Pagina iniziale
Dare lezioni
,
Cerca vicino a casa mia Online

Top ville

Pagina iniziale
Dare lezioni
Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati/e di arabo a Bari

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di arabo a Bari è di 5,0 con più di 3 commenti.

14 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di arabo a Bari costano 14€.

1 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 1h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza le tue lezioni private di arabo a Bari

Parla con l'insegnante di arabo per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di arabo e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare l'arabo a Bari non è mai stato così facile!

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Arabo a Bari, o in altre cittĂ , oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande piĂą frequenti:

✒️Come gli/le studenti/esse valutano i/le prof di arabo a Bari?

Gli/le alunni/e attribuiscono un punteggio medio di 5,0 su 5 su un campione di 3 valutazioni.

 

In caso di domande riguardo a un corso privato, il nostro servizio clienti è a tua disposizione per proporti rapidamente una soluzione (via telefono o e-mail dal lunedì al venerdì).

 

Scopri le FAQ!

đź’ˇ Per quale ragione scegliere di seguire una lezione di lingua e grammatica araba a Bari?

L'arabo è la quinta lingua più parlata al mondo: saperlo parlare rappresenta un enorme vantaggio nel mercato del lavoro, nonché una competenza preziosa a livello personale. Le lezioni private di arabo con un/una maestro/a ti consentiranno di fare progressi più rapidamente.

In completa libertà, potrai scegliere l'insegnante che preferisci e organizzare il primo corso.

 

Un'interfaccia apposita è disponibile per scambiare dei messaggi con l'insegnante per programmare i corsi di arabo con tranquillità.

Il nostro motore di ricerca ti permetterĂ  di trovare la perla rara tra 7 professori/esse di arabo a Bari.

 

Fai click e lancia la ricerca!

💻 Se trovo un/una maestro/a di arabo che corrisponde a quello che sto cercando ma è lontano/a da casa, è possibile fare le lezioni a distanza?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi online.

 

Le lezioni via webcam sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

I corsi di arabo via webcam sono un'eccellente opzione per continuare a imparare senza uscire di casa.

👨‍🏫 Quanti/e sono i/le professori/esse a disposizione per impartire lezioni di lingua e grammatica araba a Bari e dintorni?

Trova le lezioni private di lingua e grammatica araba a Bari scegliendo tra più di 7 maestri/e disponibili.

 

Non aspettare e scegli l'insegnante che piĂą ti ispira. Dove? A Bari!

 

Per poter fare la scelta giusta, leggi con attenzione i loro percorsi.

💸 Qual è il costo medio di una lezione privata di lingua araba a Bari?

A Bari la tariffa media di una lezione a domicilio di lingua e grammatica araba è di 14 €.

 

L’esperienza dei/delle tutor, il luogo dove si terranno i corsi (internet o a domicilio dell'alunno/a) e la posizione geografica o ancora la qualità dei corsi che si intende seguire e le tempistiche sono fattori che possono influire sul prezzo delle lezioni.

 

Il 97% dei/delle maestri/e offrono la prima ora.

 

Voglia di iimparare?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di talento!

Visualizza piĂą insegnanti Inizia subito

Corso arabo per diventare bilingue

Bari: dai Saraceni all’arabo oggi!

Tu, che tutti i giorni passeggi per le stradine di Bari vecchia, forse non lo sai, ma proprio dove stai mettendo i piedi tu in questo preciso momento, quasi dodici secoli fa, camminavano i saraceni.

Eh già: Bari vecchia è stato l’unico stato arabo dell’Italia continentale: per la precisione, si è trattato di un emirato sotto il dominio dei musulmani. L’esperienza arabo barese durò solo un quarto di secolo, ma, osservando bene, troverai ancora delle tracce nell’architettura e nella cultura della tua città.

Ma, se vuoi davvero imparare l’arabo, che sia iscrivendoti all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro o cercando un insegnante privato, come quelli che puoi trovare sulla piattaforma di Superprof, è bene che prima tu acquisisca un paio di nozioni storiche relative al periodo arabo della tua città.

Gli arabi per cacciare i Longobardi

Prima di tutto bisogna avere chiaro che il IX secolo nel sud Italia è caratterizzato da lotte, spesso cruente, tra Franchi, Bizantini e Longobardi. E, proprio contro i Bizantini, Eufemio da Messina e Napoli (assediata e affamata in particolare dal ducato longobardo di Benevento) chiamarono in aiuto gli arabi, che permisero la liberazione della città dello Stretto e della città partenopea. Una volta arrivati nel sud Italia, i saraceni pensarono di sfruttare la situazione a proprio vantaggio.

Il primo emiro: Khalfun

Così fece un capo berbero, quasi certamente di origine tunisina, tale Khalfun, che nell’843 si impossessò con le proprie truppe di Bari, riuscendo a sfruttare una fitta rete di sotterranei e passaggi segreti: la città fu presa in poche ore. Khalfun si dichiarò primo emiro della città e ne fece un feudo di Baghdad. Con il trascorrere degli anni il distretto barese avrebbe annesso fino a 24 castelli o borghi fortificati.

Il secondo emiro: SallĂ m

Il suo regno durò una decina di anni: alla sua morte, venne sostituito da Muffarag ibn Sallàm. Questi era noto per la saggezza e la prudenza; si pose immediatamente il problema dell’investitura ufficiale e, per ottenerla, mandò dei messaggeri. Ma invano: al momento della sua morte, nell’856, il riconoscimento ufficiale non era ancora arrivato.

Il terzo emiro: Sawdan

Andò meglio al terzo emiro di Bari: Sawdan, infatti, ottenne la tanto agognata carica ufficiale di Walì (governatore).

Sulla figura di Sawdan le cronache sono discordi. La storiografia di fonte latina lo dipinge come un capo bellicoso, astuto ed estremamente cruento.; quella di fonte ebraica, al contrario, come un governatore pacifico e tollerante.

A chi credere? Non lo sappiamo, ma sembra un fatto dimostrato da più parti che durante il suo emirato, convivessero a Bari arabi, ebrei, latini, greci, armeni. Il consigliere più fidato dell’emiro era un ebreo, tale Aaron bem Samuel ha-Nassi, un semita originario di Baghdad.

Ludovico II, Basilio e Venezia: la cacciata degli arabi da Bari

La fine del breve emirato di Bari arrivò nell’871, il 3 febbraio per la precisione. Il co-imperatore del Sacro Romano Impero Ludovico II e l’imperatore di Costantinopoli Basilio si allearono, preoccupati della crescente forza degli arabi nel Mediterraneo. Ludovico attaccò Bari da terra, mentre il suo omologo di Costantinopoli sferrò un intenso arrembaggio via mare, con oltre 400 navi. Sawdan fu catturato, ma gli fu fatto dono della vita.

I Saraceni rimasero al sud Italia ancora per una trentina d’anni, facendo scorrerie e razzie ai danni delle popolazioni locali, come vendetta per essere stati cacciati da Bari: fu necessario, accanto alle forze bizantine, l’intervento risolutivo di Venezia, nel 1004, per eliminare definitivamente ogni traccia degli arabi dalla Puglia.

Cosa resta degli arabi a Bari?

Anche se gli arabi lasciarono definitivamente la città, oggi restano alcune tracce della loro permanenza: è il caso delle stradine tortuose e dei vicoli, di Porta Nova, della Colonna della Giustizia, del Fortino di Sant’Antonio, della Cape du Turchie. Sembra, poi, che la Cattedrale di S. Sabino sia stata costruita sui resti della moschea principale della città.

Sicuramente, nei 25 anni di emirato barese, passeggiando tra i vicoli, si potevano sentire gli odori d’Oriente: le spezie, le stoffe, i cavalli, …

Ma la presenza araba permise ai pugliesi di intessere relazioni con la Sicilia (araba anch’essa nello stesso periodo), con l’Africa e più in generale con l’Oriente. Fu anche grazie ai Saraceni che i baresi svilupparono un forte senso per il commercio via nave, uno spirito mercantile che ancora mancava. Tutto ciò permise, ai ceti medio alti, di conoscere ricchezza e benessere.

Il ritorno dei Bizantini e l’arrivo dei Normanni, come succederà in Sicilia, porteranno misure repressive e scarsa tolleranza, soffocando ogni anelito di autonomia delle cittadine del sud Italia.

Vuoi studiare arabo a Bari?

Ora, che conosci la storia araba della tua città, ti sentirai ancora più motivato a studiare arabo, non è vero?

Sappi allora che presso l’Università cittadina, potrai scegliere tra due corsi di laurea: quello in Lingue culture e letterature moderne e quello in Lingue e culture per il Turismo e la Mediazione Internazionale. In questi corsi di laurea, seguirai le lezioni di lingua e letteratura araba.

Se, invece, non sei interessato alle altre lingue straniere e preferisci concentrare tempo, energie e risorse per lo studio dell’arabo, sappi che sulla nostra piattaforma puoi scegliere il tuo superprof: da 5€ a 15€ l’ora, scegli tu l’insegnante che preferisci, valutandone esperienza, titoli di studio, metodi di insegnamento.

Inoltre, nella tua ricerca puoi specificare cosa preferisci approfondire:

  • Espressione scritta o espressione orale?
  • Comprensione scritta o comprensione orale?
  • Riduzione dell’accento?
  • Traduzione?
  • Vocaboli?

E ora, buono studio!

Che cosa vuoi imparare?