Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

A che prezzo proporre il tuo corso yogi?

Di Igor, pubblicato il 25/01/2018 Blog > Sport > Yoga > Come Decidere la Tariffa della Tua Lezione di Yoga?

I soldi sono alla base delle guerre nel mondo. Ognuno di noi fa più che può per guadagnare bene e vivere bene!

Vuoi insegnare Yoga per vivere? Come unica fonte di reddito? O a tempo parziale? Leggi questo articolo e decidi!

Allora, dai! Decidi. Lo Yoga significa elevazione dello spirito, ma torniamo coi piedi per terra per parlare davvero… di cose ”terra-terra”: quanti soldi chiedere per dare una lezione di Yoga?

Alla fine, leggi la nostra guida completa su come diventare un insegnante di Yoga!

Lezione di Yoga come professore dipendente o autonomo?

Per esercitare la tua passione e trasmettere la tua positività agli allievi, puoi fare due scelte:

  1. Essere impiegato
  2. Aprire una partita IVA e lavorare come autonomo.

Ovviamente le riflessioni relative alla remunerazione differiranno da un caso all’altro.

Quanto può guadagnare un insegnante di Yoga stipendiato?

Le sue posture sono sempre declinabili in una versione soft per neofiti e in una hard per avanzati. Oltre a tutte le condizioni intermedie. L’Hatha Yoga è una delle forme più praticate in Italia e quindi tra le più richieste dalle associazioni!

Se non sei proprio un appassionato della contabilità e delle questioni fiscali, non temere, puoi sempre informarti.

Come dici? Ti dedichi allo Yoga, che è la spiritualità portata all’estremo e preoccuparti della contabilità della tua attività ti sembra quanto meno contraddittorio? Forse hai ragione, ma purtroppo non vi sono molte soluzioni.

Se vuoi scegliere comunque la semplicità, diciamo che potresti optare per lo status di salariato presso una palestra privata, un’associazione. Questo ti eviterebbe quanto meno alcune pratiche meramente burocratiche.

I vantaggi dell’essere impiegato sono diversi:

  • Contributi pensionistici;
  • Maggiore sicurezza dal punto di vista dei rischi generalmente considerati;
  • Ferie pagate;
  • Busta paga certa a fine mese;

Ecco come organizzare un corso di Yoga.

Scegli la stabilità. Di solito, il salario andrà concordato, con una vera e propria contrattazione, col datore di lavoro. Gli annunci in cui si cercano insegnanti di Yoga, molto spesso, non indicano alcuna cifra.

Se sei principiante, ovviamente, non aspettarti di guadagnare più di tanto, almeno all’inizio.

Importante: la domanda di insegnanti di Yoga non è ampia. Di solito le palestre chiamano insegnanti di Yoga con partita IVA, in quanto questo le avvantaggia notevolmente a livello fiscale e le garantisce in caso di afflusso scarso di allievi o, peggio, di chiusura del corso per mancanza di persone interessate.

Insegnare Yoga come lavoratore autonomo

Essere insegnante di Yoga autonomo è un piacere per coloro che intendano esercitare questa passione con libertà. Si può decidere di mettere in piedi una piccola società unipersonale.

Tuttavia, non v’è stabilità, certezza. Occorre assicurarsi un flusso di allievi costante, continuando a promuoversi e a cercare in giro.

Oltretutto, non ti spetteranno ferie pagate, né indennità se dovessi fermarti con l’attività. Dovrai cercarti una protezione assicurativa per conto tuo.

Secondo le testimonianze degli insegnanti di Yoga che lavorano autonomamente, gli inizi possono non essere facili. Occorre qualche tempo per riuscire a farsi conoscere. L’agenda, all’inizio, non sarà pienissima. Ma la cosa potrebbe anche essere un vantaggio, consentendoti di svolgere altri compiti ed attività.

Meglio conoscere tutti gli aspetti della questione prima di lanciarti nell’avventura. Essere insegnante di Yoga indipendente comporta svantaggi e vantaggi!

Dati relativi al 2013, mettono in evidenza che gli insegnanti autonomi di Yoga raggiungono circa 1.000€ lordi al mese, chiedendo una tariffa massima di 30 euro all’ora.

Ecco come gestire una lezione di Yoga!

Impara a calcolare le tue tasse

Conviene ad ogni lavoratore autonomo saper effettuare, a monte, questo genere di calcolo previsionale.

Per fissare opportunamente la tua tariffa, evitandoti delle brutte sorprese a fine mese e a fine anno, è fondamentale che tu sappia calcolare i tassi di imposizione. Specialmente se hai anche innumerevoli spostamenti da svolgere.

Parliamo, per l’appunto, delle trasferte. Prendi l’auto o sfrutti i trasporti pubblici? Comunque sia, tutto un budget va previsto proprio a tal fine, da dedurre, ovviamente, dagli introiti mensili.

Un trucchetto: ora è finalmente possibile dare lezioni di Yoga a distanza tramite webcam. Questo ti consentirebbe di ridurre le spese mensili e di raggiungere una clientela anche lontana dalla tua zona di residenza (potresti anche varcare i confini nazionali, se sei bilingue). Ricordati di fare questa proposta ai tuoi allievi!

Un altro costo da considerare è quello relativo all’acquisto del materiale professionale da acquistare all’inizio:

  • Un tappetino di Yoga;
  • Uno Zafu per la meditazione;
  • Vestiti idonei che non ostacolino la respirazione né i movimenti (sarà meglio disporre di più cambi);
  • Un borsone da sport per trasportare il materiale ovunque;
  • Se ricevi gli allievi a casa tua (yoga a casa), ti toccherà sistemare appositamente una stanza del tuo domicilio, per adibirla alla pratica dello Yoga;
  • E perché non munirti, poi, di bigliettini da visita, di un sito internet accattivante e di tutto quanto possa agevolare la tua comunicazione?

E questa è solo una parte delle spese che dovrai affrontare, per prepararti ad esercitare la tua attività di insegnante di Yoga autonomo.

Andiamo al pagamento delle imposte. Se metti in piedi una piccola impresa personale, il 25 per cento almeno, dei tuoi introiti dovrà essere versato allo Stato.

Per finire, poi, tieni presenti i costi dei corsi di formazione ed aggiornamento. Se sei esperto di Hatha Yoga, potresti comunque volere, a un certo punto, specializzarti anche nello Yoga Bikram, nello Yoga Nidra o acquisire competenze nello Yoga prenatale: dovrai seguire una formazione di Yoga presso un istituto specializzato, magari all’estero (e magari addirittura in India!). Tutto ciò, inevitabilmente, comporta delle spese.

Perché non proporre lezioni di Yoga via webcam? Tu e l’allievo risparmiereste su costi e tempi di trasporto. L’auto: un mezzo di trasporto pratico, ma caro!

È un dato da tener presente, sia in termini di disponibilità del budget iniziale, sia in termini di possibilità di deduzione fiscale al momento della dichiarazione dei redditi.

Cosa aspetti? Digita ad esempio yoga torino, yoga roma (bikram yoga roma) oppure yoga cagliari per trovare testimonianze ed esempi di attività di altri istruttori!

I corsi di Yoga: remunerazione di un insegnante alle prime armi vs remunerazione di un istruttore di Yoga esperto

Vuoi conoscere 7 trucchi per insegnare correttamente ai tuoi allievi?

Ovviamente, tra un insegnante novizio ed un veterano dell’insegnamento dello Yoga correrà una bella differenza in termini di remunerazione sperata ed effettiva.

Le tariffe variano passando d auna città ad un’altra ed anche passando da un CV con relative referenze ed esperienze all’altro. 15 euro? 30 euro? 45 euro all’ora?

Passando da una grande città, come Milano, ad un piccolo paesino di provincia, si osserva un divario sorprendente. Un insegnante di Yoga può in effetti guadagnare 500€ mensili come anche 4.000! Eh già…

Altri dati relativi all’insegnamento dello Yoga dichiarato indicano:

  • 50% dei contratti a tempo determinato;
  • 70% degli insegnanti di Yoga lavorano meno di cinque ore a settimana;
  • 24% degli annunci concernono Milano città ed interland;

Ecco dei dati che ci aiutano a comprendere il mondo delle lezioni di Yoga attualmente. Soprattutto gli aspiranti insegnanti di Yoga indipendenti possono trarre vantaggio da questa lettura della realtà italiana concernente lo Yoga.

Si capisce bene che all’inizio della carriera come insegnante autonomo di Yoga si fatica a sbarcare il lunario.

Naturalmente, in seguito, si riescono poi a fissare tariffe vantaggiose da richiedere ai propri allievi.

Per il momento non siamo ancora ai livelli di certi Paesi esteri. Ad esempio, un’insegnante di Yoga che risiede a Montrèal riesce a guadagnare 25.000 dollari dando 11-13 ore di lezione a settimana.

Se si sceglie una soglia fiscale inferiore allo scaglione dei 40.000, e si considera una tariffa oraria di 30 euro orari, si capisce che in 52 settimane si dovranno dare 21 ore di lezione a settimana.

Si tratterebbe di una forma di pubblicità gratuita, che arriverebbe a tutti, ad ogni latitudine del paese. Come la dott.ssa Melissa West, perché non farti conoscere tramite il podcast?

Esempi di tariffe praticate in giro per l’Italia dagli insegnanti privati per una lezione di Yoga

I nostri Superprof di Yoga fanno proposte varie, a seconda che si trovino a Milano, Roma, Napoli, in piccoli comuni, in periferia di grandi città…

Diventa facilmente un maestro di Yoga, grazie ai consigli di Superprof!

Al Sud si trovano lezioni private di Yoga anche per 15 euro, svolte a domicilio, per una sola persona.

Al centro i prezzi salgono leggermente, ma la cosa varia molto passando da grandi città, tipo Roma, a comuni di dimensioni ridotte, tipo Alba Adriatica. Nel primo caso si trovano anche richieste di 90 euro per una lezione a domicilio di Yoga, nel secondo ci si può attestare attorno ai 45 euro, per un corso di Yoga tenuto con uno, due o tre allievi.

Milano è probabilmente la città in cui coesistono i prezzi più alti (anche 150 euro per un’ora e mezzo di lezione privata), insieme a proposte super economiche 20 euro per corsi con una o più persone (lezioni di Yoga per gruppi).

Naturalmente, il tipo di attività praticata durante l’ora di lezione varia insieme alla tariffa richiesta. Vi sono insegnanti che propongono un’ora di meditazione a prezzi elevati (60 euro per tre quarti d’ora). Ed altri che in un’ora propongono posture, rilassamento e meditazione, chiedendo al massimo 50 euro.

Naturalmente, stiamo parlando di insegnanti ben certificati, dotati di diplomi, specializzazioni, che frequentino spesso stage, e che si aggiornino in modo ricorrente. Il tutto ben verificato da noi del sito Superprof.

Ricorda: I nostri Superprof di Yoga, generalmente, offrono una prima lezione gratuita!

Ognuno potrà cercare, allora, il maestro di Yoga ideale: scoprirà, ad un prezzo per te accessibile, i segreti dello Yoga Ashtanga, del Raja Yoga, del Kundalini Yoga o dello Yoga per bambini, ad esempio). Specificando ciò di cui si ha bisogno, la ricerca di annunci sul sito sarà più efficace.

Alcuni insegnanti di Yoga si specializzano nell’assistere professionisti che vogliano imparare a gestire il proprio stress. La cosa potrebbe interessarti? I prezzi variano, se si richiede una specialità così circoscritta.

Fai bene il punto su ciò che esiste, ciò che sai e ciò che ti serve.

Per vivere la propria passione, bisogna anche imparare a vendersi bene! In seguito, per mantenere fedeli i propri allievi, basterà mostrarsi sempre disponibili all’ascolto e benevolenti!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar