Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

I motivi che possono spingerti a diventare personal trainer

Blog > Sport > Personal Trainer > Perché Diventare un Allenatore Sportivo?

L’interesse verso il coaching sportivo è spesso focalizzato sui benefici ricevuti dagli allievi che partecipano a questi corsi e molto raramente sul punto di vista dell’allenatore stesso.

Il coaching sportivo è soprattutto un rapporto win-win tra un allievo che cerca di mettersi in forma e acquisire nuove competenze e un allenatore o un educatore sportivo che vive della propria passione e ama constatare la realizzazione di un allievo, che si tratti di un principiante o di un atleta di alto livello.

Attraverso questo articolo, parleremo tra l’altro di creatività nei programmi di formazione, sviluppo personale e complementarietà tra il fisico e il mentale che sono tematiche essenziali da trattare per chiunque voglia diventare un allenatore sportivo o più in generale, lavorare nell’ambito dei servizi alla persona.

Diventa personal trainer per fare la differenza

Per fare la differenza nel coaching sportivo, la prima cosa che dovrai fare sarà quella di differenziare la tua offerta dalla concorrenza.

È più efficace sia per trovare allievi, sia dal punto di vista dello sviluppo personale. È davvero più gratificante sviluppare il tuo programma sportivo, in linea con la tua visione dell’attività fisica in generale.

Un buon personal trainer o preparatore atletico non si limita ad applicare alla lettera ciò che viene già proposto da altri allenatori.

Sii creativo e cerca di rimanere aggiornato suoi nuovi metodi o programmi di coaching sportivo. Puoi ovviamente riutilizzare esercizi o anche programmi già collaudati, come il Pilates ad esempio, ma è importante che tu sappia farli tuoi e adattarli al tuo stile.

Fai la differenza con il tuo metodo! Per fare la differenza, non esitare ad appropriarsi di ogni allenamento che proponi ai tuoi studenti!

La differenziazione è anche strettamente legata al segmento di mercato in cui desideri posizionarti.

La scelta del tuo posizionamento nel coaching sportivo è estremamente importante e richiederà una profonda introspezione e riflessione su te stesso:

  • Preferisci lavorare in palestra o offrire lezioni individuali o di coaching a domicilio?
  • Vuoi concentrarti sul fitness con esercizi focalizzati sulla perdita di peso, sul rafforzamento del tono muscolare o diventare istruttore per un atleta di alto livello?
  • Vuoi specializzarti in un campo specifico e impartire lezioni di ginnastica, corsi di fitness, corsi di stretching, lezioni di zumba o programmi più generali?
  • Formazione individuale o collettiva?
  • Pensi che sia fondamentale superare un esame specifico per essere più credibile come personal trainer?

Tutti questi interrogativi e molti altri ti permetteranno di guadagnarti un posizionamento chiaro e leggibile nel mercato del coaching sportivo, l’unica regola è concentrarsi su aree che sono rilevanti per te e nelle quali hai delle competenze.

Incorporare servizi ausiliari come la nutrizione o la consulenza dietetica nella tua offerta di coaching può anche essere un modo credibile per fare la differenza e arricchire la tua offerta e, quindi, il tuo appeal.

Infine, sappi che sarai giudicato secondo criteri di rigore e disciplina dai tuoi allievi, che apprezzeranno particolarmente il fatto che tu sia in grado di adattare i tuoi programmi in base alle loro esigenze specifiche, ma anche che tu prenda spunto da ogni sessione per focalizzare quella successiva su esercizi aggiuntivi.

Sottoponi il tuo allievo a un test di valutazione! Proponi un sistema di valutazione al tuo allievo per mostrargli i suoi progressi e guidarlo su nuovi esercizi, se necessario!

Consigliamo anche di creare un sistema di valutazione e monitoraggio degli allievi, che ti permetterà di renderti conto dei progressi compiuti da ciascuno. Questi passaggi che potrebbero sembrarti innocui ti saranno vantaggiosi in due modi:

  • Stabilire la tua credibilità e la tua serietà e quindi fidelizzare i tuoi clienti.
  • Accompagnare i tuoi allievi nel miglior modo possibile e consentire loro di progredire più rapidamente.

Il coaching sportivo come garanzia di uno stile di vita sano

Mantenere uno stile di vita irreprensibile può motivarti e essere un forte stimolo nella tua futura carriera di allenatore.

Infatti, diventare personal trainer ti incoraggia a mantenere una condizione fisica ottimale per rimanere credibile nei confronti dei tuoi allievi.

In effetti, quale legittimità potrebbero avere le tue lezioni di rafforzamento muscolare o, più in generale, di bodybuilding, se non sei muscoloso tu stesso?

Lavorare nel campo del coaching sportivo, qualunque sia la tua specializzazione, ti permetterà anche di espandere le tue conoscenze sull’alimentazione e di fornire consigli ai tuoi futuri allievi in funzione delle loro problematiche e delle loro aspettative.

Quali alimenti devono essere vietati e quali bisogna preferire in base alle circostanze?

Queste competenze nutrizionali permetteranno ai tuoi studenti di essere più in forma e a te, di mantenerla!

Condividi le tue nozioni in fatto di alimentazione con i tuoi allievi! Amplia le tue conoscenze in fatto di alimentazione per condividerle con i tuoi allievi!

Il coaching sportivo non deve essere inteso solo in termini di prestazioni fisiche, anche l’input psichico è un fattore di benessere e sentirsi a proprio agio e al proprio posto è un ottimo strumento per la realizzazione personale.

Quando offri un corso di coaching sportivo, devi sentirti coinvolto e felice di vedere il miglioramento o il cambiamento di mentalità dei tuoi allievi. La tua realizzazione personale passa così su questo punto attraverso la realizzazione dei tuoi allievi, devi solo metterli nelle migliori disposizioni in modo che ci possano arrivare!

Se il coaching è la tua terapia e decidi di fare il grande passo, dovrai trasmettere il virus ai tuoi studenti, in primo luogo in termini di ripresa delle attività sportive, ma anche mentalmente e psicologicamente.

Lo stile di vita, sia tuo che quello dei tuoi allievi, è globale e non solo fisico. In effetti, lo sport fa bene a migliorare il sonno, l’umore o il benessere generale.

Diventare personal trainer significa approfittare di questo circolo virtuoso che si stabilisce tra il fisico e lo psicologico. Fare più sport ti porterà a una condizione migliore e ti spingerà anche a superare i tuoi limiti in altre aree.

Diventare personal trainer per vivere della propria passione

Se fare sport è per te una terapia che ti permette di sentirti bene, diventare personal trainer ha un vero significato: permetterti di unire l’utile al dilettevole e rendere la tua passione una professione, quella di allenatore. Non c’è un umore migliore e più efficace in ciò che facciamo se siamo appassionati del compito in questione?

Tuttavia, occorre tenere bene i piedi per terra, non cadere nell’idealizzazione della professione di personal trainer e pensare che la passione possa avere la meglio su tutto, indipendentemente dai metodi messi in atto.

Se sei convinto di tutto questo, forse avrai bisogno di un’ulteriore rassicurazione da parte nostra e di maggiore chiarezza su alcuni punti relativi al coaching sportivo e, più in generale, sulle professioni liberali.

Iniziare è sempre difficile, ma non abbatterti! Iniziare non è sempre facile ma è essenziale per superare le tue paure per realizzare i tuoi sogni!

La paura di diventare il tuo capo, di uscire dalla tua zona di comfort e, più in generale, la paura dell’ignoto sono sentimenti totalmente legittimi, specialmente se hai trascorso la maggior parte della tua carriera come dipendente e stai per iniziare a proporti come freelance.

Per andare oltre questa fase del dubbio, dovrai lavorare su te stesso, pensare alle vere cause delle tue paure e soprattutto discutere con un allenatore professionista o un allenatore sportivo online che probabilmente ha avuto i tuoi stessi dubbi in passato.

Metti nei tuoi programmi molta comunicazione, interazioni con i tuoi allievi, non esitare a costruire gli esercizi con loro, i tuoi metodi saranno più creativi e gratificanti!

In sintesi:

In breve, perché diventare personal trainer?

  • Per te e per prosperare in un campo che è particolarmente importante per te. Sarai in grado di migliorare nel tempo i tuoi metodi e il tuo approccio allo sport. Trasmettere, accompagnare, dialogare e vedere i progressi degli allievi è estremamente arricchente e gratificante per te,  ti darà un senso di benessere.
  • Per i tuoi allievi: certo, anche loro devono trovarsi. La maggior parte arriverà con obiettivi iniziali tangibili e misurabili (per perdere peso, raggiungere obiettivi temporali su una determinata distanza, accumulare o affinare la propria linea), ma nel coaching sportivo potranno trovare insegnamenti più ampi e non solo sportivi. Devi essere in grado di cambiare la loro mentalità e offrir loro strumenti utilizzabili in molti altri settori al di fuori dello sport!

La relazione win-win tra te e l’allievo deve essere al centro delle tue preoccupazioni e del tuo approccio al coaching sportivo. Questa non è solo per te la chiave verso la longevità nel tuo ambito professionale, ma anche il modo migliore per prosperare nella pratica di questo bellissimo lavoro!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar