Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

I migliori accessori per le tue lezioni di yoga!

Di Igor, pubblicato il 23/01/2018 Blog > Sport > Yoga > I Materiali Richiesti per un Corso di Yoga

Vinyasa, Ashtanga, Hatha Yoga, yoga dinamico… Quali accessori richiedono?

Un abbigliamento adeguato per lo yoga è essenziale per essere comodo e mantenere i tuoi asana, nonché un minimo di materiale per garantire una sessione di yoga con il 100% di comfort.

Hai prenotato la tua prima lezione di yoga a Milano o Torino con un insegnante di yoga?

Ti sei appena iscritto a una scuola di yoga?

Non perdere tempo su Internet per cercare l’attrezzatura necessaria, Superprof ha fatto tutto il lavoro di ricerca e ti svela tutti i segreti!

Il tappetino: obbligatorio nel centro yoga come a casa!

Primo accessorio necessario: il tappetino, sul quale realizzi le tue posizioni, il rilassamento del corpo e gli esercizi di respirazione.

Quest’ultimo è un denominatore comune per molti corsi: pranayama, yoga prenatale per la donna incinta, Bikram yoga, pilates, meditazione yoga, hatha yoga…

Innanzitutto, puoi usare tranquillamente i tappeti forniti dalla scuola di yoga o dallo studio di yoga che stai frequentando. Si noti che alcuni studi addebitano 1 o 2€ per il noleggio di tappeti. Se pratichi regolarmente, potrebbe valere la pena investire in questo prodotto, per diversi motivi:

  • Sarai sempre più a tuo agio sul tuo tappetino personale rispetto a uno della palestra. Lo spessore della schiuma di cui hai bisogno dipende moltissimo dal tuo corpo… è meglio avere sotto la schiena un modello che soddisfi davvero le tue esigenze!
  • È più igienico! Immagina (o anche no) le centinaia di piedi che possono averlo calpestato nel tempo… e buon divertimento!
  • Dopo un po’, avere un tappetino per lo yoga sarà meno caro rispetto a un affitto settimanale e potrai persino risparmiare!

Possedere il tuo tappetino è una buona idea se hai intenzione di frequentare un corso di yoga. Attenzione: assicurati di stare a piedi nudi o con le calze sul tappetino in modo da non sporcare il tappetino con le scarpe! Pensa anche agli altri, esistono degli spray disinfettanti da spruzzare sul tappetino una volta terminata la tua sessione di yoga!

4 fattori per scegliere il tappetino giusto!

Perché non comprare un tappetino da yoga proveniente al 100% dal commercio equo e non usare sostanze chimiche tossiche come il PVC? Il tappetino yoga è l’indispensabile strumento di lavoro di una yogini!

 

Dopo aver scelto la giusta app per lo yoga, è ora di passare al tappetino!

Ecco qui brevemente spiegati i criteri chiave da tenere in considerazione quando si decide di acquistare un tappetino per lo yoga:

  • Spessore: logico, più è spesso, più il tappetino diventa confortevole. Ma può anche diventare più scivoloso e questo può essere un problema, specialmente se si tende a sudare troppo!
  • Leggerezza: dovrai portare il tuo tappetino da casa tua alla tua lezione di yoga, senza dimenticare il tuo posto di lavoro se non arrivi da casa. Fai attenzione a non scegliere una “nave da crociera” che ti darebbe fastidio sui mezzi pubblici, specialmente se fai yoga a Roma!
  • Materiale utilizzato. Essendo una disciplina che armonizza corpo e mente, lo yoga è in sintonia con la solidarietà e l’economia equa e l’agricoltura biologica. Non c’è da meravigliarsi che gli yogi preferiscano comprare un tappetino fatto con materiali riciclati piuttosto che un prodotto derivato dal petrolio! I tappeti in PVC sono generalmente quelli che aderiscono meglio ma sono anche i più tossici. Navigando un po’ sul web, troverete tappetini di cotone organico al 100% o fatti con un mix di piante (come ad esempio una miscela di lattice e canapa), garantito, senza PVC. E via a questo punto con vinyasa yoga o yoga dinamico eco-responsabile!
  • Il prezzo è ovviamente un criterio importante. Vedrai tra poche righe che esiste un vero business su questo accessorio, il cui costo può variare tra i 10 e i 100€.

Per riconoscere a colpo sicuro un tappetino yoga sul mercato, sappi che è molto spesso rettangolare, misura 180 cm di lunghezza e 70 cm di larghezza e ha uno spessore di circa 5 mm.

Dal punto di vista del budget, considera circa dieci euro per il primo prezzo fino a 50 € per un tappetino di altra gamma ultraleggero costituito di gomma biodegradabile e riciclata, senza silicone o ftalati e tinto con colori a base d’acqua. È facile e veloce trovare il tappeto adatto allo yogi che è in te!

Ecco come iniziare al meglio la tua lezione di hatha yoga o vinyasa yoga!

Perché non investire in un tappetino yoga privo di ftalati e proveniente dal commercio equo e solidale? Meglio un tappeto per lo yoga di fibre naturali

Accessori essenziali per la tua sessione di yoga

La maggior parte delle volte, le scuole o le organizzazioni che offrono corsi o corsi di yoga forniscono ai loro membri / allievi tutti gli accessori necessari per svolgere la loro sessione di yoga. Ecco alcuni dei prodotti che puoi trovare:

  • Un tappetino per sdraiarsi ed eseguire le posizioni (asana). Ben imbottito, preferibilmente, per evitare di spaccarsi la schiena e prendere freddo a contatto con le piastrelle, per esempio.
  • I Questi possono servire sia come supporto fisico in determinate posizioni, come il loto, per impedire che il bacino e il sacro vengano compressi a terra.
  • I cuscini per la meditazione, di forma ovale, sono particolarmente adatti per la meditazione in posizione seduta accovacciata, sui talloni. Offrono una seduta ampia e stabile e saranno perfetti per le persone che non sono molto flessibili o molto alte. Consideriamo circa cinquanta euro per questo tipo di prodotto.

Tutti questi accessori saranno in grado di servirti per le diverse lezioni di yoga online sul mercato:

  • Hatha yoga, accessibile a tutti (lo stretching è stato ispirato da questa disciplina),
  • Ashtanga yoga (yoga molto dinamico),
  • Vinyasa Yoga (noto anche come Hatha Flow)
  • Kundalini yoga (che serve a sviluppare la consapevolezza verso il sentiero dell’illuminazione)
  • Yoga Nidra (per migliorare il sonno)
  • Iyengar Yoga (che utilizza supporti come cinghie, mattoni, coperte e corde per facilitare le posture).

Se la tua posizione preferita è con le ginocchia piegate e seduto sui talloni, opta invece per una panca per la meditazione, una sorta di minuscolo sgabello in legno per sederti comodamente in questa posizione e tenere più a lungo e senza dolore questa posizione. Considera una spesa compresa tra 50 e 100 € per questo tipo di prodotto.

Oggi online puoi sicuramente trovare una vasta gamma di prodotti e di soluzioni adatti a ogni budget, perciò sono certo che troverai ciò che cerchi… magari prova a optare per qualcosa di prodotto con materiali sostenibili… lo yoga non è solo una disciplina sportiva, ma anche una filosofia di vita e un modo per contribuire al benessere del pianeta di cui fai parte anche tu.

Perché non provare la panca per meditazione per mantenere questa posizione più comodamente? Ecco i classici blocchi utilizzati in alcuni tipi di Yoga.

Cinghie e blocchi sono anche usati in alcuni tipi di lezioni di yoga come lyengar e Vinyasa. Altri stili di yoga che prevedono la meditazione possono anche richiedere l’uso del mala.

Il mala è una collana di 108 perle che possono essere fatte di legno, plastica, semi o qualsiasi altro materiale e viene usato per la concentrazione e la recitazione dei mantra.

La posizione del loto (o padmasana) è una postura seduta, usata nell’hatha-yoga. È anche usata come posizione di meditazione dai buddisti. Ecco come eseguirla correttamente: le ginocchia dovrebbero toccare terra e la schiena dovrebbe essere diritta. Non forzare se non si riesce a  raggiungere immediatamente questa postura e provare la posizione del Mezzo-Loto. Un cuscino per lo  yoga piuttosto spesso o un piccolo sgabello su cui sedersi possono servire come supporto per questa postura. Se hai altri dubbi prova a guardare questo video.

L’accessorio scelto correttamente può aumentare i benefici dello yoga, favorire il distacco e una meditazione più profonda.

Cosa non deve mai mancare? Anche la playlist ideale per lo yoga!

Come scegliere il proprio abbigliamento yoga?

Non dovrai rovinarti per la tua sessione di yoga.

Tieni sempre presente che il tuo abbigliamento deve essere comodo e ampio, per non limitare i movimenti. Per il codice di abbigliamento, tutto dipende dalla tua pratica:

Una sessione di yoga a settimana: un vestito economico!

Hai iniziato la pratica dello yoga dinamico?

Stai provando una sessione di yoga gratuita per vedere se ti piace?

Non è necessario investire in un completo yoga specifico! Cerca di scegliere:

  • Una base da jogging piuttosto larga o leggings abbastanza spesso per muoverti facilmente,
  • Una canotta o una maglietta attillata per evitare che scivoli
  • Un comodo maglione per il riscaldamento e il rilassamento finale.

Questo è tutto, sei pronto!

Se ami i social network, puoi seguire anche gli esperti di Yoga su Instagram e Twitter!

Lezioni di yoga più volte alla settimana: abbigliamento tecnico consigliato

Pratichi Yoga almeno una volta alla settimana o più?

Sei tentato da uno stage di yoga?

Superprof consiglia l’abbigliamento specifico:

  • Leggings sportivi,
  • Reggiseno e / o canotta
  • Oltre a materiali più tecnici come il poliestere, l’elastane (fibra che conferisce elasticità al tessuto) e la lana merino con le sue incredibili proprietà termo-regolatrici.

Perché non praticare lo yoga fuori casa usando l'arredo urbano? Una lezione di yoga “all’esterno” ti permette di comunicare con la natura

Se pratichi Bikram (dal nome del suo creatore Bikram Choudhury) o hot yoga, puoi permetterti di indossare solo un reggiseno e pantaloncini, per disperdere il calore e sudare più facilmente, se non ti danno fastidio gli sguardi degli altri!

Lezioni di yoga: perché non esercitarti a casa?

È possibile eseguire le sequenze di posture yoga a casa?

Assolutamente! Se la tua agenda è piena di impegni, puoi decidere di fare la tua sessione di yoga dinamico, kundalini yoga, vinyasa yoga o ashtanga yoga direttamente a casa optando per una lezione via webcam con un insegnante di yoga con sede a Roma, Milano o qualsiasi altra città.

Federica di Milano è una yogini di Superprof che è stata addestrata all’insegnamento dello yoga presso lo Sivananda Yoga Vedanta Center, Bahamas. Offre lezioni di Hatha e Vinyasa yoga anche a domicilio per aiutarti a sviluppare flessibilità, rilassarti o semplicemente ricollegarti con il tuo corpo e recuperare energia. Offre anche lezione via webcam… e la prima lezione di prova è gratuita! Un ottimo modo per scoprire lo yoga!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar