Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Le procedure da seguire per prendere corsi di spagnolo in loco

Di Catia, pubblicato il 05/04/2019 Blog > Lingue straniere > Spagnolo > Quali Documenti Servono per Andare a Studiare in Spagna?

“La fortuna aiuta gli audaci.”

Ogni anno oltre 350.000 studenti internazionali sono pronti a proseguire parte dei propri studi all’estero nel quadro del programma Erasmus +.

L’Italia è uno dei principali paesi di partenza con circa 30.000 studenti l’anno, ma è la Spagna il primo paese di destinazione.

Le università italiane e spagnole permettono a molti studenti di fare un periodo di studio all’estero grazie a specifici accordi bilaterali. Prima di partire, però, è bene informarsi e prepararsi al meglio per un soggiorno o un tirocinio in un latro paese europeo.

Ecco tutte le procedure da seguire per andare in Spagna nell’ambito dei propri studi scolastici e universitari o per continuare gli studi con un dottorato.

Lezioni spagnolo: cosa bisogna fare prima di partire per la Spagna?

Per andare a studiare in Spagna non ti servono passaporti. Non hai bisogno di passaporto o visto per andare in Spagna!

Gli studenti italiani possono partire per andare a studiare all’estero e risiedere in un altro paese europeo senza dover usare il passaporto o richiedere un visto. Basta la carta d’identità per i paesi dello spazio Schengen, di cui la Spagna fa parte. Per questo, il tuo sogno di studiare nel paese iberico si può realizzare senza alcuna procedura per visti.

Tuttavia, ci sono delle condizioni da rispettare per frequentare l’università spagnola:

  • Essere iscritto a uno degli atenei italiani che hanno accordi di scambio con le università spagnole per poterci trascorrere uno o due semestri;
  • Disporre di risorse sufficienti e pari al salario minimo in Spagna per non aver bisogno dell’assistenza del paese che ti accoglie;
  • Avere un’assicurazione sanitaria completa che copra i tuoi spostamenti in Spagna.

Un aspirante studente Erasmus non deve sottovalutare la questione sanitaria. La buona notizia è che, in quanto cittadino dell’Unione europea, ogni persona che si trova in un paese membro per brevi periodi ha diritto a essere curato nel paese di accoglienza.

Prima del viaggio bisogna chiedere la tessera europea assicurazione malattia, TEAM, così, puoi dimostrare che sei assicurato presso un paese europeo.

Scopri come studiare spagnolo online!

Se non porti con te la tessera, hai sempre diritto a essere curato dalle strutture pubbliche di altri paesi europei ma dovrai anticipare le spese e poi chiedere il rimborso al sistema sanitario italiano al tuo rientro.

La TEAM è gratuita ed è valida per sei anni. In genere, viene rilasciata direttamente dall’Agenzia delle Entrate a tutti i cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari iscritti al servizio sanitario nazionale.

Per avere più informazioni puoi chiedere all’ufficio Erasmus della tua università o alla tua ASL, Azienda sanitaria locale, di appartenenza.

Ricordati che la TEAM vale per i soggiorni di breve durata inferiori ai 3 mesi. Oltre questo periodo bisogna sottoscrivere un’assicurazione sanitaria in Spagna.

Ecco come trovare lezioni di spagnolo fatte per te!

Corsi spagnolo: verifica i requisiti per studiare in Spagna dopo la maturità

Prima di partire per la Spagna informati sui criteri di accesso alle università. Per iscriverti all’università spagnola bisogna ottenere delle credenziali per l’accesso!

Per andare a studiare all’estero, inclusa la Spagna, bisogna avere il riconoscimento dei propri titoli di studio. L’accesso all’università è vincolato all’equivalente del diploma di stato. L’autorità spagnola competente a decidere sui tuoi titoli di studio è l’Universidad Nacional de Educacion a Distancia, UNED.

Per vederti riconoscere il tuo titolo devi fare domanda sul sito dell’UNED e creare un profilo grazie a un codice identificativo che comincia per UESELECT.

Con questo codice potrai procedere con la domanda online, rigorosamente in spagnolo. Se non hai seguito un corso di spagnolo è meglio farti aiutare da qualcuno. Nel modulo di iscrizione ci sono tre campi molto importanti:

  • Provincia de nascimento: devi indicare il tuo luogo di nascita;
  • Tipo Recogida: devi indicare “envio por correo al dimicilio indicado” così riceverai a casa le credenziali per l’accesso alle università spagnole;
  • Vias de Aceso: devi specificare qual è l’ambito di studi che ti interessa.

Puoi scegliere due delle tre opzioni tra:

  • Ciencias y Tecnología, Scienze e tecnologia
  • Humanidades y Ciencias sociales Scienze umane e sociali
  • Artes (artes plásticas imagen y diseño o artes escénicas, música y dana), Arti figurative, musicali o coreutiche.

Quando ricevi le credenziali per l’accesso alla domanda online devi stampare il modulo e inviarlo all’UNED per posta insieme a tutti i documenti richiesti:

  • Copia del modulo compilato e firmato
  • Copia della ricevuta di pagamento di 105€
  • Fotocopia del diploma di maturità o della richiesta di diploma
  • Fotocopia delle pagelle degli ultimi tre anni
  • Fotocopia fronte e retro del tuo documento di identità

Tutta la documentazione deve essere autenticata presso l’Ambasciata di Spagna a Roma o il Consolato Spagnolo di Milano o Genova. In questo modo i documenti avranno un carattere ufficiale.

L’UNED valuterà la tua documentazione e convertirà il voto di maturità che hai ottenuto in decimi. In Spagna viene adottata una scala che arriva fino a 10 e serve alle università spagnole per valutare i candidati. Più è alto il punteggio, più possibilità hai di essere ammesso alle facoltà che hanno dei posti limitati.

Il documento rilasciato dell’UNED si chiama Credencial e ti permette di frequentare l’università in Spagna iscrivendoti direttamente presso gli istituti universitari che ti interessano. In genere, la domanda di iscrizione si fa entro luglio, ma basta controllare i siti delle università che hai scelto per sapere tutto sulla scadenza.

L’iter per ottenere il Credencial ha un costo di 105€. Per questo è importante compilare bene il modulo online e conservare una copia della ricevuta di pagamento.

A lezione di spagnolo con l’Erasmus+

Se ti iscrivi all'università italiana poi puoi partire per la Spagna con uno cambio universitario. Il cammino per le università spagnole può cominciare da quelle italiane!

Potresti decidere di partire per la Spagna anche dopo che ti sei iscritto all’università italiana approfittando del programma Erasmus. E’ il programma europeo per la mobilità che ti permette di richiedere una borsa di studio per trascorrere uno o due semestri presso un’ateneo straniero convenzionato.

L’ammontare della borsa cambia in base al tuo ISEE, indicatore della situazione economica equivalente, e al paese che hai scelto e può raggiungere un massimo di 900€ al mese.

Cosa fare se la borsa di studio non dovesse bastare a coprire i costi?

Alcune università straniere offrono degli aiuti extra agli studenti Erasmus mettendo a disposizione degli alloggi gratuiti o a prezzi modici o borse di studio complementari.

Per maggiori informazioni sul programma Erasmus in Spagna devi chiedere all’ufficio relazioni internazionali della tua facoltà. In genere, la domanda va compilata entro i primi di marzo e deve essere corredata da altri documenti:

  • lista degli esami sostenuti
  • certificazioni linguistiche o esame di lingua sostenuti al CLA, Centro linguistico di ateneo.

Se vinci il posto, devi sottoscrivere un contratto di studi dove dichiari quanti esami con i rispettivi crediti ECTS intendi sostenere all’estero. Prima di partire chiedi sempre ai tuoi professori universitari se convalideranno in tutto o in parte gli esami sostenuti all’estero, altrimenti rischi di fare una fatica inutile.

Cosa fare se si rimane in Spagna per più di tre mesi?

Per i soggiorni di più di tre mesi devi iscriverti alle autorità spagnole. E’ meglio non rischiare di fare mosse illegali quando sei all’estero!

Anche se non hai bisogno del visto per andare in Spagna, se ti trattieni nel paese per più di tre mesi devi registrarti presso le autorità locali municipali o di polizia.

La registrazione riporta le tue generalità e il tuo indirizzo, ti viene rilasciata immediatamente e non ha bisogno di essere rinnovata.

Per procedere alla registrazione ti servono:

  • Carta d’identità o passaporto valido
  • Copia di iscrizione all’università o istituzione scolastica
  • Dichiarazione sulle tue risorse economiche
  • Assicurazione sanitaria

Il costo della registrazione è 11€, ma è bene farla nei tempi previsti altrimenti rischi di prendere una multa ben più salata.

Una volta che ti sei registrato presso le autorità competenti hai il diritto di ottenere un numero identificativo stranieri, NIE. Puoi fare la domanda presso un commissariato o ufficio immigrazione.

Il NIE ti serve per aprire un conto in banca in Spagna, fare un abbonamento a telefono, internet, trasporti e forniture di acqua ed elettricità.

I tempi di concessione del NIE possono essere abbastanza lunghi, soprattutto a Madrid e Barcellona. Se sai che trascorrerai più di tre mesi in Spagna ti conviene fare la domanda appena arrivi nel paese.

Se vuoi rimanere a studiare in Spagna, dovrai dimostrare, in caso di controllo, che continui a frequentare l’università, che disponi delle risorse necessarie e di un’assicurazione sanitaria.

Cerca di prendere tutte le informazioni sulla Spagna prima della tua partenza, ci sono 10 cose che devi assolutamente sapere.

In sintesi, ci sono diversi modi per andare a studiare in Spagna:

  • Puoi iscriverti all’università spagnola subito dopo il diploma di maturità. Devi andare sul sito UNED e richiedere le credenziali per l’accesso all’università presentando tutti i documenti richiesti e autenticati in ambasciata: documento d’identità, diploma di maturità, ultime tre pagelle.
  • Puoi fare domanda per il programma Erasmus se sei iscritto in un ateneo italiano. La borsa Erasmus copre alcune spese di vitto e alloggio in base alla tua situazione economica.
  • Se rimani in Spagna per più di tre mesi hai bisogno di un numero di identificazione per stranieri ma devi dimostrare di essere iscritto in un’università spagnola, dichiarare di disporre delle risorse economiche necessarie e avere un’assicurazione sanitaria.

Allora, quand’è che parti per i tuoi studi in Spagna?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar