Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

La selezione musicale ideale per la tua sessione di yoga a casa!

Blog > Sport > Yoga > Che Musica Ascoltare nelle Lezioni di Yoga?

Riconosciuto per i suoi benefici, lo yoga è una disciplina ideale per imparare a rilassarsi e a prendere le distanze dai pensieri a volte opprimenti o onnipresenti.

Puoi sicuramente aggiungere musica alla tua lezione di yoga, potrebbe anche migliorare i suoi effetti benefici e permetterti di rilassarti in modo più profondo.

Un certo tipo di musica è perfetto per una sessione di yoga di successo, Superprof ti rivelerà la sua playlist preferita per fare yoga!

I benefici di una sessione di yoga con la musica

Non c’è niente di male nell’ascoltare la musica durante la tua lezione di yoga, al contrario!

Se ti eserciti a casa, avrai il vantaggio di poter scegliere la tua musica, cercando playlist musicali soft e rilassanti su Internet (YouTube, Spotify, web radio, …) o anche componendo la tua playlist!

Per lo yoga prenatale o per semplici esercizi di respirazione… si sa che il suono, che è una propagazione di onde meccaniche, migliora il flusso dei movimenti del corpo. Ma esistono anche molti altri benefici

La musica amplifica la sensazione di rilassamento e di comfort prodotta dalla pratica di asana e dai benefici dello yoga, in generale:

  • I suoni migliorano i movimenti del corpo.
  • La musica rende più facile svuotare la mente e quindi facilitare la meditazione alla fine della sessione, durante la postura del cadavere (o savasana), una delle posizioni più frequenti nelle sessioni di yoga.
  • La musica ben scelta può migliorare ulteriormente l’effetto calmante, rilassante e antistress dello yoga. Scorri la pagina per scoprire la selezione musicale di Superprof.

Perché non provare un corso con la musica? Quindi analizza l'impatto dei suoni sul tuo benessere. I suoni della natura possono migliorare gli effetti benefici di questa disciplina.

Rispetto ai benefici dello Yoga praticato con la musica, potremmo dire che la combinazione di musica e yoga può aiutare l’ispirazione e la concentrazione stimolando ricordi e pensieri.

Lo yoga calma il vortice di pensieri e una musica basato su determinate vibrazioni sonore può aiutarti a immergerti in uno stato di meditazione e rilassamento.

Scopri anche l’abbigliamento ideale per lo yoga!

Lezioni di yoga e musica: quale stile scegliere?

Vibrazioni, armonie ed energie positive, la musica ha un effetto tranquillizzante e può giocare un ruolo positivo nel processo di rilassamento del corpo e della mente.

Matilde, un’insegnante di yoga dinamico e insegnante di Superprof, è stata molto sorpresa quando è arrivata negli Stati Uniti e ha scoperto che le sessioni di yoga venivano eseguite seguendo la musica, a volte addirittura musica pop o hip hop.

Perché non chiedi al tuo insegnante di yoga di mettere un po 'di musica durante le lezioni? In un gruppo, non è facile imporre la musica.

All’inizio ero scioccata. Ma presto ho messo da parte i miei dubbi perché, in effetti, ho trovato tutto questo… super cool. Ora, mi piace praticare lo yoga con la musica – non sempre, ovviamente, ma penso che possa contribuire a creare un’atmosfera particolare, incoraggi il movimento e faciliti a lasciarsi andare…”

Parla anche dei brani musicali che puoi usare per accompagnare la tua lezione di yoga:

  • Bonobo, The North Borders. Produttore, compositore e DJ sulla scena britannica, Bonobo fa parte della famosa etichetta Ninja Tune,
  • Garth Stevenson, Flying. Originario di Brooklyn, questo contrabbassista e compositore di musiche per film è cresciuto nelle montagne del Canada occidentale, dove ha tratto ispirazione per i suoi album, tra cui Flying, un album di 57′ che rende omaggio a un viaggio in Antartide che ha cambiato la vita dell’artista. Beh, questa è una vera promessa… se con questo non riesci a rilassarti, non c’è nulla da fare per te,
  • Stevin McNamara, Om Guitar. Questo musicista sudafricano si descrive sul suo sito come specialista in chitarra acustica “dedicata allo yoga, al movimento, alla contemplazione, alla meditazione, al cuore, alla mente e all’anima!”

Scopri anche tutti i migliori accessori per lo yoga!

Quali artisti usare per accompagnare la tua lezione di yoga?

Come spiega Sabrina, insegnante di yoga di Roma, non esiste una regola fissa su quale musica usare.

“In realtà puoi usare qualsiasi stile, da Mozart a Justin Bieber ai Coldplay. Dipende da cosa ti soddisfa e cosa ti ispira sul momento.”

Semplice ed essenziale come suggerimento, giusto?

Puoi trovare facilmente artisti la cui musica sia compatibile con la pratica dello yoga su Internet (YouTube) o tramite app per smartphone come Spotify o Deezer.

Su Spotify, digita semplicemente “yoga” nel motore di ricerca interno e troverai diverse playlist, come:

  • Yoga Playlist
  • Yoga Harmony
  • Yoga Chill morning
  • Yoga (che contiene anche canzoni di Lana del Rey!)

Se sei amante degli anni 80 e 90 (ovviamente di musica di qualità) puoi anche pensare di spingerti verso altri generi e provare per esempio ad ascoltare qualche album di

  • Dead can dance
  • Lisa Gerrard
  • This mortal coil

Oppure provare con la musica di Arvo Part… un musicista classico assolutamente da scoprire!

Le canzoni in sanscrito (lingua tradizionale indiana) sono assolutamente esotiche e perfette per creare un’atmosfera rilassante. Prova ad esempio la canzone Hare Krishna o l’album Mantras for Life prodotto dalla cantante Deva Premal.

Perché non praticare lo yoga con una playlist che hai composto tu stesso? L’artista britannico Moby è un seguace dello yoga, ha persino creato la sua playlist!

Alcune playlist consigliate da Superprof:

Molti artisti contemporanei praticano lo yoga.

Questo è il caso di Moby che pratica molto yoga dinamico e condivide una playlist gratuita di 4 ore, sufficienti per coprire diverse lezioni di yoga online e non stancarsi! Puoi scaricarlo gratuitamente da WeTransfer, attraverso questo link o ascoltarlo in streaming su Spotify, SoundCloud, Apple Music o Deezer.

Il sito web della rivista Marieclaire ha inventato una playlist di 20 minuti molto Chill e specifica per Yoga, meditazione e rilassamento. Ideale per un corso di yoga espresso, al mattino prima di iniziare il giorno o la sera, prima di lasciarsi andare tra le braccia di Morfeo.

Se ami i social network, cerca preziosi consigli anche tra gli esperti di Yoga su Instagram e Twitter!

Quando ascoltare la musica durante lo Yoga?

Nel mondo di oggi, a meno che tu non viva nel deserto, il silenzio non esiste. Siamo costantemente stimolati, e talvolta disturbati, dai suoni che ci circondano.

Durante una lezione di yoga, dovrai imparare a gestire il silenzio. Se sei una yogini principiante, è possibile non riuscire a controllare i pensieri, che prenderanno il sopravvento e ti impediranno di godere appieno dei benefici dello stretching e dell’abbandono generare dovuto alla pratica dello yoga. Quindi la musica può aiutarti, creare un’atmosfera e liberare le tue emozioni.

Per le altre persone, trovare il silenzio può essere una pausa dal giorno che è appena trascorso, per avvicinarsi nel miglior stato d’animo possibile alla sessione di rilassamento.

Il consiglio di Superprof:

Se riesci a concentrarti sul tuo corpo e sulla tua respirazione, senza pensare ad altro, puoi continuare la tua sessione senza musica. Se senti che la tua mente è alla deriva e si aggira pensando al giorno passato al lavoro, ai bambini o alle commissioni che hai dimenticato di fare, la musica può aiutarti a concentrarti meglio sulle tue sensazioni.

Perché non fare la tua sessione di yoga di fronte al mare per essere cullato dal suono delle onde? Lo yoga è un invito alla meditazione, spetta a te capire se il silenzio fa per te!

Le persone che sono abituate alla meditazione o alla concentrazione possono riscontrare i benefici della pratica dello yoga in totale silenzio (pensate ai grandi monaci buddisti). Man mano che le tue sessioni di yoga progrediscono, potresti non sentire il bisogno di ascoltare la musica. È possibile che col tempo la tua pratica yoga evolva. Capirai allora che non esiste una risposta univoca sull’uso della musica, è una questione personale!

Se pratichi yoga in una scuola (yoga Torino o altrove), la scelta di ascoltare musica durante una lezione spetta all’insegnante. Se non c’è, niente ti impedisce di chiedergli o di portare il tuo iPod e una cassa!

Durante una lezione di yoga di gruppo, la musica può interferire con l’insegnante che impartisce istruzioni per eseguire i diversi asana. Diversamente, da solo a casa o con un corso con un personal trainer Superprof, sentiti libero di provare l’opzione musicale e vedere quali conseguenze ha sul tuo corso.

Durante il rilassamento finale, è meglio non usare la musica o fermarla. Come spiega Andrea, insegnante certificato, con oltre 200 ore di Hatha Yoga e Vinyasa Yoga alle spalle:

“Non amo mettere musica di accompagnamento durante lo Savàsana (il rilassamento finale durante il quale restiamo sdraiati per alcuni minuti sul dorso lasciando il corpo a rilassarsi e sentirsi ancorato al suolo).”

Personalmente, ho provato una sessione di yoga con la musica fatta con rumori naturali (acqua che scorre, i suoni della natura, le cascate….) e quel tipo di melodia armoniosa può aiutare a portare il tocco finale benessere . Ma attenzione, il rischio di addormentarsi è davvero dietro l’angolo!

Scopri anche tutte le app per lo yoga da scaricare sul tuo smartphone!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar