Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati e private di aiuto compiti a Firenze

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai e alle nostre prof di aiuto compiti a Firenze è di 5,0 con più di 174 commenti.

13 €/ora

Le migliori tariffe: il 98% dei nostri e delle nostre insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di aiuto compiti a Firenze costano 13€.

2 h

Veloci come saette, i nostri e le nostre prof ti rispondono in 2h.

Imparare Aiuto compiti a Firenze non è mai
stato così facile.

2. Organizza le tue lezioni private di aiuto compiti a Firenze

Parla con l'insegnante di aiuto compiti per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di aiuto compiti e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. L'aiuto compiti non è mai stato così semplice.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a qualsiasi insegnante, docente, tutor di Aiuto compiti a Firenze, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande più frequenti:

💡 Per quale motivo optare per un corso a domicilio di ripetizioni a Firenze?

Durante l'anno scolastico, sono tanti gli alunni e le alunne che optano per un aiuto esterno con una lezione privata di ripetizioni per porre rimedio le complicazioni che si sono si sono potute riscontrare a scuola.

 

È il momento per ognuno (e ognuna) di migliorare quelle discipline che risultano difficili, rinforzare la teoria, superare concorsi importanti o semplicemente fare gli esercizi assegnati in classe.

 

i nostri e le nostre insegnanti di sostegno scolastico sapranno fornire il supporto necessario, supervisionando l'avanzamento, la continuità del lavoro e adattando il sostegno al ritmo di ciascuno/a.

 

Il traguardo è di assicurarsi che l'alunno o alunna abbia tutte le chiavi sia per passare gli esami, sia per apprendere.

 

Puoi utilizzare il nostro motore di ricerca e scoprire i milioni di insegnanti vicino a casa tua. Una volta incontrato (o incontrata) l'insegnante ideale rispetto alle tue esigenze, puoi contattarlo (o contattarla) tramite la messaggeria interna e iniziare a programmare le sessioni di sostegno scolastico in totale libertà.

✍🏻 Su Superprof, qual è il voto medio ricevuto dai nostri e dalle nostre insegnanti di ripetizioni a Firenze?

Su un elenco di più di di 174 opinioni, gli alunni e le alunne hanno dato un giudizio medio di 5,0 /5 ai propri o alle proprie docenti.

 

Per qualsiasi domanda riguardo un maestro privato o una maestra privata, la nostra équipe di supporto clienti è disponible al 100% per trovare una rapida soluzione (via telefono o via e-mail dal lunedì al venerdì).

 

Scopri le domande più frequenti dei e delle nostre discenti e insegnanti.

💻 Posso seguire lezioni di aiuto compiti a distanza con un o un’insegnante della piattaforma?

Assolutamente sì! 4 su 5 prof impartiscono lezioni a distanza, oltre alle lezioni presenziali.

 

Di solito le lezioni via webcam sono più economiche rispetto alle presenziali perché non implicano spostamenti. Oltre a risparmiare tempo l'orari osi adatta più facilmente.

 

Il supporto scolastico online è una buona opportunità per non perdere il ritmo e continuare a esercitarsi da casa. Inoltre, la tecnologia necessaria per queste lezioni è alla portata di tutti e tutte.

 

💸 A Firenze, a quanto ammonta in media una lezione di aiuto compiti?

Scopri i costi dei (e delle) docenti vicino a casa tua. In media, il prezzo di una lezione di aiuto compiti a Firenze è di 13 €/ora.

Sono i e le docenti a scegliere le proprie tariffe in base a diversi elementi:

  • La propria formazione ed esperienza.
  • Il luogo delle lezioni. Il prezzo potrebbe variare se le lezioni hanno luogo a casa dell’alunno o dell’alunna, a casa del o della tutor, oppure via webcam.
  • Il numero delle lezioni e la durata.

9 su 10 docenti di sostegno scolastico su Superprof offrono il primo corso.

⏰Ci sono insegnanti disponibili per dare lezioni private di aiuto compiti a Firenze?

Se desideri seguire lezioni di sostegno scolastico a Firenze e nei paraggi, abbiamo più di 1.156 profili di insegnanti iscritte (o iscritti) sul nostro sito che sono disponibili a dare corsi a domicilio o in remoto.

 

Puoi consultare i cv e selezionare il o la prof che ti conviene di più per delle lezioni di sostegno scolastico a Firenze.

 

Se vuoi approfondire alcuni concetti imparati durante l'anno ed evitare lacune, un aiuto per ripassare può essere una buona soluzione. Sapendo che il livello aumenta nell'arco dell'anno, seguire lezioni di auto compiti è un modo di non accumulare lacune .

 

Cosa aspetti per incontrare l'insegnante perfetta (o perfetto) tra 1.156 profili?

Vuoi imparare Aiuto compiti a Firenze?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di Aiuto compiti di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Aiuto compiti Firenze per migliorare a scuola

Problemi con la matematica o discalculia?

Seguire un bambino per fornirgli un aiuto compiti è un’ottima maniera per tenere sotto-controllo eventuali problematiche, evitando che passino inosservate, che vengano male interpretate e tardivamente prese in conto.

Prendiamo il caso dei problemi incontrati da alcuni bambini con la matematica. Un conto è la svogliatezza, il fatto di non possedere delle buone basi e dunque scoraggiarsi durante lo svolgimento dei compiti a casa di aritmetica e geometria, un altro è incontrare veri e propri problemi con i numeri.

Dalla scuola elementare a tutte le scuole superiori, accade che alcuni ragazzi non riescano proprio a venire a capo della risoluzione di problemi e dello svolgimento autonomo di consegne articolate. La matematica è del resto chiamata “bestia nera”! Ma attenzione: in certi casi è opportuno prendere in esame la faccenda, per sviscerarne caratteristiche e contorni.

La discalculia è presente laddove alcune abilità di base - scrittura e lettura dei numeri, memorizzazione delle tabelline e ricorso a procedure di calcolo - fanno difetto. Perché si possa parlare specificamente di questo disturbo dell’apprendimento, però, si esigono altre condizioni. Il disturbo deve interessare un soggetto che conduce una vita conforme alle caratteristiche della società civile, segue un’istruzione regolare e vive in un ambiente famigliare culturalmente accettabile e nella norma. Inoltre, devono essere assenti lesioni neurologiche e problemi cognitivi più ampi, che porterebbero verso un altro genere di diagnosi e vedrebbero il problema coi numeri come conseguenza, fra altre, di un problema diverso.

La discalculia è da chiamarsi in causa solo se ci si riferisce ad un vero e proprio disturbo dell’apprendimento legato al sistema dei numeri e del calcolo. Generalmente, su indicazione di un insegnante della scuola elementare o di un insegnante privato del dopo scuola, ci si rivolge a professionisti per analizzare la questione e giungere, eventualmente, ad una “diagnosi”.

Esiste, oggi, una distinzione tra discalculia primaria e secondaria: in un caso, ci si riferisce al disturbo delle abilità numeriche ed aritmetiche, nell’altro, il disturbo si accompagna ad altri, come la dislessia, la disgrafia, che andranno prioritariamente prese in conto, essendo cause della discalculia.

Questa distinzione è rilevante dal punto di vista della “cura” adeguata da porre in atto: non bisogna rischiare di confondere un sintomo (come potrebbe essere la discalculia secondaria) con una causa, curando solo il primo o tentando di arginarlo.

Come agiscono i bambini discalculici

Viene in genere diagnosticata la discalculia a bambini che:

- hanno difficoltà ad identificare e scrivere i numeri, specialmente se lunghi,

- non delineano facilmente le relazioni tra cifre all’interno di un numero,

- sotto dettatura fanno fatica nello scrivere i numeri,

- incontrano difficoltà nella numerazione crescente e decrescente,

- svolgono male le quattro operazioni,

- non sanno associare agevolmente la quantità corrispondente ad un numero,

- non acquisiscono facilmente il significato dei quattro segni,

- hanno difficoltà ad analizzare e riconoscere i dati per risolvere un problema,

- non apprendono facilmente regole di calcolo, come il prestito, il riporto, l’incolonnamento, etc.,

- trovano difficile svolgere dei compiti in sequenza,

- non mostrano una particolare coordinazione motoria fine,

- hanno problemi di coordinazione spazio-temporale e visuo-spaziale.

Elementi per la diagnosi di discalculia

La diagnosi di discalculia parte dall’esclusione di deficit neurologici, cognitivi ed emozionali relazionali.

Va ugualmente misurato il quoziente intellettivo del bambino interessato, che deve risultare nella media. Ugualmente, altri deficit eventualmente responsabili delle difficoltà riscontrate vanno esclusi, prima di giungere a diagnosticare un vero e proprio disturbo dell’apprendimento, come la discalculia.

Ecco perché si considereranno, in questa fase preliminare, anche il livello delle opportunità educative famigliari e scolastiche a disposizione del ragazzino in questione.

Si valuteranno, allora:

- capacità cognitive del bambino (con un classico test di intelligenza),

- le abilità prassiche (testando l’abilità nel movimento volontario),

- le abilità spaziali,

- le abilità mnemoniche,

- le abilità di linguaggio.

Nella fase successiva del percorso di diagnosi, esclusi problemi di base, si passerà a verificare il modo in cui un bambino legge e scrive i numeri, il modo ed i tempi per calcolare per iscritto e a mente, l’abilità nel riconoscere gli ordini di grandezza; il calcolo progressivo ascendente e discendente, la comprensione testuale dei problemi e il ricorso a soluzioni adeguate.

Questa fase più specificamente volta ad accertare la discalculia, si svolge tenuto conto del livello scolastico del bambino interessato e la sua età.

La diagnosi consente anche di situare il bambino rispetto ad un livello raggiunto nel calcolo, nella comprensione dei simboli dell’aritmetica, nell’interpretazione posizionale delle cifre, nel problem solving matematico. Rapportare questi risultati con quelli medi riscontrati tra i pari ed al medesimo livello di scolarità aiuta a predisporre interventi riabilitativi ad hoc (fra i quali anche un dopo scuola ed un aiuto compiti altamente specializzati DS).

Aiuto compiti nel caso di discalculia

Naturalmente, ogni genitore vuole supportare al meglio i propri figli, specialmente in caso di difficoltà scolastiche e bisogni specifici di apprendimento.

La discalculia gode di un numero minore di studi clinici in grado di indicare strategie altamente efficaci, a differenza della dislessia. Tuttavia, è utile tenere presente la specificità del funzionamento di un discalculico, i suoi eventuali limiti e le sue potenzialità nascoste.

L’intervento, oggi, si articola su due livelli:

- il potenziamento delle capacità numeriche e di calcolo (settore assai controverso, stando alla letteratura);

- il ricorso a strategie compensative (uso della tavola pitagorica, di programmi informatici specifici, della calcolatrice, ...);

- una forte sinergia tra alunno, insegnanti, famiglia e specialisti.

A Firenze, non mancano i centri e le associazioni che operano per la diagnosi della discalculia e, soprattutto, per venire in contro alle esigenze dei bambini discalculici.

Pillole di Parole, ad esempio, è stata fondata nel 2012 da due ragazzi cui durante gli anni del liceo era stato diagnosticato un DSA: dislessico e discalculico lui, dislessica lei, si sono messi in testa di fare qualcosa per aiutare chi, come loro, a scuola non riceve l’aiuto necessario, né tantomeno le informazioni corrette.

Ora, l’associazione, che ha sede in via Niccolò da Uzzano, 91, nel quartiere Gavinana, presso la sede della casa editrice LibriLiberi raccoglie attorno a sé circa 300 ragazzi.

Psicoterapeuti e psicologi sono alcune tra le figure professionali con cui è possibile confrontarsi al Centro Studi Specialistici Kromos, in viale Europa 153. Tra i servizi offerti: Psicoterapia, Counseling e Sostegno Psicologico; Diagnosi e Interventi educativi, riabilitativi e psicomotori; Consulenza ai genitori.

Diagnosi di disturbi dell’apprendimento anche in età adulta si possono ottenere a Firenze anche presso la Venerabile Arciconfraternita della Misericordia sita in Piazza del Duomo 20, mentre per ogni tipo di consiglio utile ci si può indirizzare all’Associazione Italiana Dislessia, che a Firenze si trova in via D’Annunzio 29 o presso il D.S.A. Point, presso il Centro CentranchIO, in via Ponte alla Mosse 70.

Che cosa vuoi imparare?