tower (333 metri), che si ispira alle linee della Torre Eiffel, è un soggetto ricorrente per chi fa un corso di giapponese, anche perché è molto più vecchia (fu inaugurata nel 1958 per servire da antenna radio e televisiva). Per vedere la cima, bisognerà salire quasi 600 scalini… un’impresa non da poco!

Cercate un corso giapponese a Napoli? 

La sede del governo di Tokyo 

Nella capitale giapponese, potrete anche andare a fare un giro nella sede del governo giapponese. L’edificio è abbastanza recente (è stato inaugurato nel 1990). Prende la forma di due torri gemelle di 48 piani l’una. 

Fino al 2006, l’edificio dominava tutta Tokyo con i suoi 243 metri di altezza. 

È possibile contemplare Tokyo dell’alto dall’osservatorio posizionato a 20 metri al di sopra del suolo. Dall’alto, la vista sulla città più imponente del Giappone è mozzafiato. Si può anche intravedere il monte Fuji. 

Non c’è un periodo migliore o un momento migliore nella giornata per andarci. 

Il nostro consiglio ai viaggiatori: perché non andare in giornata per scattare foto che testimonino la grandezza della città? Ma anche calata la notte, la vista sulle luci della città è altrettanto impressionante! 

Senso-ji a Tokyo

Perché non fare un corso di giapponese in una metropoli del Sol levante? Per capire meglio lo scintoismo, recatevi nei templi.

Questo tempio è il più vecchio tempio buddista di Tokyo e fu eretto in onore della dea Kannon. Fa parte delle attrazioni imperdibili quando si visita Tokyo, o anche per un lungo viaggio in Giappone. 

I turisti vengono in massa per ammirare questo tempio o passeggiare per gli stradoni. 

Alcuni mettono anche in evidenza il lato a volte poco autentico del luogo che è stato invaso in massa dai negozianti. La soluzione migliore resta quella di farvi la vostra propria opinione andandoci di persona!

Vi serve un maestro giapponese a Palermo? 

Visitare il Giappone: il padiglione d’oro di Kyoto

Un must per chi visita la città di Kyoto per la prima volta (fu l’antica capitale del Giappone fino al 1868): sarete completamente spaesati. 

L’edificio originale risale alla fine del XIV secolo ed era la dimora dello shogun Asikaga Yoshimitsu.

Fu trasformata in tempio zen alla sua morte, poi ricostruita negli anni ’50 dopo che un monaco le aveva dato fuoco. La dimora è oggi ornata di foglie d’oro, da cui il suo nome: “Padiglione d’oro“. L’edificio è, inoltre, iscritto al patrimonio dell’Unesco. 

Se viaggiate in Giappone, prendetevi almeno due settimane per essere sicuri di non perdere le attrazioni principali. Vale davvero la pena di visitare il Kinkaku-ji!

Sappiate che anche il padiglione d’argento è visitabile nella città di Kyoto. Molto meno celebre del padiglione d’oro, merita ciononostante una visita, in particolare per i suoi magnifici giardini giapponesi. 

Al contrario del padiglione d’oro, il padiglione d’argento deve il suo nome al colore della sabbia che si trova nel giardino zen che affianca l’edificio. 

Il palazzo imperiale di Kyoto

Il palazzo imperiale originale è una delle più antiche costruzioni del Giappone, poiché la struttura originaria risale all’XVIII secolo (794). Molti incendi hanno, in più volte, distrutto la struttura. 

Il palazzo come lo vediamo noi oggi risale al 1855, ma è una ricostruzione fedele dell’edificio originale. 

Quando Kyoto era ancora capitale del Giappone, il palazzo era la residenza della famiglia imperiale, come lo è oggi il palazzo di Tokyo. 

Anche se abbandonato dalla famiglia imperiale, il palazzo è ancora vivo oggi. Numerose cerimonie ufficiali si tengono nel padiglione centrale (shishinden), come ad esempio gli auguri per l’anno nuovo. 

Anche il parco che accompagna il palazzo è magnifico con i colori della primavera e i celebri ciliegi. 

Per visitare il palazzo, bisogna imperativamente richiedere un’autorizzazione all’agenzia della casa imperiale che si trova nel parco del palazzo. Sappiate che potete anche fare questa domanda attraverso un modulo su internet. 

Fushimi Inari Taisha a Kyoto

Eretto nel 711 in onore della dea del riso Inari, è il più grande santuario shinto del Giappone. Per vedere e contemplare al meglio il santuario, bisognerà camminare lungo il sentiero in cui sono presenti a migliaia i famosi portici rossi, i torii.

Da notare che il sito appare nel film “memorie di una Geisha” e che è anche servito da ispirazione alla serie di videogiochi nintendo “Star Fox”. 

Per visitare tutte queste meraviglie, vi servirà un visto giapponese. 

Peace Memorial Park a Hiroshima

Hiroshima rappresenta una delle pagine più buie della storia giapponese. Shinzo Abe e Barack Obama durante una cerimonia commemorativa.

La storia del Giappone non si limita agli shogun e ai samurai. Il paese ha anche conosciuto le ore buie della Seconda Guerra Mondiale. Se passate da Hiroshima, è interessante fermarsi al memorial della pace che rende omaggio alle migliaia di morti. 

L’atmosfera è certo pesante e carica di emozioni, ma permetterà ad ognuno di riflettere sulle atrocità che possono essere commesse in tempo di guerra. 

Il castello d’Osaka

La capitale economica del Kansai pullula di tesori architetturali. In particolare, il castello di Osaka, che rimane un must quando si vuole visitare la città. 

Nel castello c’è un museo che ripercorre la storia di Osaka e quella del castello fin dalla sua costruzione. Dall’ultimo piano dell’edificio, la vista sulla città di Osaka è molto interessante. 

L’edificio originale è stato costruito nel XVI secolo (1538) e in seguito distrutto e ricostruito a molte riprese. L’ultima versione dell’edificio risale al 1997. Da notare che le mura e i fossati sono identici a quelli dell’edificio originale. 

Fuori dal castello troverete anche un parco nel quale i giapponesi amano venire per ritrovare energie. 

Luoghi giapponesi: il castello di Himeji

I castelli giapponesi sono delle meraviglie architettoniche da visitare. Chi non vorrebbe abitare in un posto così?

Situata ad ovest di Kyoto e Osaka, la città d’Himeji non è probabilmente la più conosciuta delle città giapponesi. Tuttavia, essa ospita uno dei monumenti più visitati di tutto il paese: il castello di Himeji. 

A causa delle sue dimensione e del suo stile, è l’incarnazione stessa dei castelli giapponesi e delle loro principali caratteristiche: 

  • Rivestimento di calce, 
  • Fondamenta in pietra molto alte, 
  • Utilizzo del gesso. 

Anche conosciuto come “Castello dell’Airone Bianco” per il rivestimento pallido dei muri esterni, fa parte, con i castelli di Kumamoto e Matsumoto, dei tre grandi castelli del paese. 

Consigliamo vivamente di andare a vedere questo castello, in particolare in primavera quando i giardini e i ciliegi sono in  fiore. Una vera immersione nella cultura giapponese di un tempo. 

Definizioni “monumenti giapponesi”

I monumenti giapponesi testimoniano la storia di questo paese, mescolando tradizione e modernità. 

Cos’è uno shogun? 

Il termine shogun significa “generale” in giapponese. È un abbreviazione della parola seiitaishogun che possiamo tradurre con grande generale pacificatore dei barbari. Indicava il dirigente militare del paese mentre l’imperatore era il guardiano delle tradizioni. Questo titolo fu abbandonato nel XIX secolo. 

Cos’è lo shinto? 

Lo shinto o shintoismo è la principale religione in Giappone. È una religione politeista e animista, legata alla mitologia giapponese. 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar