Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Un corso di spagnolo per imparare le irregolarità della grammatica

Di Francesca, pubblicato il 31/05/2019 Blog > Lingue straniere > Spagnolo > Imparare Spagnolo: Focus Sui Verbi Irregolari

L’apprendimento dei verbi irregolari spagnoli è spesso un brutto ricordo del liceo. La presenza di verbi irregolari però non riguarda soltanto lo spagnolo, la stessa lingua italiana ne presenta un bel po’… semplicemente noi non ce ne accorgiamo e li usiamo inconsapevolmente nella maniera corretta.

Anche l’inglese poi ha molte irregolarità nel sistema verbale e anche in quel caso l’unica cosa da fare è studiare, studiare e studiare! E non è un’impresa impossibile, perciò abbi fiducia! Tuttavia, è fondamentale impararli bene per parlare correttamente la lingua spagnola con un madrelingua quando si è in viaggio!

Ecco i nostri consigli per imparare le irregolarità delle coniugazioni spagnole.

Il verbo irregolare esiste solo in spagnolo?

Ebbene, per quanti pensano che lo spagnolo sia una lingua difficile perché presenta delle irregolarità nel sistema verbale si sbaglia di grosso: i verbi irregolari esistono in moltissime lingue!

Anche l'italiano può dare gli stessi problemi che da lo spagnolo a una persona che si avvicini al suo studio. Anche l’italiano può dare gli stessi problemi che da lo spagnolo a una persona che si avvicini al suo studio.

Un verbo irregolare è un verbo che nella sua coniugazione modifica la propria radice a seconda dell’uso dei tempi o addirittura all’interno della stessa coniugazione nonostante si tratti dello stesso modo e dello stesso tempo. Nella lingua inglese per esempio si è soliti imparare il paradigma verbale alla forma presente, passata e al participio passato.

Scopri come seguire un corso spagnolo!

L’inglese, che da molti è considerato una lingua semplice, per esempio prevede che alla forma passata e del participio si aggiunga alla radice il suffisso -ed. Questo è il caso per esempio di alcuni verbi come render, open o call che alla forma passata e al participio diventano rendered, opened, called. Altri verbi invece hanno delle forme irregolari e dunque non seguono questa regola:

  • go diventa went al passato e gone al participio passato
  • put resta put sia alla forma passata che al participio passato.

Anche l’italiano può dare gli stessi problemi che da lo spagnolo a una persona che si avvicini al suo studio. Infatti anche la nostra lingua, che a noi sembra così semplice e lineare, nasconde in realtà moltissime insidie (che non riguardano solo verbi di uso poco frequente, anzi!) Vediamone alcune!

  • il verbo essere è uno dei verbi più utilizzati nella nostra lingua, non solo per indicare l’essenza o l’esistenza di qualcosa, ma anche per creare delle forme passate (Matteo è andato a Parigi) o delle forme passive (Matteo è stato accettato all’università). Ebbene, il verbo essere presenta numerose irregolarità: se leggere dà come esito leggo, essere non dà esso, ma sono (alla prima persona singolare) ed è alla terza singolare… e il participio passato è stato!
  • il verbo andare, alla prima persona singolare diventa vado, non ando, ma alla prima plurale diventa andiamo!

Ecco come trovare un corso di spagnolo fatto per te!

Verbi irregolari a lezioni spagnolo: di cosa stiamo parlando?

Le coniugazioni spagnole assumono una forma irregolare quando la radice di un verbo viene cambiata in un determinato momento o in qualsiasi momento, a una o più persone. La desinenza rimane comunque invariata.

Scopri come studiare spagnolo online!

Traduci in spagnolo questa azione! Come si coniuga in spagnolo “fare scacco”?

Coniugando i verbi irregolari, andrai incontro a tre forme di irregolarità:

  • il dittongo,
  • l’indebolimento,
  • l’alternanza.

Il dittongo

Il dittongo applica una modifica delle vocali – cambiando anche la fonetica – della radice di un verbo, principalmente nei modi al presente (indicativo, congiuntivo e imperativo).

Questo vale per la prima persona (“yo”), la seconda persona (“tu”), la terza persona singolare (“el”, “ella”, “usted”) e la terza persona plurale (“ellos”, “ellas”, “ustedes”).

Coinvolge i verbi spagnoli quando la “e” o la “o” finale della radice ha l’accento tonico.

Esistono due forme di dittonghi:

  • Dittonghi in “e”: diventano “ie”,
  • Dittonghi in “o”: diventano “ue”.

Indebolimento

L’indebolimento dei verbi segue la stessa logica del dittongo, ma si trova anche al passato semplice, alla terza persona singolare e plurale.

Ciò significa che alcuni verbi come pedir, repetir, elegir, seguir, perseguir, sentir, servir, vestirse indeboliscono la “e” della radice in “i” quando quest’ultima si accentua.

Necessiti di un corso di spagnolo online?

L’alternanza

Si tratta di alternare un dittongo con un indebolimento: si applica il dittongo al presente alle stesse persone (1,2,3 e 6), si fa l’indebolendo al congiuntivo presente nella prima e seconda persona plurale.

Suggerimenti per memorizzare i verbi irregolari spagnolo

Ecco i nostri consigli.

Imparare poco a poco

Inizia imparando una breve lista di verbi, senza volerli imparare tutti in una volta sola. 

L’apprendimento deve essere graduale ma regolare, con ripassi quotidiani per assimilare il tutto più in fretta.

Un’altra tecnica utile: cercare di trovare il verbo irregolare spagnolo partendo da un verbo italiano e spunta quelli che non trovi..

In una settimana puoi imparare fino a 30 verbi irregolari!

Hai bisogno di un corso di spagnolo per principianti?

Raggruppare i verbi in gruppi

Per imparare lo spagnolo, occorre classificare i verbi in categorie per darsi delle priorità nell’apprendimento.

Per fare ciò, distingueremo i verbi del primo gruppo (verbi in AR), quelli del secondo gruppo (verbi in ER), quelli del terzo gruppo (verbi in IR).

Si possono suddividere anche i verbi con dittongo in “e”, in “o” o alternati.

Infine, prova a stilare una lista di verbi inclassificabili: sono verbi irregolari in tutti i tempi e in quasi tutte le persone, come “oir” “ir”, “decir”, “haber”, “poder “,” ser “,” tener “,”venir”,” querer “.

Imparare con le frasi

Imparare lo spagnolo con frasi semplici può avere un doppio vantaggio: progredire velocemente nello studio della grammatica e incrementare il lessico.

Elenco di verbi irregolari “non classificabili”

La maggior parte delle frasi spagnole che sentiamo pronunciare da una persona originaria della Spagna o dell’America Latina contiene verbi irregolari essenziali e utilizzati con una certa frequenza.

Consulta i libri di spagnolo in biblioteca! Dove trovare i verbi irregolari? Su internet o in biblioteca!

Sono i seguenti verbi chiave: “ser” (essere), “estar” (essere), “ir” (andare) e “haber” (avere).

Ser ed Estar descrivono stati diversi, che possono essere finiti (ser) o temporanei (estar), mentre il verbo “haber” è equivalente all’ausiliario che abbiamo in italiano.

I verbi “haber” e “ir” presentano irregolarità a tutte le persone:

  • Ir: voy, vas, va, vamos, vais, van,
  • Haber: he, has, ha, hemos, habeis, han.

Andando più in là, ecco una lista – non esaustiva – dei cosiddetti verbi irregolari “non classificabili” da conoscere.

I verbi che fanno “oy”:

  • Dar,
  • Estar,
  • Ser,
  • Ir.

Quelli che “go”:

  • Caer,
  • Traer,
  • Oir,
  • Valer,
  • Salir,
  • Hacer,
  • Poner,
  • Tener,
  • Venir,
  • Decir.

Altri verbi “inclassificabili”:

  • Andar,
  • Caber,
  • Haber
  • Saber,
  • Poder,
  • Querer,
  • Ver.

Su Wikipedia potrai trovare ben 388 pagine di verbi irregolari!

I verbi irregolari spagnoli classificabili

Che si tratti di verbi con dittongo o con cambiamento di vocale, o che diventano irregolari a seconda del tempo (piucheperfetto, congiuntivo imperfetto, presente, ecc), vi è una grande quantità di verbi.

Quando la “e” diventa “ie” e la “o” diventa “ue”:

  • Acertar, adquirir, apretar, atravesar, atender, ascender,
  • Cegar, cerrer, confesar, concernir, contar,
  • Despertar, desterrar, defender, discernir,
  • Empezar, enterrar, encender, entender, extender,
  • Fregar,
  • Helar, hender
  • Merendar, mover, morir,
  • Negar, nevar,
  • Pensar, plegar, perder, preferir,
  • Reventar,
  • Segar, sembrar,
  • Tropezar, tender.

Quando la “e” diventa “i”:

  • Colegir, competir, concebir, conseguir, corregir,
  • Derretir, despedir,
  • Elegir, embestir, exspedir,
  • Gernir,
  • Impedir, investir,
  • Medir,
  • Pedir, perseguir, proseguir,
  • Regir, rendir, repeat,
  • Seguir, servir, sonreir, soñar,
  • Vestir.

Quando la “i” diventa “y”:

  • Afluir, argüir, atribuir,
  • Concluir, constituir, construir, contribuir,
  • Destituir, discminuir, distribuir,
  • Excluir,
  • Huir,
  • Incluir, influir, instituir, instruir,
  • Obstruir,
  • Restituir, retribuir,
  • Substituir.

Che ti piaccia o no, ci sono delle regole da imparare, ma non farti scoraggiare. Che ti piaccia o no, ci sono delle regole da imparare, ma non farti scoraggiare!

30Quando la “c” diventa “zc”:

  • Acaecer, acontecer, amanecer, anochecer, apetecer, atardecer,
  • Carecer, crecer,
  • Desaparecer, deslucir,
  • Embellecer, enloquecer, enriquecer, ensorder, extremecer,
  • Lucir,
  • Merecer,
  • Nacer,
  • Obedecer, oscurecer,
  • Pacer, placer, parecer, padecer, pertenecer,
  • Renococer, relucir, renacer, restablecer, ecc.

Alcuni esempi di verbi irregolari coniugati

In questa piccola sezione vogliamo inserire alcune coniugazioni al presente di verbi molto comuni, che devi assolutamente conoscere. Ti forniamo la coniugazione al presente in modo che possa iniziare a familiarizzare con questi verbi nella forma che potresti usare con maggiore frequenza se dovessi andare in Spagna, o se semplicemente ti trovassi a iniziare un corso di lingua spagnola.

SER – ESTAR

Ser corrisponde all’italiano essere. Ser, essere, è, come abbiamo già visto nell’introduzione, un verbo fondamentale: noi siamo simpatici, io sono un insegnante, lei è una studentessa. Nella lingua spagnola rappresenta un caso limite in un certo senso, dal momento che la sua radice viene modificata a un punto tale che tali variazioni la rendono a stento riconoscibile.

  yo soyio sono
  tú erestu sei
  él esegli è
  ella eslei è
  nosotros somosnoi siamo (masc.)
  nosotras somosnoi siamo (fem.)
  vosotros soisvoi siete (masc.)
  vosotras soisvoi siete (fem.)
  ellos sonloro sono (masc.)
  ellas sonloro sono (fem.)

Per indicare il verbo essere, oltre al verbo ser, in spagnolo esiste anche il verbo estar, che ha una sua propria coniugazione, ovviamente.

  yo estoyio sono
  tú estástu sei
  él estáegli è
  ella estálei è
  nosotros estamosnoi siamo (masc.)
  nosotras estamosnoi siamo (fem.)
  vosotros estáisvoi siete (masc.)
  vosotras estáisvoi siete(fem.)
  ellos estánloro sono (masc.)
  ellas estánloro sono (fem.)

La differenza tra ser e estar è davvero uno dei problemi maggiori di fronte ai quali molti studenti di grammatica spagnola si trovano bloccati. Nella lingua spagnola esiste infatti una netta distinzione tra uno stato duraturo e uno stato non duraturo. Può essere utile perciò dare un’occhiata a queste due frasi di esempio:

  1. Tu eres loco. = Tu sei pazzo.
  2. Tu estas loco. =Tu sei pazzo.

Nel primo caso potremmo intendere quel “tu sei pazzo” come un “sei matto da legare, clinicamente parlando, è il tuo status abituale e costante, perciò potresti necessitare di cure”. Nel secondo caso invece è un “Tu sei fuori di testa, ma diciamo che è una situazione momentanea, non necessiti davvero di cure psichiatriche”.

(SPOILER ALERT!! Diciamo che nel primo caso lo diremmo a Cercei Lannister, nella penultima puntata di Game of Thrones …non voglio fare spoiler, ma avete capito cosa voglio dire se l’avete vista).

Se ti senti una bandiera al vento quando devi scegliere tra ser e estar leggi oltre! Se ti senti una bandiera al vento quando devi scegliere tra ser e estar leggi oltre!

In generale possiamo dire che se dobbiamo creare una frase in spagnolo e il verbo essere che vogliamo usare può essere sostituito con “trovarsi”, occorrerà utilizzare estar. Se invece ci rendiamo conto che nel senso di questa frase una simile sostituzione non è possibile, bisognerà usare il verbo ser.

Vediamo questo esempio per chiarirci le idee:

  • Valencia è in Spagna si tradurrà con Valencia está en España. in questo caso infatti possiamo sostituire tranquillamente quel “è” con “si trova”. Perciò l’esito naturale sarà l’utilizzo del vero estar invece del verbo ser.

Ecco un altro esempio della  differenza fra ser e estar. Nel primo esempio troviamo una caratteristica del soggetto che non è transitoria e che finché la persona è in vita praticamente non cambia; nel secondo caso invece ci troviamo di fronte a una condizione transitoria e passeggera:

  • Yo soy médico. = Io sono un medico.
  • Yo estoy cansado. = Sono stanco.

Cioè diciamo che non so se l’essere stanco sia per me una condizione transitoria, ma diciamo che in linea generale dovrebbe esserlo! 😉

IR

un altro verbo irregolare alla forma presente e altrettanto utile e comune nell’utilizzo è ir, andare. Come in italiano, anche questo verbo presenta delle variazioni, infatti dalla radice ir, si passa all’esito v- seguito dalle desinenze.

  yo voyio vado
  tú vastu vai
  él vaegli va
  ella valei va
  nosotros vamosnoi andiamo (masc.)
  nosotras vamosnoi andiamo (fem.)
  vosotros vaisvoi andate (masc.)
  vosotras vaisvoi andate (fem.)
  ellos vanloro vanno (masc.)
  ellas vanloro vanno (fem.)

Vengono definiti verbi modali o servili i verbi come potere, dovere, volere etc. Vengono definiti verbi modali o servili i verbi come potere, dovere, volere etc.

PODER – TENER (QUE)

Poder  (potere) è un verbo cosiddetto modale. Vengono definiti verbi modali o servili i verbi come potere, dovere, volere etc. Si tratta di verbi che nello specifico di per sé non descrivono un’azione, ma servono a specificare una relazione tra il soggetto dell’azione e il tipo di azione che viene descritta. Io mangio è diverso da io voglio mangiare: e in spagnolo la situazione è molto simile a quella dell’italiano. L’unico verbo modale che in italiano e in spagnolo si differenziano è il verbo “dovere”, che si traduce in spagnolo con tener que (se indica un’azione che il soggetto è obbligato a portare a termine) o con deber (che indica un’azione non obbligatoria, ma comunque raccomandabile).

  yo puedoio posso
  tú puedestu puoi
  él puedeegli può
  ella puedelei può
  nosotros podemosnoi possiamo (masc.)
  nosotras podemosnoi possiamo (fem.)
  vosotros podéisvoi potete (masc.)
  vosotras podéisivoi potete (fem.)
  ellos puedenloro possono (masc.)
  ellas puedenloro possono (fem.)

Il verbo tener que (dovere) si declina esattamente come il verbo tener, che però in spagnolo ha anche il significato di avere. (NB: in spagnolo esiste anche il verbo haber, che viene utilizzato come in italiano per le forme composte al passato dei verbi).

yo tengo (yo tengo que)io ho (io devo)
 tú tienes (tú tienes que)tu hai (tu devi)
 él tiene (el tiene que)egli ha (lui deve)
 ella tiene (ella tiene que)lei ha (lei deve)
 nosotros tenemos (nosotros tenemos que)noi abbiamo (noi dobbiamo) (masc.)
 nosotras tenemos (nosotras tenemos que)noi abbiamo (noi dobbiamo) (fem.)
 vosotros tenéis (vosotros tenéis que)voi avete (voi dovete) (masc.)
 vosotras tenéis (vosotras tenéis que)voi avete (voi avete) (fem.)
 ellos tienen (ellos tienen que)loro hanno (loro devono) (masc.)
 ellas tienen (ellas tienen que)loro hanno (loro devono) (fem.)

Imparare i verbi irregolari all’estero

Anche quando sono categorizzati, questi verbi sono difficili da ricordare. Come per il vocabolario spagnolo, i verbi si memorizzano meglio quando vengono utilizzati.

Sei mai stato a Cuba? Voglia di andare a Cuba?

Creati degli schemi e cerca di parlare spagnolo il più possibile. Con dei madrelingua, con gli amici per divertirti, con un insegnante, parla il più possibile.

La soluzione più efficace resta comunque andare a vivere all’estero, in Spagna o in Sud America.

Fare shopping, trovare una strada, prendere i mezzi pubblici, lavorare, parlare spagnolo è quasi inevitabile. Soprattutto perché i madrelingua spagnoli non sono tutti bilingui in inglese. Per esprimerti, dovrai fare alcuni sforzi.

Soggiorno linguistico, viaggio di studio, viaggio turistico, espatrio, da pochi giorni a pochi mesi, cogli l’occasione per diventare quasi bilingue.

Una volta acquisiti i verbi irregolari, sarà molto più facile per te intrattenere una conversazione con un oratore spagnolo. Ma attenzione anche ai tempi verbali, perché i verbi sono irregolari nel presente ma spesso cambiano forma in altri modi (imperfetto, presente semplice, ecc.).

Cile, Ecuador, Belize, Honduras, Messico, Cuba, non hai che l’imbarazzo della scelta!

Quando sarai lì, dovrai cercare di fare nuove amicizie e di parlare il più possibile. Non aver paura di sbagliare, è così che progredirai.

Ripassare i verbi spagnoli con le applicazioni

Per imparare correttamente i verbi irregolari spagnoli, se non hai la possibilità di fare un viaggio, le app per mobile sono a volte molto utili. Molte di queste ti permettono di imparare diverse lingue straniere (cinese, inglese, portoghese, arabo, ecc.).

VerbForms Español (scaricabile su iOS)

Questa applicazione facilita in generale l’apprendimento dei verbi spagnoli e la loro coniugazione. Può anche identificare i verbi irregolari e aiutarti a lavorare regolarmente per impararli a memoria. Utilizzando l’applicazione in maniera regolare, diventerai un professionista dei verbi spagnoli.

Altre applicazioni più conosciute ti permettono di imparare lo spagnolo in generale, non solo i verbi, come Babbel, MosaLingua, Duolingo. Tutte queste applicazioni ti permettono infatti di ripassare i verbi spagnoli (e non solo) in maniera guidata e graduale, scegliendo spesso dei programmi personalizzati sulla base del tempo che puoi dedicare allo studio della lingua e sulla base dei tuoi obiettivi. Il suggerimento che ti vogliamo dare è comunque quello di dedicarti allo studio della lingua, come di qualunque altra materia in maniera graduale: studiare un po’ ogni giorno piuttosto che tanto una volta alla settimana darà sicuramente più frutti!

Seguire lezioni di spagnolo per imparare i verbi

Se non hai l’opportunità di visitare un paese ispanico o non sei capace di lavorare in maniera indipendente con le applicazioni, puoi comunque iscriverti a un corso di spagnolo.

Grazie alle lezioni, potrai essere supervisionato da un insegnante e sarai circondato da altri studenti con i quali potrai motivarti e discutere. Seguire un corso ti permetterà anche di avere una certa struttura da rispettare.

Ma per imparare a parlare spagnolo e a padroneggiare tutti i verbi irregolari, occorre esercitarsi regolarmente e soprattutto essere corretti da una persona esterna.

Nelle scuole di lingue, l’apprendimento è incentrato sugli aspetti tecnici della lingua come la grammatica spagnola, le coniugazioni, la corrispondenza temporale, ecc.

Con un corso intensivo di spagnolo, potrai migliorare! Le lezioni di spagnolo potranno farti migliorare!

Nelle associazioni, i corsi sono spesso un po’ meno rigidi. L’obiettivo delle associazioni è diffondere la cultura ispanica nel mondo, senza esercitare alcuna pressione sugli studenti.

Qualunque formula tu scelga, imparerai i verbi irregolari abbastanza velocemente poiché sono molti quelli che si imparano al livello base.

Quali sono i verbi spagnoli più utilizzati?

Imparare le coniugazioni con un insegnante privato

I verbi spagnoli possono anche essere rivisti con l’aiuto di un insegnante privato. Sempre più persone, dopo un soggiorno in un paese straniero, o per altri motivi, propongono lezioni in determinate lingue.

Questo rappresenta un vantaggio per chi non ha necessariamente il tempo di seguire gli orari di una scuola di lingue. Imparare a parlare lo spagnolo con un insegnante privato ti consente di avere una guida al tuo fianco e di concentrarti sui verbi irregolari, se necessario.

Avere a disposizione un insegnante privato ti permette di personalizzare il tuo apprendimento. Se hai problemi con i verbi, può sottoporti degli esercizi specifici. Ti potrà  ance far entrare nel vivo della propria cultura, insegnandoti delle canzoni ad esempio!

Sarai tu stesso ad esaminare con lui i punti sui quali dovrai lavorare.

Inizia a consultare gli annunci. Panifici, fiorai, biblioteche, bar, li puoi trovare in quasi tutti i negozi. Anche su internet puoi trovare ciò che fa al caso tuo, ad esempio su una piattaforma come Superprof.

La lingua spagnola non è la più rara delle lingue moderne. Troverai necessariamente qualcuno che sappia darti una mano. Il segreto è tenere viva la propria motivazione: partire per un viaggio e voler conversare con dei locali, passare un esame, iscriversi all’università. Non perdere di vista il tuo obbiettivo!

Al lavoro e in bocca al lupo!

Suerte!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar