Pagina iniziale
Dare lezioni
,
Cerca vicino a casa mia Online

Top ville

Pagina iniziale
Dare lezioni
Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati/e di fotografia a Milano

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di fotografia a Milano è di 5,0 con più di 17 commenti.

29 €/ora

Le migliori tariffe: il 80% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di fotografia a Milano costano 29€.

6 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 6h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza le tue lezioni private di fotografia a Milano

Parla con l'insegnante di fotografia per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di fotografia e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare la fotografia a Milano non è mai stato così facile.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Fotografia a Milano, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande più frequenti:

🧑‍🏫Ci sono insegnanti disponibili per dare lezioni private di fotografia a Milano?

A Milano e dintorni ci sono 55 insegnanti disponibili per insegnare fotografia.

 

I criteri che dovresti tenere in conto per scegliere l'insegnante più adatto/a a te sono:

  • La tariffa. Oltre al costo orario, puoi verificare se l'insegnante propone un pacchetto di più ore, o altre tariffe speciali.
  • La distanza da casa tua.
  • L'esperienza dell'insegnante e la sua formazione in relazione al livello ricercato; per ogni necessità esiste l'insegnante adatto/a!
  • I commenti dei/delle vecchi/e allievi/e.

Vedrai che seguendo questi criteri, trovare l'insegnante ideale sarà un gioco da ragazzi

💸 Quanto viene in media una lezione privata di fotografia a Milano?

A Milano, come nelle altre città, il costo di un'ora di lezione di fotografia può variare a seconda:

  • Dell'esperienza del/della professore/essa di fotografia.
  • Il luogo in cui avverranno i corsi: a casa dell'allievo/a, a casa dell'insegnante, a distanza o in un altro luogo, come uno studio fotografico o uno spazio all'aperto?
  • La cadenza e la continuità dei corsi privati.

 

Scopri i prezzi dei/delle professori/esse privati/e nella tua zona con una semplice ricerca su Superprof.

💻 Se trovo un/una insegnante di fotografia perfetto/a per quello che cerco ma siamo lontani, possiamo fare le lezioni a distanza?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni a distanza sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

Le lezioni di fotografia online sono un'ottima opportunità per coltivare il proprio talento. Ti basterà avere un computer, una connessione a internet e la tua macchina fotografica a portata!

✍🏻 Su Superprof, qual è il voto medio attribuito ai/alle nostri/e insegnanti di fotografia a Milano?

Gli/le insegnanti di fotografia di Milano hanno ricevuto un totale di 17 opinioni e il voto sulla media globale è di 5,0 su cinque. Non male, no?

 

Dietro Superprof c'è un'equipe disponible dal lunedì al venerdì per aiutarti a risolvere eventuali problemi. Puoi contattarci per telefono o via mail.

 

Per ulteriori dubbi, puoi consultare le nostre FAQ, dove rispondiamo ai dubbi più frequenti.

 

Puoi contattarci via telefono o per mail.

📸 Perché prendere le lezioni private di fotografia a Milano?

La fotografia è una delle arti più apprezzate al giorno d'oggi. L'avvento del digitale e in particolare degli smartphone ha permesso a tutti di scattare immagini per poi caricarli sui propri .

 

Tante sono le persone che sottovalutano la difficoltà dell'arte fotografica, convinte che basti avere tra le mani uno smartphone o una macchinetta digitale per poter scattare fotografie interessanti. Ovviamente le cose non stanno così: la fotografia richiede un buon numero di conoscenze tecniche e molta fantasia.

 

Seguire lezioni private di fotografia è una buona scelta non solo per chi non riesce a ottenere scatti decenti, ma anche per coloro che possiedono già una base di conoscenze e una certa dimestichezza, ma vorrebbero salire di livello imparando a scattare con in maniera più cosciente.

 

Che cosa aspetti a entrare in contatto con i/le nostri/e insegnanti di fotografia a Milano?

Voglia di iimparare?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Essere seguiti dai/dalle migliori insegnanti per corsi di fotografia Milano

Che cos’è la fotografia?

Abitate nel capoluogo lombardo e volete perfezionarvi o iniziarvi alla fotografia? Ci sono numerosissime ragioni di fare un corso di fotografia: imparare a scattare belle foto, regolare la propria macchina (mirino, obiettivo, camera oscura, profondità di campo, modalità manuale a modalità automatica, velocità di otturazione, diaframma, regolare la luminosità e l’inquadratura e creare composizioni con la luce naturale o artificiale), diventare fotografo professionista o semplicemente scoprire un’arte appassionante.

Per conoscere la storia della fotografia bisogna risalire agli anni ’30 del XIX secolo, quando Nicéphore Nièpce (1765-1833), un ingegnere francese, inventò il processo eliografico.

Afflitto da insormontabili debiti finanziari, l’ingegnere arrivò tuttavia, nel 1816, a ottenere un primo risultato significativo di negativo sviluppato dalla sua finestra, ma l’esperienza si rivelò infruttuosa: gli fu impossibile fissare il negativo e la foto si annerì dopo lo sviluppo.

Intorno al 1825, N. Nièpce realizzò un altro scatto, riuscito questo volta, di una natura morta oggi scomparso. È nel 1827 che N. Nièpce realizzò la prima vera fotografia della storia: Vista dalla finestra a Le Gras, scattata da casa sua nella regione della Saona e Loira.

La sua trovata fu di stendere del bitume di Giudea su una placca d’argento, dopo un tempo di posa di più giorni. Nel 1832, riuscì la scommessa di ridurre il tempo di posa a una giornata mettendo a punto un procedimento che permetteva di imprimere delle immagini con un residuo di essenza di lavanda distillata.

Dopo la morte di N. Nièpce, L. Daguerre inventò nel 1838 il dagherrotipo, con un procedimento di sviluppo che premetteva dei tempi di posa di 30 minuti.

Ne seguì una serie di invenzioni e di miglioramenti tecnologici (H. Bayard, F. Talbot, J. Herschell, H. Fizeau, ecc…), fino ai lavori dei fratelli Auguste e Louis Lumière che portarono all’invenzione dell’autocromia e della fotografia a colori all’inizio del XX secolo.

Durante tutto il XX secolo, l’evoluzione della fotografia fu folgorante: invenzione della Leica, dello sviluppo fotografico su carta, della Polaroid (fotografia analogica instantanea) e della fotografia digitale, emersa grazie all’era informatica, che sostituisce i pixel ai processi fisico-chimici.

Perché fare fotografia a Milano? 

Ecco una buona domanda: perché imparare a scattare foto nella capitale economica italiana?

Conoscere le basi della fotografia è fondamentale per scattare belle fotografie. Si tratta in fondo di un’arte accessibile: qualche conoscenza nell’inquadrare e imparare a impostare la propria macchina digitale o la propria reflex basterà a divertirsi.

Inoltre, è possibile imparare a utilizzare un programma di fotoritocco come Photoshop al fine di progredire e fare fotografie migliori.

Prima di tutto, la bella città di Milano, tra i suoi quartieri (Brera, i Navigli, City Life), i parchi e la ricca architettura, al contempo antica e contemporanea, costituiscono innumerevoli potenziali soggetti fotografici.

Fotografare la città di Milano da San Siro a Lambrate fino a Bicocca permette di costituire un portfolio sulla storia di Milano o sulla vita sociale milanese.

La regione Lombardia offre inoltre molte possibilità per dedicarsi e iniziarsi all’arte fotografica.

Tra tutte le attività artistiche, la foto è una di quelle che permettono di fare più esercizio come autodidatti e quasi gratuitamente.

In effetti, basta uscire fuori con la propria macchia fotografica per sentirsi un po’ come Robert Doisneau per qualche istante dedicandosi al fotoritratto, osservando i comportamenti dei passanti e individuando l’angolo migliore.

In effetti si può dire che la fotografia è anche un’arte sociologica e giornalistica: si osserva il proprio soggetto senza giudicarlo e si ritrascrive un’immagine della realtà.

Milano offre la possibilità di fare foto-giornalismo, fotografia di strada, fotografia notturna (richiede una tecnica fotografica più elaborata), fotografia paesaggistica urbana e fotoritratti.

Quest’arte appassionante permette al contempo di immortalare un momento memorabile, di giocare con la luce (ottenere una foto più o meno nitida, ottimizzare il bilanciamento dei bianchi, creare un effetto sfocato artistico, ecc…) e migliora il lavoro personale liberando la creatività e la sensibilità.

Infine, con corsi di perfezionamento, un fotografo amatoriale che si serve del proprio smartphone sentirà presto il bisogno di rinnovare il proprio materiale fotografico e di acquistare una reflex digitale o analogica per sublimare le sue creazioni.

Il vantaggio è che anche diventando fotografo indipendente, c’è sempre un modo per specializzarsi e avere il sentimento di essere un principiante nel mondo della fotografia: fotografia paesaggistica, fotografia di moda, fotografia in studio, fotografia per matrimoni, fotografia culinaria, fotografia naturalistica, foto di famiglia, ecc…

E quando avrete un po’ più di esperienza potrete anche considerare l’idea di diventare professori e impartire corsi privati di fotografia! Oppure vendere le vostre foto, o cercare di esporle in un museo o in una galleria.

Gli sbocchi sono numerosi (se si è portati per la fotografia) e le possibilità infinite!

Dove fare un corso di fotografia a Milano?

Come diventare fotografo a Milano e soprattutto, dove fare un corso di fotografia se sperate di imparare a fare foto?

La popolazione milanese, secondo i dati del 2014, ammonta a 1.331.000 persone, con un area metropolitana di 3.127.047 abitanti.

Inutile dire che con cifre del genere, l’offerta dei professori privati è davvero forte. Numerose persone propongono corsi e stage di fotografia con prezzi e offerte formative variabili.

Ecco qualche organismo, sito web e piattaforma, selezionati sul web per trovare un professore di fotografia:

  • Istituto italiano di fotografia,
  • Digital Camera School,
  • Bottega immagine,
  • Il tempo trovato,
  • Academic Courses,
  • Emagister,

E ovviamente non possiamo non evocare i nostri corsi di fotografia: avere una formazione fotografica con uno dei nostri professori su Superprof assicura all’allievo un apprendimento guidato, personalizzato e regolare.

A Milano, recensiamo già 30 professori di fotografia disponibili per far acquisire un buon livello di fotografia ai loro alunni.

Dal corso d’iniziazione all’approfondimento degli aspetti tecnici della fotografia, un seme di fotografia professionale germoglierà forse in voi!

Cosa fare con i corsi di fotografia a Milano?

Ma allora, che fare nel concreto con i nostri corsi a Milano?

Quando si spera di acquisire ancora più acuità e precisione nella fotografia, ci sono mille cose diverse da fare.

Per esempio, a casa, si può trasformare il proprio salone in atelier fotografico e fare del fotoritocco con tutti gli oggetti che si trovano per allenarsi.

Anche uscire nel giardino per iniziarsi alla macrofotografia è una buona idea: scattare foto di fiori, di piante e di insetti è tanto formativo quanto ludico.

A un livello principianti, bisognerà anche prima familiarizzarsi con il vocabolario fotografico: focus, stenoscopio, messa a fuoco, otturazione, sensore ISO, posa lunga, foto macro, flash, controluce, autofocus, ecc…

Si tratta delle basi della fotografia, che si potranno padroneggiare con solo qualche corso. A partire da qui, potrete approfondire i corsi con un reportage fotografico urbano, uscendo nelle strade di Milano per fotografare gli edifici, le strade, i monumenti, i parchi e i giardini…

L’obiettivo principale è di dare libero corso alla propria immaginazione! La padronanza di tutti gli ingranaggi verrà in un secondo momento.

Si può continuare a progredire a tutti i livelli.

Ma se la fotografia non ha più segreti per voi, questa competenza e il senso artistico sviluppato può anche essere un trampolino per una riconversione professionale che sognavate da molto tempo.

Numerosi scrittori smettono di scrivere perché non riescono a farsi pubblicare. Diventare fotografo professionista è certo difficile, ma è comunque più facile acquisire una certa notorietà come fotografo che come scrittore.

Perché non cercare addirittura di insegnare?

Altre pratiche artistiche sono anche possibili con le macchine digitali: oltre a fare fotografie, si possono anche realizzare filmati e fare fotografie in movimento.

Gli artisti lo sanno ormai bene: le frontiere tra la fotografia e i video sono sempre più labili nell’era numerica del 2.0.

Cosa fare con il proprio professore di fotografia a Milano?

Su Superprof Milano, i nostri 30 professori sono esperti e vengono direttamente a casa vostra. Ma è possibile — evidentemente — fare un corso di fotografia al tavolo di un bar, nei quartieri centrali (Duomo, Cinque Vie, Castello, Porta Genova, ecc…).

È anche possibile fare foto all’aperto per mezzora e ritornare a casa per una seconda parte del corso privato, per trasferire le immagini scattate sul computer e imparare a ritoccarle.

Aver seguito diversi corsi vi aiuterà a esplorare le diverse modalità della macchina fotografica, a fare foto in bianco e nero, a provare il light painting, ecc…

Allora, quali criteri tenere a mente per scegliere un professore?

Verificate prima di tutto la tariffa oraria, l’esperienza del professore, il luogo del corso e il pubblico a cui si rivolge.

In seguito, domandate la specialità del professore (fotografia di matrimoni, fotografia di paesaggio, fotografia urbana, ecc…) in funzione delle vostre ambizioni personali.

Purtroppo non c’è una ricetta miracolo per scegliere il proprio professore: l’essenziale consiste a testare e fare un primo corso di prova per vedere se c’è un buon feeling!

Pronti a scattare? 3… 2… 1… Click! 

Che cosa vuoi imparare?