Pagina iniziale
Dare lezioni

Lezioni di pianoforte a Bari

🥇 I/Le migliori insegnanti di Bari
💻 24 prof
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti privati/e di piano a Bari

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di piano a Bari è di 5,0 con più di 4 commenti.

18 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di piano a Bari costano 18€.

1 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 1h.

01

Trova il/la tuo/la insegnante di piano a Bari

Dai un'occhiata ai profili di Bari e contatta un/un' insegnante secondo i tuoi criteri (tariffe, diplomi, commenti, lezioni di piano a domicilio o via webcam)

02

Organizza le tue lezioni private di piano a Bari

Parla con l'insegnante di piano per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di piano e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a suonare il piano a Bari non è mai stato così facile.

03

Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Piano a Bari, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

I/le nostri/e allievi/e di Bari
esprimono un giudizio sui/sulle loro insegnanti di piano

Scopri tutti/e i/le nostri/e insegnanti di piano a Bari

Essere seguiti dai/dalle migliori insegnanti di Bari per il corso di pianoforte

Esiste un’età ideale per cominciare lo studio del piano?

La risposta è quasi sempre negativa, oggi giorno, passando in rivista i risultati di indagini e ricerche scientifiche in merito.

In effetti, accanto a pargoli che iniziano a strimpellare il piano a tre anni, vi sono poi adulti che da un giorno all’altro scelgono di cimentarsi in questa bella pratica. Ed alcuni adolescenti, a grande sorpresa, iniziando tardivamente a conoscere la tastiera, mostrano a volte attitudini eccezionali.

La certezza è che la godibilità della pratica e l’allenamento specialistico ad alti livelli non possono mai scindersi. Insomma, se ci si diverte al piano, è certo che si impareranno più facilmente i suoi segreti, con risultati immediati e consistenti.

Ecco perché tre anni o undici anni per l‘intrapresa dei corsi di piano potrebbe anche non fare una grande differenza, ai fini di una carriera pianistica.

Nozioni correnti sull’età critica

Di solito, quando si parla di musica, lingue straniere, matematica, si tende a tirare in ballo la nozione di età critica.

Ebbene, questo concetto è certamente dotato di validità scientifica, ma non deve essere oggetto di sovra-interpretazione, che rovesci addirittura le portata e l’utilità dell’asserto. Dire che imparare da giovani <<è più facile>> deve essere un incoraggiamento a far conoscere quante più prospettive possibili ai pargoli. Non deve, invece, essere fonte di scoraggiamento per chi non abbia avuto modo di scoprire una lingua, una disciplina e un hobby a tre anni!!

È chiaro che stimolare visivamente, acusticamente, con suoni, colori, movimenti, è utilissimo in tenera età e assicura piacere. E il piacere è fondamento di ogni apprendimento. Ma non è detto che iniziare a stimolare musicalmente un ragazzo già pre-adolescente - ad esempio, a dieci anni - sia del tutto inutile. Anzi! Esiste un altro grado di maturità che, a quell’età, può far cogliere meglio il senso della pratica pianistica, facendo recuperare il tempo perduto!!!

Del resto, conosciamo casi di persone che a cinquant’anni di età iniziano a suonare uno strumento. In questo caso, è allora il gaudio prodotto suonando ed ascoltando la musica, a contare, a far fare progressi, nonostante l’invecchiamento. Invece, nel caso di bambini ed adolescenti, è ancora in gioco la grande malleabilità, l’estensibilità a livello cerebrale, tecnico, fisico, uditivo, abitudinario e culturale!

Ecco il solo senso che possiamo accettare della nozione “età critica”!

Quanto è impegnativo seguire un corso di piano?

Sebbene l’aspetto ludico e ricreativo debba prevalere nella scelta di proporre lezioni di piano ai propri pargoli ed anche in quella di seguire in prima persona un corso di musica, alcuni aspetti sono imprescindibili da una corretta fruizione della relazione tra allievo ed insegnante di musica.

Innanzitutto, è importante la regolarità, insieme alla costanza.

Il bambino capirà da subito che, praticando anche un quarto d’ora ogni giorno, otterrà grandissimi risultati.

All’inizio, il suo obiettivo è riuscire a riprodurre correttamente quanto mostrato dall’insegnante. E, per fare questo, deve non solo stare attento a lezione, ma anche correre a provare il tutto a casa propria, pena la dimenticanza e l’impossibilità, il giorno seguente, di sapere esattamente cosa e come fare.

Questi dettagli non sono insignificanti e banali. Infatti, se il bambino riuscirà ad eseguire correttamente il piccolo esercizio assegnato a lezione, ne otterrà grandissima soddisfazione. Ed è essenziale che la pratica dello strumento musicale produca autogratificazione. In caso contrario, non riuscendo ad eseguire i primi piccoli esercizi assegnati, l’esperienza del bambino con il pianoforte potrebbe essere fonte di auto-frustrazione e creare sfiducia in se stessi.

La regolarità, allora, serve proprio per far sì che le lezioni di piano siano un piacere e non fonte di delusione e fallimento. I genitori dovranno allora vegliare affinché, oltre a frequentare le lezioni di piano a casa di un maestro o presso la scuola di pianoforte, il bambino esegua le prime esercitazioni. Instaurato un ritmo di lavoro costante ed evidenziati dei risultati, non sarà più necessario che il piccolo venga “sorvegliato”. Provando gratificazione per la riuscita, infatti, il bambino terrà molto ad allenarsi ogni volta che rientra da una lezione.

Se scatta questo meccanismo, il gioco è fatto. È probabile che il pianoforte resti il migliore amico del ragazzo per moltissimo tempo.

Naturalmente, ogni cosa ha un suo rovescio di medaglia: accade che certi genitori siano troppo presenti ed insistenti relativamente alla pratica pianistica. E questo può risultare nocivo, oltre ad andare contro al principio base della musica: provocare godimento in chi suona ed in chi ascolta.

Quali vie prediligere per fare apprendere il piano a Bari

Se vivi a Bari città, oltre al Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni, in via Michele Cifarelli, puoi anche cercare corsi di pianoforte tenuti da insegnanti privati o organizzati da associazioni culturali e scuole di musica private.

I primi corsi di piano prevedono sempre lezioni che integrino teoria, solfeggio e primi esercizi al piano, da svolgere in presenza dell’insegnante e a casa.

A volte, per i primi periodi, si propongono ai neofiti lezioni di gruppo. Tuttavia, la natura dell’apprendimento del piano richiede sempre e comunque un gran numero di ore di lezione individuale.

Fra le scuole di musica e le associazioni presenti nella città di Bari, che propongono corsi, infarinatura o educazione musicale indispensabile per conoscere bene il piano, segnaliamo, in particolare:

  • l’Accademia della Musica, situata all’interno del Business Center Faraone, gestita dalla pianista Luana Scavuzzo e sita in via Marco Partipilo;
  • Il Pentagramma, in via Pietro Giannone;
  • Il Collegium Musicum in via Dante Alighieri;
  • la Scuola di Musica il Coretto, in via Argiro;
  • l’Associazione Musicale nel Gioco del Jazz, in via Principe Amedeo;
  • l’Associazione Musicale e Culturale de Falla, anch’essa in via Principe Amedeo.

Innanzitutto, occorre fare il punto sui propri obiettivi, nonché valutare quanto tempo e denaro siano disponibili per il “progetto piano”!

In secondo luogo, occorrerà passare in rassegna nomi noti, sui quali si trovano buoni riscontri, tramite il passa-parola.

Infine, si selezioneranno due o tre situazioni di apprendimento – dal professore a domicilio, alla scuola di musica, passando per il conservatorio – e si prenderà contatto con i rispettivi referenti.

L’incontro preliminare tra futuro allievo e maestro di pianoforte è indispensabile, perché ognuno valuti la possibilità di una relazione costruttiva - pedagogicamente e didatticamente.

Il feeling tra docente e discente è sempre rilevantissimo, in ogni progetto di apprendimento. Se non collimano metodi e richieste, obiettivi e programmi da una parte e dall’altra, è improbabile un successo dell’“avventura lezioni di piano”. Incontrare il futuro insegnante e parlargli chiaramente di aspettative, remore ed intenzioni è indispensabile affinché l’insegnante stesso possa valutare e decidere dell’opportunità del proprio operato.

Titoli ed esperienza dei maestri di piano, insieme alle loro personali inclinazioni verso questa o quella fascia di età, contano notevolmente, ai fini di una relazione che produca piacere e soddisfazione in entrambe le parti, e mai frustrazione! Tutto va bilanciato, insomma, tra studente ed insegnante di piano.

Le domande più frequenti:

💶 Qual è la tariffa media di un/una prof privato/a di piano a Bari?

A Bari, il prezzo medio di un/una prof privato/a di pianoforte è di 18 e può variare per tre motivi:

  • L'esperienza e la formazione del/della professore/ressa.
  • Il luogo delle lezioni: avranno luogo a domicilio dell'alunno/a, a casa dell'insegnante, su internet o altrove?
  • Il ritmo e il formato delle sessioni.

La maggior parte dei/delle nostri/e maestri/e di pianoforte offre la prima lezione

 

Dai un'occhiata la tariffa dei/delle insegnanti di pianonella tua zona facendo una semplice ricerca su Superprof.

⏰ Ci sono professori/esse disponibili per dare lezioni private di pianoforte a Bari?

L'offerta di insegnanti di pianoforte a Bari è importante. Si contano più di 24 insegnanti disponibili per dare corsi di pianoforte.

 

Se desideri trovare il profilo di un/una professore/essa che corrisponde a quello che cerchi, non esitare a confrontare gli annunci dei/delle maestri/e di pianoforte di Bari ed entra in contatto con quello/a che più interessa.

 

I criteri che ti possono orientare per scegliere un/una maestro/a privato/a di pianoforte  sono:

  • Il prezzo. Ricordati di controllare con precisione i prezzi e verificare se vengono proposte formule speciali per un pacchetto di lezioni, o per i corsi in piccoli gruppi.
  • Il luogo. Dove si svolgeranno le lezioni? L'insegnante deve spostarsi o sei tu a doverlo fare?
  • L'esperienza dell'insegnante. Sia come professore/essa di piano, sia come pianista.
  • Le opinioni degli/delle ex studenti/tesse.

Seguendo questi criteri, trovare il/la tuo/a maestro/a ideale sarà facilissimo!

💻 È possibile seguire un corso di pianoforte a distanza con un/una insegnante trovato/a su Superprof?

Certamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via internet.

 

Le lezioni via webcam sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

Le lezioni di pianoforte online sono un'eccellente opzione per continuare a imparare da casa.

 

🎹 Perché è una buona idea scegliere una lezione a domicilio di piano a Bari?

Sapevi che, quando impari a suonare il pianoforte, incrementi capacità che ti aiutano ad avere un metodo che puoi applicare ad altri ambiti, negli studi o nel lavoro? Infatti, molti studi hanno provato che esiste una relazione diretta tra la pratica musicale e la vita quotidiana, e che lo studio del piano è fonte molti aspetti positivi, come ad esempio un miglioramento della concentrazione.

Suonando il piano, devi prestare attenzione a tanti aspetti diversi, come il ritmo, il tono, il tempo, il valore delle note, ecc. Quando ti eserciti, stai facendo un esercizio di concentrazione mentre suoni le canzoni che ti piacciono. Questo ha un effetto molto importante sul tuo cervello e il suo sviluppo.

 

Come esercitarsi con regolarità?
Imparare un nuovo brano richiede perseveranza e molto lavoro. Prima che tu possa suonare un brano a memoria e con fluidità, devi lavorare per diverse settimane. L'idea di poter un giorno suonare il pezzo che stai studiando rafforza il tuo desiderio di proseguire. Ciò insegna a essere tranquillo e aumenta la tua perseveranza. Questa capacità è particolarmente utile quando ci si trova davanti a compiti complessi all'università o nella vita professionale.

 

Imparare a suonare il pianoforte è una vera prova. La pratica costantee lo studio frequente non solo aumentano la tua perseveranza, ma ti aiuteranno anche ad avere una maggior disciplina. Per imparare a suonare il pianoforte, non ci sono magie... Bisogna allenarsi molto. Con pazienza, ti abituerai a una pratica regolare e non ti parrà impossibile rispettare i tempi di pratica.

 

Come migliorare la tua intelligenza emotiva?
Suonare il pianoforte potenzia le tue abilità auditive. Si tratta di qualità molto importanti quando si interagisce con altre persone. Riveli le tue emozioni non solo attraverso il tuo linguaggio corporeo, ma anche attraverso l'intonazione, la melodia e il ritmo della tua voce. Qualcuno che sa suonare uno strumento sa anche ascoltare.

✍🏻 A Bari, qual è il voto globale che hanno ricevuto i/le nostri/e insegnanti di piano?

I/le prof di pianoforte a Bari hanno ricevuto un voto totale di 4 valutazioni e la media globale è di 5,0 /5. Non male, no?

 

Per qualsiasi dubbio riguardo Superprof, i corsi privati o i/le nostri/e maestri/e, puoi dare un'occhiata alle nostreFAQ, dove rispondiamo ai dubbi più frequenti. Se desideri comunicare con noi, un'équipe di supporto clienti è disponibile 5/7 per e-mail o per telefono.