Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come dire l’ora a Tokyo? Segui delle lezioni di Giapponese!

Di Igor, pubblicato il 20/12/2018 Blog > Lingue straniere > Giapponese > Corsi di Giapponese su ora, giorno, mese e anni!

Ogni anno migliaia di giovani decidono di studiare Giapponese.  Alcuni si iscrivono ad un corso di Giapponese per principianti, altri cerca un insegnante di Giapponese a domicilio, altri seguiranno un corso di Giapponese online.

Fai per caso parte di questi giovani audaci? Hai già frequentato la prima lezione di Giapponese?

Le basi della lingua Giapponese sono molto interessanti. E ne fanno parte pratiche argomentative correnti, come il fatto di presentarsi, il fatto di chiedere l’ora e quello di saper contare.

Se hai già in mano la tua prenotazione per andare a Kyoto, Yokohama, Tokyo, per fotografare il Monte Fuji oppure Osaka, passando da Hokaido, Kyushu o dal Kansai, potresti iniziare a scaricare una lezione di Giapponese gratis incentrata attorno all’ora. Perché mai? Per poter prenotare un tavolo a cena con amici, ad esempio.

E che dire dell’hotel? Potresti doverlo chiamare per comunicare il tuo arrivo, ad un’ora diversa da quella annunciata, prima che ti venga annullata la prenotazione.

Ecco che anche questa volta Superprof ti aiuta nella pratica concreta delle minuzie quotidiane!

Lezioni Giapponese e storia del calendario

Oggi, invece, anche gli abitanti dell’Estremo Oriente utilizzano il calendario occidentale. Il calendario giapponese un tempo seguiva quello cinese!

Partiamo con un po’ di storia, come sempre! Prima del 1873, calendario e modo per indicare la data in Giapponese si richiamavano al modello cinese.  Dopo tale anno, invece, il Giappone ha adottato il calendario Gregoriano, che vige sostanzialmente in quasi in tutta Europa a partire dal 1500.

Tuttavia, per comunicare una data, il formato differisce dal classico “giorno-mese-anno”. In lingua nipponica, si invertirà il tutto: anno,-mese-giorno, proprio come fanno gli anglosassoni.

Se ti riferisci ad un evento accaduto, ad esempio, l’11 Aprile del 2011, effettuerai tale specificazione: 2011年4月11日.
Il kanji giapponese 年 si riferisce all’anno, mentre 月 fa riferimento al mese e 日 al giorno. Letteralmente, significa « l’unidicesimo giorno del quarto mese dell’anno 2011 ». Ecco, di seguito, altre specificità relative al sistema di scrittura degli anni.

Ma prima di poter capire facilmente come si faccia per comunicare una data, un’ora o un mese, è espressamente consigliato imparare a contare in Giapponese, con o senza insegnante di Giapponese. 九月 designa il nono mese dell’anno (Settembre), dato che 九 è il kanji del numero 9.

Un maestro giapponese per dire che ora è!

Prima di tutto, è fondamentale conoscere la distinzione che i Giapponesi fanno tra il mattino ed il dopo-mezzogiorno, simile a quella tra A.M e P.M che ormai conosciamo bene.

Ecco i termini giapponesi per indicarla:

  • « gozèn » (午前) si riferisce al mattino,
  • « gogo » (午後) si riferisce al mezzo-giorno.

Nel Paese del sol-levante non esiste una trascrizione precisa dell’interrogativo: « Che ore sono ? ». Là si punta, infatti, a sottolineare il concetto di “attualmente”, all’interno di questo genere di interrogativo.

Corso di Giapponese a Milano? Chiedi dettagli sull’ora al tuo insegnante madrelingua.

 

Sei in grado di dire la data e l'ora in ogni occasione? “Che ora è?” si dice “ma (wa) nan’ji dèss’ka?”

Per chiedere «che ora è», si dirà:

  • « ma (wa) nan’ji dèss’ka ? » (今 (は) 何時 ですか).

« Dèss’ka » indica che si sta ponendo una domanda. Il kanji « 何 » (nan’) potrebbe tradursi con «quel», Mentre «dji » (時) fa riferimento all’ora.

Per dire l’ora, se ad esempio sono le cinque del attino, si dirà « ima wa gozèn go-dji dèss’ » (今は 午前 5時).

Per quanto si possa trovare spesso l’ora espressa in numeri arabi, è importante familiarizzare con i kanji che designano ogni numero o dei numeri giapponese, per capire bene i due casi.

In effetti, se ti ritrovi a chiedere l’ora in una strada di Tokyo, il passante ti risponderà in Giapponese. Tanto vale capire cosa ti viene detto. Altrimenti, opta per l’acquisto di un orologio!

Da memorizzare:

  • 分 designa il kanji dei minuti. La sua pronuncia differisce, in base ai dittonghi,
  • 時 (dji) designa il kanji delle ore.

A lezione di Giapponese –stai tranquillo – ti spiegheranno quasi fin da subito come parlare dell’ora, magari subito dopo averti detto come ci si presenta.

Corsi giapponese e giorno dell’anno

Passiamo ora a “come parlare dei giorni”. Innanzitutto, in alcuni Paesi, come già sappiamo, la settimana inizia dalla Domenica e non già dal lunedì.

Come abbiamo già avuto modo di notare, il kanji 日 si riferisce alla giornata. La tabella seguente riporta i giorni della settimana in Giapponese, con la traduzione etimologica, le pronunce e le loro trascrizioni in kanji.

 

Giorno Kanjis Fonetica Senso etimologico
Domenica 日曜日 nitchi-yôbi Il giorno del sole
Lunedi 月曜日 guètsu-yôbi Il giorno della luna
Martedì 火曜日 ka-yôbi Il giorno del fuoco
Mercoledì 水曜日 sui-yôbi Il giorno dell’acqua
Giovedì 木曜日 moku-yôbi Il giorno del legno
Venerdì 金曜日 kin-yôbi Il giorno dell’oro
Sabato 土曜日 do-yôbi Il giorno della terra

Si vede subito che la traduzione non rimanda all’etimologia latina delle parole che usiamo per i giorni della settimana.

Corso Giapponese e i 12 mesi dell’anno

Potrebbe essere importante per riuscire a prendere un aereo o per arrivare in orario ad un appuntamento di lavoro. Prima di partire per il Giappone, informati su come dire la data e l’ora!

Prima di tutto, occorre ovviamente imparare i nomi dei mesi dell’anno riportati nella tabella che segue:

 

Italiano Romaji Hiragana Ideogrammi (Kanjis)
Gennaio ichigatsu いちがつ 一月
Febbraio nigatsu にがつ 二月
Marzo sangatsu さんがつ 三月
Aprile shigatsu しがつ 四月
Maggio gogatsu ごがつ 五月
Giugno rokugatsu ろくがつ 六月
Luglio shichigatsu しちがつ 七月
Agosto hachigatsu はちがつ 八月
Settembre kugatsu くがつ 九月
Ottobre jūgatsu じゅうがつ 十月

Notiamo che si può anche dire « yongatsu », « nanagatsu » per indicare « luglio »,così come « kyugatsu » per settembre. Per Febbraio si potrà trovare anche un modo di scrivere alternativo: 如月.

È interessante anche sapere che i mesi giapponesi hanno una traduzione legata al calendario che è in vigore dal 1873. E, però, questi ultimi, non sono molto usati nel linguaggio corrente, ma possono apparire nei testi poetici. Ecco perché una bella lezione di Giapponese sul tema non guasterà di certo. Trova il tuo mentore dei sogni su Superprof.

Ad esempio, Gennaio (睦月) viene anche tradotto come «il mese dell’amicizia».

In Giapponese esistono diversi suffissi per riuscire a contare. E così, le cose cambiano, se si contano persone, cose o ancora oggetti specifici come gli oggetti cilindrici o ancora delle pillole. Contare il numero dei mesi segue dunque questa stessa regola. Si usa « getsu » per contare i mesi. Ecco il dettaglio:

  • Un mese = ikkagetsu
  • Due mesi = nikagetsu
  • Tre mesi = sankagetsu
  • Quattro mesi = yonkagetsu
  • Cinque mesi = gokagetsu
  • Sei mesi = rokkagetsu
  • Sette mesi = nanakagetsu
  • Otto mesi = hachikagetsu
  • Nove mesi = kyuukagetsu
  • Dieci mesi = jukkagetsu
  • Undici mesi = juuichikagetsu
  • Dodici mesi = juunikagetsu

Segui un corso di Giapponese per imparare le peculiarità sugli anni

Quando si parla degli anni, si usa il kanji年 (nèn).

Come abbiamo osservato nella prima parte, i Giapponesi usano il calendario gregoriano, ma a volte esiste una piccola particolarità: l’uso delle date secondo l’era dell’Imperatore attuale. Ad esempio, attualmente, ci troviamo nel ventinovesimo anno dell’era heisei (平成), che è iniziata il 7 Gennaio del 1989 con l’avvento del Regno dell’Imperatore Akihito. Ad ogni imperatore la propria era.

« Gengou Free » è un’app mobile che converte gli anni del calendario gregoriano in anni del calendario giapponese tradizionale. La cosa può essere utile in certi contesti, ad esempio in presenza di madre-lingua giapponesi.

Un corso di Giapponese e degli esempi concreti

  • 12 Aprile 2001 : 2001年4月12日
  • 17 Marzo 2007 : 2007年3月17日
  • 28 Agosto 2004 : 2014年8月28日
  • 7:30 : 午前七時半 です verrà pronunciato « gozèn’ shitchi-ji han’ dèss’» Per parlare delle 19:30, si scriverà nello stesso modo, ma sostituendo « gozèn » (午前) con « gogo » (午後). Da notare che invece, in Inglese, l’informazione circa il momento della giornata si situa ad inizio frase. Si troverà allora « gogo » o « gozèn » all’inizio della proposizione.

Per quanto riguarda le date, si può scriverla in numeri Giapponesi, anziché usare quelli arabi.

Per comunicare la data del giorno, possiamo aggiungere davanti alla preposizione « 今日は » ou « kyô wa », che traduciamo con «oggi» e aggiungere alla fine della frase « です » che introduce il verbo essere.

Non farti trovare impreparato nel momento più importante: segui un corso di Giapponese prima di qualsiasi colpo. Sapere chiedere l’ora e la data può servirti in tante occasioni!

Di fatto, per dire che oggi è l’8 luglio 2017, diremo « 今日は201778日です ».

In Giapponese ci sono molte formule di educazione e rispetto, tutte essenziali alla tua integrazione nella società giapponese!

In sintesi:

  • Imparare a comunicare l’ora, la data (giorno, mese, anno) è una delle prime cose da fare quando desideri imparare Giapponese o in modo più globale, quando cerchiamo di imparare una lingua. Per chi desideri vivere in Giappone, per lavorarvi o anche solo in vacanza o come viaggio turistico, vi sono alcuni prerequisiti da conoscere precisamente
  • Di primo acchito, l’apprendista della lingua giapponese può avere lo stesso timore che con i caratteri cinesi. Sembra difficile, ma non cedere al panico. Innanzitutto, per dare delle informazioni di base come l’ora o una data, non è necessario conoscere molti kanji diversi. Inoltre, è sempre possibile cavarsela con le cifre arabe: in questo caso dovrai tenere a mente solo 3 o 4 kanjo diversi. Quindi, tutto è piuttosto facile e alla portata di tutti!
  • L’apprendista delle lingue inizia sempre con queste piccole cose, come imparare a dare la data del giorno e sapere presentarsi e possono a volte seguire dei corsi di Giapponese più approfonditi e realizzare dei quaderni di scrittura belli pieni di un vocabolario giapponese ricco.
Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar