"La boxe francese è una pratica profonda che richiede molta compostezza, calcolo, agilità, forza. È lo sviluppo più bello del vigore umano, una lotta senza altre armi se non quelle di cui ci ha dotati la natura,  uno scontro in cui non si può essere colti di sorpresa ” Théophile Gautier

Come il pugilato, il kick boxing, la thai boxe o l'MMA, il pugilato francese fa parte della grande famiglia del pugilato e più in generale degli sport da combattimento.

La disciplina apparve nel XIX secolo riprendendo lo spirito e il vocabolario della scherma. Questo è il motivo per cui, come la scherma, i combattenti vengono chiamati tiratori.

È un tipo di pugilato che consiste nel far sì che i tiratori tocchino l’avversario con i pugni e con i piedi solo in alcune parti del corpo. La pratica della boxe francese prevede l’utilizzo di guanti per i pugni e scarpe da boxe (pantofole) per i piedi.

La storia del savate

La prima traccia del savate risale al 1797. Vidocq, allora 22enne, scoprì questo sport prima della sua partenza per la colonia penale di Brest.

All'inizio del XIX secolo, il savate era quindi considerato lo sport dei cattivi ragazzi dei quartieri malfamati di Parigi. Intorno al 1800, le scarpe apparvero anche nel Midi (uno sport da combattimento che utilizza solo i piedi).

Nel 1820, Michel Casseux aprì la prima sala da boxe parigina; negli anni '30 del XIX secolo, Charles Lecour fece una sintesi tra le sale di savate e di boxe.

Al suo ritorno a Parigi, decise anche di aprire una sala di boxe e savate: fu così che nacque la boxe francese! Nel corso del tempo, il savate divenne rapidamente uno sport di autodifesa e un simbolo sportivo dell'aristocrazia. Il savate è anche riconosciuto come un modo pratico per sfogarsi fisicamente e mantenerne la propria forma fisica.

Nel 1877 Joseph Charlemont pubblicò il "Trattato di pugilato francese" che codificava e teorizzava per la prima volta le tecniche e i colpi autorizzati e quelli proibiti. Dieci anni dopo, sempre sotto la direzione di Charlemont e di suo figlio Charles, fu creata l'Accademia di boxe francese, che durerà fino alla morte di Charles nel 1944.

La boxe ha una storia antica e affascinante.
La boxe ha una storia antica e affascinante.

L'incontro tra Charles Charlemont e Jerry Driscoll (boxe) ha suscitato un forte interesse e messo in primo piano la boxe francese. Questo incontro, vinto da Charles Charlemont con un colpo all'addome inferiore, fu molto controverso: il colpo era considerato valido da alcuni, e proibito da altri. Questo incontro non ufficiale si concluderà con un processo in cui i due protagonisti furono condannati per aggressione!

Nel 1903, fu creata la Federazione francese delle società di boxe (FFSB), la quale ebbe il merito di unire la boxe francese e inglese. Dopo l'interruzione della prima guerra mondiale, la boxe francese tornò in prima linea alle Olimpiadi di Parigi (1924), anno in cui fu introdotto come sport dimostrativo. Fino alla fine della seconda guerra mondiale, il selvaggio pugilato francese ristagnò e non conobbe una grande diffusione. Solo pochi campioni come Pierre Baruzy, Berceau, Laford o Prévost mantennero viva la fiamma.

Il savate conobbe il suo boom negli anni 70-80, grazie alla buona gestione del CNBF (Comitato nazionale di boxe francese) che fece scoprire la boxe francese nell'università e nell'ambiente scolastico. Nel 1980, c'erano più di 10.000 praticanti e più di 20.000 nel 1985, e ciò coincise con la creazione della federazione internazionale.

Le regole e la codificazione del savate

Come in tutti gli sport da combattimento, il savate è stato codificato e presenta molte regole.

Categorie di età e peso

Per mantenere equilibrati gli scontri, il savate raggruppa i tiratori per categoria di peso ed età.

Per le categorie di età:

7-9 anni; 10-11 anni; 12-13 anni; 14-15 anni; 16-17 anni; 18-20 anni; 21-34 anni

Si noti che per i veterani, viene fatta una distinzione tra la categoria "assalto" e "combattimento", due varianti del savate su cui torneremo di seguito. Pertanto, dall'età di 35 anni in poi nella variante "combattimento", un tiratore è considerato "veterano". È a partire dai 40 anni per la variante "assalto". Per quanto riguarda le categorie di peso, queste sono diverse in base all'età. Ci sarà effettivamente una categoria fino al cadetto compreso e un'altra dopo il cadetto.

Dopo il cadetto, consideriamo i seguenti pesi:

  • Mosca: meno di 48 kg,
  • Gallo: da 48 a 52 kg,
  • Piuma: meno di 56 kg,
  • Leggero: da 56 a 60 kg,
  • Super-leggero: da 60 a 65 kg,
  • Semi-Medio: da 65 a 70 kg,
  • S / M / Medio: da 70 a 75 kg,
  • Medio: da 75 a 80 chili inclusi (per le donne, la categoria comprende coloro che pesano 75 kg e oltre),
  • Medio-massimo: da 80 a 85 kg,
  • Massimo: oltre 85 chili
La coppia d'oro Tony Yoka ed Estelle Mossely.
La coppia d'oro Tony Yoka ed Estelle Mossely è una delle più famose del ring!

I gradi

L'organizzazione dei passaggi di livello (i gradi) è di responsabilità di ciascuno dei club di boxe francesi (generalmente due volte l'anno). Come in molti sport di combattimento come il judo, il karate o l'aikido, i ranghi sono contrassegnati da colori.

I diversi gradi sono blu, verde, rosso, bianco, giallo e il gradi tecnici, guanto d'argento e di bronzo. Ognuno di questi gradi è composto da 3 gradi. Il guanto tecnico in argento o il guanto in bronzo consentono l'accesso a determinate competizioni, le quali sono vietate se non si sono ottenuti i gradi massimi.

Alcune peculiarità del savate

Nel pugilato francese e diversamente da molti sport da combattimento, il confronto tra due avversari può assumere due forme diverse:

  • L'assalto che è una forma di incontro in cui è escluso il potere dei colpi: parleremo di confronto al tatto. Qui, la cosa principale è sferrare i colpi. Il tiratore è essenzialmente giudicato in base alla sua abilità tecnica e tattica di colpire, non la forza che impiega nello sferrare. Anche la forza durante tali scontri è sanzionato. La variante di "assalto" può essere praticata a tutte le età e a tutti i livelli. Molto spesso gli assalti hanno luogo in tre round di un minuto e trenta secondi,
  • La lotta in cui il potere dei colpi è autorizzato e valutato per determinare il vincitore di un duello. Questa variante può essere praticata solo dai 18 anni in su e nella condizione di avere il "guanto giallo". I combattimenti si svolgono in cinque round da 2 minuti.

Conosci le peculiarità della boxe cinese?

Le diverse tecniche

Anche durante una lezione di prova, lo studente imparerà le tecniche dell'arte marziale francese.
Anche durante una lezione di prova, lo studente imparerà le tecniche dell'arte marziale francese.

Calci

La Federation International Savate riconosce 11 diversi calci, che potrebbero essere classificati in tre categorie: frustati, cacciati ed equilibrati:

  • Fouetté: è un calcio circolare distribuito nella parte inferiore e centrale dell'avversario con la parte superiore del piede o con la punta. Il movimento inizia dall'anca e dal bacino e va verso l'avversario,
  • Chassé: calcio frontale e laterale. Il calcio frontale è un colpo con la suola in una parte frontale dell'avversario (basso, medio o testa). Il colpo è compiuto scalando il ginocchio e quindi rilassando la gamba fino all'impatto. Il flush laterale può essere dato con la suola, il tallone o la punta,
  • Balancé: esistono diversi tipi di bilanciamento (frontale, laterale, ascendente e discendente). Tutti usano il principio dell'imbragatura, che è organizzato attorno all'asse dell'anca.

Molti tutorial video sono utili e pratici per comprendere visivamente queste tecniche!

Trova la tua lezione di boxe inglese!

I pugni

Savate codifica quattro categorie di pugno.

  • Il gancio è un pugno circolare dato orizzontalmente e sferrato sulle parti laterali del tiratore a livello mediano o alla testa,
  • Il diretto è un pugno dritto che è caratterizzato da un movimento a pistone. Con un diretto, prendiamo di mira le parti anteriori dell'avversario, a livello mediano come alla testa,
  • Lo swing, un pugno caratterizzato da un movimento oscillante e laterale,
  • Il montante che è un pugno circolare dato dal basso verso l'alto e che colpisce anche le parti centrale e superiore dell'avversario.
Andare in palestra può essere una buona aggiunta ad un allenamento di boxe!
Andare in palestra può essere una buona aggiunta ad un allenamento di boxe!

Alla ricerca di un corso di boxe thailandese?

Mosse vietate

Originariamente presenti nel savate, sono vietati i colpi al ginocchio. Lo stesso vale per i calci montati verticalmente, i calci verticali con il tallone, gli stinchi e persino i calci restituiti all'avversario. È anche vietato calciare con l'aiuto di una mano a terra.

Per quanto riguarda il divieto di pugni, sono vietati gomiti e backhands con l'avambraccio.

In sintesi:

Essenzialmente considerato uno sport da "ragazzacci", il savate francese o la boxe ha migliorato la sua immagine da allora. Se oggi il numero dei membri di un club di boxe o di un club di savate è in costante aumento, non è sempre stato così.

Come altri sport da combattimento, il savate è codificato con diverse categorie di età, peso e grado, ma anche e soprattutto da regolamenti riguardanti i colpi. Perché no, il savate non è una lotta di strada. Alcuni calci o catene di pugni sono consentiti, altri no.

Devi solo trovare una stanza vicino a te e andare ad allenarti con un sacco da boxe, perfezionare le tue condizioni fisiche e alleviare lo stress di una lunga settimana!

Bisogno di un insegnante di Boxe?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Igor

Traduttore e insegnante, mi occupo anche di montaggio video e recitazione. Amo la musica, dal pop italiano alla classica. Curiosità è l'anagramma del mio nome.