Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di Cinese e formalità da adempiere prima di partire per Pechino!

Di Igor, pubblicato il 28/05/2019 Blog > Lingue straniere > Cinese > Permesso per la Cina? Chiedi al Tuo Insegnante Cinese!

Quando pensi all’Asia, diversi Paesi possono venirti in mente…ma la Cina è di certo il primo fra tutti!

L’Impero del Centro è in effetti un immenso insieme di paesaggi incredibili: foreste di bambù, montagne innevate. La sua cultura è davvero ricca, a tal punto che l’Europa stessa se ne ispira: film, altre arti, cucina…

Molti Italiani sognano di recarsi in Cina per piacere, svago o lavoro. Altri contano di andare lì a studiare, per conoscere a fondo la lingua di Lao Ze. In tal caso si tende a cercare un insegnante di Cinese o a seguire un corso di Cinese mandarino all’Università.

Comunque sia, diciamo che nessuno tende più a partire per andare dall’altra parte del mondo, senza almeno farsi un’infarinatura da autodidatta, come ad esempio seguendo corsi di Cinese online.

Andare in Cina e visitare la Cina richiede, quanto meno, un’abilità nel sbrogliarsela con le cose basilari di tutti i giorni. Inoltre, la cosa davvero complessa, prima di fare la valigia, è quella di effettuare tutte le pratiche amministrative. Superpof può aiutarti a chiarirti le idee in merito.

Scopri oggi tutte le tappe, i consigli, le informazioni ed i trucchi per riuscire a recarti nell’Estremo Oriente! Hai mai pensato di studiare cinese online?

Permesso per la Cina: a lezione cinese per prepararsi per la partenza

Un corso di Cinese per imparare la lingua

La cultura cinese è estremamente diversa dalla nostra: non possiamo pensare di dare ad uno stesso oggetto lo stesso significato. Conosci il significato che si cela dietro all’uso delle lanterne cinesi?

Prima di confonderti fra i cittadini della Repubblica Popolare Cinese e visitare i maggiori monumenti cinesi, occorre ovviamente dominare la lingua cinese!

A Milano, ed in altre città italiane, trovi facilmente universitari ed insegnanti di Cinese madrelingua disposti a darti lezioni private, lezioni di gruppo o a tenere corsi di Cinese intensivo e corsi Cinese principiante. Così potrai recarti senza remore a Pechino, Shanghai o Shenzhen. Queste lezioni di Cinese e cultura mandarina, che prenderai ti torneranno utile qualunque sia il tuo livello: intermedio, avanzato… Che tu sia bambino o adulto. Anche le lezioni di Cinese per bambini, infatti, vanno oggi molto di moda, fra chi ha capito l’importanza economica della Cina.

Alcuni licei, anche da noi, propongono ormai il Cinese come seconda o terza lingua. Per non parlare del fatto che all’Università, che tu sia iscritto o meno, potrai facilmente seguire un corso di Cinese o soltanto qualche sporadica lezione di Cinese per ricevere un’infarinatura linguistica e culturale. Potrai, poi, approfondire il tutto a tuo piacimento, anche da autodidatta.

Il Collegio Internazionale Arcivescovile Volta di Lecco e l’Istituto superiore Luca Pacioli, di Crema, ma anche e soprattutto Ca’ Foscari di Venezia, l’Orientale di Napoli, La Sapienza di Roma, l’Università di Bologna e quella di Torino, ovviamente, restano una possibilità alternativa!

È semplice trovare un corso di cinese roma?

Si trovano lezioni a pochi soldi, da condividere con altri studenti, presso associazioni culturali o parrocchiali. Se devi recarti per lavoro a Macao, Taiwan, Guangzhou o nel Tibet, ovviamente, ti consigliamo questa soluzione di certo più rapida, personalizzata, à la carte. Su Superprof il costo medio di una lezione di Cinese è di soli 24€.

Se sogni di visitare il Paese dei panda, non perdere tempo e trovati un insegnante di Cinese a domicilio, tramite Superprof!

Un insegnante cinese per informarti circa la cultura dell’Impero Celeste

Non solo riso alla cantonese, anatra laccata e gelato fritto, ma tante altre specialità. Assapora i piatti più deliziosi della cucina cinese!

Prima di incamminarti lungo la Via della Seta, cerca di imparare un minimo indispensabile, circa il Paese nel quale soggiornerai!

La cultura e la storia della Cina, con tutte le mitiche Città cinesi, sono ricche e richiedono studio e lettura approfonditi: scopri usi e costumi nazionali, locali, la mentalità dei cinesi, i diversi elementi culturali (cucina, arte, politica, religione, etc.).

Prima di darti al turismo in Cina, di cercare lavoro in Cina, di effettuare uno stage in Cina, ti consigliamo anche di scoprire la letteratura cinese, le specialità culinarie e le religioni praticate dai cinesi. Tutto con il fine di integrarti meglio. Chiedi aiuto al tuo insegnante di Cinese a domicilio.

E segui alla lettera quest’ottimo consiglio del grande Sun Tzu ne L’Arte della Guerra:

Il successo di qualunque operazione risiede nella sua preparazione.

Superprof ti propone una serie di articoli per farti conoscere meglio la cultura cinese e decriptare le sfide di questo Paese ormai molto sviluppato. Perché aspettare? Lanciati fin da ora nella preparazione necessaria a visitare la Grande Muraglia Cinese e, chissà… a passare il resto della tua vita in Cina!

Permesso per la Cina: corsi di Cinese e formalità amministrative

Soggiorno in Cina e lezioni Cinese: ottenere un Visto per la Cina

Quando avrai fatto il biglietto, il peggio sarà fatto: visto, permessi speciali, corso di cinese … Appena sali in aereo per la Cina, puoi dire finalmente che ce l’hai fatta!

È complesso ottenere un visto per la Cina.

Dovrai effettuare la richiesta presso una delle ambasciate o dei consolati cinesi, cosa più facile per chi via a Roma. Se abiti in provincia, comunque, potrai affidare il tutto ad un’agenzia di disbrigo pratiche o consultare un’agenzia on line che si occupi proprio di visti per la Cina. Tieni conto che dovrai aggiungere la cifra di 50 euro al costo del visto, se ti affiderai a questi organismi privati.

Scopri come seguire un corso di cinese milano!

Ecco da cosa iniziare:

  • Compilare un modulo o farlo compilare all’agenzia,
  • Fornire il tuo passaporto in corso di validità,
  • Fornire re una foto di identità 4,5 x 3,5 cm,
  • Esibire copia della prenotazione aerea di andata e ritorno

Vuoi scoprire di più sulla Cina e la cultura cinese? Trova un corso cinese bologna!

Esistono quattro tipi di visto per la Cina: diplomatico, ordinario o turistico, di servizio e di cortesia.

Altri documenti ti potranno essere allora richiesti:

  • Fotocopia della prenotazione in hotel o certificato che attesti che sarai ospitato da qualche organismo,
  • Attestato di assicurazione internazionale,
  • Certificato di lavoro o scolarità,
  • Libretto di famiglia, se viaggi con famiglia o vai in Cina per trovare parenti,
  • Dati su un amico se ti rechi in visita da amici,
  • Attestato dell’agenzia o tour operator se effettui un viaggio organizzato.

I visti più specifici richiedono ulteriori documenti. Tutto si lega alle misure di sicurezza che la Cina applica relativamente alla visita degli stranieri sul suo territorio.

Tieni presente che il visto è obbligatorio per chiunque soggiorni per un breve o lungo periodo in Cina continentale (Hong Kong e Macao richiedono procedure specifiche).

Tuttavia, dal 2013 non è più necessario il visto per chi si rechi in un Paese terzo passando da:

  • Pechino,
  • Shanghai,
  • Canton,
  • Chengdu,
  • Shenyang,
  • Dalian.

Il tuo passaporto dovrà avere una durata di almeno sei mesi da quando lasci l’Italia. Dovrai rientrare al massimo tre mesi dopo la data di rilascio del visto. Una volta in Cina potrai rimanere solo per il periodo indicato dal visto, insomma.

Se oltrepassi la data di scadenza, dovrai ottenere un Visto in Cina per riuscire a lasciare il Paese e pagherai una multa di 500 yen (63 €) per ogni giorno di ritardo!

Queste leggi restrittive si legano anche al problema della sovrappopolazione cinese.

Il Tibet, in particolare, esige procedure specifiche: per andarvi occorre davvero passare obbligatoriamente tramite un’agenzia di viaggi che conosca bene le convenzioni stipulate coi vari Paesi. Non rischiare di andarci per conto tuo, potresti pagare un carissimo prezzo!

Condizioni per vivere, lavorare o studiare nell’Impero Celeste: parti dopo le lezioni di Cinese

Ha dell’incredibile, se ci pensi, ma anche tu puoi farcela ad andarci; saranno sufficienti impegno e perseveranza. Immagina di trovarti in un posto simile!

Solo le autorità cinesi decidono della concessione e del rinnovo di un visto. A nulla vale l’intervento del Consolato italiano.

Ti saranno richiesti:

  • Visto cinese per viaggio di affari,
  • Permesso di lavoro in Cina,
  • Atto di matrimonio o di nascita legalizzata,
  • Un passaporto con foto e documenti addizionali eventualmente necessari,
  • Un certificato di buona salute,
  • Impronte digitali ed altre informazioni biometriche.

Questo titolo di soggiorno dura al massimo cinque anni e almeno 90 giorni. Tieni conto per ottenere un permesso di lavoro in Cina occorre che le tue competenze interessino il Paese, ai fini del suo sviluppo. Insomma, occorre che tu sia un minimo qualificato perché possa convenire anche alla Cina, che tu ti rechi lungamente sul suo territorio.

Se cominciassi a studiare storia della Cina, partendo dalle sue dinastie?

Se riuscirai ad ottenere tutti i documenti necessari a recarti in Cina, scoprirai presto che si tratta del Paese in cui attualmente conviene lavorare. In diversi settori professionali si cercano impiegati qualificati ed i salari sono migliori che in Italia, per questo genere di posti.

Anche se intendi studiare in Cina dovrai aver un visto apposito della durata di almeno un anno o un semestre (Visto X o Visto F). Sarà l‘università di riferimento ad inviarti i documenti da compilare una volta che sarai stato ammesso.

Scopri come seguire un corso lingua cinese!

Per quanto riguarda i documenti necessari in quest’altra situazione, eccoti delle indicazioni:

  • La fotocopia del passaporto (naturalmente sempre con ogni pagina interna),
  • Il modulo dell’università interamente compilato,
  • Una fotografia nel formato dei documenti di identità,
  • La lettere originale inviata dall’Università che ti accetta fra i suoi studenti ed una fotocopia della stessa.

Le pratiche, in tal caso, potranno durare dalle due alle quattro settimane. Quindi non pensarci troppo in ritardo!

Se la tua domanda di iscrizione all’Università sarà accettata e ne riceverai conferma scritta, dovrai poi effettuare una domanda per ottenere l’alloggio studentesco. Cosa aspetti? Se sei studente universitario e desideri recarti in Cina per completare la tua carriera studentesca, affrettati! Prendi anche qualche lezione di Cinese mandarino, prima ancora di preparare le tue valigie. Una volta sul posto potrai, ovviamente, seguire un corso di Cinese per stranieri.

Mentre attendi la risposta dall’Università e dal Governo Cinese che dovrà concederti il visto, non dimenticare anche di prender qualche lezione di civilizzazione cinese e storia della Cina, insieme ad un insegnante di Cinese madre-lingua. Arriverai sul luogo con tutto il bagaglio necessario ad approfondire poi insieme agli abitanti del luogo, la tua cultura artistica, politica, storica relative alla Cina.

Bonus. E se ti rivolgessi ad un’agenzia, per facilitare il tutto?

Con l’avvento di Internet e dei diversi dispositivi mediatici, tra cui smartphone e tablet, la possibilità di scegliere, prenotare e pagare dei viaggi è davvero reale per chiunque stia pensando di programmare uno spostamento, una vacanza, un trasferimento di qualche tempo. La cosa è utilissima sia per chi si sposti a fini professionali, sia per chi decida di cambiare semplicemente vita o di concedersi una parentesi in cui la mente possa flottare vacuum … (‘’vacanza’’ viene dal latino).

Chi di noi, anche il soggetto più restio alle tecnologie, non ha, almeno una volta acquistato un biglietto di treno o d’aereo tramite il web? Ed una prenotazione al museo? Molti di noi l’hanno già effettuata parecchie volte.

Visionare le stanze d’albergo? Questo l’abbiamo fatto tutti, almeno una volta, salvo poi prenotare al telefono, (almeno per quanto riguarda i più guardinghi).

Il mondo evolve, la comunicazione oggi è pervasiva. Possiamo quasi viaggiare, senza nemmeno andare a comprare un trolley prima…Ce lo porteranno direttamente a casa oppure, se vogliamo, addirittura fino in aeroporto.

Da un lato, diciamo che le agenzie di viaggi hanno perso parecchio terreno, molto lavoro…Il settore ha attraversato una crisi ormai alle spalle, per fortuna. Del resto, con i prezzi ridottissimi disponibili prenotando online la cosa era piuttosto prevedibile.

Ma molti agenti hanno saputo programmare ed iniziare una riconversione davvero proficua. Specializzandosi in un settore, in una zona, in delle pratiche particolari, indispensabili qualora si effettuino determinati tipi di viaggi e di spostamenti.

I viaggiatori esperti, gli appassionati, da tempo dibattono sul tema: alcuni propendono per il viaggio fai da te, altri per il “tutto pronto” ad opera di agenzie affidabili e con decenni di esperienza.

Ti stupirai, constatando quanto ti mancava il contatto umano nelle tue ricerche su Google. Hai mai provato a varcare la porta dell’agenzia di viaggi sotto casa tua?

La verità è che ogni situazione è diversa dalle altre. Converrà a volte acquistare online, se si punta solo ad ottenere un prezzo basso: è il caso di un semplice biglietto d’aereo.

Altre volte, però, l’agente di viaggi potrà essere più competitivo della rete, dato che a lui sono riservati pacchetti e proposte che non vengono diretti ai privati.

Teniamo sempre presente, poi, che qualsiasi offerta su internet, nasconde l’insidia dell’Iva, quando non molte altre, rivelate in corso di acquisto. Ad esempio, il prezzo mostrato spesso esclude voci tipo: tassa di soggiorno, supplemento tessera club, supplemento dovuto al fatto che l’opzione selezionata non è disponibile, ma è possibile quella di costo appena superiore…E stiamo facendo solo qualche piccolo esempio!

Sicuramente, la rete non assicura il contatto umano, durante la scelta di un viaggio. E questo resterà sempre un punto a favore delle agenzie. Incontrare un altro essere umano, interagire con lui, ti consente, innanzitutto, di poter avere risposte chiare ai tuoi dubbi. Inoltre, resta sempre un’occasione di relazione umana, non dimentichiamolo. Ed ogni lasciata è persa!

Oggi il numero delle interazioni sociali si riduce al minimo, se pensiamo a quante cose possiamo fare comodamente da casa, senza vedere anima viva… Non lasciamoci travolgere dal flusso spersonalizzante della comunicazione e dell’azione iper-mediatizzate.

Ecco perché andare a comprare il pane e recarsi in agenzia potrebbero essere messi sullo stesso piano. Si tratta di azioni banali, routinarie, che tuttavia svolgono una funzione importantissima: quella di continuare ad alimentare un certo “collante” sociale.

E così come scegliamo il panificio, dobbiamo ugualmente selezionare una buona agenzia di viaggio. Altrimenti ne saremo delusi.

Il passaparola resta sempre il primo aiuto, in tal caso. Altri parametri potranno essere: nome, esperienza dell’agenzia, personale fisso da anni entro una stessa sede dell’agenzia. Certificazioni di qualità e iscrizione agli albi istituzionali restano parametri di controllo piuttosto rilevanti.

Un bravo agente, con esperienza decennale, saprà proteggerti dai “non detti” dell’offerta online. Ecco un secondo punto a favore delle agenzie online.

Infine, diciamo che, per quanto riguarda un viaggio più complesso, come uno spostamento per la Cina e all’interno della Cina, di certo converrà affidarsi a degli esperti. L’agenzia gode ed offre condizioni assicurative di rilievo, propone forchette di prezzo in base alle esigenze del cliente, sa valutare a prima vista di cosa possa aver bisogno costui.

Generalmente, in caso di insoddisfazione, l’agenzia assume una parte di responsabilità, rivalendosi sui responsabili di eventuali circostanze manchevoli. Le brutte sorprese, specialmente se si viaggia in gruppo, con scolaresche, con amici, o per destinazioni e tour davvero sui generis, sono praticamente arginate dal ricorso ad un tour operator assicurato.

Insomma, a qualcuno potrebbe venire in mente la vecchia pubblicità di un gruppo per viaggi: “No Alpitour? Ahi, ahi, ahi, ahi!”

Quando ricorrere ad un tour operator e quando prenotare da soli

Come in ogni professione, anche per fare il tour operator, l’agente di viaggi, l’organizzatore di gite e pellegrinaggi, occorre una vera passione.

Nessun mestiere è svolto al meglio da qualcuno che lo fa per obbligo o per esclusione.

Questa verità concerne gli insegnanti di lingua, che danno lezioni di Cinese o di Tedesco, come altri professionisti e commercianti, ad esempio.

Ecco perché la professionalità di un operatore turistico si evince anche in base al percorso che questi ha effettuato per giungere alla posizione finale. Si tratta di un commesso di agenzia? Si tratta di un piccolo imprenditore che ha messo su un gruppo suo? Ha effettuato un processo di formazione di durata ragionevole? Frequentato corsi specifici a tema?

Tutto va valutato, prima di affidare i propri risparmi, le proprie vacanze, i propri spostamenti ed anche la propria vita ad un venditore di viaggi. Il viaggio non è solo un sogno, diventa realtà concreta, fattuale. E non è proprio il caso che si trasformi in incubo.

L’operatore di successo gode generalmente di innumerevoli recensioni positive, in rete. Ti consigliamo, ovviamente, di non prendere mai per oro colato una recensione. Esiste anche il mestiere di scrittore di recensioni, infatti!

Il passaparola da parte di gente che ha già viaggiato grazie ad un’agenzia resta un’ottima prova della professionalità degli agenti. Il passaparola ha luogo a voce, tra amici, o su Facebook, dove la gente ama foto-documentare i propri viaggi come anche ringraziare questo o quell’agente turistico per il buon lavoro svolto.

Basarsi sul primo feeling che si instaura tra agente e cliente è l’arma in mano a quest’ultimo. Ti rechi in agenzia? Osserva cosa succede. L’agente ti lascia parlare? Ti chiede i dettagli opportuni relativi al tuo viaggio? Ti prospetta tutte le possibilità? Ti chiede da subito di quali documenti tu disponga o ti lascia sognare, per poi dirti che serviranno sei mesi per ottenere un visto?

È qui, in quest’ultimo punto, che risiede la differenza tra un professionista ed un perdigiorno, che potrebbe risultare cronofago anche ai tuoi danni. Valuta la prontezza del tuo interlocutore nel presentarti tutti i problemi e le soluzioni fin da subito.

Generalmente, tieni presente che acquistare un biglietto di aereo o di treno è facile se viaggi in Italia e in Europa, ma dal momento in cui scegli di spostarti fuori dall’Europa diventa davvero difficile conoscere tutti i dettagli per il soggiorno. È un po’ come la differenza tra una crociera ed un viaggio in pullman. Il secondo è facile, la prima è ancora appannaggio delle agenzie.

A meno che tu non disponga di amici esperti in vidimazioni, documenti di identità, tessere sanitarie internazionali e coperture assicurative, allora, ti consigliamo di andare in agenzia anche per un viaggio oltre-oceano e per uno spostamento in Cina.

Quali agenzie si occupano di Paesi come la Cina?

Ricorda che per molti Paesi, oramai, il passaporto deve essere biometrico. Il tuo passaporto è pronto?

I tour operator possono essere iper-specializzati o un po’ dei “fa tutto”. Valuta un insieme di nomi per capitare nel posto giusto. Indaga tramite la rete.

Di seguito, noi ti indichiamo alcuni nomi e siti di tour-operator che si occupano di Cina. Valuterai tu, surfando, se qualcuno tra essi ti ispiri particolarmente. Non dimenticare di vedere bene come agiscono e di consultare le recensioni che li riguardano. Quanta gente li conosce, ne parla bene?

Le agenzie basate in Cina

Diversi siti ti propongono di aiutarti, a partire dalla Cina stessa, a preparare il tuo viaggio. Propongono viaggi organizzati per gruppi, ma anche per i singoli.

Alcune agenzie inseriscono proprio nel nome del sito il riferimento alla pratica relativa al visto. In modo da attrarre chi è ormai deciso a viaggiare per la Cina, tanto da partire dalla questione “visto’’. Altri vi fanno riferimento nella pagina di apertura. Effettivamente, la cosa è normale, dato che la procedura per il visto è probabilmente la cosa più complessa per un viaggiatore. Il punto che potrebbe, da principio, scoraggiare.

Eccoti degli esempi di operatori: Orientour, viaggio-in-cina.it.

Le agenzie italiane di lunga data:

Chinasia.it, changchuntravel.it, utat.it, chinatour.it

Nel cuore di Milano, nella cosiddetta China-town, ha sede un’agenzia specializzata in viaggi per la Cina, fin dal 1988. Tali organismi, nascono, all’inizio, con l’intento di aiutare gli espatriati cinesi ad effettuare spostamenti da e verso la loro origine. Poi, col tempo, estendono i loro servizi anche ai turisti italiani. La loro specializzazione è ormai piuttosto elevata.

Ed è così che ha origine una vasta gamma di possibilità.

Per ognuno di questi siti, ed anche per valutarli nell’insieme, ti consigliamo sempre di effettuare una parallela ricerca in merito alla qualità e all’attendibilità di servizi ed informazioni proposti. Digita, quindi, il nome su Google, aggiungendo accanto la dizione “opinioni” o “commenti” o “esperienze”. Così effettuerai un primo screening.

Il mondo dei viaggi non ha più segreti, per te.

Dopo la tua lezione di Cinese, domani, corri ad informarti circa il tuo prossimo viaggio in Cina.

Superprof è sempre presente per aiutarti a selezionare l’insegnante di Cinese che fa per te!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 2 voti)
Loading...
avatar