Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

A lezioni di disegno per creare un fumetto

Di Igor, pubblicato il 19/10/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Un Maestro Disegno per Imparare a Realizzare un Disegno Animato

“Essere spiritosi usando un disegno realista è praticamente impossibile”

Riad Sattouf

Quella dei fumetti è una lunga storia.

Abbiamo i fumetti cult, che hanno fatto il giro del mondo, e quelli inventati ai giorni nostri. Ogni anno. Poi vi sono i Manga, universo a parte.

Ti piacerebbe imparare a disegnare un fumetto?

Il lavoro è complesso: occorre creare una storia, dei personaggi, far prendere vita a questi ultimi tramite un disegno.

Se non intendi, al momento, recarti a lezione da un maestro di disegno specializzato in fumetti, eccoti qualche indicazione di massima per disegnare un fumetto.

Perché seguire un corso di disegno e realizzare un fumetto?

Come la pittura ad olio, ad acquerelli e la fotografia, il fumetto è diretto, parla subito alla gente.

La lettura dei fumetti, come quella di qualsiasi altro tipo di testo, è ricca di benefici, a tutte le età! Leggere e scrivere un fumetto: solo benefici!

Con un rapido colpo d’occhio, il fumetto ci fa provare delle sensazioni, diversamente da come può avvenire leggendo un romanzo.

Fin dalla preistoria l’uomo ha raccontato storielle tramite disegni ed immagini.

L’immagine è centrale in ogni pratica artistica e culturale.

Il fumetto racconta una storia visiva e grafica rilevante. Caricature, disegni politici, messaggi istantanei.

Primo vantaggio del fumetto: parlare alla gente direttamente.

I fumetti stimolano l’appetito per la lettura nei bimbi.

Leggero, comprensibile, il fumetto è ponte verso un approccio più impegnato con la lingua madre.

V’è una bella differenza tra proporre un numero di topolino ed un canto della Divina Commedia, per iniziare un bambino alla lettura!

Per imparare una lingua straniera la cosa più facile è iniziare con un fumetto.

I principianti in una lingua potranno ottenere un buon vocabolario di base; immergersi nella lingua e nella cultura del Paese dell’autore; scoprire, senza stress, un linguaggio familiare, ricco anche di termini immaginifici.

Tutto può essere capito meglio, grazie alle immagini.

Il fumetto – o nona arte – seduce molte fasce d’età. Chiedi al tuo insegnante di disegno di mostrarti i fumetti più rilevanti, dal punto di vista della storia del fumetto.

Corsi disegno per fumetti: iniziare dalle basi

La riflessione si impone, prima di tracciare riquadri e personaggi. A differenza del disegno unitario, il fumetto è praticamente un libro che racconta una storia.

Molti fumetti, anche italiani, si diffondono un po’ ovunque nel mondo, segno che la storia, i testi e la grafica piacciono. Se un fumetto si esporta ovunque, significa che la storia è ben strutturata!

Predisponi, come fanno gli scrittori, i diversi elementi che compongono la storia, prima di lanciarti a disegnare il tuo fumetto. Si tratta, infatti, di un romanzo grafico.

  • Personaggi: chi sono? Che caratteristiche fisiche hanno? Che personalità? Che vita? Che relazioni fra di loro?
  • Tono: Che tipo di fumetto vuoi creare? Umoristico, d’avventura, storico, fantastico, erotico, manga … I disegni varieranno.
  • Tema: di cosa parlerai nel tuo fumetto? Quale sarà il tema centrale? Che messaggio vuoi far passare con la tua storia?
  • Intrigo: ecco il filo conduttore del tuo fumetto. Devi sapere da principio cosa succederà nella storia: inizio, finale, tappe intermedie.
  • Formato del fumetto: vuoi iniziare con un comic-strip di pochi riquadri o creare più tavole per avere totale libertà nella creazione della tua storia? Decidi ora.

Tratteggia lo schizzo della tua storyboard, ossia del tuo scenario, facendo apparire le tue vignette.

Ogni vignetta dovrà rappresentare una tappa precisa della storia.

Se la trama del tuo fumetto ti è già chiara inizia a riempire le tue tavole in 3D o 2D (prendi lezioni di disegno in 3D online o con un insegnante a domicilio).

Infine, elementi chiave del fumetto sono:

  • Riquadri,
  • Nuvolette,
  • Senso della lettura.

Occorre anche porsi certe domande prima di iniziare a disegnare le basi del disegno del fumetto.

L’illustratore di un fumetto deve porsi dei quesiti:

  • La storia sarà simpatica o seria?
  • Chi saranno i personaggi? Quale la loro storia?
  • Come si incontreranno? Come interagiranno? In che circostanze ed occasioni?
  • Che messaggio si vuol far passare?

Questi quesiti aiuteranno a costruire la storyboard.

Come sarà redatto lo script?

Dove si svolgerà la scena? Paese, città, regione… Così si inizieranno a descrivere i luoghi.

Conta molto, per conquistare il lettore, il fatto di trattare un argomento noto.

Durante la fase di maturazione dello script, raccomandiamo di mettere per iscritto in poche parole, quattro o cinque, lo stato emozionale dei personaggi che si intendono creare. Si inizierà anche con la creazione dei dialoghi, facendo attenzione alle parole scelte.

Meglio essere concisi, data l’ampiezza delle nuvolette.

E così siamo quasi già partiti con la creazione del fumetto.

Mentre, sapresti concepire un logo?

Corsi di disegno: come creare tutta una storia a fumetti?

Usata al cinema e per il fumetto, la storyboard – termine inglese –è un documento in carta che serve alla realizzazione della storia.

Ogni vignetta rappresenta un piano, descritto spesso con più disegni.

A lezione di disegno per fumettisti ti spiegheranno che questa fase è importante per tratteggiare e situare l’azione e lo scenario nel tempo e nello spazio.

La storyboard sta al fumetto come le fondazioni alla costruzione di una casa.

Serve a scomporre l’azione per andare all’essenziale del messaggio che si desidera trasmettere al lettore. Fa percepire al volo: luogo, atmosfera, personaggi dell’azione. Consente di visualizzare la scena. E può funzionare a diversi livelli.

Si può iniziare con astratti scarabocchi per annunciare la storia, a mo’ di brutta copia. Si può realizzare su fogli grandi uno schizzo con zone di colore ampie, uso delle tonalità, prospettiva e proporzioni corrette dei personaggi.

O si possono addirittura includere nuvolette e testi.

Non occorre saper disegnare come un professionista per iniziare a raccontare una storia tramite storyboard.

Corsi di disegno per fumetti: come creare i tuoi personaggi?

Chi non conosce i fumetti di Superman o quelli di Spiderman? Marvel e DC Comics sono i principali editori americani di fumetti. Gli eroi della Marvel sono un punto di riferimento del comics d’Oltreoceano!

Come disegnare un personaggio di fumetto? Considerando tutte le caratteristiche prestabilite.

Prima tappa: immaginazione. Prima di crearli su carta, i personaggi devono esistere nella tua mente.

Poca ispirazione, troppa? Tieni conto che il personaggio dovrà poi anche prendere vita.

Seconda tappa: creazione dei personaggi

Lista i tuoi personaggi indicandone:

  • Nome, età e sesso
  • Tratti fisici: grande o piccolo, bruno o biondo, grosso o magro,
  • Carattere: lo stile dovrà riflettere il carattere, con precisione
  • Storia personale: passato, presente, esperienze, competenze,
  • Condotta: atteggiamenti tipo, reazioni, gesti,
  • Scopi: ogni personaggio ha un obiettivo nella storia. Delinea quale, per ognuno
  • Ruolo nella storia: a che serve la sua presenza nella storia?

Guardati attorno, per ispirarti: conoscenti, situazioni reali e opere già esistenti.

Impara ora a disegnare i personaggi.

Allenati nel disegno dei volti ed anche nelle espressioni corporee e negli atteggiamenti.

Un insegnante disegno di fumetti per decidere il tuo stile

Che stili storici esistono nel mondo dei fumetti, cui potresti ispirarti?

  1. Fumetti italiani (prevalentemente Bonelli e Milo Manara ma non solo)
  2. I comics USA
  3. I manga Giapponesi

Oggi si può godere di influenze multiple, mischiando i generi. Gli stili si fondono, basta avere talento! Consultati con un buon maestro di disegno per vignettisti.

Grafica e stili di disegno si sono evoluti.

Ogni autore di fumetti sviluppa il proprio stile.

La palette è ampia nel fumetto, ormai: western, avventura, umorismo, storia, fantascienza, manga, fantasy eroico, politico, fumetto impegnato.

Gli strumenti digitali consentono di tracciare e diffondere diversamente dal passato. Fumetti digitali nascono e restano sul web, senza passare dalla carta.

Online trovi anche corsi disegno per fumettisti.

Corso di disegno per fumetti: quali tappe seguire?

Hai già davanti al tua storyboard e i tuoi personaggi. Passa al disegno!

Foglio e matita, tablet grafico?

Nel primo caso inizia a preparare le tue tavole e a tracciare i tuoi riquadri, o vignette. Le completerai poi una per volta.

Lavora bene sull’inquadratura, per concepire dei bei disegni.

Quando avrai smesso di cancellare, passerai con la china sulle tue tracce a matita.

La parte narrativa si situerà in alto o in basso ad ogni casella. Completa le nuvolette coi dialoghi, non dimenticando le onomatopee tipiche dei fumetti!

Per colorare i fumetti hai due possibilità:

  1. A mano
  2. Scannerizzando le tavole e terminandole al PC (consigliamo una risoluzione a 600 dpi).

Potrai sfruttare Photoshop, specialmente se intendi pubblicare online.

Maestro disegno di fumetti senza saper disegnare?

Anche se non disegni benissimo, potresti riuscire a creare un fumetto, oggi.

  • Hai molte storie in testa?
  • Sogni di fare il fumettista?

Nell’attesa di imparare a disegnare con un buon maestro di disegno, sfrutta la tecnologia.

Le risorse oggi a disposizione di chi si diletti nel disegno sono quasi infinite. Puoi disegnare i tuoi fumetti su carta o su tablet!

Programmi appositi consentono addirittura di creare tatuaggi. Per i tuoi fumetti, allora, prova:

Ma tu sai già disegnare una mano?

Lezioni di disegno: come pubblicare il tuo fumetto?

Come passare alla pubblicazione di un fumetto?

La cosa più difficile, per ogni tipo di autore, del resto, è proprio quella di evitare che l’opera resti lettera morta o destinata ai propri parenti …!

In formato digitale potrai di certo trovare più disponibilità.

Potrai servirti dei social media, anche da solo, per far conoscere e circolare la tua storia.

E, ovviamente, con un po’ di audacia potrai inviare il tuo lavoro a diverse case editrici, come la famosa Bonelli, ad esempio.

Ma l’autoedizione sarà spesso la sola e vera soluzione, almeno all’inizio. In pochi riescono sfondare a primo colpo. La concorrenza è densa, specialmente grazie agli strumenti digitali di cui si dispone al tempo nostro.

Rimboccati le maniche, consultati con amici, insegnanti di disegno, esperti nell’editoria e impugna la tua matita o il tablet: comincia a creare. Il resto si vedrà, cammin facendo.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar