Pagina iniziale
Dare lezioni

Lezioni di francese a Trieste

🥇 I/Le migliori insegnanti a Trieste
💻 58 prof
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti
di francese a Trieste

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Insegnanti Star con un punteggio medio di 5,0 stelle e più di 12 commenti positivi.

14 €/ora

Le migliori tariffe: % degli/delle insegnanti offre la prima lezione

6 h

Rapidi/e come saette, gli/le insegnanti ti rispondono in media in 6h.

01

Trova il/la tuo/a
insegnante perfetto/a di Francese a Trieste

Consulta liberamente i profili e contatta il/la tuo/a insegnante secondo i criteri che sono importanti per te (tariffe, diplomi, commenti, corsi a domicilio o via webcam) per un corso di Francese a Trieste.

02

Organizza i tuoi corsi di Francese a Trieste

Dialoga con il/la tuo/a insegnante privato/a di francese di Trieste per spiegargli/le tuoi bisogni e le tue disponibilità. Programma le lezioni e procedi al pagamento in totale sicurezza utilizzando la chat di Superprof.

03

Vivi nuove esperienze

Il Pass Alunno/a ti dà un accesso illimitato ai profili di tutti/e i/le nostri insegnanti, prof, coach, maestri/e e alle Masterclass per un mese (rinnovabile). Un mese per scoprire nuove passioni con insegnanti in gamba di Francese a Trieste.

I/le nostri/e allievi/e di Trieste
esprimono un giudizio sui/sulle loro insegnanti di francese

Scopri tutte le nostre lezioni di francese

Essere seguiti dai/dalle migliori insegnanti di Trieste per le tue lezioni di francese

Un tour de France a Trieste

Tutti sanno della passione dei grandi scrittori per la città di Trieste: oltre ai triestini stessi come Umberto Saba, Italo Svevo e il contemporaneo Claudio Magris, sono felicemente passati da qui anche monumenti internazionali della letteratura, come James Joyce.

Ma se la città triestina, nel corso dei secoli, ha ispirato italiani, inglesi, tedeschi, austriaci, non ha avuto meno fascino nemmeno sui cugini transalpini, considerato che è stata una delle mete preferite dei viaggiatori francesi, in particolare tra Ottocento e primo Novecento. Lo dimostrano i segni architettonici, culturali, storici lasciati da aristocratici, architetti, scrittori e che ancora oggi è possibile ammirare e respirare. A patto, però, di essere in possesso di una guida informata dei fatti!

Andiamo, allora, alla ricerca delle tracce francesi che possiamo trovare a Trieste.

Il Castello di Miramare

Uno dei primissimi siti turistici che vengano alla mente parlando di Trieste è senza dubbio il Castello di Miramare.

Il castello è stato costruito (tra il 1856 e il 1860) per volontà di Massimiliano d’Asburgo, che affidò la responsabilità del lavoro all’architetto Carl Junker. Al suo interno, ancora oggi, troviamo il letto a colonnine donato all’Imperatore dal suo collega Napoleone III. Inoltre, alle pareti del castello possiamo ammirare un dipinto del pittore francese Pierre-Désiré Guillemet.

Ricordiamo, infine, che, nel settembre del 1822, proprio nella città di Trieste, nacque Napoleone Giuseppe Carlo Bonaparte, detto Gerolamo, che sposò la figlia primogenita di Vittorio Emanuele II (Maria Clotilde di Savoia).

Il Castello di Duino

Da un castello all’altro, da Miramare a Duino!

Dal XIV secolo (periodo della sua costruzione) al XIX secolo, all’interno delle sue mura si parlava francese, la lingua della nobiltà europea. Il castello appartiene oggi alla famiglia Della Torre (discendenti degli originari proprietari Torre e Tasso – Thurn und Taxis), la cui storia si è indissolubilmente legata con quella dei Bonaparte: Eugenia di Grecia e Danimarca, figlia di Maria Bonaparte, sposò, infatti, il principe Raimondo, secondo duca del castello di Duino. Da questa unione, nacque l’attuale duca del castello, Carlo Alessandro.

Inoltre, il maniero ha ospitato a più riprese diversi personaggi francesi di rilievo, come Paul Valery (scrittore, poeta e filosofo francese vissuto a cavallo tra il XIX e il XX secolo) e Victor Hugo (che non ha bisogno di presentazioni, grazie ad opere come Notre-Dame de Paris e Les Misérables).

All’interno del castello, infine, si trova un dipinto della principessa Maria Bonaparte, che si è occupata della traduzione in francese delle opere di Sigmund Freud e della promozione della psicanalisi in Europa.

Parco Farneto

Immenso polmone verde della città triestina, Parco Farneto si estende su una superficie di oltre 900 mila mq, tra San Luigi a Melara fino al Rio Farneto.

Il Boschetto, come viene chiamato, era abitato nel 1785 da circa 33 mila querce, che, oltre a rendere salubre l’aria della città, la riparavano dalla Bora. Il politico francese Joseph Fouché, ritenuto il fondatore della moderna polizia politica, trascorse l’ultimo periodo della sua vita in esilio a Trieste (dove morì il giorno di Santo Stefano del 1820) ed era solito fare lunghe passeggiate proprio al Parco Farneto.

Lo stesso parco è stato fonte di ispirazione per lo scrittore francese Nodier, che ha ambientato due dei suoi romanzi a Trieste: Jean Sbogar del 1818 e Mademoiselle de Marsan del 1832.

La cattedrale di San Giusto                     

In questa chiesa di origine medievale, sono stati sepolti alcuni dei principali aristocratici di Francia in esilio a Trieste (anche se le loro spoglie, in epoche successive, sono state spostate).

In particolare, delle lapidi ricordano della sepoltura delle figlie di Luigi XV, Luisa Vittoria e Maria Adelaide, Mesdames de France. Vennero riposte qui le spoglie di Elisa Bonaparte e Joseph Fouché, ma anche di Joseph Labrosse e Paul Morand.

Museo Revoltella

Questo palazzo è stato la residenza principale del barone Pasquale Revoltella, legato strettamente ai francesi e in particolare alla storia francese del canale di Suez e alla facilitazione logistica dei commerci con l’estremo oriente. Il rapporto era strettamente politico e strategico: il barone era stato nominato vicepresidente della Compagnia parigina, per facilitare la concessione da parte della città di Trieste dei capitali necessari al finanziamento dei lavori per l’apertura del canale.

Suez permise, ovviamente, un aumento dei traffici e Trieste si preparò adeguatamente, facendo realizzare al francese Paulin Talabot il progetto per il Porto Vecchio.

Ancora: al museo si possono ammirare:

  • opere di Louis François Cassas, detto il “ritrattista dell’Adriatico”,
  • un marmo di Lorenzo Bartolini raffigurante l’erma del principe Felice Baciocchi (consorte di Elisa, la sorella di Napoleone Bonaparte),
  • un’opera in gesso raffigurante Napoleone di Antonio Canova,
  • un’altra opera in gesso raffigurante Napoleone di Jean Antoine Houdon.

Biblioteca Civica – palazzo Biserini

Tra il 1809 e il 1813, palazzo Biserini è stato utilizzato come sede dell’Intendenza napoleonica e ospitò dunque Lucien Emile Arnault.

Inoltre, qualche anno dopo, il già citato Jean Charles Emmanuel Nodier pubblicò il periodico Télégraphe Officiel des provinces illyriennes.

Teatro Giuseppe Verdi

La facciata di questo celebre teatro porta il segno di cinque palle di cannone da 32 libbre, che ricevette durante l’ultima battaglia dei francesi nel 1813.

Sempre qui, nella prima settimana del settembre 1816, si esibì Niccolò Paganini: in questa occasione conobbe ed iniziò una relazione con Elisa Baciocchi (vedi sopra), con cui ebbe una lunga e proficua relazione.

Al teatro Verdi, Stendhal, autore di Le rouge et le noir e di La Chartreuse de Parme, si innamorò della cantante lirica Carolina Ungher (ma si dice che lei non apprezzasse lo scrittore francese!).

Altre eccellenze francesi a Trieste

Altre segnalazioni francesi nella città di Trieste sono:

  • Palazzo Economo (prospicente piazza della Libertà), di proprietà della famiglia della principessa Soutzo, moglie del già citato Paul Valery;
  • Castello di San Giusto (costruito tra il 1470 e il 1630), dove le truppe napoleoniche nel 1813 resistettero per 14 giorni ai bombardamenti provenienti dalle navi austriache, inglesi e napoletane;
  • Villa Murat, accanto all’attuale Passeggio Sant’Andrea, dove vissero le sorelle di Napoleone Bonaparte, Elisa Baciocchi e Carolina Murat;
  • Alla Locanda all’Aquila Nera dormì Stendhal, venuto in cerca di conforto a seguito di una tremenda delusione d’amore.
  • Lo stesso Stendhal nel novembre 1830 divenne Console di Francia a Trieste, seppur per soli tre mesi (lascerà l’incarico, per passare a quello di Ambasciatore a Civitavecchia).

Le domande più frequenti:

💸 A quanto ammonta in media una lezione privata di lingua francese a Trieste?

Il prezzo medio di una lezione di lingua francese a Trieste è di 14 €. I costi variano in funzione di tre fattori:

  • L'esperienza dell'insegnante di francese
  • Del luogo in cui si svolge il corso (a distanza o a domicilio) e dell'offerta locale
  • Il tempo e la regolarità dei corsi

Il 97% dei/delle nostri/e insegnanti propongono la prima ora di lezione. Scopri i prezzi dei corsi vicino a casa tua.

✍️ A Trieste, qual è il voto medio che hanno ricevuto i/le nostri/e insegnanti di lingua francese?

Dal momento che si tratta di una lingua molto diffusa in tutto il mondo, su Superprof abbiamo un gran numero di insegnanti di francese per tutti i livelli. Se vuoi seguire delle lezioni a Trieste o nei dintorni, troverai l'insegnante ideale attraverso i nostri motori di ricerca.

Inoltre, tutti/e i/le nostri/e professori/esse hanno ottenuto un voto dai/dalle propri/e alunni/e. Su un totale di 12 commenti, gli/le utenti hanno attribuito un voto medio di 5,0 su cinque ai/alle suoi/sue insegnanti di francese di Trieste.

 

Per maggiori informazioni visita le nostre FAQ. Ricorda inoltre che dietro Superprof c'è un'équipe di servizio clienti attenta, scrupolosa e disponibile dal lunedì al venerdì per rispondere a qualsiasi tua domanda.

Potrai contattarla per telefono o via mail.

💻 Se trovo un/una prof di francese che mi interessa ma vive in un un'altra città, è possibile fare le lezioni a distanza?

Certamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni online sono meno care rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

I corsi di francese via webcam sono un'eccellente opportunità per continuare a imparare al tuo domicilio.

 

🇫🇷 Per quale ragione optare per un corso di francese a Trieste?

Per avere successo sul posto di lavoro.

 

Il francese è tra le lingue più parlate al mondo, in particolare in settori come quello commerciale, tecnologico, scientifico, diplomatico, e molti altri. Saper esprimersi in francese è uno dei requisiti più sollecitati anche nel settore della cultura e delle arti.

Il francese ti permette di accedere a posizioni di maggior responsabilità, per migliorare nella attività e negli affari. Saperlo parlare bene avere un gran vantaggio sul piano del lavoro ma anche a livello culturale.

Non dimentichiamo infatti che il francese è da sempre sinonimo di cultura! Moltissime sono infatti le grandi opere letterarie, pittoriche e cinematografiche prodotte da artisti d'oltralpe. padroneggiare il francese, ti consentirà di accedere a questo vastissimo corpus di opere.

 

Per poter relazionarsi a livello internazionale.

 

Saper parlare francese ti consente di viaggiare in maniera più tranquilla e sentirti al sicuro. Ci sarà sempre qualcuno che parla o conosce il francese. Una persona che sa farsi capire in francese non si perde mai quando esce a passeggiare, o se deve servirsi dei trasporti pubblici, quando arriva al campeggio o deve ordinare al ristorante. Parlare una lingua così diffusa ti permette di conoscere tante persone, farti nuovi amici, conversare con donne e uomini di altri paesi o conoscere altre culture. Per tutti i sognatori, gli studenti, gli/le amanti del viaggio, parlare francese permette di ampliare i propri orizzonti.

 

Per allenare la mente (studiare una lingua straniera è tra i migliori esercizi per il cervello umano!)

 

Poter parlare più di una lingua è molto benefico per la mente. È stato dimostrato che le persone che parlano diverse lingue risultano più forti di fronte a malattie come l'Alzheimer, oltre ad avere una materia grigia (la sostanza che contiene i corpi dei neuroni) più densa rispetto a quella delle persone che parlano una sola lingua. Inoltre, è stato provato che le persone che parlano più di una lingua hanno maggiori capacità interpretative per quanto riguarda il significato delle parole.

Insomma, essere bilingui ti permette di essere più versatile e preciso nell'esecuzione dei compiti quotidiani!

 

Cosa aspetti? Entra in Superprof e trova l'insegnante che fa per te!

👩🏻‍🏫 Ci sono molti/e professori/esse di lingua francese a Trieste?

Se abiti a Trieste, nel centro città o nei comuni limitrofi, potrai sempre trovare un modo di imparare ciò che preferisci: ci sono ad esempio 58 insegnanti di francese disponibili.

 

Se il tuo desiderio è di padroneggiare la lingua francese come Molière, imparare questa lingua attraverso il nostro sito può permetterti di progredire seguendo il tuo ritmo.

 

I/le nostri/e insegnanti sapranno personalizzare le lezioni e servirsi di una metodologia in linea con i tuoi bisogni e le tue aspettative. Se invece vivi in una località, non devi preoccuparti perché nella grande varietà di insegnanti ci sarà sempre qualcuno vicino a casa tua o disponible per impartire lezioni via webcam.

 

Potrai scegliere l'insegnante che più si adatta alle tue esigenze.

Cosa aspetti a trovare l'insegnante ideale?