Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di cucina e apporti positivi del cibo!

Di Igor, pubblicato il 24/04/2019 Blog > Arte e Svago > Cucina > Corsi di Cucina per Vivere Meglio e in Salute!

Una delle tradizioni che noi italiani portiamo dentro di noi da sempre è quella della cucina: non solo la cucina italiana è famosa in tutto il mondo, ma a differenza delle Francia, dove sono prevalentemente gli chef pluri-stellati a poter vantare una certa capacità di mettersi ai fornelli, nel nostro Paese, chiunque sa preparare un sugo delizioso per una pasta, impanare una cotoletta, preparare un risotto, … cucinare decentemente, insomma, e non semplicemente usare un sugo pronto o farsi un panino!

Uno studio recente (2017) di Coldiretti conferma questa passione degli italiani, che, grazie anche all’avvento del fenomeno cucina sul web (e alla TV) sono sempre più numerosi a seguire corsi, blog, consigli,… Un italiano su quattro chiedi consigli, “studia” e condivide ricette e piatti.

I motivi che possono spingere ad infilarsi il grembiule e ad indossare la toque (il cappello dello chef) possono essere numerosi:

  • Imparare la pasticceria,
  • Imparare la cucina per stupire gli amici,
  • Gustare, creare,
  • Ritrovare un equilibrio alimentare,
  • Provare la cucina bio,
  • Testare la cucina vegetariana,
  • Diventare un famoso chef,
  • Apprendere la “tecnica” (farcire, sminuzzare, scongelare, creare ad hoc i menu di stagione).

Saper cucinare qualche piatto semplice non significa tuttavia conoscere a fondo i meccanismi che regolano metabolismo, alimentazione e dispendio energetico. Se questi argomenti ti interessano e vuoi conoscere a fondo ogni dettaglio, ti consigliamo di fare un corso di cucina con un cuoco esperto, che possa insegnarti non solo a preparare le ricette non soltanto deliziose, ma anche sane e salutari.

Scopri i corsi di cucina milano!

Fai parte di quelle persone per le quali la cucina è soprattutto un motivo per magiare in modo vario ed equilibrato?

Andare a tavola, per te, è sinonimo di piacere, ma la cucina è un’arte astratta che solo un grande chef può assimilare?

Superprof ti aiuta a riflettere ai diversi impatti benefici della cucina sul corpo umano e sul suo stato di salute.

Un corso di cucina per aiutarti a non accumulare troppe calorie

Imparare a cucinare consente di mangiare in modo equilibrato, di gestire le associazioni tra gli ingredienti e di sapere come preparare dei piatti con proporzioni appropriate.

Si sente spesso che la riduzione dell’apporto calorico rimerebbe con privazione, soprattutto con la cucina mediterranea, ritenuta tra le meno dietetiche.

Scopri i corsi di cucina roma!

Più la nostra vita si allarga e perde di tono, più sarà difficile recuperare la forma fisica accettabile. Una vita di 90 cm può ancora andare bene, ma dopo Natale, cucina vegetariana!

Ma è un falso: basterebbe cambiare il modo di cucinare e mangiare in modo equilibrato!

E sapevi che puoi cucinare per risparmiare?

Eco alcuni trucchi per mangiare bene, provare piacere a tavola, senza privarti di tutto, accumulando, allo stesso tempo, meno calorie:

  • Limitare l’uso delle materie grasse (farina burro, crema, olio, grassi animali);
  • Cucinare con spezie: curry, cumino, paprika, curcuma, coriandolo, timo, prezzemolo ti consentiranno di arricchire il piatto con sapori, senza aggiungere né materie grasse, né sale (il sodio aumenta i rischi di ritenzione dei liquidi, incidenti cardiovascolari e facilita la formazione di cellulite);
  • Cucinare le verdure al vapore;
  • Utilizzare gli utensili di dosaggio appropriato: bicchiere dosatore, bilancia, …
  • Sostituire gli ingredienti calorici con altri più dietetici: lo zucchero con il miele, la farina di grano con la farina di mais, …
  • Far ricorso ad ingredienti naturalmente ricchi: riso integrale, leguminose (piselli secchi, lenticchie, fagioli secchi, …);
  • Preferire gli spaghetti di zucca a quello classici: la zucca ha un quarto delle calorie della pasta tradizionale;
  • Far ricorso a creme di oleaginose, come mandorle o noccioline, per limitare le calorie nei dessert;
  • Privilegiare i pesci e le carni magre: limitare il tonno, il salmone, il maiale, l’agnello e preferire il tacchino, il pollo, il vitello, il coniglio, il merluzzo, il merlango, …;
  • Sostituire le proteine animali con quelle vegetali. In 100 grammi di lenticchie, ci sono il 25% di proteine contro il 20% di proteine presenti in una hamburger. Lo sapevi?
  • Mangiare in un piatto piccolo: alcuni studi condotti negli USA su bambini obesi sono arrivati alla conclusione che la misura del piatto avrebbe la tendenza a condizionare l’appetito. Più piccolo è il piatto, meno grandi sono le porzione e più in fretta si proverebbe la sensazione di sazietà.

Saper cucinare dei piatti in modo sano offre un plus nutrizionale al tuo organismo senza privarlo del piacere del cibo: la frustrazione di essere sottomesso ad una dieta drastica può diventare contro produttivo ad un certo punto, perché si corre il rischio di riprendere le cattive abitudini.

Non sei convinto?

Grazie a dei corsi di cucina gastronomica, imparerai a conoscere meglio gli ingredienti, a conoscere quello che il tuo stomaco potrà apprezzare veramente.

Sai perchè è importante saper cucinare?

Conoscere meglio gli alimenti

Sfogliando un libro di cucina, ti viene desiderio di saperne di più sui benefici degli ingredienti e su come associarli. Sono numerosi gli studi e le classifiche che separano i buoni ingredienti e alimenti da quelli nocivi.

Attenzione però all’alito, che dopo una mangiata di aglio non sarà dei migliori, soprattutto in ufficio. L’aglio fluidifica il sangue, riducendo il rischio di ipertensione!

Corsi cucina per scoprire degli ingredienti miracolo

  • L’aglio: considerato un super alimento, è un potente antisettico, antiossidante e ritarda gli effetti dell’invecchiamento. Integrare nella cucina aglio e famiglia (cipolla, cipollotto, porro, …) permette di ridurre i rischi di incidenti cardiovascolari, di alcuni cancri e di altre malattie croniche;
  • La cipolla: avrebbe effetti di protezione contro il cancro allo stomaco e del tubo digerente. È ricca in potassio, fosforo, iodio, fluoro, ferro e vitamine. È un alleato anti cancro, per una buona circolazione sanguigna, anti diabete, rimedio per un buon pasto, sano, equilibrato;
  • Il porro: ricco in fibre, in vitamine e in minerali, il porro è originario del Medio Oriente. Ha effetti diuretici e anti infiammatori;
  • L’avocado: da cucinare con del limone, del salmone, dei gamberetti, è ottimo per gli acidi grassi insaturi, i lipidi e agisce sulla vista, la cicatrizzazione e reidrata la pelle;
  • Gli spinaci: ricchi in magnesio, folato, ferro, calcio, potassio. Possono proteggere dall’osteoporosi, dalle malattie del cuore, dal cancro del colon o dall’artrite.
  • Il cavolo: il cavolfiore, i cavoletti di Bruxelles, i broccoli e tutta la famiglia aiutano a purificare il fegato, a regolare il tasso degli zuccheri nel sangue, a combattere delle forme aggressive di cancro alla prostata. I broccoli contengono molta più vitamina C delle arance;
  • Gli agrumi: arance, pompelmi, limoni, clementine aiutano a diminuire la pressione arteriale e il tasso di colesterolo, accelerano il processo di guarigione dell’organismo;
  • Carote e simili: aiutano a ristabilire il sistema immunitario.

Trova l’insegnante perfetto per dei corsi di cucina su Superprof!

Altri ingredienti

  • The verde: i grandi bevitori di the verde avrebbero il 16 % in meno di rischi di andare in contro ad un incidente cardio vascolare;
  • Pesce: gli omega 3 sono noti perché limitano i rischi di malattie coronariche;
  • Cioccolata nera: i polifenoli contenuti nella cioccolata migliorerebbero la circolazione sanguigna (ma il cioccolato deve essere almeno al 70%);
  • Salmone: ricco in vitamina D, il grasso di salmone è benefico per la pelle, sostituisce un’eventuale assenza di esposizione al sole;
  • Pomodori: per prevenire il cancro alla prostata, grazie al licopene, un antiossidante potente;
  • Ostriche: ricche di zinco, possono aiutare a limitare l’infertilità degli uomini.

Questa lista di alimenti sani non è ovviamente esaustiva. Ma imparare a cucinare con questi ingredienti ti inciterà a modificare le tue abitudini alimentari.

Abbandona i brownie, i dolcetti, la maionese e preferisci gli asparagi, l’aglio e le altre verdure.

Di fronte al mercato della ristorazione rapida, beneficiare di un laboratorio di cucina per tutti per avere un’alimentazione sana diventerebbe quasi uno strumento di salute pubblica.

Considera poi che conoscere perfettamente tutti questi ingredienti e, soprattutto, imparare a sposarli gli uni con gli altri, può consentirti di cucinare per fare colpo su qualcuno che ti piace!

A lezione di cucina per perdere le pessime abitudini alimentari

Il problema dell’obesità è molto esteso e se negli USA arriva ad interessare quasi il 30% della popolazione, anche in Europa la situazione non è molto rosea: il 15% della popolazione adulta sarebbe in sovrappeso o obesa!

Sarebbe meglio evitare, ma se proprio non ci sono soluzioni, pazienza! Vuoi lasciarti andare per una volta?

Quando non abbiamo il tempo di cucinare a mezzogiorno o dopo una giornata di lavoro, il desiderio di buttarsi sulla ristorazione rapida è forte: panini, kebab, tacos, pizza, calzoni, bibite, piatti surgelati, …

Sapevi che saper cucinare ti aiuta nella vita di tutti i giorni?

Tuttavia, fare tutto da soli porterà via meno tempo che ordinare ad un fast food.

Troppo chimico, troppo grasso, troppo zuccherato, troppo salato, povero di vitamine e in nutrimento, la ristorazione rapida è tuttavia cara e pericolosa da un punto di vista della salute.

Gli effetti nefasti della ristorazione rapida sulla salute, il budget (scopri anche come cucinare con un budget limitato), ma anche le sue ripercussioni sull’ecosistema sono in effetti oramai dimostrati: obesità, malattie cardiache, Alzheimer, cancri, inquinamento del suolo e del sottosuolo, dei fiumi e del mare, …

Numerose analisi e diversi studi sono unanimi a questo soggetto e solo la Casa Bianca sembra ostinarsi a smentirli.

Insomma, per la salute, meglio cucinare a casa propria che ricorrere ai piatti industriali o alla ristorazione rapida.

Ecco alcuni argomenti che sottolineano l’importanza della cucina a domicilio:

  • I menu dei fast-food contengono troppi lipidi e troppi zuccheri aggiunti;
  • Più spesso mangi al fast-food e più gli apporti in micro nutrimenti saranno scarsi;
  • I menu della ristorazione rapida sono saturi di grassi e di calorie;
  • Comportano anche l’utilizzo di molto sale, pericoloso per la salute.

Per evitare le cattive abitudini, consulta delle ricette di cucina online: ne puoi trovare veramente tantissime in poco tempo.

Corsi cucina per il piacere personale

Cucinare è una conoscenza fondamentale. Per alcuni è un’arte, per altri un mestiere.

Ma si tratta anche e prima di tutto di un piacere! La cucina è divertente, è un modo di condividere e di stare in famiglia, tra amici e di consolidare i legami sociali.

Dopo aver seguito qualche corso di cucina, sarai in grado di sfruttare appieno tutto quello che hai in frigo. Amici a casa questa sera? Stupiscili!

Fino a pochi decenni fa i ruoli a casa erano nettamente separati: gli uomini al lavoro e le donne ai fornelli. Le donne erano per lo più escluse dal mercato del lavoro e la loro funzione sociale era limitata all’educazione dei figli e a preparare la cucina per la famiglia.

Ma ora c’è l’emancipazione della donna e entrambi i sessi cucinano dopo il lavoro e entrambi imparano le basi della cucina: insomma, cucinare è diventata un’attività con cui rilassarsi e divertirsi.

Ciononostante, il piacere della cucina sembra ancora essere limitato alle categorie socioprofessionali agiate o favorite, mentre nelle classi popolari, la cucina è ancora vista come una corvée.

Più i titoli di studio e i redditi sono elevati e più il desiderio di praticare la cucina cresce.

  • Il 31% dei laureati o delle persone più ricche desiderano passare meno tempo in cucina, a fronte di un 50% delle classi più povere. Perché? Perché le categorie sociali più fortunate (dirigenti, professionisti, intellettuali, …) possono permettersi più corsi di cucina per costruirsi un’educazione alimentare, mentre per le classi popolari stare ai fornelli è solo uno dei tanti compiti da svolgere durante la giornata;
  • Il 29% delle persone stima che il savoir faire culinario permette di ridurre il budget per l’alimentazione; il 20% pensa alla cucina come un modo di condividere e di stare assieme;
  • Focalizzandosi corpo e anima su tagliere, pentole e alimenti, l’apprendista cuoco libera il cervello dallo stress, dai pensieri negativi, dalle tensioni e si rilassa.

Imparare a cucinare e farlo con brio sarebbe una competenza dai molteplici benefici: essere in buona salute, rilassarsi e godere di un savoir faire altruista e gratificante.

Se ti stai chiedendo come imparare la cucina in modo facile per preparare dei piccoli e sani piatti, variegati e semplici, troverai numerosi video su YouTube e diversi corsi di cucina online che ti permetteranno di imparare gratuitamente.

Seguendo queste lezioni di cucina, potrai diventare chef a domicilio di cucina italiana, francese oppure partire alla scoperta di culture culinarie diverse dalle nostre, come quella giapponese o quella indiana.

Lezioni di cucina vegetariana o vegana per vivere meglio

Eliminare carne e latticini riduce il rischio di malattie cardio-vascolari. L’alimentazione vegana o vegetariana utilizza frutta e verdura come base per ogni piatto.

Fino a pochi anni fa, coloro che seguivano una dieta vegetariana o addirittura vegana incontravano serie difficoltà nella vita quotidiana, poiché questo genere di alimentazione era scarsamente preso in considerazione dai ristoranti e dagli altri servizi di ristorazione.

Al giorno d’oggi invece, diventa sempre più semplice rinunciare alla carne e al pesce e, per i più coraggiosi, altri altri prodotti di derivazione animale.

Diversi studi hanno infatti mostrato l’impatto positivo che una dieta vegetariana o vegana equilibrata può avere sull’organismo.

Ecco alcuni vantaggi di una dieta di questo tipo:

  • escludere gli alimenti di origine animale spinge ovviamente ad aumentare le quantità di frutta e verdura nella nostra alimentazione, rendendola così ricca di vitamine e minerali preziosi per il nostro organismo.
  • la dieta vegana, se elaborata correttamente, contiene meno grassi saturi di quella onnivora e facilita quindi il dimagrimento.
  • Sempre grazie all’eliminazione dei grassi saturi e del colesterolo, il veganismo permette di prevenire malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete di tipo 2 (il più diffuso) e alcuni tumori.
  • Contrariamente a quanto si crede, la dieta vegana può anche ridurre il rischio di osteoporosi.
  • una dieta vegana è estremamente positiva per l’ambiente: la produzione di carne, pesce e latticini e infatti la prima causa di produzione di Co2.

Chi rinuncia ai prodotti di derivazione animale lo fa quindi spesso per ragioni salutistiche, etiche e ambientali. Ma questo tipo di alimentazioni comportano un altro grande vantaggio: quello di incoraggiare le persone a sperimentare in cucina.

Disponendo di meno ingredienti base rispetto agli onnivori, i cuochi vegetariani o vegani imparano infatti ad utilizzare le materie prime di cui dispongono in maniera molto più fantasiosa, dando vita a piatti originali, elaborati e deliziosi che nulla hanno da invitare ai loro corrispettivi con carne, latticini o pesce.

Diventare vegetariano o vegano può anche essere una scelta temporanea, dettata dalla semplice curiosità culinaria. Perché non provi a importi una sfida, rinunciando per un mese intero a qualsiasi prodotto di origine animale, e vedi come te la cavi in cucina?

Puoi anche contattare un insegnante di cucina su Superprof per farti trasmettere le basi della cucina vegetariana e vegana e scoprire quali alimenti si usano per sostituire la carne, il pesce, il latte, le uova e il formaggio.

O in alternativa, dai un’occhiata ai corsi e agli atelier di cucina veggie che si svolgono nella tua città!

I vantaggi della dieta vegetariana e vegana sono ben conosciuti al giorni d'oggi. Moltissime celebrità hanno deciso di abbracciare uno stile di vita vegano o vegetariano, ispirando i loro fan a fare lo stesso.

Molti personaggi famosi, appartenenti al mondo dello spettacolo, del cinema, della musica, della scienza o dello sport, sono dichiaratamente vegani o vegetariani. Ne citiamo qualcuno:

  • Paul McCartney
  • Morrissey, cantante dei The Smiths,
  • Natalie Portman,
  • Pamela Anderson,
  • Tobey Maguire,
  • Margherita Hack,
  • Carl Lewis,
  • Martina Navratilova,
  • Mirco Bergamasco
  • Myke Tyson,
  • Molti altri…

Che tu sia vegano o vegetariano, a lungo o a breve termine, se dovessi scoraggiarti in alcuni momenti, ispirati a questi personaggi per fare del bene a te stessi e all’ambiente!

Imparare a cucinare con i prodotti di stagione per mantenersi in forma

Un altro modo per mantenersi in forma e farsi del bene è quello di regole la propria alimentazione con ciò che offre la terra, mangiando solo frutta e verdura di stagione e se possibile prodotta localmente.

Ecco qualche esempio di frutta e verdura di stagione che può aiutarti a capire quali alimenti possono essere facilmente trovati e consumati nei diversi mesi dell’anno:

La zucca, ad esempio, è estremamente associata all'autunno e all'inverno. Nutrirvi rispettando il naturale cicli delle stagioni vi permetterà di apprezzare ancor di più gli alimenti che non si trovano tutto l’anno!

  • Gennaio: Broccoli, carciofi, melograno
  • Febbraio: porro, kiwi, spinaci
  • Marzo: asparagi, cipollotti, barba di frate (agretti)
  • Aprile: Fragole, piselli, luppolo.
  • Maggio: Ciliegie, cicoria, nespole.
  • Giugno: Zucchine, melanzane, albicocche.
  • Luglio: peperoni, pomodori, cetrioli
  • Agosto: sedano, ceci, pesche
  • Settembre: patate, finocchi, fichi.
  • Ottobre: cavolini di Bruxelles, zucca, uva.
  • Novembre: cavolfiore, mandarini, cachi.
  • Dicembre: radicchio, cavolo, mandaranci.

Ma rispettare il ritmo della natura seguendo il ciclo delle stagioni non farà bene soltanto all’ambiente: i prodotti di stagione, coltivati in maniera naturale, contengono più nutrienti e meno pesticidi, non hanno bisogno di condizioni artificiali e forniranno al tuo corpo tutte le vitamine e i minerali di cui avrà bisogno.

Inoltre, mangiare prodotti locali e di stagione costa meno. Dal momento che gli ortaggi non hanno bisogno di serre e di attrezzature particolari per crescere, si abbattono molti dei costi di produzione. E se compri prodotti a km 0 il risparmio sarà ancora più importante, perché eliminerai anche i costi di trasporto.

Informati sui mercati alimentari nella tua zona: spesso vi si possono comprare frutta e verdura direttamente dal produttore!

I benefici della cucina sulla vostra mente

Fino ad ora ci siamo concentrati sui vantaggi della buona cucina sulla vostra salute, parlando di perdita di peso, di alimentazione sana, riduzione del colesterolo, ecc…

Ma le lezioni di cucina possono anche farti molto bene dal punto di vista della mente! Perché? Perché concentrarti su un’attività che ti permetterà di produrre un risultato in tempi relativamente brevi, ti permetterà di liberare la mente dai problemi della vita quotidiana, ritagliandoti uno spazio in cui la tua sola preoccupazione sarà quella di ottenere un piatto delizioso!

Un buon piatto trasformerà qualsiasi broncio in un sorriso! La cucina può avere un effetto davvero positivo anche sull’umore!

E al di là dell’attività in sé, che ti permetterà di distrarti e di concentrarti sulla ricetta che strai preparando, ricorda che alla fine del percorso potrai gustarti un delizioso piatto a cui avrai dato vita con le tue stesse mani!

Molto meglio che tornare a casa la sera e scaldare un piatto pronto nel forno a microonde, no?

Inoltre, cucinare non è tanto un’attività individuale, quando un piacere collettivo.

In primis, i corsi di cucina di gruppo ti permetteranno di incontrare tanti altri appassionati che condividono il tuo amore per la buona cucina. Potrete organizzare scambi culinari o pranzi per scoprire i migliori ristoranti della città e ispirarvi ai loro piatti più prelibati.

In secondo luogo, se diventerai un cuoco provetto, potrai organizzare numerose cene a casa tua, magari a tema, invitando i tuoi amici, i tuoi colleghi o i tuoi familiari.

Rimarranno tutti a bocca aperta davanti alla squisitezza dei tuoi piatti, e finita la cena non vedranno l’ora di ricevere il prossimo invito per viziare ancora le loro papille gustative!

Fate attenzione a non organizzare questo tipo di cene troppo spesso però, o finirete col trovarvi la coda davanti alla porta di casa e dover aprire un ristorante!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar