Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come disegnare un tatuaggio?

Di Igor, pubblicato il 16/10/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Un Maestro Disegno Tatuatore!

Il tatuaggio è diventato una tendenza sempre più diffusa, oggi.

Avresti desiderio di sottoporti all’ago di un tatuatore? O vorresti diventare tu stesso un tatuatore? Come puoi disegnare sulla tua pelle, senza provocarti delle cicatrici o dei dolori?

Ecco le nostre idee sul tatuaggio e i nostri consigli per imparare a disegnare un tatuaggio.

Il tatuatore: l’insegnante disegno di un arte millenaria

Tutti i tatuaggi hanno la loro simbologia. Prima di commettere errori quasi irrimediabili, meglio conoscere un po’ la storia del tatuaggio.

Rappresenta la storia di un popolo intero ed è quindi il collegamento con le radici degli autoctoni. Avere un tatuaggio maori in Nuova Zelanda è un must!

L’origine del tatuaggio risalirebbe al Neolitico: nelle Alpi Italiane, presso il ghiacciaio di  Hauslabjoch, nel 1991 è stato ritrovato il corpo mummificato dell’uomodi Similaun – noto come Ötzi – il cui corpo è risultato ricoperto di segni e di caratteri stilizzati.

Questo corpo mummificato risale al 5300 anni prima di Cristo. Si tratta del caso più antico di tatuaggio attualmente riscontrato.

Probabilmente, questi tatuaggi erano stati praticati a fini terapeutici, volendo curare una sorta di artrosi delle articolazioni.

Se frequenti un corso di disegno per tatuatori, avrai già sentito parlare di questo.

Altri esempi di tatuaggi provengono dall’Africa del Nord.

2200 anni prima di Cristo, in Egitto, i corpi venivano ricoperti di tatuaggi, ma a fini religiosi.

In seguito, sembra che il tatuaggio sia divenuto un fattore di distinzione sociale, identificativo della classe di appartenenza. Anche criminali e schiavi, nel tempo, vennero marchiati con tatuaggi, come ben sappiamo.

In Nuova Zelanda e Polinesia il tatuaggio Maori simboleggiava l’appartenenza ad un rango sociale elevato, ricco e nobile.

Ogni tatuaggio nelle diverse parti del corpo rappresentava i diversi gradi gerarchici sociali: primo rango, “gambe tatuate”, secondo rango “braccia tatuate”, terzo rango “fianchi tatuati”.

Numerose mummie di europei sono state trovate in Cina nella regione di Xinjiang. I tatuaggi erano generalmente posti sulle mani, le braccia o la schiena e sono stati datati attorno ai 2000 anni prima della nostra era.

Sotto l’influenza della cultura giudaico cristiana, il tatuaggio divenne un rito illegale, tese così a sparire, in Occidente.

La colonizzazione e lo sviluppo degli scambi commerciali con l’Asia e l’Oceania nel corso del diciottesimo secolo riabilitarono il tatuaggio, che fu nuovamente praticato anche dai capi di Stato.

Pensiamo a Nicola II (una spada sul petto), Edoardo VII e Giorgio V, il Re di Danimarca Federico IX (dragone sulla schiena), a Stalin (testa di morto sul petto), a Churchill (ancora sul braccio sinistro) o ancora a Roosevelt (stemma famigliare).

Mercato e consumi di massa del ventesimo secolo hanno visto emergere la funzione artistica del tatuaggio, grafico e stilizzato.

Sapresti disegnare una mano?

Un corso di disegno per imparare i diversi stili di tatuaggio

Dal carattere cinese al ritratto realista, passando per il tatuaggio maori, l’arabesque o il fiore di loto, il mondo del tatuaggio è ricco di fantasia.

Dapprima, per disegnare un tatuaggio, occorre orientarsi stilisticamente. Il buon maestro disegno per tatuaggi saprà farti scegliere il tuo stile.

Tatuaggio tradizionale

Il tatuaggio tradizionale appartiene a diverse arti ancestrali. Dei valori e significato profondi si nascondono dieto ai segni grafici.

  • Tatuaggio tribale: zone nere ampie e linee curve risalgono ai ranghi sociali delle tribù della Polinesia, ad esempio, o indicavano appartenenza di gruppo in Africa. Tatuaggi molto codificati, dalla simbolica forte, oggi di moda, anche se il senso originario è andato probabilmente perso
  • Il tatuaggio artistico: cinese o giapponese, lo stile è inspirato all’arte asiatica. Gli Yakuza optavano per questo stile di tatuaggio. Tra i simboli più usati il drago, i samurai, la geisha, il loto.
  • I tatuaggio celtico: fatto di simboli e scritture celtiche, si tratta di un genere di tatuaggio tribale facilmente riconoscibile con la croce celtica come motivo di base.

Il tatuaggio realista

Il tatuaggio realista ha per obiettivo di riprodurre fedelmente un modello. Queste vere e propri opere d’arte necessitano di una padronanza perfetta dell’arte del tatuaggio per essere realizzate a perfezione.

I tatuaggi realisti possono rappresentare diversi soggetti: un viso, una natura morta, un animale, un paesaggio… possono essere a colori, bianco e nero e riprodurre fedelmente un disegno come si trattasse di una foto.

Questi tatuaggi iperrealisti non possono essere praticati da principianti.

L’effetto di un tatuaggio tridimensionale è assicurato, almeno fino a quando non rappresenterà una rarità. Il tatuaggio 3D fa parte delle nuove tendenze!

Il tatuaggio old school

Stile retrò con un tocco rock n’roll, il tatuaggio old school nasce in USA negli anni Trenta.

Dagli amerindi alle pin-up, passando per i bikers, questo stile è stato reso famoso dai marines.

Il tatuaggio Old School per lungo tempo fu assimilato alla delinquenza, mentre oggi appartiene alla cultura popolare.

Tatuaggio grafico

Astratto ed artistico, esso dà libero corso all’immaginazione.

Recente, vede il tatuatore esprimersi liberamente.

Motivi geometrici e simbolici. Occorre affidarsi al tatuatore con tutta la propria epidermide, lasciandolo libero di esprimersi.

Il tatuaggio biomeccanico

Tendenza recente: unisce elementi meccanici e biologici. Guarda al futuro e si ispira alla fantascienza. Fatti tatuare un braccio bionico!

Questo stile può dare l’impressione ottica che il disegno si trovi al disotto della pelle.

Il tatuaggio dotart

Un altro stile, vicino al puntinismo della pittura. Si tatua moltiplicando i puntini. Dando effetti di materia e texture differenti.

Tatuaggio scritto

Una frase ispirata, una citazione nota è frequente. Calligrafia e tipografia usate, però fanno la differenza.

Scegliere con attenzione lo stile calligrafico prima di affidarsi al tatuatore.

Spesso, i tatuaggi vengono scelti in lingua altra dalla nostra…

E tra le nuove tendenze, potremmo citare soprattutto il tatuaggio bianco, sempre più usato, o quello in 3D, che consente di creare un’illusione ottica sulla tua pelle, proprio come quello che impari ai corsi disegno di arte 3D.

Farsi tatuare una parola, un nome o una frase è di tendenza e con un significato piuttosto chiaro. Attenzione agli errori ortografici!

Corsi di disegno per trovare da solo il soggetto del tuo tatuaggio

Il rimorso non vale, nel mondo del tatuaggio.

A lezione di disegno per tatuatori te lo spiegheranno.

Per evitare di ricorrere al detatuaggio, ti consigliamo di scegliere con attenzione cosa farti tatuare.

Un tatuaggio è per sempre.

Scegli al tua simbolica, consulta dei cataloghi:

  • Quaderni personali di tatuatori,
  • Riferimenti in libri d’arte,
  • Fumetti.

Il tatuaggio è una rappresentazione grafica, proprio come un logo. Per un risultato soddisfacente deve esprimere un senso per chi lo richiede ed essere effettuato alla perfezione.

Disegna da te il tatuaggio o rivolgiti ad un esperto tatuatore, che abbia frequentato una buona scuola di disegno.

La scelta è delicata: va dal soggetto, alla grafica, ai colori, all’autore del tatuaggio. Consultati con altra gente tatuata.

Un corso disegno per conoscere i 5 punti fermi del tatuaggio

Non basta un bel disegno per fare un bel tatuaggio. Esistono limiti materiali, nella realizzazione. Ogni buon maestro di disegno è a conoscenza di tutto ciò.

1. Misura del tatuaggio

Adatta la misura del disegno che ti piace a quella della zona su cui sarà effettuato il tatuaggio. Un tatuaggio realista dovrà essere grande.

2. Morfologia

In base al soggetto e alla dimensione, sceglierai una di queste zone:

  • Braccia,
  • Schiena alta o bassa,
  • Torso e petto,
  • Polpaccio,
  • Caviglia,
  • Nuca.

Considera che il corpo evolve e potresti rimpiangere di aver scelto un grande tatuaggio sul petto a vent’anni, una volta arrivato all’età di quarantacinque.

Impara a creare il tuo personaggio dei fumetti!

3. I colori

Sceglierai con cura i colori per il tuo tatuaggio, tenendo conto che non sarà possibile ottenere lo stesso realismo di quando si disegna su carta.

4. La coerenza

Se hai più tatuaggi, tieni conto della necessità di armonizzare il tutto. Almeno dal punto di vista della scelta stilistica.

Il maestro disegno che tiene corsi per tatuatori saprà infondere loro questa abilità di armonizzare.

Quando diventano eccessivi in numero e in superficie, i tatuaggi forse non sono più belli da vedere! Ehm … e la mamma cosa dirà?

5. Il tatuatore

Ogni tatuatore ha il proprio stile, proprio come ogni artista ed ogni maestro di disegno.

Lo stile del tatuatore dovrà concordare con quello che a te piace e col tipo di soggetto che vorresti ti fosse tatuato. La scelta dei colori e le tecniche specifiche rientrano nella scelta del tatuatore che fa per te.

Quale materiale di tatuaggio deve possedere un maestro disegno tatuatore?

Per disegnare un tatuaggio sulla pelle, permanente o provvisorio, occorre saper disegnare bene ed avere il materiale necessario a disposizione.

Ferire la cute, creare un’infezione, sono rischi da non correre.

La macchina per tatuare è necessaria. Si chiama dermografo. Il prezzo medio è di 500 euro, ma ne esistono davvero diversi modelli e versioni.

Cartucce d’inchiostro, aghi, guanti, vetri di ingrandimento comporranno la cassetta degli attrezzi del tatuatore.

Il tempo necessario ad un tatuaggio può essere anche molto lungo, a seconda di quello che si intende realizzare.

La posizione seduta o sdraiata dovrà essere assicurata comodamente. Infatti gli studi dei tatuatori non mancano generalmente di tali comfort.

Esistono poi diversi modelli di pistola per tatuatori.

Abbiamo dermografi a nastro, macchine da tatuaggio rotative, macchine pneumatiche , macchinette per i contorni e le ombre.

Capisci bene, allora, perché è necessario definire il prima possibile ciò che si vuole. Ogni tipo di disegno, ogni dimensione, ogni stile richiederà uno strumento diverso.

Fai il punto della situazione con il tuo tatuatore e, se scegli tu stesso di effettuare un disegno, con l’insegnante di disegno da cui avrai preso lezioni.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar