Pagina iniziale
Dare lezioni
,
Cerca vicino a casa mia Online

Top ville

Pagina iniziale
Dare lezioni
Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati/e di statistica a Napoli

Visualizza più insegnanti

4,9 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di statistica a Napoli è di 4,9 con più di 15 commenti.

16 €/ora

Le migliori tariffe: il 97% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di statistica a Napoli costano 16€.

4 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 4h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza le tue lezioni private di statistica a Napoli

Parla con l'insegnante di statistica per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di statistica e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Trovare lezioni di statistica a Napoli non è mai stato così facile.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Statistica a Napoli, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

I/le nostri/e allievi/e di Napoli
esprimono un giudizio sui/sulle loro insegnanti di statistica

Le domande più frequenti:

💸 Quanto costa in media una lezione privata di statistica a Napoli?

A Napoli, come nelle altre città, il costo di un corso privato di statistica può variare a seconda:

  • Dell'esperienza del/della professore/essa di statistica.
  • Il luogo in cui avranno luogo le lezioni: a domicilio, a casa dell'insegnante, online o in un altro luogo, come una sala studio o una biblioteca?
  • La cadenza e la durata dei corsi.

 

Confronta i costi degli/delle insegnanti vicino a casa tua con una semplice ricerca su Superprof.

🧑‍🏫Ci sono maestri/e disponibili per impartire lezioni private di statistica a Napoli?

Puoi scegliere tra i/le 61 insegnanti di statistica disponibili a Napoli e dintorni.

 

I criteri che dovresti tenere in conto per selezionare l'insegnante più adatto/a a te sono:

  • La tariffa. Oltre al costo orario, puoi verificare se l'insegnante propone un pacchetto di più ore, o altre tariffe speciali.
  • La distanza da casa tua.
  • L'esperienza dell'insegnante e la sua formazione in relazione al livello ricercato; per ogni esigenza esiste l'insegnante adatto/a!
  • Le raccomandazioni dei/delle vecchi/e allievi/e.

Vedrai che seguendo questi criteri, trovare il/la professore/essa ideale sarà un gioco da ragazzi

💻 Si può studiare la statistica via webcam con un/una prof trovato/a su Superprof?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi a distanza.

 

Le lezioni a distanza sono meno care rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

I corsi di statistica a distanza sono un'ottima opportunità per imparare e alzare la propria media. Ti basterà avere un computer, una connessione a internet e un quaderno per prendere appunti a portata!

✍🏻 Su Superprof, qual è il voto medio attribuito ai/alle nostri/e insegnanti di statistica a Napoli?

Con 15 commenti ricevuti, i/le insegnanti di statistica hanno ottenuto un voto medio di 4,9 su 5.

 

Dietro Superprof c'è un'equipe disponible dal lunedì al venerdì per aiutarti a risolvere eventuali problemi. Puoi contattarci per telefono o via mail.

 

Per ulteriori dubbi, puoi consultare le nostre FAQ, dove rispondiamo ai dubbi più frequenti.

 

Puoi contattarci via telefono o per mail.

📈 Per quale motivo optare per un corso privato di statistica a Napoli?

La statistica è una delle materie più complicate che si possano studiare. Proprio per questo, rappresenta una sfida importante durante l'anno accademico, per gli/le studenti/esse dell'università e degli istituti superiori che ne prevedono lo studio.

 

Tanti studenti ammettono di avere grandi difficoltà con la statistica. Questo deriva almeno in parte a precedenti lacune accumulate nelle materie scientifiche, prima di tutto la matematica. Di conseguenza, è spesso importante programmare lezioni supplementari di statistica in casa oppure a distanza non appena si manifestano le prime difficoltà, per permettere di colmare le lacune in tempo senza accumulare troppo ritardo.

 

Decidere di seguire lezioni private di statistica è una buona scelta, non solo per gli/le allievi/e che manifestano difficoltà a comprendere la materia, ma anche per gli/le allievi/e che desiderano migliorare la propria media, prepararsi per l'anno dopo, o per un esame importante.

 

Che cosa aspetti a entrare in contatto con i/le nostri/e insegnanti di statistica a Napoli?

Voglia di iimparare?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Corso di statistica per scoprirne tutti i segreti

La statistica a Napoli: puro divertimento, ma non solo

Chi ancora non ha iniziato lo studio della statistica, ma vuole sapere a cosa andrà in conto, si chiederà quali potranno mai essere le applicazioni di questa disciplina. Allo stesso modo, i non statistici, coloro che conoscono solo la massima di Trilussa sul pollo o poco altro, potrebbero pensare che percentuali, medie, mode e mediane siano solo astrazioni e concettualizzazioni utilizzate per farcire la testa degli elettori o dei lettori dei quotidiani con numeri e risultati di sondaggi.

Invece, basterebbe solo qualche sguardo a delle semplici applicazioni nella vita di tutti i giorni per realizzare quanta importanza possa avere la statistica a Napoli, così come nelle altre città del nostro Paese.

Ma se è indubbio che questa scienza dei numeri abbia decine di applicazioni nel mondo del lavoro (Big Data, sondaggi, epidemiologia, …), meno di frequente si pensa alla statistica come ad una fonte di divertimento o, comunque, come ad un modo diverso di affrontare la quotidianità, anche quella più banale. Ecco qualche esempio.

La statistica nell’archeologia

Il nostro statistico – archeologo sta lavorando in Egitto e, durante uno scavo, scopre una nuova piramide. A questo punto, si interroga sulla datazione di questa sua scoperta.

In mancanza di altre informazioni che lo possano aiutare, deve trovare una qualche soluzione. Ecco, allora, l’idea: confronterà la sua nuova scoperta con lo stesso tipo di costruzioni (altre piramidi) di cui conosce già le misure e la data di realizzazione; basterà rapportare tra loro base e altezza dei dati certi (le piramidi già datate) con base e altezza della nuova scoperta per poter stimare con relativa precisione il secolo cui risale. Le piramidi più antiche, quando le tecniche di costruzione erano meno sviluppate, avevano un’altezza più limitata; e viceversa.

La formica e le serie storiche

Cambiamo completamente prospettiva e trasferiamoci momentaneamente nel mondo delle favole di Esopo; in quella della cicala e della formica, ad esempio, anche se in una veste leggermente diversa. Poniamo che la formica, anziché essere semplicemente laboriosa, sia appassionata di numeri e statistiche, e che la cicala, anziché limitarsi a cantare, stanca dopo aver raccolto il grano, decida di vendere tutto alla formica: del resto, negli ultimi sette mesi, il prezzo del grano non ha fatto che scendere di continuo; non c’è motivo di non pensare che la tendenza – dice la cicala – non continui in questo modo anche nei prossimi mesi e la strategia migliore è quindi quella di sbarazzarsi di tutto il magazzino, prima che perda ulteriormente di valore.

La formica invece, come dicevamo, ha osservato le serie storiche degli ultimi anni e ha notato una certa tendenza: i prezzi scendono nei primi mesi dell’anno – è vero – ma risalgono a partire da settembre e fino a gennaio o febbraio; in effetti, questo è il periodo dell’anno in cui non si raccoglie grano a causa del freddo e, inevitabilmente, il prezzo del cibo tende a salire.

Ecco allora, che la scelta della cicala di vendere tutto, accontentandosi di un’osservazione parziale, risulterà disastrosa, mentre la visione più oculata della formica la porterà ad avere un magazzino pieno al minor prezzo possibile; la formica avrà anche una merca di scambio da poter sfruttare con la cicala, se necessario.

Pediatri, bambini e percentili

L’appassionato di numeri, serie storiche e statistiche, insomma, ha la tendenza ad osservare la realtà in modo più attento, da un punto di osservazione più ampio.

Come nel caso del medico pediatra: egli non può accontentarsi di misurare peso e altezza del singolo bambino e di confrontare la crescita di quest’ultimo nel corso delle settimane, dei mesi o degli anni. Lo sviluppo del bambino in questione potrebbe sembrare regolare se rapportato solo a se stesso (nel senso che aumenta di X kg ogni mese e cresce di Y cm in altezza ogni mese); ma il rischio forte cui si va incontro, in questo caso, è la perdita di altre informazioni utili, anzi indispensabili per la salute del bambino.

Quali? Tutte quelle che possono derivare dai confronti con la curva di crescita degli altri bambini. Non a caso, dopo aver pesato e misurato il piccolo paziente, il pediatra comunica ai genitori il percentile entro cui il loro figlio si trova, individuando così per tempo eventuali tendenze al sotto sviluppo, al sovrappeso o all’obesità: le misurazioni fatte su un campione della popolazione (per la stessa età e per lo stesso sesso) vengono messe in fila dal valore minore a quello maggiore e divise in cento gruppi, così da poter essere confrontate tra loro e da poter individuare tutte le anomalie.

Precorrere i tempi: le lezioni private di statistica con Superprof

Gli statistici trovano un’occupazione anche nelle aziende enologiche, in quelle di produzione della birra o nell’agroalimentare in genere: nei laboratori, affiancano i chimici e i biologi, per capire rispetto alle produzioni passate come stia andando quella attuale e per prevedere come saranno le successive, in modo da poter correggere (chimicamente) alcune distorsioni o difetti nel gusto, nella sostanza, nella vischiosità, …

Sono tanti i settori di impiego della statistica e, quindi, degli esperti di questa disciplina così affascinante e così ricca di possibilità e risvolti. Del resto, come dice il grande saggio: torturando i numeri, questi ti diranno qualsiasi cosa! Quindi, perché non iniziare lo studio della statistica ancor prima dell’università, in modo da valutare una tua eventuale predisposizione per questa disciplina?

Se, infatti, da pochi anni la statistica si ritrova anche nel sommario dei libri di matematica della scuola primaria, è altrettanto vero che gli approfondimenti che se ne fanno nel corso degli anni successivi non vanno molto al di là di media, moda, mediana, percentili, percentuali,…

Questo significa arrivare al primo corso di statistica all’università senza una reale conoscenza di quello che andrai a fare: una sorta di tuffo nell’ignoto. E se invece ti preparassi per tempo? Se, grazie a delle lezioni private, tentassi un primo approccio con la materia? Potrebbe essere un ottimo modo per realizzare se la cosa possa piacerti a tal punto da scegliere un corso di laurea interamente in statistica, se preferire un percorso come economia dove la statistica c’è ma non è prevalente o se non sia, invece, il caso di abbandonare ogni velleità matematico statistica e preferire piuttosto un ramo umanistico!

La piattaforma di Superprof ti aiuta a trovare il prof di statistica più vicino a casa tua: non solo sul nostro sito troverai l’elenco di tutti coloro che insegnano Statistica a Napoli, ma, per ognuno di loro, avrai accesso ad una serie di informazioni fondamentali per scegliere il tuo superprof: percorso di studi, esperienza professionale, esperienza nell’insegnamento, metodo didattico, disponibilità a lezioni via Skype, tariffa e commenti, positivi o negativi, che gli studenti che ti hanno preceduto hanno postato sul sito.

La prima lezione è quasi sempre offerta gratuitamente dai nostri superprof, un ottimo modo per testare il feeling che potrebbe correre tra voi due.

Affronta lo studio della statistica con uno dei nostri professori privati e scegli se continuare lo studio, ad esempio, a Statistica per l’impresa e la società alla Federico II di Napoli.

Che cosa vuoi imparare?