Negli ultimi anni, il termine "aborigeno" usato per riferirsi alle popolazioni indigene australiane, è stato messo in discussione per le sue connotazioni razziste.

Tuttavia, l'origine latina di questa parola, "abitante originario", viene usata per esprimere il concetto di popoli nativi.

Un altro buon motivo per non usare quella parola quando si parla dei nativi australiani sarebbe la diversità di culture, lingue e storie dei vari popoli che caratterizzano il continente.

Racchiudere infatti tutto ciò che rappresentano i popoli nativi australiani in un singolo aggettivo non rende loro giustizia.

Tuttavia, Superprof è all'altezza della sfida; infatti, l'emozione della scoperta inizia ora!

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Australia: breve storia della migrazione

L'alimentazione dei popoli nativi australiani è tipica dei raccoglitori.
Le prime popolazioni australiane vivevano dei frutti raccolti nel bosco!

La sfida di stabilire la storia degli indigeni australiani risiede nel fatto che, fino all'arrivo delle navi europee, non c'erano documenti scritti.

Per fare una ricostruzione degli eventi passati, gli archeologi si affidano alla datazione al radiocarbonio, alla luminescenza e, più recentemente, ai test del DNA.

Un test condotto su uno scheletro trovato nel Lago Mungo, fissa la presenza dell’uomo nel continente australiano a circa 65.000 anni fa.

Riguardo all’arrivo dell’uomo in Australia, la tesi più accreditata è che un'unica migrazione abbia popolato il continente tra 64.000 e 75.000 anni fa ed è probabile che abbiano navigato dalle isole vicine.

Scopri una delle società più evolute dell'Antichità: l'Antico Egitto!

I popoli dell'Australia

Oggi riconosciamo due distinti gruppi tra gli indigeni australiani: i nativi australiani e gli isolani dello Stretto di Torres.

All'interno di queste popolazioni, esistono tribù diverse anche se condividono alcuni elementi culturali.

Ci sono più di 500 di questi gruppi; i più importanti sono:

  • Il popolo Murrawarri: regione del Nuovo Galles del Sud/Queensland
  • I Koori nel Nuovo Galles del Sud e nel Victoria
  • Il Ngunnawal del Territorio della Capitale Australiana
  • I Goori nel Queensland sudorientale
  • I Nyungar nel sud dell'Australia occidentale
  • Gli Anangu nel nord dell'Australia Meridionale
  • Gli Arrernte nell'Australia centrale
  • I Palawah in Tasmania
  • I Tiwi sulle Isole Tiwi

Anche se alcuni gruppi che vivevano abbastanza vicini parlavano la stessa lingua e condividevano alcuni aspetti culturali, le alleanze che stabilivano non possono essere considerate di natura politica o economica.

Poiché i popoli erano tutti nomadi e poiché erano cacciatori-raccoglitori, non rivendicavano alcun territorio. Questo non significa che non ci fossero conflitti!

Invadere il terreno di caccia di un'altra tribù poteva innescare guerre e vendette, anche a danno di donne e bambini.

Scopri com'erano i ruoli di genere in altre antiche civiltà.

A parte questo, com'era la vita prima della colonizzazione europea?

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

La vita nell'Australia indigena

Le prime forme d'arte furono dipinti nelle caverne che raffiguravano scene di vita quotidiana.
L'arte in una caverna del Parco Nazionale Kakadu!

Fino al 1788, quando arrivarono per la prima volta gli esploratori europei, i popoli dell'Australia usavano ancora strumenti di pietra.

In effetti, l'intero periodo precedente all'arrivo dei coloni è considerato una continuazione dell'età della pietra perché non è presente l’uso del metallo.

Come accennato, i popoli nativi erano cacciatori-raccoglitori semi-nomadi; non praticarono l'agricoltura fino a quando i coloni europei non presero per sé vaste porzioni dei territori più abitabili.

Per millenni i popoli nativi hanno vissuto in armonia con la loro terra, le loro credenze e i loro dei.

Organizzazione politica dei nativi australiani

Gli dei in cui credevano gli australiani non avevano una gerarchia: ogni divinità e spirito era ugualmente potente e importante.

Pertanto, le persone originarie dell'Australia hanno cercato di rispecchiare le loro convinzioni non stabilendo alcuna gerarchia sociale.

Guaritori e anziani, con la loro lunga esperienza di vita e la loro profonda spiritualità, erano venerati per quelle qualità. Il loro status di leader era solo temporaneo; un altro membro poteva emergere come leader se offriva una soluzione più efficace a una situazione.

In alcuni gruppi, le donne hanno svolto un potente ruolo di leadership, ma solo per quanto riguarda le questioni femminili.

La questione del governo non ebbe alcun significato finché gli inglesi non iniziarono a colonizzare la terra e ritennero che qualche delegato delle tribù dovesse essere disponibile a parlare con loro.

Così, inconsapevolmente, gli Inglesi stabilirono gerarchie all'interno dei popoli nativi.

In che modo i Maya differivano dalle altre civiltà sudamericane?

Credenze spirituali

Sebbene ogni tribù avesse le proprie tradizioni orali, i propri sistemi di credenze e valori spirituali, il tema dominante era il rispetto per la terra e il significato del Tempo del Sogno.

Il Tempo del Sogno si riferisce sia alla creazione della terra che ai sogni che fanno gli uomini.

Secondo questo mito della creazione, i "primi popoli" sono sorti dalla terra e l'hanno attraversata, dando un nome a piante e animali.

Contrariamente a molti altri sistemi di credenze, il loro non indica che gli umani siano al di sopra o separati dagli altri animali o persino dalla terra; c’è uguaglianza tra gli esseri viventi e la terra.

Il Serpente Arcobaleno è considerato il Creatore supremo; risiede sotto la terra, in una pozza d'acqua permanente. Secondo la leggenda, si è spostato sotto la terra, creando montagne e gole.

Dove è emerso invece ha formato uno specchio d'acqua.

In alcuni gruppi il serpente è maschio e in altri femmina. Altri ancora gli assegnano entrambi i sessi.

Per molti gruppi Baiame è il Padre del Cielo; creatore della terra e delle colline, degli alberi e degli animali. Ha dato alle persone le loro leggi di vita, le loro tradizioni e le loro canzoni.

In che modo gli Inca onoravano i loro dei?

Principali cerimonie degli aborigeni australiani

I popoli nativi praticavano molti riti, tenendo delle cerimonie.

Cerimonia di iniziazione maschile

Per un maschio raggiungere l'età adulta era un processo lungo; in primo luogo, doveva impegnarsi in quello che veniva chiamato un allontanamento: un periodo di diversi mesi in cui avrebbe lasciato il suo gruppo e se la sarebbe cavata da solo.

Una volta tornato, sarebbe iniziata la bora, un’iniziazione. Le prove fisiche che sopportavano, includevano scarificazione, circoncisione e perdita dei denti.

Durante questo periodo, si raccontavano delle leggende e si insegnavano i canti e le danze sacre. La solennità dell'occasione si concludeva con una festa.

Le donne erano escluse da questo rito.

Con un rito di iniziazione lungo e complesso, ogni giovane uomo poteva dare prova di coraggio ed entrare a far parte della società nativa australiana.
I riti di iniziazione dei popoli nativi australiani prevedano prove di coraggio e arte del tatuaggio!

La cerimonia del fumo

Dopo una bora o dopo la nascita di un bambino, i membri dei gruppi mettevano a fuoco lento varie piante, producendo un fumo che si credeva avesse proprietà purificanti e allontanasse gli spiriti maligni.

Corroboree

Questo evento dava alle persone i mezzi per interagire con il Tempo del Sogno.

Indossando costumi, pittura e ornamenti per l’occasione, le persone ballavano, cantavano e recitavano poesie.

Cosa facevano per divertimento gli Antichi greci?

I passatempi dei nativi australiani

Non ci sono documenti ufficiali ma esistono alcune rivisitazioni di giochi che coinvolgono una palla fatta di pelle di opossum.

Marn Grook, che significa "palla" o "gioco", viene usato per rappresentare tutti i tipi i giochi con la palla.

Sebbene le regole variassero nei gruppi, somiglia al calcio, anche se più di 100 persone potevano partecipare ad una partita.

Il didgeridoo, considerato uno degli strumenti musicali più antichi, è un lungo tubo di eucalipto senza fori per le dita in cui il musicista soffia per creare il suono. In genere, suonare uno strumento era riservato ai maschi.

Tre principali stili di arte aborigena includono un semplice stile figurativo trovato nel Queensland; uno stile figurativo complesso Arnhem Land e uno stile geometrico che si irradia dall'Australia centrale.

Si dice che l'arte aborigena sia alla pari con le grotte di Lascaux; infatti, gli esperti concordano sul fatto che questi siano tra i reperti artistici più antichi al mondo.

La vernice utilizzata per queste opere è la stessa ocra con cui si adornano per le celebrazioni rituali.

Il didgeridoo è lo strumento per eccellenza degli aborigeni australiani.
Il didgeridoo è uno degli strumenti più antichi e conosciuti!

Tecnologia degli aborigeni australiani

Come società di cacciatori-raccoglitori dell'età della pietra, niente andava sprecato; nemmeno i capelli delle donne.

I lunghi capelli fornivano materiale per creare una corda per realizzare degli archi.

I capelli erano anche usati per fare cesti e reti da pesca, fasce per la testa o supporti per un coolamon, un recipiente da trasporto generalmente portato sulla testa.

Anche la corteccia degli alberi aveva molti usi, dalla costruzione di rifugi alla costruzione di canoe, per intagliare boomerang e scrivere messaggi per invitare una tribù vicina al corobboree.

In Australia sono state trovate prove di incendi risalenti a 100.000 anni fa.

È da notare che hanno sfruttato il potere del fuoco per pulire i cespugli altrimenti impenetrabili, per guidare la selvaggina, per scacciare dal sottobosco abitanti pericolosi, serpenti e insetti velenosi.

Il fuoco veniva anche usato per comunicare con tribù lontane ma veniva prestata molta attenzione a non bruciare le foreste che ospitavano gli spiriti guida.

In che modo gli Aztechi gestivano il loro territorio?

L’eredità dei nativi australiani

Se non fosse stato per gli esploratori europei, i nativi australiani avrebbero continuato a vivere come avevano fatto per secoli.

Ciò che ha veramente colpito i nativi dell'Australia è stata la colonizzazione britannica.

Influenza, morbillo e vaiolo si sono rivelati particolarmente devastanti; nel giro di un anno, la popolazione nativa nell'area di Sidney era dimezzata.

Il governatore Phillip, primo "capo" delle colonie, fece del suo meglio per trovare un modo per vivere con gli indigeni ma molti dei suoi subalterni hanno massacrato intere tribù.

Ci sono voluti alcuni secoli per concedere finalmente ai nativi australiani il diritto di vivere secondo la loro cultura e credenze.

Se dobbiamo valutare l'eredità di una delle più antiche civiltà è che l'uomo è parte della natura e con essa deve vivere, rispettandola. Ecco perché gli aborigeni vivono ancora secondo i propri riti e le proprie leggi.

Ora scopri perché la Mesopotamia è definita la culla della civiltà!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue