Affascinante e misteriosa, complessa e lunga, la storia dell'Antico Egitto occupa un arco temporale di 5 mila anni.

In questo periodo, il territorio occupato da questa civiltà ha visto grandi mutamenti economici, architettonici, sociali e politici tra dinastie di Faraoni e aspre guerre civili.

La lunga storia ambientata lungo il delta del Nilo ci dice che gli Egizi con ogni probabilità furono il popolo più illuminato della storia antica dell'umanità.

Erano artigiani, maestri architetti, fieri guerrieri e possiamo dire anche romantici.

Nonostante i racconti e le leggende della lunga cronologia della storia egizia sono innumerevoli, cercheremo di condensare gli aspetti salienti della vita del popolo egizio della prima epoca.

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (24 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (12 Commenti)
Stefano
15€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (24 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (12 Commenti)
Stefano
15€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
15€
/h
1a lezione offerta>

 Cronologia dell'Antico Egitto

Alcuni momenti che hanno segnato la storia dell'Antico Egitto.
La storia dell'Egitto è vasta quanto i granelli del deserto del Sahara!

Come con la civiltà Greca, gli storici hanno suddiviso la storia dell'Antico Egitto in periodi:

  • 5000-3100 a.c., Periodo predinastico con oltre 2000 anni di sviluppo
    • La Terra rossa, in pieno deserto e la Terra bianca, nel sud, furono unificate da re Menes che stabilì la prima dinastia
  • 3100-2686 a.c., periodo arcaico: Menfi divenne la capitale e furono gettate le basi della società egizia.
  • 2686 - 2181 a.c., Antico regno: il periodo in cui le piramidi furono costruite. Re Djoser incaricò degli architetti di creare il suo monumento funerario; la sua piramide divenne la prima costruzione in pietra.
  • 2181-2055 a.c., Primo periodo intermedio: il crollo dell'Antico regno e la dissoluzione del potere locale portano alla guerra civile tra le provincie.
  • 2055-1786 a.c., Regno intermedio: si ritorna a un periodo di pace; i leader adottano una politica estera espansionistica che raggiunge la Siria e la Palestina.
  • 1786-1567 ac., Secondo periodo intermedio: forze antagoniste cercano di riprendersi il controllo sull'Egitto ma non riescono a consolidare il proprio potere
  • 1567-1085 a.c., Nuovo regno: l'Egitto viene riunificato e il potere si consolida con il primo re della XVIII dinastia. In questo periodo si verifica un repentino passaggio nel culto degli dei.
  • 1805-664 a.c., Terzo periodo intermedio: grandi mutamenti nella società, nella politica e nella cultura in generale.
  • 664-332 a.c. Periodo tardo: l'Egitto viene riunificato ma diventa parte dell'Impero persiano.

Nel 332 a.c. Alessandro Magno sconfisse i Persiani e assunse il controllo dell'Egitto. Dopo la sua morte, nel 323 a.c. l'Egitto fu governato dal re macedone Tolomeo che diede inizio alla propria dinastia.

Cleopatra VII, ultimo regnante della dinastia tolemaica, si arrese alla conquista romana nel 31 a.c, ponendo l'Egitto sotto il controllo dei Romani per i successivi sei secoli.

In questo periodo, una nuova religione monoteista, il Cristianesimo, prese il posto delle divinità politeiste dell'Olimpo greco e della tradizione egizia.

La nuova fede si espanse in tutto l'Impero romano di cui l'Egitto faceva parte. Oggi ne rimangono tracce nella chiesa copta egiziana, l'unica istituzione a mantenere viva la lingua parlata dagli Egizi nel II secolo. Nel VII secolo gli Arabi invasero l'Egitto e un'altra religione monoteista, l'Islam divenne predominante.

Questa cronologia è davvero una sintesi della storia dell'Egitto costellata da grandi opere, o meglio opere faraoniche, dal lavoro dei campi e dal silenzio della Sfinge, il simbolo dell'Egitto.

Ora che abbiamo un'idea generale delle varie epoche possiamo facilmente illustrare alcune delle modifiche più significative nella società di questa magnifica civiltà.

Scopri anche uno degli imperi più possenti e brevi della storia: l'Impero Inca.

Elementi di base della storia dell'Antico Egitto

Il delta del fiume Nilo era un territorio fertile e lussureggiante, grazie all'abbondante riserva d'acqua che arrivava a valle.

Proprio come i popoli che si spostarono sul fiume Tigre, dando origine alle civiltà mesopotamiche, i primi egizi giunsero più a sud dall'Africa, fondando piccole colonie lungo il corso del Nilo.

Una volta compreso il ciclo del fiume Nilo con i suoi periodi di esondazione e secca, furono in grado di sviluppare una fiorente agricoltura in tutto il paese. Gli Egizi coltivavano grano, lino e soprattutto, il papiro, un fiore la cui lavorazione permise la diffusione della scrittura.

Il Nilo permise non solo di ottenere grandi risorse, ma anche di stabilire il potere nella zona.

Nell'Antico Egitto il destino dei Faraoni era legato a quello degli dei.
L'arte dell'Antico Egitto indica che i Faraoni discendevano dagli dei!

I Faraoni

La storia dell'Antico Egitto è lunga oltre 5 mila anni e ha visto la successione di 31 dinastie, ossia membri della stessa famiglia che hanno mantenuto il potere. Vediamo alcuni dei Faraoni più significativi.

Cheope, in antico egizio Khufu, commissionò la grande piramide di Giza ma fu Djoser, faraone della terza dinastia, fu il primo a realizzare una piramide a gradini, quella di Saqqara a Menfi.

Amenofi, ossia Amenhotep, era noto per le sue competenze diplomatiche che regalarono all'Egitto un periodo di pace e prosperità. Sul versante opposto si colloca il faraone Thutmose (XVIII dinastia) dedito alle imprese militari, mentre la madre Senisereb si occupava del regno.

Uno dei faraoni più influenti della storia dell'Egitto fu Hatshepsut, quinta sovrana della XVIII dinastia, che portò pace e prosperità durante il suo lungo regno. Nonostante le grandi imprese architettoniche che fece realizzare, il suo volto fu "cancellato dalla storia" da Thutmose II.

Probabilmente conosci il faraone Tutankhamon.

Il faraone bambino divenne famoso per l'importanza che il ritrovamento della sua tomba e i grandi tesori in essa celati ebbero per comprendere la storia dell'Antico Egitto.

Il suo corpo fu mummificato senza cuore e cassa toracica e accanto a esso fu ritrovata una statua che lo ritraeva con la spada, probabilmente intento a difendersi dal morso di un ippopotamo. Si pensa che sia questa la causa delle amputazioni e della sua morte.

Ramses II è il faraone più estravagante che lasciò in eredità 97 figli in 67 anni di regno e un tesoro incalcolabile di bellezze architettoniche. Ramses arrivò persino a dichiararsi un Dio.

Akhenaton rivoluzionò la religione egizia, incentrandola sul dio Aten, e non più sul dio Amon.

Scopri anche le divinità degli Aztechi.

Ramses II fu un faraone dedito all'autocelebrazione.
La magnificienza di Ramses II si esprime con le grandezze architettoniche!

La religione nell'Antico Egitto

Le pratiche religiose erano parte della vita quotidiana del popolo egizio dell'epoca e inglobavano il culto dei morti, dell'oracolo e le arti divinatorie e magiche.

Al centro della vita religiosa del paese c'erano gli dei e il faraone, un intermediario tra il popolo e la divinità, o melgio incarnazione del potere divino.

Gli dei erano creature ultraterrene con fattezze di uomo e animale.

Ogni regione del paese aveva le proprie divinità protettrici, per questo quando una famiglia ascendeva al potere il dio della propria regione diventava predominante in tutta la valle.

Un esempio molto noto di questo fu il culto del dio Aten diventato quasi l'unico dio durante il regno di Akhenaton.

Aten era la parte oscura del sio del sole Amon, ma fu presto dimenticato alla morte del Faraone.

Il dio del sole era al centro del pantheon e aveva diversi nomi, tra cui Amon-Ra. Il suo ruolo è molto simile a quello occupato da Zeus nell'Antica Grecia. La sua sposa, Mut, madre in antico egizio, era rappresentata nei geroglifici come un avvoltoio, un gatto, un cobra o una mucca, a seconda delle regioni.

Osiride era il dio dell'andilà e della vegetazione. Anubi, lo sciacallo, era il protettore dei morti.

Horus, figlio di Iside e Osiride, era il dio della vendetta e della guerra e allo stesso tempo della protezione e della luce. Queste ultime due carattristiche discendono da Zeb e Nut la dea dei cieli.

Altri dei importanti furono Thoth (dio della sapienza), Ator (dea dell'amore e della maternità), Sekhmet (dea della guarigione) e Geb (dio della terra).

Scopri anche i miti degli Aborigeni australiani.

La società e la posizione delle donne nell'Antico Egitto

La società nell'antico Egitto era fortemente stratificata, proprio come le piramidi:

  • Sulla vetta c'era il faraone seguito dai suoi consiglieri e i funzionari di alto rango.
  • Dopo venivano i nobili, gli amministratori, i funzionari di rango inferiore, i soldati e gli scribi.
  • Nella parte più bassa della piramide si trovano mercanti e artigiani.
  • All'ultimo stadio i contadini e gli schiavi.

L'istruzione aiutava a passare di rango, diventando scriba e poi funzionario, ma sostanzialmente la posizione dei genitori veniva ereditata dai figli.

I bambini imparavano a leggere e scrivere, prendevano lezioni di matematica, religione e apprendevano i valori sociali.

Solo i bambini delle classi più agiate avevano i mezzi per andare a scuola. Le classi più povere e le bambine ne erano esclusi. Le bambine potevano comunque imparare a leggere e scrivere dalle proprie madri, ma non venivano avvicinate allo studio della matematica.

L'abbigliamento era simile in tutte le classi sociali, ma erano i gioielli a fare la differenza. Le donne indossavano per lo più abiti di lino lungo, mentre gli uomini avevano solo delle gonne e lasciavano il petto scoperto. I bambini rimanevano essenzialmente nudi fino all'adolescenza.

Dall'arte egizia abbiamo molte informazioni sugli dei e sulla società di questo popolo.
Il romanticismo dei Faraoni!

Abbiamo fatto riferimento al romanticismo degli Egizi, che chiamavano madre ogni donna adulta e sorella ogni coetanea. A giudicare dai referti, il giovane Tuthankamon fu molto amato dalle sue spose!

L'eredità lasciata dall'Egitto è vastissima: dalle misteriose piramidi, alla religione, dalle innovazioni che usiamo anche oggi come la carta e l'inchiostro. Non dimentichiamo i geroglifici, alcuni dei quali risalgono al XXVIII secolo a.c. La scrittura egizia influenzò l'alfabeto fenicio, da cui discende l'alfabeto latino che usiamo oggi!

Scopri anche la struttura sociale dei Maya!

Bisogno di un insegnante di Storia?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 2 vote(s)
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue