Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come usare la lingua latina per iscritto

Di Catia, pubblicato il 11/04/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Latino > Corso di Latino: Si Può Imparare a Scrivere?

Feriis caret necessitas – La necessità non ha ferie.” Proverbio latino

Imparare a scrivere il latino richiede molto lavoro!

Uno studente che vuole imparare il latino non avrà certo problemi con le 23 lettere dell’alfabeto latino! Ci sono 2 lettere in più rispetto all’alfabeto italiano: la x e la y. Si tratta però di simboli che siamo abituati a usare, soprattutto per le parole di origine straniera.

Le difficoltà dello scritto in latino non riguardano quindi le lettere, quanto la coniugazione dei verbi e il vocabolario latino.

Pronti per un corso di latino base?

Imparare il latino scritto con un libro di testo

L'insegnamento del latino nel Medioevo si fonda sulla ripetizione e riproduzione di brani anche senza capirne il significato. Nel Medioevo il latino continua a essere la lingua della cultura e della scienza!

Oggi imparare il latino è molto più semplice rispetto a qualche secolo fa. Nel Medioevo, infatti, imparare questa lingua significava innanzitutto conoscere a memoria le declinazioni, anche se non necessariamente si capiva il significato delle parole. La lezione di latino consisteva nel ripetere delle parole a memoria di fronte al proprio maestro.

Si imparava a costruire le frasi per imitazione, mentre le coniugazioni venivano imparate a memoria senza applicarle.

Gli studenti erano totalmente dipendenti dal proprio maestro, unico depositario di una lingua che, a torto o a ragione, era già considerata morta.

Mentre le lingue volgari prendevano il sopravvento, il latino medioevale continuava a essere la lingua della classe dirigente, della cultura, della conoscenza umana, oltre a essere la lingua della Chiesa.

Ecco perché il latino continuava a essere la base dell’istruzione in Europa, anche se l’insegnamento era puramente mnemonico.

Diversi approcci allo studio del latino in Italia

In Italia il metodo gesuita fondato sulla ripetizione domina lo studio dei classici latini e greci per molti secoli.

Bisogna attendere il XIX secolo per vedere comparire il primo manuale per l’insegnamento del latino contenente dei testi da tradurre.

L’antichistica di origine tedesca, porta all’attenzione di tutti un nuovo modo di studiare i classici. Non si trattava più di ripetere ad alta voce regole grammaticali per impararle a memoria, bensì per metterle in pratica.

Il modo per usare le regole apprese è tradurre i grandi testi della letteratura latina e greca per far rivivere i miti, la filosofia, la poesia dei maggiori autori.

Questo metodo d’insegnamento della lingua latina è stato perfezionato nel corso del XX secolo: ogni lezione di latino approfondisce il vocabolario, la grammatica e una vasta produzione letteraria. Alcuni approcci più recenti mettono in luce le espressioni latine ancora usate in italiano.

Da subito però, si pone un grande interrogativo. E’ sufficiente tradurre dei brani in latino per imparare questa lingua?

La risposta è sicuramente no, ma il metodo della traduzione trova delle argomentazioni a favore e contro abbastanza singolari:

  • Da una parte, c’è chi dice che con la traduzione si va oltre le regole grammaticali. Tradurre ti insegna un metodo, un approccio allo studio che può essere adottato in ogni ambito, dalle lingue straniere alla medicina. Conclusione: non ha importanza se non sai parlare o scrivere in latino, l’importante è il percorso di studi che fai per conoscere la cultura latina.
  • Dall’altra, c’è chi dice che il metodo della traduzione continua a essere un esercizio inutile. Conosci le regole, le sai applicare ma, senza dizionario, non conosci neanche il vocabolario base del latino. Conclusione: il metodo della traduzione non è un esercizio valido per imparare il latino e quindi, non può essere utile neanche per lo studio delle lingue moderne, come l’inglese.

Di fatto lo studio del latino nella scuola italiana si fonda sulla grammatica e la traduzione di brani di letteratura. Nessuno studente italiano, neanche quelli che frequentano il liceo classico, possono dire di essere “fluenti in latino”. Tuttavia, ci sono degli approcci diversi allo studio del latino che viene trattato come ogni altra lingua straniera.

Metodi alternativi per imparare il latino

Negli Stati Uniti, per esempio, padre Most ha sviluppato un metodo moderno per imparare a leggere e scrivere il latino. Attraverso l’osservazione e l’assimilazione, lo studente si immerge nella lingua latina, così come farebbe con qualunque altra lingua straniera.

Ovviamente il latino è una lingua morta, visto che non viene usato per la comunicazione quotidiana da nessun popolo, e una totale immersione non è possibile. Tuttavia, questo metodo ha il pregio di mettere l’accento sulla deduzione delle regole grammaticali piuttosto che sull’apprendimento a memoria.

Con questo metodo è più facile imparare il latino scritto e orale visto che i vocaboli latini e le regole grammaticali vengono spiegati usando un linguaggio più familiare e moderno.

Un altro metodo che ha conquistato latinisti di tutto il mondo è il metodo Orberg chiamato così dal suo inventore, il linguista e latinista danese Hans Henning Orberg. Anche questo aspira a un apprendimento naturale della lingua attraverso un manuale redatto interamente in latino. I testi, ovviamente, sono graduati e permettono di cogliere il significato delle parole dal contesto, anche senza l’ausilio di un dizionario.

La grammatica non viene insegnata prima della lettura del testo, ma dopo. Insomma, il latino e il greco vengono insegnati così come si insegna l’inglese o il francese come lingua straniera.

Quali sono i vantaggi del metodo Orberg?

Con degli esercizi mirati lo studente impara a pensare in latino, piuttosto che a tradurre. Se aiutato da un insegnante competente questo metodo può fare miracoli, ma se si è autodidatti bisogna essere davvero motivati!

Esercitarsi a tradurre dall’italiano al latino

E' difficile imparare il latino a scuola se non sai come fare le versioni. Le versioni sono parte integrante di un corso di latino a scuola!

Come si impara il latino a scuola?

La risposta è ancora molto semplice: attraverso il metodo tradizionale della grammatica e della traduzione. A differenza del metodo naturale, il metodo tradizionale tratta il latino come una lingua morta, per cui non è richiesto pensare e parlare in  latino.

L’idea predominante nella scuola italiana è che saper tradurre dal latino all’italiano aiuti a sviluppare delle capacità di ragionamento logico-matematiche, oltre a conoscere le grandi opere dei classici.

L’insegnamento del latino è quindi incentrato sullo studio della grammatica e, in particolare, le declinazioni e le coniugazioni. E’ impossibile imparare a tradurre un testo senza conoscere un minimo di vocabolario e la declinazione delle parole.

Per cominciare a tradurre dal latino all’italiano si parte dalle versioni meno complicate in modo da capire l’ordine della frase e l’uso delle declinazioni, magari dopo averle lette a voce alta con una corretta pronuncia latina.

Fare le versioni è un modo per espandere il vocabolario. Potresti farti degli schemi e cercare di usare i nuovi vocaboli creando semplici frasi.

Leggendo i testi latini noterai che alcuni sono praticamente senza punteggiatura, altri sono scritti interamente in maiuscolo. La frase latina non risponde alle stesse regole della frase in italiano.

Un tempo, gli studenti non si limitavano a tradurre dal latino all’italiano ma svolgevano anche delle difficili prove di scrittura in latino. Non si trattava solo di brevi frasi per esercitarsi ma di veri e propri temi.

Oggi l’esercitazione dall’italiano al latino non è molto comune e neanche obbligatoria. Se ti dovesse capitare, però, è meglio essere preparato. Lo studio autonomo in questo caso può essere un po’ complicato, se non hai qualcuno che può correggere i tuoi errori.

Imparare a scrivere in latino grazie alla letteratura

La letteratura latina ti aiuta a esercitarti e capire meglio questa lingua antica. Con i classici della letteratura impari meglio il latino!

Qualunque lingua tu debba imparare, l’inglese, il francese o l’arabo, è sempre molto utile leggere dei libri in lingua originale.

In questo modo espandi le tue conoscenze, senza dover fare grandi sforzi mnemonici perché capisci il significato delle parole dal contesto.

Esistono centinaia di ottimi manuali di letteratura latina che puoi usare per approfondire la conoscenza dei classici:

  • Letteratura latina, di Gian Biagio Conte
  • Storia e testi della letteratura latina, di Peruttelli, Paduano, Rossi
  • Letteratura latina, Carocci editore

Se vuoi uscire fuori dagli schemi scolastici e cominciare a parlare il latino come se fosse una lingua viva puoi cercare di leggere dei testi moderni tradotti in latino. Ecco qualche esempio che ti potrebbe interessare:

  • Insula Thesauraria, L’isola del tesoro
  • Rebilius Cruso, Robinson Crusoe
  • Harrius Potter et Philosophi Lapis, Harry Potter e la pietra filosofale
  • Harrius Potter et Camera Secretorum, Harry Potter e la camera dei segreti

Puoi trovare la maggior parte di questi libri su Google Books. Leggere questi testi è un modo per migliorare la tua conoscenza del latino, mentre la letteratura ti aiuta a fissare meglio la storia del latino, oltre ad arricchire il tuo vocabolario.

Quando ti sentirai davvero a tuo agio con il latino potresti prendere dei testi antichi come il De Bello Gallico di Cesare o Le Orazioni di Cicerone. Sarebbe bello se parlare latino diventasse naturale come con la propria lingua madre o una qualunque altra lingua viva.

Imparare il latino grazie alla calligrafia

Le lezioni di latino possono essere estese alla calligrafia per imparare a scrivere nel modo giusto. Prossima tappa: scrivere un romanzo in latino!

L’arte della calligrafia non è soltanto riservata alla scrittura cinese. Detto in altri termini: non c’è bisogno di imparare il cinese per scrivere bene.

Imparare una lingua significa apprenderne la cultura e la scrittura è parte fondamentale dell’eredità culturale latina. L’evoluzione delle lettere latine ti racconta anche la storia dei Romani e del loro impero.

Se vuoi lanciarti in un corso di calligrafia o di bella scrittura in latino, è meglio dotarsi di alcuni elementi essenziali e dal fascino vintage: una penna stilografica, dell’inchiostro, una matita e un taccuino per allenarti nel latino scritto.

Su youtube trovi molti video che ti insegnano le basi della calligrafia.

Dopo averli guardati il corsivo non avrà più segreti per te, neanche nella lingua di Cicerone!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar