Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

A lezioni di disegno per imparare la tecnica della terza dimensione!

Di Igor, pubblicato il 15/10/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Un Insegnante Disegno per il 3D!

Ciò che percepiamo non è il mondo, ma il modello creato dal nostro cervello.

Questa citazione di Chris Frith diventa chiarissima se si pensa quanto un disegno in tre D arrivi ad imbrogliare la nostra percezione.

Tuttavia, rappresentare su una superficie piana la realtà in tutte le sue dimensioni non è cosa facile, quando si è alle prime armi col disegno.

  • Quali sono le tecniche per disegnare in 3D?
  • Come eliminare la sensazione del piatto da un disegno?

Dalle tecniche per disegnare in prospettiva all’arte dell’anamorfosi…ecco cosa tratterà un buon corso di disegno.

Corso di disegno: cos’è un disegno in 3D?

La differenza tra un disegno in 2D ed un disegno in 3D?

Un buon maestro di disegno te lo spiegherà brevemente: la nozione di volume.

Larghezza, altezza e profondità.

Ovviamente il disegno in 3D è un disegno realista, fedele alla realtà osservata nei minimi dettagli. Riproduce rilievi, distanze e proporzioni reali (importante se si ritrae un volto).

Prospettiva, trompe l’œil, volumi… il disegno 3D domanda competenze. Seguendo un corso di disegno con un maestro di disegno in tre dimensioni, scoprirai come dar l’impressione che un disegno emerga dal foglio!

Corsi di disegno per realizzare la prospettiva

Prospettiva significa: disegnare un oggetto nel suo spazio a tre dimensioni. La profondità di campo è essenziale. Consente di riprodurre l’oggetto tale e quale, in base al punto di vista del disegnatore. Il buon insegnante di disegno ti spiegherà questa “relatività”.

Rispettare la prospettiva è un principio basilare per passare dal 2D al 3D. Quando rispetti la prospettiva, tutte le linee convergono verso il punto di fuga!

Prospettiva cavaliere: aggiungendo linee parallele si conferisce volume ad un oggetto, ignorandone la deformazione ottenuta, generalmente, disegnando un oggetto in profondità (ricordi quando, alla scuola media, l’insegnante di disegno ti fece disegnare per la prima volta un cubo?).

Prospettiva lineare: la più comune, quando prendi lezioni di disegno. I suoi elementi chiave sono:

L’orizzonte ed i punti di fuga.

Si crea una griglia che fornisce riferimenti visivi per riprodurre una scena.

Esistono due tipi di prospettiva lineare per dare profondità e volume al disegno:

  • Prospettiva frontale: l’occhio è messo di fronte alla scena. Il disegno è basato sull’orizzonte, ad altezza dello sguardo, e tutte le linee convergono verso un unico punto di fuga;
  • Prospettiva obliqua: si guarda in due direzioni. La composizione conta due punti di fuga. Per disegnare un cubo o altre forme geometriche tenendo conto della deformazione legata alla profondità nello spazio si usa questa prospettiva con due punti di fuga;
  • Prospettiva aerea: si considerano tutte le dimensioni di un oggetto, lavorandone la rappresentazione con tre punti di fuga. È la prospettiva più realista, usata dagli architetti, e da ogni insegnante di disegno tecnico, per rappresentare un palazzo.

Saper disegnare in prospettiva serve anche per riprodurre una mano. Allena l’occhio a considerare bene le proporzioni. Segui un corso di disegno in tre dimensioni: la profondità è indispensabile per riprodurre oggetti e personaggi.

Il pittore italiano fu un grande artista del suo tempo ed ebbe molti discepoli estremamente noti. La Gioconda di Leonardo Da Vinci è un esempio di tecnica di prospettiva atmosferica!

Artisti ed insegnanti di disegno davvero esperti usano poi la prospettiva atmosferica.

Consideriamo una macchina fotografica e la messa a fuoco. Ciò che è in primo piano sarà netto e preciso; guardando, poi, in profondità si vedranno invece i dettagli più sfocati, dissolti. Più sono freddi i colori e meno i dettagli sono precisi.

Furono i pittori fiamminghi del XV secolo – oltre a Leonardo, con La Gioconda – ad adottare questa tecnica.

Creare un effetto trompe-l’œil: un corso di disegno

I veri artisti, ed ogni buon maestro disegno tecnico e artistico, riescono poi a dare un effetto di vero inganno: gli oggetti sembrano uscire dal quadro e prender vita!

Come funziona? Questa tecnica di disegno, insegnata nelle buone scuole e a lezione di disegno (e adoperata per produrre un logo per la pubblicità di un’azienda, ad esempio) si chiama anamorfosi: arte della prospettiva segreta. L’illusione anamorfica assicura l’effetto trompel’œil tramite una deformazione dell’immagine.

Si tratta di un’illusione ottica: nel disegno anamorfico occorre guardare in una certa maniera, per godere dell’effetto 3D. In tutti gli altri modi si osserva solo un disegno deformato.

Gli effetti di questa tecnica sono incredibili e danno un’illusione reale di terza dimensione. Alessandro Diddi utilizza alla perfezione la tecnica dell’anamorfosi!

Ma come puoi realizzare un disegno che “esca dal foglio”?

Un insegnante di disegno esperto ti dirà: deformando correttamente l’immagine. A tal fine dovrai possedere le tecniche del disegno, apprese a scuola o a lezione di disegno individuale: tracciare ogni dettaglio del tuo soggetto e metterlo a colori correttamente.

Alcune tecniche per dar luogo ad un’immagine anamorfica, con effetti da maestro di disegno esperto:

  • Fotografare un oggetto e stampare, per poi dedicarsi a rappresentarlo su un foglio,
  • Deformare l’oggetto tramite un programma, prima di disegnarlo;
  • Servirsi di una griglia per riprodurre le corrette proporzioni di un oggetto,
  • Ritagliare una parte del contorno del disegno per rinforzare l’effetto 3D,
  • Usare più fogli o ripiegare un foglio per ottenere l’effetto volume,

Ramon Bruin è uno dei maestri nel campo dell’anamorfosi e numerosi artisti di strada ne hanno seguito le orme: opere estremamente realistiche sono il risultato (Edgar Mueller e Julian Beever ottengono risultati impressionanti: fori beanti nel bel mezzo di un marciapiede, pescecani che tagliano la strada…!).

Disegna il tuo tatuaggio con questa tecnica!

Dei tutorial per il 3D: il tuo maestro disegno

I tutorial e le lezioni di disegno online – da un livello principiante al livello esperto – ti aiuteranno ad allenarti nel disegno 3D.

Corso di disegno in 3D grazie ai programmi per pc

Numerosi programmi per il disegno in 3D consentono di ottenere immagini di sintesi davvero realistiche. Per non parlare della 4D: realtà aumentata. E delle stampanti in 3D!

Trova il tuo programma gratuito di disegno e familiarizzati col disegno in 3D. Ne trovi online e da scaricare sul PC:

Lezioni di disegno e migliori app per il 3D

Eccoci alle app per disegnare in 3D!

Su tablet o smartphone, in qualsiasi posto e momento, ti consentono di imparare a disegnare il volume, ottenendo davvero un effetto 3D.

Il disegno in 3D appartiene alle tecniche di disegno che vanno per la maggiore oggi.

Se vuoi diventare un esperto o addirittura un insegnante di disegno, considera con attenzione il mondo delle app: modellizzazione 3D, lezioni di disegno, corsi di disegno con prospettiva, disegno virtuale.

Non faranno tutto il lavoro al posto tuo, ma ti aiuteranno sicuramente a progredire rapidamente nella tecnica del disegno. Per imparare il disegno in 3D, potrai utilizzare una delle tante app a disposizione online!

  • Imparare a disegnare in 3D
  • How to draw 3D and illusion
  • Leopoly, creare personaggi in 3D
  • Tinkercad, modellizzazione per principianti

Sono app fantastiche, gratuite e facili da usare. E la lista non è esaustiva! Chiedi al maestro di disegno di indicarti come servirti delle app.

Corso di disegno in 3D: quali matite usare?

Facciamo ora il punto sulla penna per disegnare in 3D.

Cos’è una penna 3D?

È uno strumento che funziona come la stampante 3D. Consente di scrivere e disegnare in 3 dimensioni. Il principio è semplice: la penna scalda materia, la quale si raffredda (poi meno rapidamente) una volta appoggiata sul supporto. Ciò consente di disegnare facilmente in tre dimensioni. Si può usare un oggetto per disegnarne i contorni in 3D, creare pezzi ed assemblarli, dando sfogo all’immaginazione.

Una penna 3D può contenere due tipi di plastica: ABS e PLA. La scelta della materia è importante in base all’uso che se ne vuol fare:

  • L’ABS deriva dal petrolio. Si raffredda subito. È ideale per disegnare in 3D. Si creano facilmente forme con la garanzia che la struttura tenga. Si possono disegnare tratti freddi, spirali, forme multiple in 3D. Anche il 2D ne beneficia.
  • Il PLA, a base di amido, di origine bio e degradabile, si raffredda e solidifica più lentamente. Ottimo per scrivere in 3D su cartone, metallo o ceramica. Pratico per disegnare bassi rilievi in 2D, che non si scolleranno mai.

Come scegliere la propria penna in 3D?

Dal prezzo attraente, le penne 3D attraggono molta gente. Artisti ed insegnanti di disegno, adulti e bambini sono tentati dall’idea di disegnare ore ed ore in 3D…

La prima penna in 3D è stata il 3Doodler.

I modelli sono oggi numerosi. I prezzi variano. Un maestro di disegno 3D ti indicherà i criteri per scegliere.

Design e peso, da cui dipende la presa e la finezza di esecuzione.

Presenza di un display: consente di verificare la temperatura, da cui dipende l’effetto ottenuto sulla materia.

Prezzo: si trovano penne dai 50 €, ma la qualità non è ottimale.

Marca: oltre al 3Doodler, segnaliamo Lix, e 3D Yestech, Vistorstar, Mohoo…

Guarda i tutorial in merito e lasciati consigliare da esperti e insegnanti di disegno, prima di scegliere la tua penna.

Lezioni di disegno in 3D: dei trucchi per riuscirci facilmente

Hai mai pensato di seguire un corso di disegno online per imparare a disegnare fumetti?

Il 3D ti sarà indispensabile e, prima ancora, dovrai acquisire le tecniche base del disegno.

Sii paziente e regolare. Punta al disegno realista:

Esercitati per lavorare su prospettiva e volume,

  • Impara a disegnare i dettagli per un risultato realista. Sappi dapprima disegnare, per poi passare al 3D. Imparare proporzioni, ombra e luce, prospettiva, finezza dei tratti.
  • Pratica regolarmente per acquisire gli automatismi. Abbi sempre con te un blocchetto,
  • Inspirati alle opere di artisti che ami, guarda i tutorial per imparare a copiare i modelli.

Pronto a disegnare in 3D? Tempera la matita, prendi carta e gomma…oppure il tuo tablet grafico!

Hai mai pensato di spingerti fino a prendere lezioni di pittura acrilica?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar