Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di disegno: quali sono le regole della rappresentazione tecnica?

Di Martina, pubblicato il 18/09/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Corsi Disegno: Cos’è il Disegno Industriale?

Il disegno tecnico, anche denominato disegno industriale, non ha una connotazione artistica, ma richiede delle competenze grafiche avanzate.

I disegnatori tecnici sono indispensabili per i settori legati all’ingegneria.

  • Quali sono le loro funzioni?
  • Le qualità e le competenze richieste?
  • Quali sono le specificità e le regole del disegno tecnico?

Scoprite i molteplici aspetti di questa professione volta a rappresentare su carta i progetti immaginati da un progettista.  

Nel 2014, secondo i dati della direzione generale per le imprese, si contavano 3 900 disegnatori tecnici che esercitavano una libera professione!

Una professione prevalentemente maschile poiché solo il 23% dei disegnatori sono donne.

Scoprite di questo passo questo settore poco conosciuto delle diverse tipologie di disegno

Disegno industriale o tecnico: cos’è?

Prima di tutto cos’è il disegno tecnico?

Il disegno tecnico usa un linguaggio grafico codificato che fa capo a una serie di normative e convenzioni; Scoprite la definizione ufficiale del disegno tecnico industriale!

Consiste nel rappresentare degli elementi, prodotti, edifici, articoli per uso industriale, progetti, in modo preciso, secondo diverse prospettive.

Una disciplina quindi molto lontana dalla vignetta redazionale, ad esempio!

Se precedentemente era realizzato manualmente su una tavola da disegno, oggi il disegnatore ha abbandonato la squadra e il compasso. Lavora principalmente sul suo computer grazie a software CAD: Computer-Aided Drafting (disegno tecnico assistito dall’elaboratore) e Computer-Aided Design (progettazione assistita dall’elaboratore“).

Il disegno tecnico ha diversi interessi:

  • La rappresentazione formale e descrittiva di un concetto, per garantire che sia conforme a ciò che il progettista ha immaginato,
  • La comunicazione tecnica dei dati alle categorie del settore coinvolte nella realizzazione del progetto (piani, principio di funzionamento, progettazione generale…)

Il disegno tecnico o disegno industriale può essere utilizzato nell’ingegneria meccanica, civile, elettrica ed elettronica. È indispensabile per la realizzazione di un prototipo da parte dei team di ingegneri incaricati della creazione.

Il disegno industriale prende in considerazione tutti gli elementi delle specifiche tecniche fornite al disegnatore. Le informazioni trasmette riguardano la dimensione degli elementi, la loro forma o i materiali utilizzati. Realizzando i disegni e i progetti, il disegnatore partecipa ugualmente alla verifica dell’attendibilità del progetto, all’analisi dei rischi, ma anche ai costi di produzione.

Che sia per la creazione di un prodotto industriale o la realizzazione di un progetto architettonico, il disegno tecnico è la prima fase che annuncia la realizzazione di un concetto. È utilizzato in diversi settori di attività:

  • Automobilistico,
  • Aereonautico,
  • Costruzione meccanica,
  • Arredamento,
  • High-tech,
  • Disegno edile…

Il disegnatore tecnico è al centro della progettazione. I suoi disegni permettono di stabilire un collegamento tra il progettista e il produttore. È chiamato a lavorare in team con gli ingegneri responsabili del progetto.

La storia e le evoluzioni del disegno industriale

Per sapere da dove nasce il disegno tecnico, bisogna risalire al XV secolo!

È in particolare il grande artista Leonardo da Vinci che, per primo, ha unito l’interesse scientifico con le competenze artistiche: le arti visive diventano delle piattaforme per rappresentare la scienza e l’innovazione.

Bisogna tuttavia aspettare il Rinascimento per l’apparizione della prospettiva in tre dimensioni. Gli artisti dell’epoca hanno notato che gli oggetti sembrano sempre più piccoli man mano che la distanza con l’osservatore aumenta. Il pittore olandese Jan Van Eyck ha utilizzato il riflesso della luce per produrre dei disegni sempre più realistici.

Durante l’epoca della rivoluzione industriale, tutto si accelera per il disegno tecnico!

Le invenzioni industriali e agricole si moltiplicano rapidamente, dando origine alla necessità di produrre dei disegni più precisi e complessi delle macchine. Appare per la prima volta il termine “disegno industriale”, questa tecnica è stata utilizzata dalla maggior parte delle industrie meccaniche.

Con il passare degli anni, il disegno su carta lascia il posto al disegno attraverso software sofisticati, come LibreCad, CAO DAO o Micôsystème. L’interesse principale di questo tipo di software gratuito è di permettere al disegnatore di ruotare i suoi modelli, su qualsiasi asse, con il solo mouse!

I diversi tipi di disegno industriale

Il disegnatore industriale ha come missione di realizzare diversi tipi di disegni.

Disegno tecnico: strumento per la trasmissione oggettiva di informazioni. Esistono numerose categorie di disegno tecnico: il punto è di trovare quella che vi appassiona realmente!

Possiamo classificarli in grandi categorie:

  • La bozza: è il primo schizzo di un progetto. Generalmente realizzato a mano libera, rimane approssimativo ma offre una prima idea globale del concetto. È utile durante la fase di progettazione. Troviamo la bozza in altre discipline, come nel disegno di osservazione. Ma mai nella caricatura.
  • Lo schema: è un disegno standard, realizzato a partire dai simboli che permettono di rappresentare rapidamente le funzioni e le caratteristiche di un prodotto, in modo semplificato,
  • Il disegno complessivo: è un disegno in scala che rappresenta il progetto nel suo insieme, in una forma non schematica. È utilizzato nella fase di progettazione e mette in evidenza le soluzioni scelte,
  • Il disegno di definizione: presenta in modo completo il prodotto. Figurano tutte i suoi componenti e funzioni. È un documento utile quando il progettista presenta un progetto a un produttore,
  • Il disegno di fabbricazione: realizzato a partire dai disegni di definizione, il disegno di fabbricazione fornisce le indicazioni utili per la creazione degli elementi che compongono il prodotto finale,
  • Il disegno di dettaglio: si tratta di uno zoom su parte del progetto. Illustrando un elemento preciso dell’insieme, il disegnatore può, con tali dettagli, sottolineare un punto preciso. Il disegno di dettaglio è spesso complementare al disegno di fabbricazione per la messa in produzione.

 Quali sono gli standard del disegno industriale?

Il disegno industriale risponde a delle regole specifiche. Deve essere chiaro per tutti e facilmente comprensibile. Il disegnatore tecnico rispetta quindi degli standard. In Francia è l’AFNOR che determina le regole di presentazione dei disegni tecnici.

È una professione in cui la rigorosità sulla forma è indispensabile. Tra i punti che regolano il disegno industriale, troviamo diversi punti importanti.

Le scale e i formati

Secondo l’oggetto del disegno tecnico, non è sempre possibile rappresentarlo in dimensioni reali. Si Utilizzano quindi delle scale per ridurre o ingrandire il modello per poi rappresentarlo su foglio.

I formati sono standard. Esistono 5 formati:

  1. A 4: 210 x 297 mm
  2. A 3: 420 x 297 mm
  3. A 2: 420 x 594 mm
  4. A 1: 840 x 594 mm
  5. A 0: 840 x 1188 mm

Il raggruppamento non lascia nulla al caso. I fogli devono essere sempre piegati per entrare in una cartellina A4.

Durante il piegamento, il cartiglio sarà sempre visibile senza aprire il foglio.

Così, è più facile archiviare i documenti.

Il cartiglio

È uno spazio che raggruppa una serie di informazioni obbligatorie relative al disegno. Tra gli elementi che sono inseriti, troviamo.

  • Il nome dell’elemento,
  • La scala applicata,
  • Il nome del disegnatore e della società,
  • Il metodo di proiezione (europeo o americano),
  • La data,
  • Il formato del disegno.

Le dimensioni del cartiglio sono ugualmente definite, come la sua posizione sul foglio. Tradizionalmente, la troviamo in basso a destra del disegno. Secondo i metodi di classificazione, questa posizione può variare. L’obiettivo del cartiglio è in effetti di poter identificare un disegno senza aprirlo.

I tratti del disegno industriale rispondono anche a degli standard precisi definiti dalla norma NF E 04-520 ISO 128. Troviamo inoltre:

  • Tratti grossi,
  • Tratti fini,
  • Tratti molto fini,
  • Tratti non continui,
  • Tratti pieni,
  • Tratti misti.

Questa varietà di tratti permette al disegnatore di dare informazioni specifiche sull’elemento rappresentato. I tratti non continui rappresentano ad esempio gli elementi nascosti e i tratti fini saranno ripresi per la quotazione.

Le viste

Come disegnare un oggetto in modo completo?

Le viste sono al centro del lavoro del disegnatore tecnico. Il disegnatore-progettista rappresenta così l’oggetto grazie a diverse viste, che permettono una presentazione completa dell’oggetto da ogni angolazione.

Il disegno può così rappresentare 6 viste diverse: principale, da dietro, da sinistra, da destra, dall’alto, dal basso.

Anche la loro disposizione è definita precisamente. Esistono due convenzioni: americana ed europea.

Secondo la convenzione europea, le viste sono posizionate tenendo conto del sistema di proiezione delle viste. Concretamente, consideriamo che quando ci posizionamento di fronte al lato destro di un oggetto, la vista che abbiamo è proiettata a sinistra. Rappresenteremo quindi la vista di destra sulla sinistra del disegno. Su un disegno tecnico, troveremo quindi:

  • La vista dall’alto rappresentata sotto la vista principale,
  • La vista di sinistra rappresentata alla destra della vista principale,
  • La vista dal basso rappresentata sopra la vista principale,
  • La vista da dietro all’estrema destra del disegno, accanto alla vista di sinistra…

I disegnatori in un corso di disegno creano anche delle rappresentazioni in 3D, delle prospettive piatte e delle inquadrature in base alle necessità.

Quale materiale per imparare il disegno industriale?

Desiderate realizzare un disegno 2D, degli oggetti 3D, o modelli 3D ma non sapete da dove incominciare? Superprof vi spiega come acquistare il primo materiale da disegnatore professionista!

Usate un supporto digitale per esercitarvi nel disegno tecnico! Su un tablet digitale o sul computer, diventate disegnatori tecnici esperti!

Ricordiamo che esistono due modi di produrre un disegno tecnico: attraverso un supporto cartaceo o un supporto digitale. Per realizzare un modello digitale o dei piani di esecuzione su carta, bisognerà quindi fornirvi di un materiale da disegnatore o disegnatrice diverso.

Per il disegno tecnico su carta, il disegnatore deve acquistare:

  • Strumenti di misurazione, tracciamento, geometrici, da taglio,
  • Tavola da disegno inclinabile,
  • Pennarelli calibrati o matite in grafite,
  • Carta da disegno di buona qualità,
  • Righe,
  • Una piastra per il disegno tecnico,
  • Una pinza per carta, ecc.

Esistono numerosi kit principianti per disegnatori, molto pratici per trovare tutto il materiale necessario per realizzare il primo disegno tecnico!

Per quanto riguarda il disegno digitale, il compito non è lo stesso.  Prima di tutto, acquistate un computer di qualità dotato di una buona memoria viva per poter lavorare rapidamente e in modo efficiente. È inoltre possibile acquistare alcuni tablet digitali, come quelli della marca Apple, ideali per disegnare a casa.

Il disegnatore dovrà successivamente fare una scelta tra istallare un software di disegno industriale gratuito o un software di disegno industriale a pagamento. Le versioni gratuite sono, logicamente, meno perfezionate. Alcuni software a pagamento come CAO DAO, sono considerati dei riferimenti per modellare ed elaborare un disegno 3D in tre dimensioni.

Con buoni strumenti informatici, sarete sicuri di poter realizzare il vostro compito da disegnatore!

Disegno industriale: quali percorsi intraprendere per diventare un disegnatore tecnico?

Desiderate fare della progettazione meccanica e del disegno industriale la vostra professione a tempo pieno? E se raggiungete un settore adatto per intraprendere una carriera brillante?

Il settore del disegno industriale è in pieno sviluppo. Mentre in passato non era necessario fare lunghi studi per diventare disegnatore industriale, le imprese hanno ora la tendenza a reclutare candidati almeno con un diploma.

Naturalmente, gli studi classici di disegnatore restano relativamente corti rispetto ad altri settori, ma alcuni diplomi e certificazioni in più permettono di ottenere sicuramente un posto in un’impresa appena terminati gli studi!

Scoprite quali sono le formazioni da seguire per entrare nel settore del disegno tecnico:

  • Certificato di abilitazione industriale o nel settore della meccanica, metallurgia o elettrico,
  • Brevetto di studi professionali industriale o nel settore della meccanica, metallurgia o elettrico,
  • Diploma con indirizzo tecnico industriale
  • Laurea in ingegneria meccanica o in disegno industriale.

Oltre a essere rigoroso, tecnico e osservatore, lo studente disegnatore industriale dovrà dimostrare una grande mente scientifica, e soprattutto una grande disinvoltura nell’informatica. Per completare, potete passare una certificazione informatica, come la MCSA, al fine di arricchire il CV professionale!

Infine, la maggior parte dei percorsi richiedono un tirocinio in impresa. Ottenete un punteggio pieno nel vostro rapporto di tirocinio: per ottenere il diploma, una buona media generale vi garantirà forse un posto definitivo nella tua impresa di tirocinio.

Cosa aspettate per iscrivervi alle facoltà che vi piacciono?

Imparare il disegno industriale con un insegnante di disegno privato

E se imparate il disegno industriale nel modo più rapido: attraverso lezioni private con un disegnatore professionista!

Avendo molti aspetti positivi secondo gli allievi, il corso privato di disegno si basa prima di tutto sulla pedagogia e l’ascolto tra professore di disegno e allievo. Quest’ultimo potrà beneficiare di un supporto personalizzato e di un monitoraggio regolare secondo il suo apprendimento.

Le lezioni private possono essere fine a sé stesse o un complemento a una formazione professionale di studi tecnici in scienza e tecnologia. Per i corsi serali o estivi, lo studente scoprirà tutto ciò che bisogna sapere sui piani di esecuzione, le macchine speciali o i pezzi meccanici.

Per trovare un professore di disegno industriale, l’allievo può consultare:

  • Gli annunci sui giornali locali,
  • Gli annunci nelle scuole di elettronica,
  • Gli annunci nelle scuole d’arte, come le Belle Arti,
  • Gli annunci di corsi di disegno online,
  • Uffici di disegnatori indipendenti,
  • Le agenzie di corsi privati a domicilio.

Su Superprof, la tariffa media di un’ora di lezione di disegno industriale è di 21,41€ !

Qui, è l’allievo che sceglie il suo futuro insegnante privato, basandosi su diversi criteri come l’esperienza del disegnatore, i diplomi, la distanza geografica o il prezzo medio a lezione.

Prima di seguire la vostra prima lezione industriale a domicilio, definite i vostri obiettivi finali. Che sia per scoprire una nuova passione, per integrare una scuola di disegno o per completare le proprie tecniche di disegno, il professore stabilirà lui stesso un programma su misura affinché l’allievo possa raggiungere il suo obiettivo rapidamente.

Perché non fare una prima lezione di prova con uno specialista di disegno tecnico e industriale?

I corsi di disegno industriale online

Imparate il disegno industriale e tecnico senza uscire di casa grazie ai corsi di disegno online!

Caratteristiche disegno tecnico: univocità, fedeltà, completezza, trasferibilità. E se imparate a disegnare in modo tecnico grazie all’insegnamento fornito da un professionista di disegno?

Sapendo che il disegno di produzione industriale resta un’attività solitaria, lavorare in tutta autonomia attraverso le lezioni di disegno industriale sul web è un modo eccellente di allenarsi quotidianamente.

Spesso gratuiti, i corsi di disegno online sono accessibili da qualunque piattaforma digitale e vi permettono di revisionare la teoria e la pratica del disegno in tutta serenità, il tutto scegliendo il miglior sito secondo la vostra specializzazione.

Online, il disegnatore può fare qualche esercizio supplementare di disegno attraverso:

  • I siti di apprendimento di disegno tecnico,
  • Le applicazioni gratuite di corsi di disegno,
  • I video di apprendimento del disegno industriale, su piattaforme come Youtube,
  • I corsi MOOC di disegno, aperti a tutti,
  • I pacchetti di insegnamento del disegno, disponibili sui siti di alcune università,
  • I gruppi di discussione sul disegno,
  • I file PDF gratuiti sull’introduzione al disegno tecnico.

Pensate che sia impossibile trovare un professore di disegno direttamente online? Vi sbagliate!

Su Superprof, migliaia di insegnanti di disegno accettano di dare lezioni via webcam. Sul tablet o sul computer, il futuro disegnatore tecnico potrà condividere il suo schermo e correggere i suoi errori con un buon professore. Il corso di disegno via Skype è spesso meno caro dei corsi tradizionali.

Accendete il vostro computer: iniziate la prima lezione di disegno tecnico online!

Quale professione intraprendere con il disegno tecnico?

Come visto precedentemente, il disegno tecnico è utilizzato in molti settori di attività.

Le professioni legate al disegno tecnico sono numerose.

Desiderate intraprendere una carriera in questo campo? Ecco alcune piste…

Il disegno industriale o tecnico raggruppa diverse professioni. Generalmente, i ruoli sono proposti negli studi di progettazione o al seno di aziende industriali. Il disegnatore tecnico può ugualmente esercitare come libero professionista. Secondo il livello di esperienza e la formazione iniziale seguita, si può diventare:

  • Disegnatore di esecuzione: la professione consiste a riprodurre o realizzare dei disegni definitivi.
  • Disegnatore tecnico: dopo circa 5 anni di esperienza, diventando disegnatore tecnico, si è portati a realizzare disegni dettagliati di elementi,
  • Disegnatore progettista: 10 anni di esperienza sono necessari per diventare disegnatore progettista. Questa professione consiste a gestire un team di disegnatori e intervenire per gestire problemi posti durante la progettazione e la realizzazione del progetto.

Un disegnatore tecnico deve saper lavorare in team. Deve dimostrare disciplina e precisione nel suo lavoro. È inoltre importante avere una mente scientifica per imparare le tecniche del disegno.

Le formazioni nel disegno tecnico sono numerose.

Il diploma professionale è il livello minimo richiesto, ma i reclutatori apprezzano gli studenti con un brevetto tecnico superiore (progettazione prodotti industriali, progettazione e realizzazione di sistemi automatici…) o ad esempio una laurea in meccanica.

Il disegno tecnico non è una professione artistica, ma è una forma di disegno fondamentale che ha conosciuto un forte sviluppo a partire dall’industrializzazione. Il vantaggio della professione? Permette di lavorare in settori di attività molto vari.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar