Studiare fisica all'università significa iscriversi a un corso di laurea triennale e continuare con la magistrale, prima di passare a un dottorato di ricerca. Un corso di fisica accademico, quindi, può durare da un minimo di tre anni e può continuare per almeno altri cinque anni.

Dopo la laurea in fisica puoi lavorare nella ricerca e nello sviluppo delle attività scientifiche, oppure puoi mettere a frutto le conoscenze teoriche e pratiche sulla fisica in ambito industriale e ambientale.

Con una laurea magistrale in fisica puoi anche lavorare nell'insegnamento a scuola, dopo aver superato un concorso.

Il primo passo però, è scegliere la facoltà di fisica più adatta ai tuoi interessi e al lavoro che vuoi fare. Che cosa significa realmente studiare fisica e quali sono le migliori università italiane in materia?

Lo scopriremo in questo articolo!

Le maggiori facoltà di fisica in Italia

Ogni classifica sulle migliori università di fisica elenca degli atenei diversi.
Ci sono delle ottime facoltà di fisica in Italia!

Il compito di uno studente di fisica è analizzare i fenomeni naturali e i corpi in senso lato, visto che le ricerche riguardano tanto le particelle subatomiche quanto l'immensità dell'universo. Durante gli studi, si affrontano anche tematiche legate alla vita di tutti i giorni, a seconda della branca della fisica in cui ci si specializza: fisica nucleare, astrofisica, acustica e molto altro.

Se cerchi la migliore università di fisica, devi prima assicurarti di essere in possesso di alcuni requisiti minimi.

Per accedere alla facoltà di fisica devi avere un diploma di scuola secondaria superiore rilasciato dalla scuola italiana o un titolo dello stesso livello ottenuto all'estero e riconosciuto in Italia.

La facoltà di fisica è ad accesso libero, questo vuol dire che non ci sono più delle prove di ingresso da superare e non c'è un numero massimo di studenti che può essere ammesso.

La passione per la fisica, però, non basta. Molte università, infatti, fanno fare ai propri studenti un test di autovalutazione per verificare alcune conoscenze di base. Per esempio, all'Università di Pisa gli studenti devono fare il TOLC-S, un test che prevede queste prove:

  • Matematica di base, 20 domande con punteggio minimo di 9
  • Ragionamento e problemi, 10 domande con punteggio minimo di 4
  • Comprensione del testo, 10 domande con punteggio minimo di 4

Se vuoi iscriverti all'Università di Pisa devi fare questo test e anche se non raggiungi il punteggio minimo, puoi comunque studiare in questo ateneo ma il primo esame che darai sarà proprio matematica!

Secondo il Times Higher Education e alcuni commenti di studenti che si trovano sulla rete, queste alcune delle migliori facoltà di fisica in Italia:

  • Scuola Normale Superiore di Pisa
  • Università di Trieste
  • Università di Roma La Sapienza
  • Università di Napoli Federico II
  • Università di Bologna
  • Politecnico di Milano
  • Università di Pisa
  • Università di Padova
  • Politecnico di Torino
  • Università di Firenze
  • Università di Milano

Le classifiche sulle università sono sempre molto diverse tra di loro perché si focalizzano su aspetti diversi: qualità della didattica, quantità di fondi per la ricerca che si prendono, stato dei laboratori ecc.

Secondo un internauta di Quora, la migliore facoltà di fisica è quella dove ci sono pubblicazioni più importanti sulla branca che vuoi studiare: ottica, meccanica quantistica ecc.

In quale area della fisica specializzarsi?

Ci sono diverse branche della fisica e altrettante università.
Scegli l'università in base alla branca della fisica che vuoi studiare!

La fisica è una materia molto ampia ed è divisa in diverse branche. Innanzitutto la fisica si divide in fisica classica e fisica moderna. Tra le principali aree della fisica classica troviamo: meccanica classica, termodinamica, meccanica statistica. Le principali aree della fisica moderna sono la meccanica relativistica e la meccanica quantistica.

All'interno di queste branche ci sono diverse specializzazioni: astrofisica, fisica nucleare, fisica delle particelle, acustica, fisica sperimentale e altre.

Alcune branche della fisica, sono legate ad altre discipline, come la fisica computazionale. Questa specializzazione forma un tecnico fisico e informatico allo stesso tempo, molto richiesto dalle aziende. Anche la fisica ambientale è molto richiesta dalle imprese e dagli istituti di ricerca che si occupano di fenomeni come il riscaldamento globale, le radiazioni ecc.

Una branca della fisica molto seguita è anche la fisica nucleare. L'obiettivo è ampliare le conoscenze sull'energia nucleare, i suoi utilizzi e i modelli di sicurezza. Chi è più incline alla fisica medica, può seguire corsi di laurea per tecnico di laboratorio e altri affini alla fisica. In questo caso, il lavoro si concentra sulla strumentazione e sull'attività di analisi in laboratorio.

L'elettromagnetismo è una branca della fisica molto richiesta dalle imprese che puntano sulle nuove tecnologie. L'ottica, per esempio, aiuta nella produzione di apparecchi ottici e lenti.

Tra le novità della fisica c'è anche l'econofisica, una branca interdisciplinare basata sugli studi in ambito fisico ed economico. In particolare, l'econofisica viene usata per predire l'andamento dei mercati!

Dipartimento di fisica: quali sono le materie di studio?

Gli sbocchi della fisica non sono solo l'insegnamento, ma anche le imprese e la ricerca!
Chi studia fisica non si occupa solo di insegnamento, ma anche di ambiente, medicina, economia e altro!

La laurea in fisica ti prepara a lavorare in diversi ambiti. In particolare, puoi insegnare fisica a scuola, fare ricerca per università ed enti pubblici, essere assunto da imprese private. Aree come l'ingegneria e l'informatica fanno passi da gigante grazie all'applicazione delle conoscenze generate nell'ambito della fisica. I fisici possono contribuire direttamente allo sviluppo della tecnologia.

Gli sbocchi lavorativi di un fisico dipendono, quindi, dalle sue specializzazioni. Vediamo un esempio, delle materie studiate alla triennale e alla specialistica.

Laurea triennale in fisica

Il piano di studi della laurea triennale in fisica, dipende dalla specializzazione e dall'università che si frequenta.

Per esempio, all'Università La Sapienza la laurea triennale in fisica prevede tre percorsi:

  • Fisica, con enfasi su matematica, elettronica e fisica nucleare
  • Astrofisica, per diventare specialisti in questo campo e in astronomia
  • Fisica applicata, per approfondire l'ottica, l'elettromagnetismo...

Con una laurea triennale in fisica puoi lavorare come tecnico di laboratorio, programmatore scientifico, analista di dati, sviluppatore di software in ambito scientifico e industriale e altro.

Piano di studi della laurea specialistica in Fisica

La laurea specialistica dura due anni e ti permette di continuare a specializzarti in una delle branche della fisica studiate alla triennale o seguire un percorso specifico che ti abilita all'insegnamento della fisica nella scuola pubblica.

All'Università di Trieste, per esempio, puoi scegliere uno di questi indirizzi del corso di laurea specialistica in fisica:

  • Fisica teorica
  • Fisica della materia
  • Fisica nucleare e subnucleare
  • Astrofisica e cosmologia
  • Fisica terrestre, dell'ambiente e interdisciplinare

All'Università di Bologna puoi scegliere la laurea magistrale in fisica indirizzo didattica e storia della fisica. Il piano di studi include queste materie obbligatorie:

  • Filosofia e fondamenti della fisica
  • Storia della fisica
  • Didattica della fisica
  • Laboratorio di didattica della fisica

Indipendentemente dal corso di studi in fisica che frequenti, triennale o specialista, e dall'indirizzo, ci sono degli argomenti di fisica che non puoi non conoscere:

  • Meccanica analitica, quantistica e relativistica
  • Analisi
  • Analisi vettoriale
  • Laboratorio di calcolo
  • Chimica
  • Fisica meccanica
  • Elettromagnetismo
  • Geometria
  • Termodinamica
  • Informatica
  • Inglese per la fisica

Questi sono i principali argomenti trattati al dipartimento di fisica. Se ti interessano queste materie, faresti bene a studiare con attenzione il programma di fisica alle superiori. Dopo la maturità prendi anche confidenza con esercizi di calcolo, logica e con la cultura scientifica in generale. In questo modo non avrai difficoltà a superare i test di autovalutazione delle università di fisica.

Puoi scegliere tra un corso di laurea tradizionale, con le lezioni frontali, o un corso di laurea online con corsi a distanza e laboratori dal vivo.

Perché studiare fisica?

Il fisico ha un ruolo molto importante per lo sviluppo tecnologico.
Il lavoro quotidiano del fisico è fatto di calcoli e sperimentazioni!

Studiando elementi di fisica alle elementari e alle medie, ogni studente capisce subito che questa materia, generalmente chiamata scienze in quel ciclo scolastico, serve a capire meglio i fenomeni naturali che ci circondano e quelli più lontani, nello spazio.

Se sei curioso e attratto dalla natura e hai un debole per la matematica, la fisica è una delle aree di studio più compatibili con i tuoi interessi. La laurea in fisica ti apre a una competenza molto richiesta nel mercato del lavoro. Il tecnico fisico è infatti essenziale nelle università, negli istituti finanziari, nei laboratori degli enti di ricerca e delle industrie.

La vita quotidiana di un fisico è fatta di calcoli, analisi, teorizzazioni e sperimentazione. Se vuoi lavorare nell'insegnamento non puoi fermarti alla triennale, ma devi continuare gli studi e ottenere la laurea magistrale.

Se vuoi spingerti in là e fare ricerca nell'ambito della fisica, devi cercare di vincere un dottorato e volendo puoi continuare con un post-dottorato. Più alti sono i titoli e l'esperienza nella ricerca e più possibilità hai di superare un concorso pubblico per un ente come l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, o di essere assunto nei laboratori di una grande casa automobilistica o farmaceutica.

Quando frequenti l'università scegli con attenzione la specializzazione che vuoi ottenere perché da questa dipenderanno anche le future possibilità di lavoro nell'ambito della fisica.

La fisica tocca ogni aspetto della nostra vita: l'ambiente, la medicina, l'informatica, l'ingegneria, per dirne alcuni. Proprio per questo il laureato in fisica ha molte possibilità di trovare lavoro in praticamente ogni settore.

Se anche tu vuoi cogliere queste opportunità, non ti resta che iniziare a studiare fisica!

Bisogno di un insegnante di Fisica?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue