Pagina iniziale
Dare lezioni

Corsi di cinese a Verona

🥇 I/Le migliori insegnanti di Verona
💻 10 prof
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Eccellente
commenti su
Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti privati/e di cinese a Verona

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di cinese a Verona è di 5,0 con più di 3 commenti.

18 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di cinese a Verona costano 18€.

3 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 3h.

01

Trova il/la tuo/la insegnante di cinese a Verona

Dai un'occhiata ai profili di Verona e contatta un/un' insegnante secondo i tuoi criteri (tariffe, diplomi, commenti, lezioni di cinese a domicilio o via webcam)

02

Organizza le tue lezioni private di cinese a Verona

Parla con l'insegnante di cinese per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di cinese e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Trovare dei corsi di cinese a Verona non è mai stato così facile.

03

Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Cinese a Verona, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Scopri tutti/e i/le nostri/e insegnanti di cinese a Verona

I nostri consigli per scoprire tutti i segreti della lingua e cultura cinese

Storia e cultura cinese a Verona: il kung fu e i suoi benefici

Se ti senti incuriosito dalla lingua e dalla cultura cinesi ed abiti nella città scaligera, sappi che le possibilità sono oggi assai numerose, per prendere lezioni di cinese base, intermedio o avanzato e per seguire corsi di civilizzazione cinese, corsi di calligrafia, corsi sulla storia della scrittura cinese e, naturalmente, corsi di arti marziali, tecniche di meditazione e respirazione. Puoi innanzitutto consultare piattaforme come Superprof, che recensiscono i CV dei migliori profili di insegnanti di cinese e li mettono on line. Oppure puoi prendere lezioni presso associazioni culturali e scuole di lingua private.

La Cina, per noi italiani, non è solo simbolo di una scalata commerciale internazionale, a volte avvertita come aggressiva. Via via, è divenuta una realtà anche italiana. La presenza cinese in Italia rende il Paese cosmopolita, accogliente e pronto a misurarsi con nuove sfide.

Queste sfide non sono solo economiche, finanziarie e competitive, ma innanzitutto culturali. Le città italiane che negli ultimi anni sono state in grado di integrare a sé le comunità cinesi, dando il via ad uno scambio interattivo incentrato sulla curiosità reciproca, sono le città che meglio colgono il senso della fusione e della convivenza collaborativa, ai fini di una crescita davvero a 360 gradi.

Come conoscere meglio la Cina ed ogni specificità cinese, vivendo a Verona?

Fa’ delle piccole incursioni in vari ambiti della quotidianità e della cultura cinesi: dal cibo, ai massaggi, passando per un bel corso di cinese e di calligrafia, una conferenza sulla Cina, la pratica di un’arte marziale cinese nella città scaligera. A volte, anche varcare le porte di uno solo di questi ambiti porta, immancabilmente, ad interessarsi a tutti gli altri, in una escalation di interesse per l’Oriente e per la lingua cinese.

Analizziamo il Kung Fu!

Arte marziale cinese a Verona: Wushu o Kung Fu

I termini wushu e kungfu, in cinese, indicano innanzitutto la totalità degli stili cinesi delle arti marziali nate in Cina. Il secondo è più diffuso, tra noi occidentali. Ma non è il più facile da definire, nell’ambito della nostra cultura, tanto dal punto di vista concettuale, quanto da quello linguistico.

Wushu, invece, è più facilmente traducibile in modo sintetico e delimitato. La lingua cinese, in effetti, ha riferimenti non sempre reperibili in modo immediato nel nostro universo terminologico e definitorio. Shu significa “arte”, “metodo”, “tecnica” e wu è tradotto con “spedizione militare” o “guerra”. Wushu indica allora l’arte della guerra, un metodo per combattere.

Kung Fu, invece, all’origine, ha un significato ampio, oltre ad essere un sinonimo di wu shu. Col termine Kung Fu si intende riferirsi al vasto insieme delle arti marziali e, più precisamente, ad una disciplina, ad un’abilità che consente di portare a termine uno sforzo, o anche un esercizio. Decisamente difficile da disambiguare, insomma.

Andando alla ricerca di un uso più specifico del termine Kung Fu che tanto ci piace, comunque, troviamo la definizione che lo indica come <<la quantità di tempo usata per esercitarsi, in modo da raggiungere il grado di maestro (sifu) nella boxe cinese>>. È interessante questa centralità dei concetti di tempo e durata dello sforzo, della dedizione, i quali davvero allontanano il termine da una traduzione come “attività o tecnica praticate dall’uomo”.

I cinesi, dal canto loro, usano diversi termini, relativi all’ambito che noi definiamo genericamente come Kung Fu o boxe cinese:

- WU I (=arte marziale)

- WU SHU (=arte marziale)

- KUO SHU (=arte nazionale)

- CHUNG KUO CHUAN (=boxe cinese)

- CH’OAN SHU (=arte del pugno)

- CH’OAN FA (=metodo dei pugni o pugilato)

L’antica arte marziale che molte scuole occidentali affermano di insegnare sotto il nome di Kung Fu corrisponde quasi sempre ad una preparazione tecnica e fisica. Esistono tuttavia diversi altri aspetti fondamentali delle arti marziali, riscontrabili nei riferimenti storico-sociali della Cina feudale. Innanzitutto, va detto che la segretezza che accompagnava la pratica marziale a quel tempo è all’origine dei numerosi contrasti sviluppatisi in seguito, tanto sui contenuti, quanto sulla nomenclatura dell’arte marziale.

I maestri di Kung Fu accettavano e praticavano il precetto della segretezza, che imponeva loro di non rivelare quasi mai tutti i segreti del loro sapere marziale. Salvo pentirsene in tarda età o sul letto di morte, come narrato da diversi racconti.

Nell’atto del trapasso, molti maestri affermavano di poter rivelare che il vero segreto consisteva nel fatto che la saggezza era sprecata, se non comunicata e svelata agli altri. Insomma: il segreto che custodiva le arti marziali portava, alla fine, la conoscenza direttamente in tomba, compiendo un vero spreco.

Ed invece, col tempo i maggiori maestri capirono che la segretezza era, alla fine, solo un modo per nascondere la durezza di certi metodi, solo l’ombra della paura di essere battuti, di apparire fallaci.

Insomma, col tempo si capì che proprio la segretezza consentiva a ciarlatani e gente poco preparata di assurgere a maestri, diffondendo e praticando valori sbagliati, attorno alle arti marziali.

La verità condivisa da tutti i maestri è comunque una: tutto quanto viene appreso dall’allievo resterà per sempre in lui; consiste nel tentativo dell’uomo di rafforzare il suo potenziale; punta a far raggiungere l’armonia con le leggi naturali ed universali.

Ogni minimo movimento del kung fu corrisponde ad una funzione iper specifica, non solo durante l’atto, ma nella vita quotidiana. Ogni gesto della disciplina è metafora che conduce l’allievo verso la saggezza.

Ed ecco perché il kung fu richiede tempo, pazienza, ma mantiene le sue promesse. Migliora il potenziale di ognuno, a prescindere da caratteristiche quali: misure fisiche, genere, forza.

Arrivare ad adoperare ogni parte del corpo per attaccare e difendersi, alla lunga, accresce l’autostima. Questa, a sua volta, consente una padronanza fisica via via maggiore, rendendo il corpo più tonico, la salute migliore, l’appetito più adeguato ed allungando la vita.

Le patologie che un cinese combatte con il Kung Fu

La pressione alta, i problemi gastrici, l’ansia e la depressione sono a volte non solo prevenute, ma anche sconfitte dalla pratica regolare del Kung Fu.

L’antica filosofia del Tao vede nel corpo umano una energia primordiale – o anche pre-natale – che, secondo un principio di natura, consente alla specie di sopravvivere. Ebbene, proprio questa energia primordiale, con l’esercizio e la pratica del Kung Fu, verrebbe trasformata in energia vitale (grazie ad una notevole parte di pratica basata sulla meditazione).

Questa energia vitale è detta “ch’i”.

La combinazione di energia (ch’i) e volontà (i) portano ad afferrare l’essenza interna della scuola di Kung Fu. Lao Tze, ad esempio, nel Tao Te Ching approfondiva le tecniche di respirazione volte ad aumentare la durata di vita per una persona. Si tratta del primo ed antichissimo riferimento al ruolo del respiro nella lotta contro le patologie cardiovascolari.

Scoprire il Wu Shu a Verona

A Verona, trovi lo Shaolin Kung Fu, Accademia Nazionale Scuola interna Shaolin XinYiBa, gestito dal maestro G. Callegaro (Shi Shin Yuan), della trentaduesima Generazione Monaci Shaolin.

Questo tempio prepara gli allievi al combattimento High Level, li sottopone ad una potenziata tecnica preparatoria e insegna loro le dinamiche di tecniche marziali, meditazione e sviluppo dell’energia interna Nei Gong/Qi Gong di livello marziale.

Il Kung Fu Tao Long, invece, è organizzato in maniera specificamente volta alla preparazione professionistica. Ben due maestri, e non uno solo, seguono simultaneamente ogni gruppo.

Il termine Tao Long fa riferimento al “drago” (long, appunto). Questi rappresenta le migliori virtù dell’uomo: il coraggio, la nobiltà d’animo, la rettitudine, l’onestà, la forza e l’eleganza di movimento, oltre che la determinazione.

A differenza di quanto avviene di solito, in tal caso i gruppi sono strettamente creati in maniera da essere omogenei, quanto al livello. E ciò pare facilitare la rapidità dell’avanzamento di ogni atleta, a prescindere dal suo livello.

Le lezioni di questa millenaria arte cinese impartita a Verona città vengono concepite anche in base alle classi fisiche specifiche di appartenenza: bambini/bambine, donne, uomini.

Nell’ambito della preparazione teorica, poi, sono impartite anche lezioni di autodifesa verbale e autodifesa femminile.

Le domande più frequenti:

👩🏻‍🏫Quanti/e tutor sono disponibili per impartire corsi di cinese a Verona?

Organizza i corsi scegliendo tra più di 10 insegnanti di lingua cinese.

 

Non aspettare e seleziona l'insegnante che più ti ispira. Dove? A Verona!

 

Per poter fare la scelta giusta, dai un'occhiata ai loro curricula.

✒️Come gli/le studenti/esse considerano gli/le insegnanti di cinese mandarino a Verona?

Su 3 valutazioni, gli/le alunni/e attribuiscono un punteggio medio di 5,0 su 5.

 

La nostra équipe è in ascolto per offrirti un rapido aiuto (via telefono o mail dal lunedì al venerdì) se dovessi riscontrare qualsiasi complicanza, o in caso di dubbi per una lezione privata.

 

Cerchi altre informazioni?

💻 È possibile imparare la lingua cinese via webcam con un/una prof di Superprof?

Assolutamente sì! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni via webcam sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di spostamento e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

Le lezioni di cinese online sono un'eccellente opzione per continuare a imparare da casa.

💡 Perché optare per una lezione di cinese mandarino a Verona?

Il cinese è la lingua più parlata al mondo: saperla parlare rappresenta un enorme vantaggio nel mercato del lavoro, nonché una competenza preziosa a livello personale. Le lezioni di cinese con un/una prof privato/a ti consentiranno di imparare sfruttando al meglio il tempo a disposizione.

In completa libertà, potrai selezionare il/la prof privato/a che preferisci e riservare il primo corso.

 

Un'interfaccia apposita è disponibile per scambiare dei messaggi con l'insegnante per programmare i corsi di cinese in tutta sicurezza.

Il nostro motore di ricerca ti permetterà di trovare la perla rara tra 10 insegnanti di cinese a Verona.

 

Fai click e lancia la ricerca!

💸 Qual è il prezzo medio di una lezione di cinese mandarino a Verona?

Il costo medio di un corso privato di cinese a Verona è di 18 €.

L’esperienza dei/delle prof, il luogo dove avverranno le lezioni (via webcam o a casa dell'allievo/a) e l'offerta della zona o ancora la regolarità dei corsi e la durata sono fattori che possono influire sul prezzo delle lezioni.

Molti/e prof offrono la prima lezione (più del 97%)!