Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come migliorare le proprie conoscenze del vocabolario latino?

Di Igor, pubblicato il 18/10/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Latino > Dizionario di Latino: le Migliori Opere e i Migliori Siti per Progredire!

«Nam et ipsa scientia potestas est»
«Sapere è potere» (proverbio latino)

Il latino appartiene alle lingue antiche, proprio come il greco antico. Ciò nonostante, sebbene il latino non venga più ritenuto una lingua viva (non lo parliamo più nel nostro quotidiano), continua a rivestire un ruolo di una certa importanza.

Di fatto, le radici etimologiche delle nostre parole italiane attuali sono legate alle loro origini latine. Spesso si dice che l’italiano può essere una lingua complicata; per aggirare alcune difficoltà,  capire meglio le regole grammaticali o dirimere questioni ortografiche oscure si dà un’occhiata alla formazione delle parole delle coniugazioni e degli accordi, si consultano coniugazioni dei verbi…

E allora, cosa c’è di meglio che studiare i vocaboli latini aiutandosi con un dizionario? Che sia cartaceo o online, come ad esempio il Dizionario di Latino Olivetti, sarà uno strumento davvero utile per allargare le tue conoscenze e accompagnarti nello studio!

Superprof ha recensito le migliori opere che potrai consultare per arricchire il tuo lessico latino (e fare un’ottima figura durante il corso di latino) e anche quello italiano, di conseguenza.

Dizionario di latino: Il Castiglioni Mariotti

Il Castiglioni Mariotti è il dizionario di riferimento per la stragrande maggioranza degli studenti di latino di tutta Italia. Oggi è alla settima edizione. Il dizionario di cui nessuno studente di latino può fare a meno!

Nessuno studente italiano di latino ha mai potuto prescindere dal portarsi dietro (con tutto il loro peso!) le 2270 pagine del dizionario “IL”, un’opera monumentale realizzata da Luigi Castiglioni e Scevola Mariotti che è passata fra le mani di centinaia di migliaia di liceali italiani.

La sua prima edizione infatti risale al lontano 1966, quando di certo l’apprendimento di declinazioni, coniugazioni, consecutio temporum e frasi di Cicerone e Ovidio erano estremamente più irreggimentate rispetto ad oggi.

Nel corso di oltre 50 anni la casa editrice Loescher ha realizzato diverse edizioni, per l’esattezza 4, in un continuo aggiornamento. La terza edizione è arrivata nel 1996, mentre la quarta, quella del 2007 ha unito il “classicismo della materia” alle nuove tecnologie: infatti l’acquisto del dizionario è ora accompagnato dal CD-ROM.

IL Castiglioni Mariotti non è stato di certo il primo dizionario bidirezionale (ovvero, comprendente la sezione dal latino all’italiano e quella dall’italiano al latino), ma è arrivato nelle librerie italiane quando esistevano altre opere simili. Il merito di “IL”è quello di essere spiccato tra tutti gli altri: si è infatti saputo distinguere sin da subito tra gli studenti di latino per la chiarezza espositiva. Ma non è tutto: a questo dobbiamo aggiungere che il dizionario in questione è arricchito con decine di “frasi tradotte” all’interno delle singole voci, il che è sicuramente di grande aiuto durante le traduzioni e soprattutto durante lo svolgimento dei compiti in classe e delle amatissime versioni.

Ma la novità portata dal Castiglioni Mariotti ha riguardato, a suo tempo, il tipo di pubblico cui mirava e si rivolgeva. Opere come il Campanini Carboni, il Bernini, il D’Arbela Annaratone, il Bianchi, il Calonghi Badellino (edizione minore), ma anche l’immenso Angelini Mariano puntavano infatti a studenti delle scuole medie e del ginnasio. Il solo Georges – Ferruccio Calonghi – Oreste Badellino era utilizzato dai più esperti, ma il suo linguaggio risultava comunque complesso a chi, uscendo dal ginnasio, necessitava di uno strumento più complesso, ma comunque di facile comprensione e estremamente chiaro.

Nel tempo, i dizionari di latino sono stati aggiornati e rivisti non solo a livello di contenuti, ma anche a livello di formati e supporti. Anche i dizionari di latino sono smart! Puoi scaricare un’app e averli sempre con te.

Il Castiglioni Mariotti invece è utilizzabile da tutti i fruitori di testi latini, sia dagli studenti delle medie e del ginnasio, che dagli universitari; tratta il latino classico, ma non si fa mancare nemmeno le forme del latino più tardo, quello del periodo cristiano, oltre alle forme linguistiche letterarie e epigrafiche.

Nella quarta edizione, rispetto alla precedente, tutte le 50.000 voci della parte latino – italiana sono state riviste e aggiornate; molti esempi sono stati aggiunti, così come la traduzione integrale dei passi. È stato aumentato il numero di lemmi – aiuto relativi a oscillazioni ortografiche o a forme anomale.

Dal punto di vista della grammatica, le particolarità linguistiche beneficiano di un’area a sé stante, integrata rispetto all’edizione precedente.

In calce al dizionario, si trova un Appendice antiquaria, dove sono inserite diverse curiosità, estremamente utili nello studio del latino (a proposito, hai già dato un’occhiata alla sezione latino lezioni del sito Superprof?). In questa sezione troviamo specifiche su pesi e misure, monete, il calendario romano, la misura del tempo, il culto pubblico, il sistema onomastico, la famiglia e la parentela, la casa, il cursus honorum, l’organizzazione militare, principali vie romane della penisola italiana.

Come vedi, temi molto diversi tra loro ma sicuramente molto interessanti per comprendere usi, tradizioni, vita quotidiana e anche economica e politica e per appassionarsi non solo alla lingua, ma anche a tutto quello che le sta intorno.

Piccola nota a margine: dell’edizione del 2007 sono disponibili anche app Android e IOS con, tra le altre funzionalità:

• Ricerca immediata per lemma nelle sezioni Latino-Italiano e Italiano-Latino
• Ricerca per forme flesse latine e link alle tavole di flessione nelle voci
• Ricerca Tuttotesto
• Ricerca contestuale di parole nelle voci
• Rinvio nelle voci ai contenuti dell’appendice linguistica
• Tavole dell’appendice antiquaria in PDF
• Evidenziazione del testo e inserimento/cancellazione di note
• Preferiti, note, evidenziazioni soncronizzabili con iCloud
• Dimensione del testo regolabile.

Gli altri dizionari di latino

Per lo studio del latino è importante, innanzitutto, avere con sé gli strumenti giusti. A partire dal dizionario. Per imparare il latino, attrezzati con gli strumenti migliori e approfitta di tutti i momenti di studio!

Si sa, nel mercato in generale, quando il primo operatore traccia una strada di successo, ben presto anche altri imprenditori seguono la scia. Lo stesso principio funziona anche quando si parla di mercato editoriale. E fu così che altri editori seguirono l’esempio di chiarezza e completezza data dal Castiglioni Mariotti. Vediamo alcuni esempi!

Il Nuovo Campanini Carboni, dizionario della lingua e della civiltà latina

Un caso interessante è, tra gli altri, quello del Nuovo Campanini Carboni, edizione Paravia (1993 e riedizione 2011), 2240 pagine. Questa edizione ha sostituito il precedente Campanini Carboni, che aveva accompagnato le generazioni precedenti di studenti di latino.

Già dalla prima uscita della loro opera, i due latinisti si erano posti l’obiettivo di offrire agli studenti uno strumento di semplice consultazione, abbastanza ricco di frasi e con qualche aiuto sintattico. Le prime edizioni (risalenti agli anni Dieci e Venti del ‘900) erano a prova di copiatura: si trattava infatti di pagine stampate su carta spugnosa per evitare che gli studenti scrivessero sulle pagine delle frasi da sfruttare durante i compiti in classe. Probabilmente un’edizione non amatissima dagli studenti, ma sicuramente molto apprezzata dai professori! L’elemento di modernità che contraddistingueva il Campanini Carboni della prima ora rispetto ai dizionari allora esistenti era la traduzione in latino di parole e lemmi che si riferivano a cose, istituzioni o tecnologie non presenti nel mondo dell’Antica Roma, come carabiniere, elettricità, gondola, automobile o patata (importata in Europa, solo dopo la scoperta dell’America).

Aggiornamenti e nuove edizioni dei dizionari permettono di inserire al loro interno anche parole riferite a oggetti che nell'Antica Roma non esistevano. La “gondola” è approdata nel dizionario di latino solo di recente!

Nel 1993, il Campanini Carboni è uscito con la sua settima edizione, in occasione della quale l’intero dizionario è stato riscritto dalla prima all’ultima pagina: la parte latino – italiana è stata ampliata e ordinata, nella sezione italiano – latina, invece, sono stati eliminati i termini moderni (gli insegnanti di latino oggi fanno tradurre molto di meno in latino rispetto ai decenni scorsi). Le sezioni dedicate alla cultura latina sono state ampliate notevolmente, al punto che anche nell’intestazione del dizionario è stata aggiunta la dicitura “civiltà latina”, che in precedenza non figurava.

Il latino. Vocabolario della lingua latina

Questo dizionario è l’opera realizzata da Gian Biagio Conte, Emilio Pianezzola e Giuliano Ranucci, edito per i tipi di Le Monnier nel 2010. Si tratta di un dizionario italiano – latino – italiano moderno, con una struttura espositiva chiara, che con le sue 2480 pagine ha definitivamente sostituito il precedente lavoro della stessa casa editrice, il Bianchi Lelli, in circolazione dal 1972.

Tra le altre cose si trovano al suo interno:

  • oltre 150.000 citazioni latine tratte da 460 autori e 240 opere collettive
  • 4.700 lemmi-aiuto tra varianti ortografiche e forme irregolari
  • oltre 400 specchietti riassuntivi dei lemmi complessi per velocizzare la consultazione delle voci più lunghe
  • oltre 600 riquadri di aiuto grammaticale e semantico a fine lemma
  • oltre 2000 parole latine del lessico di base chiaramente segnalate
  • 16 tavole a colori di carte geografiche del mondo antico
  • apparati antiquari (l’amministrazione dello stato e il cursus honorum, l’organizzazione militare, il nome e l’identità personale dei cittadini romani, le misure del tempo, le riccorrenze e le feste, il culto pubblico, le misure e le monete, le strade romane)
  • volume di percorsi ed esercizi con il vocabolario scaricabile online
  • CD-ROM multipiattaforma (Windows, Mac e Linux) per ricerche rapide e avanzate, compatibile con la LIM e ricco di funzionalità.

Un latino sempre al passo coi tempi!

I dizionari online

Estremamente più rapido e comodo rispetto al fatto di trovare una parolina in un dizionario di svariate migliaia di pagine. Per arricchire il tuo lessico latino e tradurre dei testi più facilmente puoi usare un dizionario online!

Per tradurre un testo dal latino all’italiano, per comprendere il significato di una locuzione latina o, ancora, per capire da dove provenga la desinenza di una parola, potrebbe essere utile per te utilizzare un dizionario specifico. Ma, soprattutto se la tua necessità è momentanea e sei sicuro che non ne avrai bisogno a lungo, non hai nessun motivo di spendere 80 € o più per acquistarne uno cartaceo. In questo caso il World Wide Web sarà davvero tua alleata: alcuni dizionari online possono infatti rispondere ai tuoi bisogni, soprattutto se si tratta di tradurre “al volo” una versione di latino.

Se hai bisogno di altri suggerimenti per lo studio di questa lingua antica ma vivissima, da cui derivano moltissime delle lingue che parliamo attualmente nel mondo e che sono alla base della comunicazioni tra i popoli,  leggi la nostra guida completa sul latino!

Intanto, ecco alcuni strumenti online che potranno rivelarsi davvero utilissimi per sedimentare le tue conoscenze e fruire in velocità di un aiuto prezioso durante il tuo percorso di studio.

Dizionario di Latino Olivetti

Se sei alla ricerca di un dizionario online di facile utilizzo, il Dizionario di Latino Olivetti siamo certi che non ti deluderà!

Il sito consente infatti di tradurre indifferentemente dall’italiano al latino e dal latino all’italiano. Allo stesso tempo è uno strumento che ti aiuta a scoprire il significato delle parole, di imparare le declinazioni latine e la coniugazione dei verbi.

Tieni presente che, proprio perché non si tratta di un traduttore automatico ma semplicemente dell’adattamento di un dizionario vero e proprio, potrai effettuare la ricerca inserendo una parola e non frasi intere.

Nella sezione dedicata alle istruzioni per la ricerca si legge infatti:

Tenete sempre ben presente che questo è un dizionario e non un traduttore automatico. Di conseguenza si deve ricercare una parola per volta. Se si inseriscono nella casella di ricerca più parole o frasi intere, verrà ricercata solamente la prima parola.
Il sistema non fa differenza tra lettere maiuscole e minuscole e non tiene in considerazione gli eventuali accenti o segni diacritici.

Strumento velocissimo ma comunque approfondito, il Dizionario di Latino Olivetti è davvero prezioso. Hai un dubbio su una parola? Prima di fare errori cui non puoi riparare, consulta il Dizionario di Latino Olivetti!

Esiste, ovviamente, anche la possibilità di cercare le parole nelle forme flesse e risalire a quella originale, semplicemente apponendo una spunta sulla casella dedicata.

Una sezione particolarmente interessante del sito è dedicata alla grammatica, con una parte di morfologia e una di sintassi.

Hai un dubbio sull’uso dell’ablativo? Sul Dizionario di Latino Olivetti troverai una risposta esaustiva con tanto di esempi:

1. Ablativo di strumento o del mezzo. Qualsivoglia nome indicante lo strumento, con il quale si compie un’azione o il mezzo con cui si ottiene un effetto si pone all’ablativo senza proposizione, per esempio: oculis cernimus (vediamo con gli occhi).
Sol luce sua cuncta illustratDente lupus, cornu taurus petitBenevolentiam civium blanditiis et assentando colligere turpe est.
Se lo strumento o il mezzo sono rappresentati da un nome di persona, questo nome si deve porre all’accusativo con la preposizione per, come: per legatos eum certiorem facitper me (oppure mea operafactum est.
Per accennare accompagnamento di persona o di cosa si usa l’ablativo con la preposizione cumcum patre profectus sumcum rege locutus sum; cum magno damno abiitcum gladio, cum magna pecunia venit (ma invece: hunc agrum magna pecunia emi). Bisogna distinguere il complemento di mezzo da quello di compagnia, per esempio: Caesar paucis militibus oppidum cepit (prese la città per mezzo di pochi soldati). Caesar cum equitibus in castra pervenit (in compagnia della cavalleria). Con agmine e comitatu si può tralasciare il cumPompeius paucorum equitum comitatu in castra pervenit.
Ablativi di mezzo sono: equocurrunavi vehor (andare a cavallo, in cocchio, su nave); navibus o classe proficiscor (mettersi in mare con le navi, con la flotta); pila ludo (giocare a palla). Sono anche ablativi di mezzo: tenere se castris (nell’accampamento); recipere aliquem tecto (accogliere qualcuno sotto il suo tetto) e simili. In senso figurato per altro si dice solamente: recipere aliquem in amicitiam.
2. Ablativo di causa efficiente. Con i verbi passivi e con gli intransitivi il nome, che denota la causa efficiente, si mette all’ablativo senza preposizione.
Boni nullo emolumento impelluntur in fraudem, improbi saepe parvo. Trahimur omnes studio laudis et optimus quisque maxime gloria ducitur. Corpora iuvenum firmantur labore. Concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur.
3. Ablativo dell’agente. Con i verbi passivi il nome, indicante la persona operante, si mette all’ablativo con la preposizione a o ab.
Roma a Romulo, Alexandrīa ab Alexandro condita est. Alexander ab Apelle potissimum pingi et a Lysippo fingi volebat.

Ma questo è solo un esempio: le voci a tua disposizione sono davvero tantissime!

Splash Latino

Un altro esempio interessante? Splash Latino, un sito su cui potrai trovare la traduzione di tantissimi testi latini, che potrai consultare e scaricare in modo completamente gratuito.

Devi tradurre una versione di latino intera? Digita il suo titolo o uno stralcio di testo nello spazio apposito e dai l’“ok”. In alternativa, puoi cercare anche per autore o visualizzare i brani più letti e ricercati.

Considera che questo dovrà essere un aiuto al tuo studio e non sostituirti completamente a te: l’obiettivo non è finire la versione, ma procurarsi tutte le competenze utili a completare in maniera corretta anche quelle che ti verranno poste successivamente.

E magari portare a casa un bellissimo voto in occasione di una versione in classe!

Sapere.it

Per utilizzare questo pratico e completo dizionario online, non dovrai fare altro che connetterti al sito e selezionare la lingua: latino – italiano o italiano – latino? Cliccando sull’icona della lente di ingrandimento otterrai la risposta alla tua query.

Davvero semplicissimo!

Oltre a termini e parole, conosci la storia dell’alfabeto latino?

Come imparare il latino e arricchire il proprio vocabolario?

Nonostante le numerose risorse online, il dizionario cartaceo resta uno strumento indispensabile, al pari della grammatica latina. Anche se potrebbe sembrare arcaico, un dizionario cartaceo è difficilmente rimpiazzabile!

Imparare una lingua morta o viva, passa innanzitutto dall’apprendimento del suo vocabolario. Ciò serve a capire sempre meglio, nei testi che si leggono, le diverse sfumature della lingua. Naturalmente, un dizionario, proprio come una citazione in latino, ti aiuta, sul momento, a capire il senso della parola e a trattenerlo.

Ma apprendere una lista di vocaboli, di tanto in tanto, consente di acquisire più rapidamente il vocabolario e di anticipare i bisogni che si possono avere traducendo un testo.

Nuovo e utile

Su questo sito, dedicato più genericamente alle “teorie e pratiche della creatività”, si trova una lista di 180 parole ed espressioni latine che si utilizzano parlando italiano e che è bene conoscere, sia che si tratti di tradurre un brano di Cicerone, sia che si voglia farsi notare utilizzando un latinismo, tra amici.

Ma anche per semplice curiosità e cultura personale!

Molte volte, ci ricordano su nuovoeutile.it, qualcuno utilizza parole latine pensando si tratti di termini inglesi, come aut aut (che qualcuno osa scrivere out out!!!), tutor, sponsor, monitor.

Questo sito si vuole porre, nelle sue intenzioni, come qualcosa di diverso dal solito materiale che si trova in rete e quindi, appositamente, evita di riportare espressioni già ampiamente presenti sul web, come nel caso di alea jacta est, lupus in fabula, … Inoltre non riporta i termini che dal latino sono arrivati all’italiano senza alcuna modifica, come per rosa, via, salve, … e non si interessa nemmeno parole come formula, mutanda, notula, in quanto derivateci da un latino “corrotto” da altre lingue, non più originale.

Particolarmente interessante!

E tu sai quali sono le lingue moderne che derivano dal latino?

Aforisticamente.com

Qui si trova un’ampia raccolta dei più importanti e celebri detti e proverbi latini, che sono, a detta di chi gestisce il sito, la dimostrazione della modernità della lingua di Ovidio e dunque la riprova dell’importanza del suo studio.

Ogni frase è riportata in ordine alfabetico, per permetterne una più facile reperibilità al fruitore del sito. Quando la frase è attribuibile ad un autore in particolare, questo viene riportato assieme al titolo dell’opera da cui la citazione è estrapolata.

Homolaicus.com

Si tratta di una raccolta, sotto forma di glossario, dei termini latini ancora in uso.

Una pratica tabella riporta in una colonna il termine latino, nell’altra la definizione o traduzione, accompagnata da una breve ma precisa spiegazione e interpretazione.

Anche in questo caso, l’ordine alfabetico è il criterio prescelto per il riempimento della tabella.

Come vedi, i dizionari di latino – che siano cartacei come IL o online come il Dizionario di Latino Olivetti – sono moltissimi: sta a te scegliere quello più utile alle tue esigenze e utilizzarlo nella maniera più corretta.

Sceglilo bene e… alea iacta est!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar