Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di Tedesco: costruzione ed origini della lingua d’Oltre Reno

Di Igor, pubblicato il 26/04/2018 Blog > Lingue straniere > Tedesco > Corso di Tedesco: Scopri la Favolosa Storia della Lingua Tedesca

Oggi il Tedesco è una lingua che conta nel mondo: sono oltre 100 milioni coloro che parlano la lingua di Heinrich Boll. In Europa è una lingua tra le più parlate.

Scoprire la lingua tedesca e impararla, come già facciamo con l’Inglese, può apparire cosa ardua, dato che:

  1. Il Tedesco è una lingua sintetica.
  2. Come il Latino, il Tedesco richiede basi grammaticali solide, basti pensare all’uso dei casi: nominativo, genitivo, dativo e accusativo.
  3. Il Tedesco è una lingua la cui comprensione deve avvenire globalmente, dato che il verbo si ritrova posizionato alla fine della frase. La traduzione è più difficile.
  4. La presenza del genere neutro si affianca al maschile e al femminile.
  5. La corretta pronuncia e la parlata tedesca sono difficili da acquisire, quando ci si cimenti da zero con la lingua. L’accento tonico è basato a livello della radice, non in mezzo, né alla fine (come in Francese, ad esempio).

Per capire i fondamenti, vale la pena di ripercorrere la storia della lingua tedesca, le cui prime tracce risalgono al 1200 a.C.

Però, le fondamenta del tedesco risalgono al Medio Evo.

Dopo di ché, si distinguono il tedesco alto ed il basso Tedesco. Il Tedesco che oggi si parla è divenuto prevalente, nelle capitali europee, a partire dal diciannovesimo secolo.

Segui un corso di Tedesco!

Prime basi di una lezione di Tedesco

Secondo l’Enciclopedia Universalis, verso il 1200 a. C., Gli antenati dei tedeschi occupavano la penisola della Danimarca, nello Jutland, e parlavano una lingua derivata da un dialetto indoeuropeo che mescolava Latino, Celtico e Sanscrito.

Il Sanscrito è la lingua dei testi religiosi dell’induismo e del buddismo. Questo mix è di carattere germanico. Non resta alcuna traccia, data l’oralità.

Una nozione molto interessante in vista della tua prossima lezione di Tedesco!

Quali personaggi famosi tedesch conosci?

Lezione Tedesco: appartenenza alle lingue germaniche dal I al V secolo d. C.

Forse a lezione privata di Tedesco non potrai soffermarti sull’evoluzione della lingua attraverso le epoche!

La storia della lingua tedesca è segnata da due trasformazioni consonantiche, in particolare mutamenti fonetici inerenti le consonanti.

La prima avvenne nel corso del I secolo a.C., portando alla trasformazione del dialetto indo-europeo in Tedesco comune ed Armeno. Eredità interconnessa alla cultura tedesca.

Prima di arrivare a secoli di pace, l’Europa centrale è stata oggetto di guerre sanguinarie, conquiste e razzie. E tu non ti affretteresti a sfamare questa orda di “barbari”?

La lingua germanica venne fuori ad opera di una composizione di più dialetti:

  • Il gotico tra le lingue della Germania dell’Est, fu la lingua dei Goti, dei Vandali e del popolo Burgunde. Dal IV secolo si tratta di una lingua morta.
  • L’anglo-frisone, germano-olandese, con il basso Tedesco, l’Olandese, il Fiammingo, l’alto Tedesco, il lussemburghese ed il Tedesco superiore delle lingue germaniche dell’Ovest.
  • L’Islandese, il Norvegese, il Faroese, il Danese e lo Svedese, per le lingue germaniche del Nord.

Oggi, nella famiglie di lingue germaniche, contiamo l’Inglese, il tedesco, l’Olandese, vicino al tedesco, dei dialetti come il Frisone ed il Sassone parlati nei Paesi Bassi e in Germania, il Lussemburghese, lo Svedese, il Danese, il Norvegese, l’Islandese ed il Faroese.

Ancora più sorprendete, derivato dal Tedesco, l’Afrikaans fa parte di quelle lingue germaniche parlate in Africa del Sud ed in Namibia.

Capita lo stesso negli USA con il dialetto della Pennsylvania parlato dalla comunità amish, fondato su basi tedesche.

L’alto-Tedesco antico (Althochdeutsch) dal 750 al 1050

Il secondo cambiamento consonantico ha avuto luogo tra il IV ed l’VIII secolo. Esso comportò una seconda trasformazione fonetica delle consonanti dell’insieme del lessico dell’antico alto Tedesco.

Queste mutazioni sono state poi spiegate tramite la legge di Grimm, filologo tedesco riuscito a spiegare le evoluzioni linguistiche. Legge poi completata da un’altra: la legge di Verner.

Piuttosto complessa, quest’ultima spiega che le consonanti occlusive si trasformano in consonanti fricative cosa che modifica la pronuncia dei termini.

E così, ecco il passaggio da una presa di fiato rilevante con immediata espirazione, per una consonante occlusiva, ad un flusso d’aria inspirato ed espirato per una consonante fricativa.

La parola «tedesco» appare per la prima volta in un documento del 786.

Durante il medio Evo, non esisteva un codice unificato per la scrittura della lingua, ed ecco perché si considera il tedesco alto-antico come un insieme di dialetti germanici: francese antico-occidentale, antico franco-renano meridionale, antico bavarese ed antico alemannico.

Le tracce scritte sono essenzialmente dei testi religiosi, anche se esistono degli scritti profani come le formule di incantesimi o i Giuramenti di Strasburgo. Il primo testo in alto Tedesco ritrovato è quelle del Codex Abrogans, un glossario bilingue Latino.

L’Alto-medio Tedesco dal 1050 al 1350 (Mittelhochdeutsch)

Nel corso del X secolo, la produzione di testi germanofoni inizia a diminuire sensibilmente e solo nel 1050 appaiono nuovi scritti in lingua tedesca.

Trisavola della lingua tedesca attuale, la lingua denominata medio alo tedesco si compone di multipli dialetti locali, come ad esempio i dialetti svevo e francese antico orientali.

Esiste una vera e propria cesura, tra l’alto antico Tedesco ed il Tedesco medio alto, per quanto concerne lo scritto. Ciò perché il Latino è stato la lingua dello scritto durante il X e l’XI secolo.

Nella maggior parte dei ritrovamenti scritti dell’epoca compresa tra il 1150 ed il 1250, esiste uno stile cavalleresco legato alla letteratura cortese, sotto il regno degli Hohenstaufen, di cui si impregnano i testi in lingua alto-tedesca media.

La storia della Germania medievale, proprio come quella dell’Italia, è ricca di castelli, documenti, abiti e altro, segno tangibile dello stile di vita dell’epoca in cui le lingue rispettive si formavano. Molti castelli medievali della Germania conservano documenti in Tedesco antico!

Il Tedesco medio-alto dà poi origine all’alto Tedesco precoce (Frühneuhochdeutsch) adoperato tra il 1350 ed il 1650.

Vuoi conoscere tutto sulla lingua di Goethe?

Il basso Tedesco

Se l’alto Tedesco era prevalentemente parlato nella Germania del Sud e considerato come la lingua dello scritto – Schriftsprache – il basso Tedesco era la lingua della parte Nord del Paese. Limitato alle classi popolari, con una terminologia meno sostenuta, il basso tedesco comprendeva diversi dialetti: il basso francese antico dei Paese Bassi e delle Fiandre, l’Olandese ed il Frisone, ripresi dai Sassoni della Gran Bretagna nel Medio Evo, che scivolerà parzialmente nella costituzione dell’Inglese.

L’evoluzione del basso Tedesco si miscelerà con l’alto Tedesco per tutto il Sacro Romano Impero germanico, per poi passare al rango di dialetto nel XVII secolo.

Contrariamente ai pregiudizi, non è il basso tedesco che dà origine al medio basso Tedesco, ma l’antico Sassone parlato nel Nord della Germania. Parlato dal IX al XII secolo, questa lingua germanica occidentale sarà anche all’origine dell’Inglese attuale, insieme al vecchio Frisone ed all’Inglese antico.

Il medio-basso Tedesco è parlato dal 1100 al 1500, nelle località marittime dei mari del Nord e del Mar Baltico. Sappiamo che essa venne sviluppata per iscritto, sebbene non esistano tracce e documenti per ufficializzare questa informazione. Il Tedesco medio-basso è l’antenato del moderno basso Tedesco.

Imparare Tedesco on line ti permetterà di raccogliere maggiori informazioni su questi argomenti!

Il Tedesco standard (Hochdeutsch)

È attraverso la religione protestante che il Tedesco standard iniziò ad essere usato a scuola e a far sì che la popolazione del Nord della Germania divenisse germanofona.

Tra il 1520 ed il 1535, Martin Lutero tradusse l’Antico Testamento ed il Nuovo Testamento.

Fino al 1850, nella zona Sud del territorio tedesco, l’Hochdeutsch era studiato come si trattasse di una lingua straniera.

Prima di lui anche in Germania il Vangelo si poteva leggere solo in Greco o in Latino; dopo di lui anche il popolo poté leggere il testo sacro. Martin Lutero è il traduttore del Nuovo Testamento in Tedesco!

Nel corso del XIX secolo, il Tedesco divenne la lingua del commercio per definizione. Con l’Impero austro ungarico in Europa centrale, il Tedesco iniziò ad essere parlato in città: Praga, Budapest, Bratislava, Zagabria e Lubiana, mentre gli ambienti rurali conservarono i loro diversi dialetti.

Fu il Dizionario dei fratelli Grimm in 16 Tomi, tra il 1852 ed il 1860, a repertoriare l’insieme dei vocaboli tedeschi.

E tu conosci i grandi scrittori di lingua tedesca?

A ripetizioni Tedesco: l’influenza del Latino sulla lingua di Max Weber

Per quanto non sia di origine latina, la lingua tedesca è stata sottoposta alle irradiazioni del Latino, lingua che in tutta Europa era piuttosto dominante.

Tale influenza – per quanto non rilevante, se si effettua un paragone rispetto a lingue come l’Italiano, il Francese, lo Spagnolo – si legò all’invasione dei Romani sull’intero territorio continentale, finalizzata alla creazione dell’impero Romano, con un vocabolario prevalentemente articolato attorno a termini bellici e tecnologici.

Il Latino divenne via via più influente, grazie alla moltiplicazione dei monasteri cristiani. Infine, il Latino conobbe ancora un’epoca d’oro durante il periodo rinascimentale, attraverso tutte le opere umanistiche.

I corsi tedesco e l’impatto della lingua tedesca in Alsazia

L’Alsazia, per via della sua annessione alla Francia o alla Germania, in base alle guerre di carattere territoriale, si è sempre divisa tra tre lingue: il Francese, il Tedesco dialettale alsaziano – «elsasserditsch» – ed il Tedesco.

L’alsaziano è un dialetto derivato dall’alto Tedesco. Durante la prima e la seconda Guerra mondiale, in Alsazia, il Tedesco fu la lingua dominante. Poi, dopo le due guerre, il Francese fu la sola lingua autorizzata.

Una regione di confine come l’Alsazia risente, anche per motivi storici oltre che geografici e culturali, degli influssi della lingua tedesca. Quali sono le somiglianze tra la lingua tedesca e l’alsaziano?

Il Tedesco dialettale dell’Alsazia è oggi soggetto ad una contrazione, come altri dialetti.

Stranamente, esso è ancora praticato nella vita privata e conosciuto dalla metà della popolazione dell’Alsazia, più di quanto non sia il Bretone, il Corso, il Basco, in termini di lingua regionale.

Tuttavia, vi sono diversi problemi per reperire un posto esatto dell’Alsaziano, tra il Tedesco ed il Francese. Più della metà degli alsaziani, comunque, parla Tedesco. Parlare Tedesco in Alsazia è una specialità regionale.

Insomma, sono moltissime le cose da scoprire circa la fantastica lingua di Goethe, specialmente se desideri diventare un cittadino tedesco!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar